Cos’è l’ AEEGSI (autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico)?

Di Antonino Vento
Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico

Con l’avvento del mercato libero dell’energia elettrica e del gas è stata istituita l’autority AEEG, la cui funzione è la regolazione e controllo dei settori dell’energia elettrica e del gas. successivamente all’autority è stato conferito l’incarico di normare e vigilare sul mercato dell’acqua italiano, da qui nasce la nuova denominazione AEEGSI.

Quali sono i compiti principali dell’Autorità AEEGSI?

L’autorità espleta queste funzioni principali:

Come cambiare tariffa luce e gas senza brutte sorprese?

  • Fissare periodicamente i prezzi massimi per la fornitura in regime di maggior tutela;
  • Promuovere interventi di efficienza nel settore energetico;
  • Dettare le regole minime al fine di garantire alle utenze un servizio fornito di qualità;
  • Controllare che non vengano violate le regole della concorrenza;
  • Accogliere reclami degli utenti e cerca soluzioni per le controversie tra utenti e fornitori.

Tra i servizi di maggior rilievo possiamo citare lo sportello del consumatore che, attraverso un call center, da assistenza ai cittadini per tutto ciò che riguarda il mercato libero. Attraverso lo sportello è altresì possibile inoltrare reclami verso il proprio fornitore (per la procedura ti consiglio di leggere l’articolo “Cos’è lo sportello del consumatore?“).

Non da meno è anche il servizio di conciliazione, atto a gestire le controversie tra cliente finale e fornitore, anche per quest’argomento ti rimando ad un articolo specifico: Il servizio di conciliazione per le forniture luce e gas.

Il portale AEEGSI

L’autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico ha istituito un potale web, raggiungibile online all’indirizzo http://www.autorita.energia.it, contenente news, delibere, indicazioni per clienti finali e addetti ai lavori, pubblicazioni, riferimenti normativi, tabelle excell con le componenti tariffarie per clienti domestici e non, ecc.

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email, per ricevere gratis aggiornamenti e l'esclusiva guida "Come cambiare fornitore luce e gas senza avere sorprese?"! (condizioni del servizio)

25 commenti su “Cos’è l’ AEEGSI (autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico)?”

  1. chiederei ancora un costo COMPLESSIVO di bollette per utente privato, residente, di bologna( Budrio) consumo 1.300 kw mese come da bolletta, onnicomprensivo di ogni spesa quindi portabilità rete, consumo corrente, accise , iva.

  2. La nuova bolletta Enel è illegittima perchè non ci fa controllare il costo delle singole voci.Inoltre con i conguagli ci fanno pagare l’Iva due volte.

  3. E tutto vero questo succede sulle nuove società dell’energia e gas giocano sulle letture e su kW di quota di potenza e i prezzi indigidizatti

  4. Non è contemplato l’obbligo da parte di un cliente il quale dopo aver contattato un diverso gestore ,invii lettera al gestore da cui dipende ,per rescindere il contratto.
    oggi con nugoli di promotori spesso imbroglioni,un fornitore A telefona al fornitore B che ha il contratto con il Cliente affermando di avere il nuovo contratto.
    Il fornitore B senza altre informazioni rescinde il contratto in essere.
    Il tutto a completa insaputa del Cliente e relativi patemi e perdita di tempo per rinnovare il contratto pre-esistente
    sono state così favorite le truffe domicilari e telefoniche..

    Roberto Lauro Bogliasco GE

  5. Se speri di avere giustizia dall’autorità dell’energia e del gas allora non hai proprio capito niente. Sei un pivello quelli dell’autorità non sono certo d’accordo con te. vanno a braccietto con enel e compagnia. e sai perchè ? siamo in italia..

    1. @ Roberto,
      Intanto se c’è necessità e ci sono i presupposti per farlo, si fa reclamo all’autority, se poi non si ottiene una risposta adeguata si prosegue per vie legali. Ipotizzando che sia tempo perso farlo non ci aiuta a risolvere i problemi.

  6. @ Paolo Riccardo
    nel rispetto della tua opinione, vorrei evidenziare che le bollette di luce, gas e acqua non è detto che arrivino in mesi diversi, quindi pagare tutto con un unica bolletta potrebbe non essere così drammatico.

  7. Non vorrei che come al solito,visto tra l’ altro che siamo in Italia, che dietro una semplificazione e trasparenza delle bollette , ci sia la solita supposta per il consumatore… ANZI NE SONO CERTO scusate la mia scarsa fiducia nelle istituzioni… Se poi sono controllate da enti, multinazionali ecc.. Visti gli ultimi sviluppi di svendite di aziende italiane, che andranno in mano a colossi internazionali..Di scarsa affidabilita e poca correttezza a scanso di quello invece dichiarato, comè intento di raggiungimento.. A parte tutto questo poi un altro dubbio mi viene .. se il gestore è unico anche la bolletta sara unica…per cui la cifra che dovremmo pagare sara di gas , luce, ed eventualmente acqua.. in un unica solvenza.. che cifre arriveremo a raggiungere per bolletta alla volta.. !!? Per qui tutto questo servira a semplificare o a far si che gli utenti si trovino in difficoltà, e quindi entrino nella morosita piu facilmente, con tutte le conseguenze.. Chiusura erogazioni, riallacci ecc. ecc.. Ergo tutto questo e fatto dunque per facilitare l’ utenza o per fregarla meglio.. scusate la franchezza.

  8. Buon giorno nei prossi giorni devo aprire una fornitura di energia elettrica, ho letto che costo di apertura è uguale al costo di subentro, è vero ? Poi porterò dopo un paio di mesi la residenza per ristrutturazione paghero di più? E quanto ? Grazie saluti Luca

  9. Salve ho un impianto fotovoltaico da 4.5Kw, consumo energetico per la mia famiglia E.38,86 per i servizi di rete E.82.02. a bimestre. Ma a chi vanno questi soldi????
    Pago più di quanto consumo e/o produco???
    A chi mi dovrei rivolgere per un eventuale contenzioso??
    Grazie saluti Pier Luigi
    P.S. visto le precedenti ingiustizie credo che mi rimane poco spazio…….

  10. Sono passata al mercato libero dell’energia a giugno 2013 e con due bollette ho pagato praticamente la metà di quanto pago con 6 bollette?Allora, che dobbiamo fare?Oltre a mandare a quel paese chiunque ci contatta, dobbiamo continuamente fornire segnalazioni a soggetti che accerteranno l’accaduto con il senno di poi e comunque non prenderanno provvedimento contro i grandi colossi che forniscono servizi agli utenti?Comunque chi ne paghe le conseguenze tanto economiche che di incazzature è il consumatore finale?
    Se poi ci si aspetta di essere tutelati dalla giustizia….allora perdete ogni speranza o voi che entrate…nei palazzi di giustizia!Ho querelato un’ azienda telefonica per un falso contratto e dopo un anno e mezzo ancora siamo all’udienza preliminare perchè il Pubblico Ministero ritiene che non ci sia stato un tentativo di truffa!E questo semplicemente perchè la persona offesa non ha subito nessun danno economico!Allora, bisogna perdere i miliardi o peggio la vita per essere tutelati dalla giustizia!
    Tirando le somme, era meglio quando stavamo peggio!
    Con Enel e il mercato libero dell’energia, vedremo!Comunque un consiglio a chiunque legge queste pagine: rimanete nel mercato di maggior tutela!!

  11. Che cos’è L’autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG)?
    Risposta: è un inutile carrozzone all’italiana. Utile certamente per chi ci è dentro per elargire lauti compensi e stipendi (ecco dove si potrebbe risparmiare per non incrementare il debito pubblico, anche se chiede agli operatori il contributo per il funzionamento).
    L’ultima marea di carta che ha prodotto ad oggi è stata la pubblicazione di un’indagine sui prezzi del mercato libero dell’energia riferita al 2011??????? Ma non siamo nel 2013????
    Ci hanno messo DUE anni per scoprire che i prezzi del MERCATO LIBERO molto superiori a quelli del SERVIZIO DI TUTELA.
    BELLA SCOPERTA, COMPLIMENTI!!!!!!!!!!!!!!
    CI AVETE MESSO SOLO DUE ANNI PER FARE QUELLO CHE CI VOLEVA UN QUARTO D’ORA!!!!!
    E ADESSO CHE CI FACCIAMO CON I DATI DEL 2011. QUI DA NOI SI DIREBBE “FACCI IL BRODO”.

  12. Mi permetto di intervenire sulla questione dei venditori porta a porta o telefonici. Siccome questa storia va avanti da tempo, “si presume” che le maggiori compagnie (tra le quali eni ed enel partecipate dallo stato italiano, poveri noi) che si avvalgono di questi soggetti siano ampiamente a conoscenza dei metodi adottati da questi “signori”. Se io mando in giro a vendere il gas o l’energia elettrica con prezzi superiori a quelli del servizio di tutela, come posso pensare di acquisire clienti se non con “metodi alquanto discutibili”?(per non essere volgare, mi trattengo).
    Quindi la colpa è di chi li manda in giro, ancor peggio se oltretutto il mandante è anche di proprietà pubblica.

  13. @ Enrico,
    non volevo dire che Mauro ha torto sui venditori truffaldini, purtroppo ci sono (passano pure da me) e a causa loro oggi si ha una visione distorta del mercato. L’AEEG è intervenuta emanando un regolamento che mette fuori dal mercato questi signori.

    Concordo con te che le forniture di energia elettrica gestibili esclusivamente online sono le più economiche in assoluto.

  14. Signor Antonino, il sig. Mauro ha perfettamente ragione. Delle orde di venditori che suonano al mio campanello ho ricevuto solo offerte del genere:
    – il mio attuale venditore era fallito (cosa assolutamente falsa) e loro erano subentrati;
    – sconti dal 20 al 40%???, poi procurandomi la scheda di confrontabilità, che loro si guardano bene dal consegnare, il decantato risparmio si trasforma in una maggiore spesa del 20%!!!
    – l’ultimo che è passato prometteva sconti di oltre il 16%??, anche qui procurandomi la sceda di confrontabilità lo sconto per magia si trasforma in una maggiore spesa di oltre il 5%, che in una fase in cui i prezzi gas sono in discesa, bel risparmio avrei ottenuto con l’offerta di cui sopra per 3 anni!!! per non parlare dell’energia elettrica sempre superiore al servizio di tutela.
    La lista sarebbe lunga, gli unici risparmi, forse, si evidenziano per contratti web.
    Viva l’Italia, un paese singolare, dove su può fare pubblicità di ogni tipo, si può dire di tutto senza che nessuno interevenga.
    Il fenomeno dei venditori truffaldini, non è che è “ancora presente”, bensì è quello che va per la maggiore.
    Questi soggetti vengono pagati per ogni contratto che procurano e quindi pur di portare a casa qualcosa lavorano molto di fantasia. Saluti

  15. @ Antonio,
    tempo fa da Enel sono passato a Sorgenia, da quella esperienza ho capito quanto segue: le aziende che operano sul mercato libero il loro core business in realtà non è tanto l’energia, ma la grande quantità di denaro che fa maturare interessi. Come accade? E’ semplice, con la scusa che Enel non comunica tempestivamente i consumi reali (del resto neanche essa lo fa) emettono fatture basate su stime presunte, che quasi sempre superano quelli effettivi, l’utente paga e l’azienda incassa valuta. Quando poi arriva il conguaglio compensano l’energia, ma non fanno altrettanto con la valuta che i clienti hanno anticipato. Provate a ragionare su grandi volumi ed il gioco è fatto.

  16. @ Mauro,
    il mercato libero comporta risparmio in bolletta a patto che il venditore sia onesto e consigli al cliente un piano tariffario coerente. Purtroppo ancor oggi, nonostante l’AEEG abbia preso provvedimenti, il fenomeno dei venditori truffaldini è ancora presente.

  17. Con tutti quei soggetti che si possono vedere in “articoli correlati” la bolletta non si taglia di sicuro. Restate nel servizio di tutela e non fatevi infinocchiare dai venditori porta a porta.

    1. Concordo con mauro, finchè si può e ce lo permetteranno, conviene restare “a maggior tutela”. Nessuno telefona per fare opere di beneficienza, casomai ti telefona perchè è a conoscenza che stai pagando il meno caro …..e vorrebbe farti pagare di più. La logica del mercato legato al maggior profitto mi sembra molto semplice a capire.
      Saluti

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata