Amazon Cloud Player

Di Antonino Vento

Da qualche tempo sentiamo parlare, con crescente insistenza, di Cloud Computing, una tecnologia basata sull’hosting remoto e quindi sull’utilizzo di spazi di memoria e applicazioni su server accessibili via web. L’utilizzo e gli impieghi di questa tipologia di servizi spaziano dal business per attività aziendali ad attività “ricreative” per la creazione di archivi personali di musica, libri digitali e immagini.

Anche Amazon, non si lascia sfuggire il business del cloud computing lanciando le offerte Amazon Cloud Player e Amazon Cloud Drive.

Amazon Cloud Player

Amazon Cloud Player è l’offerta dedicata a chi desidera mettere nel cloud il proprio archivio musicale per poterlo ascoltare in streamming su smartphone, tablet o scaricarlo su pc.

L’azienda che ha primeggiato in questa tipologia di servizi è stata Apple con iCloud, dedicato ai possessori dei dispositivi della stessa.

La principale caratteristica di Amazon Cloud Player rispetto a ICloud è l’apertura verso tutte le principali piattaforme di dispositivi portatili, quindi smartphone e tablet sia Android che iOS, e personal computer.

Il servizio offerto da Amazon non si limita allo spazio e alle applicazioni basilari per riprodurre i files archiviati; una delle principali caratteristiche del Cloud Player è la possibilità di accedere ad un fornitissimo catalogo di brani musicali. Chi utilizza Itunes Store, il negozio multimediale per i dispositivi Apple, penserà subito ad un clone ma non è affatto così.

Amazon Cloud Player è innanzitutto aperto a tutti, è infatti sufficiente la registrazione sul sito Amazon.it e attivare il proprio spazio di archiviazione nel quale è integrato il riproduttore musicale.

Il servizio è gratuito per i primi 250 brani archiviati e per ogni utente è possibile utilizzare ben 10 dispositivi diversi per riprodurre la musica in streaming.

Acquistando un pacchetto Amazon Cloud Player Premium la disponibilità diventa di 250.000 brani, uno spazio praticamente infinito per un utente normale. I brani musicali possono essere caricati dalle collezioni personali o acquistati dall’Amazon MP3 store, spesso a prezzi scontati; gli mp3 acquistati vengono automaticamenti trasferiti sul Cloud e successivamente, con un’apposita funzionalità, è possibile scaricarli sul proprio pc.

Per gestire in mobilità, su smartphone e tablet, il proprio account Amazon Cloud Player sono disponibili sui rispettivi store le App gratuite per Android e iOs.

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email per ricevere aggiornamenti, approfondimenti e novità sull'argomento!

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata