Fotovoltaico? Parliamone insieme

Di Antonino Vento
lampada_green

Hai bisogno di consigli o informazioni sul fotovoltaico?
Vuoi dire la tua sul fotovoltaico italiano e sugli incentivi statali o le detrazioni fiscali?
Oppure vuoi conoscere le opinioni di chi ha già installato un impianto o è in procinto di farlo?

Questa è la pagina giusta per te!



Scopri le migliori offerte di Amazon.it >>

Qui puoi leggere le opinioni lasciate dai lettori, lasciare i tuoi commenti e porre i tuoi quesiti alla redazione o a tutti gli esperti che passano da queste parti :-).

Articoli di approfondimento

Prima di lasciarti alla lettura dei vari commenti e quesiti voglio segnalarti alcuni articoli di approfondimento sul tema fotovoltaico e sul sistema di incentivazione.

L’impianto fotovoltaico

Com’è fatto un impianto fotovoltaico? Quali sono tipologie (on grid, con accumulo, in isola, …)? Come scegliere i vari componenti? (leggi l’articolo)

Impianto fotovoltaico: quali i vantaggi ed i costi di realizzazione?

Qui trovi una breve panoramica su com’è fatto un impianto fotovoltaico e l’ordine di grandezza sul costo chiavi in mano dello stesso (leggi l’articolo)

Costo impianto fotovoltaico? Ecco dove richiedere preventivi online!

Se vuoi sapere al centesimo il prezzo di un impianto fotovoltaico, qui trovi gli indirizzi dei portali che offrono gratuitamente e senza impegno preventivi di installatori della tua zona (leggi l’articolo)

Scambio sul posto: cos’è e come funziona?

Lo scambio sul posto, consente di immettere in rete l’elettricità in esubero, per poi compensarla economicamente con quanto prelevato dalla rete nei momenti di produzione insufficiente. In quest’articolo scoprirai il meccanismo che regola lo scambio sul posto (leggi l’articolo).

Infine nella sezione “Fotovoltaico” potrai trovare ulteriori articoli di approfondimento.

Ok adesso è il momento di passare all’azione!

Per inserire un commento o quesito usa il box in fondo alla pagina, se rispondi ad un quesito inserisci @nomeutente in modo da poter far capire ai lettori a chi stai rispondendo.



Scopri le migliori offerte di Amazon.it >>

Gli quesiti sul fotovoltaico sono suddivisi in più pagine ed ordinati in ordine cronologico dal più recente al più vecchio, per passare da una pagina all’altra usa l’apposito menù.

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email, per ricevere gratis aggiornamenti e l'esclusiva guida "Come cambiare fornitore luce e gas senza avere sorprese?"! (condizioni del servizio)

278 commenti su “Fotovoltaico? Parliamone insieme”

  1. Buongiorno Sig. Antonio
    sto valutando la possibilità di installare un impianto fotovoltaico, mi hanno stimato 3kwh come fabbisogno, io sarei interessata a coprire tutta la falda dell’abitazione che ho, esposizione a sud, totale 5,8 kwh
    Questo giustificato dal motivo di produrre e consumare TUTTA la mia energia, senza cedere NULLA all’Enel.
    A fronte di ciò, volevo chiedere se ci sono delle normative che obbligano l’allaccio all’Enel (nella fattispecie, il mio è un restauro, casa disabitata, non ci sono utenze attive)
    Può dirmi dove trovare gli articoli di legge? Ho fatto una ricerca in internet ma i pareri sono discordanti o incompleti.
    Grazie

    1. In questo caso lei potrebbe fare un impianto in isola, al momento però non ho riferimenti normativi da poterle suggerire.

      1. Gentile Sig. Antonino,
        vorrei sapere se qualcheduno di quelli che hanno acquistato impianto fotovoltaico INVENT ha risposto e se si che cosa ? .
        Oggi sono stato contattato anch’io da un agente di vendita e prima di procedere vorrei sapere se la cosa funziona come da promesse.

  2. chiedo alla sig. Cris che ha fatto il contratto con invent a giugno,
    siamo ora a dicembre vorrei sapere come si sta trovando e se è soddisfatta del servizio energigate che invent gli ha offerto grazie.

    1. gentile sig.re vorrei sapere se impianto fotovoltaico di INVENT sta dando i frutti promessial momento della vendita.
      grazie in anticipo

  3. Oggi ho ricevuto una proposta telefonica per ricevere un informatore per un impianto fotovoltaico dall’azienda “valore solare”. Essendo io reduce da diversi tentativi di imbrogli, vorrei sapere, prima di acconsentire alla visita, se la suddetta azienda è degna di fiducia.
    Poi, leggendo su questa pagina i vari commenti, vorrei sapere cosa si intende con “scambio sul posto”, e in più vorrei sapere se l’energia prodotta ed eventualmente non consumata per un giorno o più posso venderla all’Enel e percepire un guadagno.
    Grazie tante per l’eventuale gradita risposta.
    P.s.: L’operatrice mi richiamerà venerdì prossimo per avere una mia risposta.

  4. Buongiorno a tutti, scusate la domanda ma volevo solo sapere se e quando il mio impianto fotovoltaico sarà attivo. Ho acquistato una casa in nuova costruzione e ci siamo trasferiti da qualche settimana. Il 10 settembre abbiamo attivato il contratto con enel ma ancora il fotovoltaico mi risulta inattivo. Avete idea di quanto tempo devo ancora aspettare? Avrei un pò di premura visto che tutto va ad energia, dai riscaldamenti alla cottura, avendo il piano a induzione. Gentilissimi chi saprà darmi una risposta.

    1. Salve, cosa intende abbiamo attivato il contratto con Enel? Un contratto di fornitura di energia elettrica? Le chiedo questo per connettere l’impianto fotovoltaico c’è tutta una procedura da seguire.

  5. Buonasera, mi é Stato fatto un preventivo per un impianto da 3kw, ma come posso sapere se le previsioni fatte dal rappresentante sono veritiere?
    Per questo vi scrivo e vi ringrazio in anticipo per l’aiuto
    L’impianto andrebbe su una falda del tetto triangolare rivolta a sud (zona centro-nord)
    Attualmente i miei consumi sono bassi: 2000kwh/anno, 500 diurni e 1500 notturni (ma in qualche anno si triplicheranno i diurni)
    Mi é Stato previsto un surplus di 2900 kwh/anno con una quota vendita mensile di 25 €/mese
    É realistico?

    É vero che lo scambio sul posto non sarà possibile per gli impianti installati dopo il 31 dicembre 2016?

    É vero che la detrazione fiscale sarà inferiore per gli impianti installati il prossimo anno?

    Se l’impianto produce 3900 kwh/anno e io ne consumo 2000 (500 diurni e 1500 notturni) come può essere 2900 il surplus?

    Grazie

    1. Vedo di rispondere per punti

      – Scambio sul posto: non mi risulta questa notizia
      – Detrazioni: se non ci saranno proroghe si
      – surplus, quote mensili: c’è un po’ di confusione … se consideriamo una produzione di 3900kwh in teoria lei avrebbe 1900kwh di surplus, dei 2000kwh 500 li consumerebbe subito (autoconsumo) e 1500kWh li cederebbe per poi avere un contributo sullo scambio sul posto (le consiglio di leggere qui http://taglialabolletta.it/cose-lo-scambio-sul-posto/). Il surplus cosa ne facciamo? Resterà un credito per gli anni successivi per compensare acquisti nei periodi di non produzione.
      Spero di essere stato utile.
      Saluti

  6. Salve ho acquistato un impianto fotovoltaico con scambio sul posto da Enel energia. Quest’anno in fase di dichiarazione dei redditi non mi sono potuta scaricare la detrazione del 50% perché il tetto massimo Irpef era già raggiunto tra spese mediche e palestra dei bimbi. Quando mi ha no proposto l’impianto però non mi avevano detto che se il massimale Irpef era pieno io non potevo recuperare nulla, alla fine pago e basta (pago la rata del fotovoltaico di 320 ogni due mesi più la corrente che consumo), in più l’ufficio fiscale mi ha detto che con lo scambio sul posto io non posso avere la detrazione fiscale, cosa che il tecnico in fase di vendita non ha minimamente menzionato. Cosa mi consigliate?grazie mille

    1. Salve, mi sembra strano l’incompatibilità scambio sul posto e detrazioni, tranne che l’ufficio fiscale abbia confuso detrazione fiscali con contributo in conto energia, cioè le agevolazioni per gli impianti costruiti diversi anni fa. In questo caso si faccia dare il riferimento normativo che dice ciò.

  7. Buongiorno

    Ho 26000 € investiti in una BEI Lire Turche con (tripla AAA)una
    cedola annuale di 8,5% Netto.
    Quindi 2210€ all’anno che fanno 184€ al mese.

    Al massimo spendo 100€ mensili di bolletta.

    Perchè dovrei fare un impianto fotovoltaico?
    Dopo 15/20 anni cosa mi resta?

    Un impianto da gestire per 15/20 anni ?

    Mi restano forse 26000€ di impianto?
    Nel mio caso ,a scadenza,ricevo le mie 26000€ investite nella Bei.

    Altro caso :Ho acquistato un garage (prezzo 22000€) che sto affittando a 115€ mensile.

    Bene o male coprono comunque le mie bollette.

    Dopo 15/20 anni ho ancora un garage.
    Giusto?

    mi spiagate perchè investite nel fotovoltaico?

    Forse non per motivi economici ma per “morale”…inquinamento ecc….però forse non considerate altri tipi d’inquinamento del fotovoltaico a comiciare dall’impatto estetico.

    1. Dove investire i soldi è una scelta personale, tengo a precisare che dopo 20 anni il fotovoltaico continua a produrre così come i 26000€ non avranno lo stesso potere acquisto di oggi. Sul garage penso che ci sia l’IMU o similare da pgare oltre le spese di manutenzione a carico del proprietario. Come dicevo ogni investimento a i suoi pro e contro … e la scelta è strettamente personale. A dimenticavo se ad investire nel fotovoltaico è un privato ci sono le detrazioni fiscali del 50%.

  8. salve a tutti,ci sono cose non molto chiare.. Non ho ancora capito, se le bollette si azzerano, con un impianto fotovoltaico perché altrimenti non ha senso farlo.. E quale manutenzione comporta? Si parla tanto della durata dei pannelli, ma sarebbe interessante la durata degli inverter.. Quanti sono e quanto durano?3,5 kw, di potenza, si riesce ad installare con € 7000?

    1. Salve, la bolletta non si azzera ma si riduce: di quanto? Dipende dalla potenza dell’impianto fotovoltaico installato e anche dal suo profilo di consumo, cioè dalla capacità di assorbire l’energia elettrica nell’istante in cui viene prodotta (massimo risparmio sul costo del kWh).

      In merito alla manutenzione posso dirle che il punto ddebole è l’inverter, la cui durata dipende anche dalla qualità dello stesso. Le migliori marche offrono garanzia di 5 anni, con possibilità di estenderla a 10 a 15 anni.

      Oggi ci sono diversi prezzi e con 7000€ penso si possa fare, a patto di capire cosa e che tipo di materiali verranno installati.

  9. Buongiorno, sono alla ricerca d un dato indicativo, in pratica, necessiterei avere una idea di massima in percentuale di quanto effettivamente una convenzione di scambio sul posto riconosce economicamente per kilowatt scambiato rispetto al costo effettivo di acquisto dello stesso kilowatt.
    in altre parole. mettiamo caso che per una bolletta di energia elettrica dal consumo di 100 kWh occorre pagare 100, mentre (sempre ad esempio) il GSE per 100 kWh riconoscesse in tutto 80 il rapporto dunque sarebbe dell’80 %.
    Mi rendo conto che il conto sarebbe molto imperfetto però contribuirebbe a dare una idea di massima di quanto effettivamente occorrerebbe produrre per avere una compensazione a 0.
    Il canlcolo è molto semplice, banalmente:
    banalmente, se sommate l’importo di tutte le bollette nell’arco di un anno e dividere per i kWh consumati in un anno, si ottiene un valore €/kWh che è un prezzo MEDIO annuale del kWh al lordo di costi fissi, accise, oneri di rete ecc. ecc.
    Poi sommate: il valore degli incentivi percepiti nell’argo di un anno dal GSE in € e dividete per il quantitativo dell’energia scambiata nell’arco di un anno contabilizzata dal gse.
    Si otterrà un valore in €/kWh annuo lordi di incentivo.
    Mi interesserebbe TANTO sapere il rapporto che c’è tra questi due valori. C’è qualcuno che ha lo scambio sul posto che possa fare il conto? almeno la parte dell’incentivo, per la parte del prezzo lordo potrei usare i dati della mia bolletta… certo, meglio sarebbe se più utenti potessero farlo per avere più confronti. Grazie.

    Lorenzo

    1. Buongiorno Lorenzo,
      l’importo riconosciuto dal GSE con il meccanismo di scambio sul posto è diverso per ogni utente perchè dipende da molti fattori, però per darti alcuni esempi reali:
      kWh pagato in bolletta 0,29 euro, riconosciuti dal GSE con scambio sul posto 0,19 euro
      kWh pagato in bolletta 0,36 euro, riconosciuti dal GSE con scambio sul posto 0,26 euro
      kWh pagato in bolletta 0,21 euro, riconosciuti dal GSE con scambio sul posto 0,11 euro.
      Il prezzo più alto viene riconosciuto a chi scambia più corrente e principalmente preleva dalla rete più energia di quanta ne immette nell’arco dell’anno, ovvero, un esempio, prelevo dalla rete 6000 kWh e immetto solo 3000 kWh.

  10. Ho appena istallato un impianto fotovoltaico, posso farlo funzionare anche se enel non ha ancora collegato il suo contatore .
    Grazie

  11. Gentilissimi, volevo avere un opinione su l’azienda Invent di in provinca di Venezia offrendomi un “elettrodomestico fotovoltaico”; moduli fotovoltaici QHP Aterna, il primo modulo fotovoltaico a corrente alternata.
    Cosa ne pensa?
    Grazie, Gabriele

    1. anch’io sono stata contattata da questa ditta. ma non riesco a trovare valide referenze per prendere in considerazione la loro offerta.

    2. Anche a me e’ stata fatta questa offerta, volevo sapere se aveva per caso ricevuto una risposta in merito alla sua ruchiesta e se eventualmente poteva girarmela
      Ringrazio
      Tiziana

    3. In effetti è venuto un rappresentante anche da me e non mi ha convinto. L’offerta del pannello da installare da solo sul balcone, ad un prezzo di 4.500 € per una potenza di 750 watt sarebbe conveniente in virtù di una serie di sconti e bonus che loro offrirebbero in una fornitura nel giro di alcuni anni. E se loro chiudono e scappano coi soldi (per dire)?
      Per convincermi dapprima mi ha elencato un sacco di clienti che starebbero installando o avrebbero installato questo impianto nella mia zona, ma quando ho chiesto il recapito di anche solo una do queste persone, ha cominciato a dire che in effetti ognuno ha esigenze e caratteristiche diversi…
      Dulcis in fundo, mi ha mostrato articoli su pubblicazioni importanti tipo “il sole24ore”. Questi “articoli” sono anche nel loro sito. Grazie tante, sono articoli a pagamento! Insomma, mi puzzava troppo… ho gentilmente declinato l’offerta nonostante la forte insistenza al telefono del rappresentante.

    4. Buongiorno, ho contattato la Energygate io stessa e ho fatto contratto , entro 60 giorni dovrebbe essere attivo , ci sentiremo come va

      1. Ciao , Cris sono in fase di contratto anch’io, è tutto vero ? Bolletta a zero ?
        Grazie attendo tua gentile risposta

      2. Buongiorno, mi è stato proposto lo stesso tipo di contratto descritto sopra, cortesemente è possibile sapere come va questo tipo di impianto, grazie in anticipo.

  12. Buongiorno Antonio,
    volevo avere l’opinione di un preventivo che mi è stato fatto dalla ditta *****, nello specifico un impianto da 4 kw con pannelli csi che rendono anche in ombra, montati sul tetto inclinato di 19°, metà a est e metà a ovest zona Milano, con aggiunta pompa di calore da 100 l. per acqua sanitaria.
    il costo è di € 22.000, finanziati in 10 anni e rimborsati dallo stato al 50%, con garanzia su tuttale di 25 anni, incluso assistenza, manutenzione e pezzi di ricambio, con contollo da remoto 7gg su 7 24 ore tramite wi fi e app. su cellulare.
    Il mio consumo attuale di energia è di circa 2900 kw annui con contatore da 3 kw e contratto energetico con fascia bi oraria.
    Mi consigliano di usare l’energia di giorno il più possibile e acquistarla la sera a prezzo ridotto.
    Al momento sono un po indeciso su cosa fare, volevo qualche consiglio da Lei.

    1. I consumi elettrici mi sembrano bassi per poter giustificare l’investimento, però comunque è bene che si faccia dare un piano di ritorno economico che giustifichi l’investimento. Poi sul consiglio di consumare di giorno sono d’accordo, però purchè il fotovoltaico produca.

    2. Buongiorno,

      nel dimensionamento dell’ impianto è stato calcolato anche l’ assorbimento della pompa di calore (700kwh l’ anno).

      Considerando che è un prodotto che dovrà rimanere sul tetto per un bel po di anni, è stato dimensionato anche pensando al calo di rendimento che avrà nel corso del tempo. Se i 22000€ sono comprensivi di interessi per il finanziamento è un buon prezzo.

      Qualora volesse confrontare con un altro preventivo sono a sua disposizione.

  13. Salve a tutti. Ho comprato una bifamiliare, non c’è il metano ma il GPL! In famiglia siamo in quattro. Vivo a Gorizia FVG. Vorrei sapere il vostro parere sul l’investimento del fotovoltaico. Un tecnico mi ha fatto un preventivo per 12pannelli da 250w policristallino tedesco da 3KWh , un inverter +pompa di calore murale 110l. Tutto al costo di 8800€!
    Che ne pensate vale la pena questo investimento?

    1. Salvatore, dipende da che pannelli usi, che inverter installi, che protezioni lato cc, e ca vengono messe, come viene fatto il lavoro, se installano solo inox o zincato. Io sono nel ramo da oltre 15 anni, e conosco i trucchi. Ho installato nella mia casa di Gorizia (il primo impianto a Gorizia), gia nel 1995, ed è tuttora funzionante benissimo.

    2. Buongiorno le scrivo al riguardo del fotovoltaico ….poi lo avete montato ????le chiedo che siamo stati contattati e volevo dell informazioni a riguardo ..grazie

  14. 1. Mi diceva un esperta che ogni pannello FV ‘e riconducibile alla Cina [malgrado scritte “made in….”]. Tutti importano celle dalla Cina
    2. Ho visto una proforma per pannelli da 300 W [12] piu inverter piu accessori a meno di USD3000 consegnato a Genova. Opinioni?
    3. Se compro direttamente dalla Cina, che procedure devo seguire con la Enel?

    Grazie

    1. @ Daniele
      ormai tante cose vengono prodotte in Cina e made in Cina non sempre vuol dire sempre scadente, pensa ad esempio ad un iPhone. Tieni conto che è vero che la cella è fondamentale per un pannello ma anche l’assemblaggio, le eventuali protezioni ed i materiali della struttura. Per mia esperienza ti dico che i pannelli non sono tutti uguali e che anche marche sconosciute ma operanti nel settore da decenni (prima del conto energia, si perchè le applicazioni fotovoltaiche ancor prima) sono migliori di quelli di multinazionali con poca esperienza in questo settore.

      In merito ad Enel l’importante che tutto sia conforme alla normativa, poi che siano stati importati dalla Cina al gestore di rete interessa poco.

  15. Siamo tutti d`accordo che la qualità é importante. Il problema è che dietro questa parola si nasconde molto spesso solo un aumento ingiustificato del prezzo. Spesso il semplice rivenditore o “authorized partner” vende solo un prodotto senza avere niente alle spalle. **** il resto del contenuto è stato rimosso in quanto ritenuto spam ****

  16. Sono un ingegnere marchigiano,collaboro sia con una piccola ditta installatrice sia con una azienda più grande.
    naturalmente i costi degli impianti sono diversi perché la grande azienda ha costi più alti necessariamente.
    saluti

  17. Salve.. siamo un nucleo familiare di 6 persone
    Mi è stato proposto un impianto fotovoltaico di 6 kwp ( 8400 kwh/annui),
    -pannelli solari marca Sanyo o sunpower
    -Inverter Sma
    – sistema solare termodinamico 250 l. Solar pst
    -2 clima 18000/12000 Samsung a++
    -20 lampade led
    -sistema di monitoraggio dentro casa
    -piatto di cottura ad induzione (eliminarei anche il metano per il piano cottura)
    Per la cifra di 26000 euro chiavi in mano, sinceramente mi sembra molto alto come prezzo ma vorrei un tuo parere in merito.. porgo cordiali saluti
    Mimmo

    1. @ Mimmo,
      non conosco le marche di piano cottura e solare termodinamico, ma il tutto potrebbe essere congruo. Sinceramente sul piano di cottura ad induzione non sono tanto convinto, cmq sai che dovrai usare delle pentole adatte (spero che non sia un amante delle pentole di coccio).

  18. L’importante è che non compriate quei ******* degli schueko.
    io ho un 6 kw total schueko,l’ho comprato perchè forniva 15 anni di garanzia,adesso l’istallatore ha fallito,io ho dei problemi,chiamo la scheko,e,mi rispondono che la garanzia
    la eroga l’installatore,cosa impossibile ed improponible.
    **** il resto del commento è stato rimosso dal moderatore in quanto non conforme alla netiquette*****

    1. @ Alessia,
      un impianto fotovoltaico è, come qualsiasi altro impianto, un insieme di parti e componenti assemblate da un installatore. La garanzia la eroga l’installatore che poi si rivale sui singoli produttori. Mi spiego meglio: se il tuo impianto non funziona l’installatore deve verificare perchè e cosa, dopo di che se il problema è un pannello chiede al fornitore di sostiotuirlo in garanzia, se un inverter idem , … ecc.

      Purtroppo nel tuo caso la ditta installatrice non c’è più: che fare? Purtroppo devi chiamare un installatore, far effettuare una diagnosi e se i problemi derivano da uno o più pannelli, scrivere al produttore per la sostituzione o assistenza in garanzia.

  19. Buongiorno,
    ENI Power mi ha proposto l’installazione di un impianto fotovoltaico residenziale di 4KW a circa 13.000 € chiavi in mano
    I pannelli sono di tipo Eurosolare EN21
    Volevo capire se il tutto è “congruo” o meno
    Grazie

    1. @ Luigi,
      non conosco i pannelli del tuo preventivo, se il prezzo è iva compresa è in linea con un fotovoltaico premium, magari con qualche garanzia accessoria (coperture assicurative, estensioni di gatanzia, ecc).
      Se vuoi confrontare con le offerte di installatori della tua zona, ci sono diversi portali che ti permettono di avere preventivi gratis e senza impegno: qui http://taglialabolletta.it/costo-impianto-fotovoltaico-online/ trovi maggiori dettagli.

  20. @ Ermes,
    un impianto fotovoltaico ha bisogno di pulizia periodica al bisogno, la periodicità dipende dalla zona. Nel tempo sicuramente si guasterà l’inverter, ma solitamente ha garanzia di 5 anni, estendibile con un piccolo esborso fino a 15 anni.

    La convenienza, al di la dei costi di manutenzione che a mio avviso non sono eccessivi, dipende come evidenzi tu dai consumi. Con 1800 kwh annui non è necessario installare 3 kw, ma potrebbero bastarne 2 (a NORD) ed essere abbondanti spostandosi verso sud.

    Tenuto conto che per 2kWp la spesa si riduce e che per uso domestico ancora per tutto il 2015 c’è la detrazione fiscale del 50%, il fotovoltaico può essere conveniente.

    Ma in quanto si recupera l’investimento? Questo dipende dai parametri dell’utente (ubicazione geografica, propensione all’autoconsumo, …)

  21. Sarebbe interessante conoscere il costo di manutenzione di un impianto fotovoltaico ad uso domestico residenziale che per esempio produce al massimo 3Kw per unità.
    Per un consumo di 1800KWh costo 300€ annui, conviene affrontare una spesa di 7/8000 euro tenendo conto dei probabili aumenti in bolletta?

  22. Ho un’altra domanda:in questo periodo la produzione è scarsa,devo usare gli elettrodomestici la sera perchè pago meno la corrente che di giorno?
    Grazie.

    1. @ Anna,
      è strano quindi se ci riferiamo ai consumi in kwh, in quanto anche in queste condizioni il fotovoltaico deve contribuire ad abbassare i consumi. In merito alla domanda posta ti consiglio di usarli la sera solo se la produzione è trascurabile in caso contrario no in quanto un kwh autoconsumato vale di gran lunga rispetto a uno acquistato (suppongo che tu abbia lo scambio sul posto).

  23. Buonasera Antonio,abbiamo installato un impianto fotovoltaico a Luglio 2014 e vorrei chiederle perchè le due bollette che ci sono arivate dopo l’installazione sono invariate rispetto alla stesso periodo del 2013.

  24. Buon giorno, a breve mi trasferisco in campagna e vorrei montare un impianto fotovoltaico sul tetto … visto che sono a digiuno di informazioni… la bolletta viene automaticamente eliminata ?

  25. scusate nn capisco ma se l’impianto è dimensionato esattamente le bollette non dovrebbero azzerarsi?

    1. @ Andrea,
      tutto ciò che si consuma quando l’impianto fotovoltaico non produce (ad esempio di notte) o non è capace di erogare (ad esempio il carico è maggiore della produzione del fotovoltaico) va acquistata dal fornitore e pagata. Nei momenti di esubero l’energia è ceduta in rete e si ottiene un rimborso. Nell’ ipotesi che io consumi 1000 kwh quando l’impianto non produce e immetta in rete 1000 kwh in esubero, si ottiene zero a livello energetico ma non a livello economico, in quanto con lo scambio sul posto viene remunerato (o rimborsato) solo la parte del costo del kwh relativo a quota energia e servizi di rete. Se volessimo fare un esempio blando, quanto acquisto pago a 25 centesimi e quando cedo ne recupero 16. Per azzerare la bolletta dovresti consumare sempre quando il fotovoltaico produce (100% di autoconsumo).

  26. Grazie,era un dubbio. Quindi a seconda dei momenti potrò avere da 6.6 kw a circa 11 kw max e non avrò problemi di distacco imposto,giusto? Grazie ancora

  27. Salve,ho un contatore da 6 kw più impianto fv appena allacciato da 4,5 kw. Quando le mie esigenze richiederanno più di 6 kw le due potenze si sommano oppure continuerà a saltarmi il contatore ? Grazie

    1. @ Diego,
      le potenze disponibili si sommano: perchè ho scritto disponibili? Perchè la potenza disponibile dell’impianto fotovoltaico è funzione dell’irraggiamento solare, in poche parole i 4,5 kw di potenza saranno disponibili nelle ore di massima producibilità, nelle altre ore una potenza variabile da 0 a 4,5.

  28. @ Gabriele,
    sicuramente nel terzo preventivo c’è qualcosa in più, perchè non è pensabile oggi vendere un impianto fotovoltaico da 3kwp a quella cifra.

    Cosa intendo con qualcosa in più?
    Ad esempio estensione della garanzia dell’inverter, assicurazione all-risk sull’impianto, manutenzione periodica dell’impianto. Quindi ti consiglierei di approfondire.

    Il punto 2 ti sostituisce le lampade, tutto dipende da quante lampade hai, comunque entrambe le offerte (1 e 2) hanno degli ottimi inverter, quindi anche qui devi chiedere se l’iva è compresa e quali servizi. Sui pannelli fotovoltaici marchiati ENI non so dirti nulla.

  29. Salve, vorrei mettere un impianto FV da 4kwp, ho fatto per ora 3 preventivi
    1: pannelli panasonic inverter power one, pratiche varie comprese 10.500E
    2:pannelli marchio eni inverter non specificati, ma sul sito azienda sembrano 2, ABB e aurora, pratiche comprese, sostituzione lampadine casa con led 12.500E
    3:nemmeno preso in considerazione nessuna specifica se non il fatto che era patner enel green power e quindi i pannelli e inverter sono di qualità (?) sempre pratiche comprese 16.500E
    Abito nella provincia di Firenze in campagna.
    Ammetto di essere sinceramente confuso dalla differenza di cifre e soprattutto un pò spaventato dalla possibile truffa in agguato.
    Sono cifre in linea con la mia zona?
    Grazie.

  30. Salve , sarei interessata a installare un impianto fotovoltaico sul tetto della nostra abitazione con lo scopo sia di azzerare la bolletta enel (e a questo punto anche del gas perché sarebbe mia intenzione eliminare tutto ciò che funziona a gas,eliminare caldaia a gas per l’acqua e il riscaldamento e creare solo impianti elettrici),sia di sentirmi maggiormente libera di utilizzare energia elettrica senza preoccuparmi delle spese.o meglio questo era quello che pensavo prima di leggere informazioni sui forum e quant’altro.. vorrei capire infatti, quanto conviene installare un impianto fotovoltaico?considerando che una famiglia nn consuma solo di giorno ma anche di sera..e considerando anzi che di giorno la casa sarà quasi sempre vuota per motivi di lavoro..quello che viene prodotto di giorno e che nn viene utilizzato,mi copre ciò che si consumerebbe di sera? Oltretutto il mio appartamento non è ancora abitato e non lo sarà per tutto il 2015. Per cui ipotizzando di fare adesso l’impianto e considerando che per circa 20 mesi non ci saranno consumi di corrente, ci vado a guadagnare qualcosa?riuscirei ad ammortizzare prima i costi o vado solo a perdere energia prodotta? Il preventivo per l’impianto da 3kw/h che ho ricevuto è di 6600 euro iva inclusa utilizzando pannelli schüco..stimando una produzione di circa 4300kwh annui, considerando uno scambio sul posto di 0.16 euro per kwh e considerando anche la detrazione del 50% in 10 anni..ci guadagno qualcosa o no?aiutatemi un pò a fare chiarezza per favoreee

    1. @ Francesca,
      cosi su due piedi il tutto sembra conveniente, a patto che si spenda cash perchè gli interessi incidono parecchio in genere.

  31. Buon giorno Antonio, l ‘ impianto in questione sarà di 2,9 kw, cioè 10 pannelli fotovoltaici aleo 19s da 290 watt. tra l altro mi si è rotta la caldaia e pensavo di sostituirla con un scalda acqua a pompa di calore visto che non scaldo mai con la caldaia, ho 2 stufe a pellet e un camino canalizzato a legna, che te ne pare?

  32. Salve volevo porre la vostra attenzione sull’impianto che sto per installare, moduli aleo s 19 ed inverter powerone 3.0 tutto compreso tranne bollettini enel 7650 euro che ne pensate? Grazie.

    1. @ Salvatore,
      quanti kwp? Se sono 3, oggi c’è chi fa qualcosina in meno, poi tutto dipende dalla zona di residenza.

    1. @Diego,
      non è detto che con i cinesi si debba spendere meno, tutto dipende dalla qualità del prodotto finale.

  33. Salve,
    complimenti per le risposte.
    Mi è stato montato un Fv non ancora allacciato. Volevo chieder informazioni sul costo. 120 rate da 182 €.14 pannelli Ibc monosol 265 cs ,inverter Aurora ,4 pompe di calore (2 da 9000 btu e 2 da 12000 btu). Mi era stato assicurato che i pannelli erano di produzione tedesca,mentre mi sono accorto che sono made in cina ,anche se con tutte le certificazioni di qualità.Mi sembra di aver preso una fregatura o sbaglio? L’impianto doveva essere da 6 kw mentre mi è stato concesso solo da 4-4,5kw. Anche se i pannelli dovessero funzionare perfettamente hanno un costo minore anche se tedeschi ma made in china? Posso esigere di cambiarli oppure se chiedo uno “sconto” sono dalla parte giusta?
    La ringrazio anticipatamente per la risposta.

    1. @ Diego,
      tutto dipende da cosa c’è scritto in contratto, per quanto riguarda i pannelli cinesi non è detto che siano scadenti.

  34. ma se io voglio dare corrente in una stanza
    e ci metto tv pc
    poi comprando la batteria x alimentare questi apparecchi
    senza immettere nella rete posso farli funzionare?
    ovviamente di giorno caricare le batterie con la rete
    cosa mi occorre?
    batterie+inverter poi cosa?
    mi puo dire cosa mi occorre?
    mi spiego meglio ho un ambiene senza impianto elettrico
    e voglio usare la tv e il pc la sera x 3-4-5 ore anche meno
    volevo comprare batterie e far andare il tutto
    si puo?
    mi puo dire cosa occorre grazie

    1. @ Massimo,
      necessiti di un sistema tipo UPS, con batterie capaci di erogare energia alle apparecchiature per il tempo che ti necessita.

  35. salve
    ho un impianto fotovoltaico
    ma putroppo di giorno non sono piu in casa e non lo sfrutto appieno
    volevo fare una domanda
    si puo comprando batterie ricaricarle di giorno
    attaccandole alla presa elettrica e usarle di sera mi servirebbero circa 600 watt
    computer tv e frigo e se si cosa mi occorre?
    grazie

    1. @ Massimo,
      si, si chiamano sistemi di accumulo. Purtroppo ad oggi la normativa è in fase di definizione e non sono ammessi su impianti fotovoltaici incentivati.

  36. Buona sera anch’io sto valutando l’installazione di un impianto fotovoltaico e/o pannelli solari per risparmiare sia spesa gas che energia elettrica, siamo solo in tre ma la casa è grande e dispersiva, con caldaia vecchiotta (18 anni) e riscaldamento a caloriferi in ghisa, spendiamo circa 1300 euro annui di luce e 3300 di gas…
    purtroppo dopo aver sentito diversi preventivi e pareri, sono abbastanza confusa…
    chi propone solo pannelli solari e caldaia a tenuta stagna, chi propone solo fotovoltaico, chi entrambe, chi pompa di calore per caloriferi + fotovoltaico, chi caldaia a condensazione + fotovoltaico, chi abbinamento con caldaia normale e pompe di calore/condizionatori + fotovoltaico….
    Mi da l’impressione che alcuni rappresentanti debbano vendere fondi di magazzino, mi spiego meglio, prodotti che col tempo verranno migliorati.
    Inoltre leggendo i commenti precedenti mi è sorto anche il dubbio della marca dei vari componenti (pannelli, inverter, ecc)alcuni parlano di prodotto tutto italiano altri dicono che quelli che costano meno sono per forza cinesi….
    Premetto che vivo in provincia di Varese, vorrei sapere come orientarmi nella scelta di una ditta seria che quindi proponga una soluzione adeguata con buoni prodotti.
    Mi sembra di capire dalle risposte che non fa mai nomi specifici ma per favore mi dia almeno qualche indizio.
    Grazie

    1. @ Maria Rosa,
      non faccio nome specifici poichè il mercato è invaso da migliaia di prodotti, come ha potuto constatare lei stessa. A mio avviso, anche se ha un costo, la soluzione corretta è quella di rivolgersi ad un tecnico indipendente, che a seguito valutazione delle sue esigenze energetiche le potrà consigliare la soluzione giusta. Successivamente dovrò farsi fare i preventivi, ce in questo caso parleranno tutti la stessa lingua.

  37. Buonsera sig. Antonio, scrivo dalla provincia di Savona oggi ho avuto la visita di un funzionario enelgeenpower circa l’opportunità di installare un FV da 3kw sul tetto della casa di famiglia composta da 3 appartamenti indipendenti. Abbiamo un consumo annuo di kw 4650 circa per 3 appartamenti di cui 2 sono abitati dai miei genitori e zia anziani e uno da me 3 persone come nucleo famigliare.Spesa annuale di circa € 270 anno ad appartamento (totale € 800/820). Mi è stato proposto un impianto da 3kw a € 12900 chiavi in mano senza nessuna specifica circa la marca dei pannelli o degli inverter.Mi è stata data garanzia di produzione energetica pari all’80% per 25 anni con copertura assicurativa all-risks contro ogni tipo di incoveniente e smaltimento decorsi i 25 anni, il tutto ovviamente a voce. Cortesemente volevo capire se il costo dell’impianto FV è congruo (non ho conoscenza ne percezione del tipo di materiali che verranno installati) e se l’ammortamento che mi è stato prospettato in 9 anni circa (pagando l’impianto cash senza finanziamento) è reale considerando la produzione che mi è stata stimata in circa 4000 kw. Lo scambio sul posto stimato in circa € 198 annui e il rimborso del 50% di € 645 annui.E’ un investimento conveniente oppure meglio continuare a pagare bollette (€ 800 annue?) La ringrazio fin d’ora perchè da solo non sono in grado di fare una valutaione corretta anche di fronte alle perplessità dei miei genitori e mia moglie. Stefano

    1. @ Stefano,
      il prezzo mi sembra leggermente sopra la media, i conti potrebbero quadrare, però è meglio si faccia fare una simulazione, con i parametri del suo impianto (i 4000 kwh annui potrebbero essere stati in condizioni standard, cioè ipotizzando una perfetta esposizione a sud)

  38. Buon pomeriggio, se possibile vorrei un chiarimento/consiglio:
    Conviene installare un impianto da 3 kw ( costo c.ca 6100 euro)per una casa (di villeggiatura) usata solo nei mesi estivi e nei week end, i cui costi annui delle bollette si aggirano ( nel 2013)sui 1000 euro?
    Praticamente il consumo è dovuto al motore della piscina e al motore del pozzo per l’irrigazione nel periodo giugno-settembre
    grazie per la cortese risposta
    franco

    irrigazione

    1. @ Franco,
      chi ti ha fatto il preventivo deve fornirti uno piano di rientro dell’investimento, da li riesci a capire se l’investimento conviene (purtroppo ci sono diversi parametri in gioco che rendono i calcoli diversi da caso a caso)

  39. Grazie,appena sarò in possesso di questi dati li posterò. Intanto mi piacerebbe sapere se il prezzo dell’impianto è “giusto”.
    Grazie

  40. Buongiorno,
    Complimenti per le vostre risposte molto chiare.
    Leggendo i vari commenti mi si è creata un po’ di confusione…
    Sono in procinto (se il finanziamento verrà accettato dal conto energia)di installare un IFV offerto da Grandenergia di Milano.
    Si tratta di un impianto 6kwh con pannelli ad alta efficienza Shuco o Sunpower con 4inverter Lamborghini(2 da 9000 btu e 2 da12000 btu).Costo dell’impianto 22200€ con 120 rate da 266 (costo finale 31920)manutenzione e allrisk per 10 anni e garanzia 25 anni. Scambio sul posto.
    Il mio consumo annuo è di circa 6500 kwh. Zona prealpi piemontesi a 1200 slm con ottima esposizione durante tutto l’arco della giornata.Premettendo che non mi aspetto un guadagno ma solo un risparmio (anche di gas)può essere un buon investimento? Con il rispiarmo riuscirò a coprire la rata mensile? Mi conviene spegnere gli inverter quando non servono ed immettere più energia in rete o mantenere la temperatura costante ? La notte mi conviene spegnerli?
    Mi scuso per le molteplici domande e attendo un vostro consiglio.
    Cordiali saluti

    1. @ Diego Bertot,
      purtroppo per effettuare una valutazione economica i fattori sono tanti: ti consiglio di chiedere un piano economico dettagliato (e per iscritto) dei costi di ammortamento. Una volta ottenuto puoi postare i dati essenziali in modo da poter dare una valutazione.

  41. buongiorno volevo solo lasciare un commento ,premesso che io non ho un impianto fotovoltaico e sono poco informato ma mi sembra di capire che chi ha un impianto di questo tipo continui a pagare le bollette (forse un po’ piu’ leggere)e non come viene sbandierata la cosa che addirittura ci guadagni grazie

    1. @ Gianfranco,
      con l’abbattimento di parte della bolletta e la detrazione fiscale del 50% ti ripagherai l’impianto in un tot di anni (periodo di ammortamento), superato il periodo di ammortamento è tutto risparmio.

  42. Purtroppo devo annotare le mie delusioni sul fotovoltaico.
    Impianto da 7 kw consumi annui di 5800 kw…bollette ancora da 250 euro. Speso 26 mila euro e incassato dal gse in un anno 700 euro.
    Carmine da Agropoli

  43. salve!
    mi è stato offerto un FV con le seguenti caratteristiche;

    IMPIANTO DA 3,00 kW (con moduli Solarworld e inverter Powerone senza accumulo): € 7.500,00 (I.V.A. compresa)

    volevo innanzitutto sentire la Vs. opinione su componenti e prezzo finale!

    inoltre, vorrei una conferma sul discorso Scambio Sul Posto . con questo sistema conviene utilizzare i vari elettrodomestici di casa nelle ore soleggiate e quindi quando il mio FV sta producendo?? la sera andrei a prelevare l’energia dall enel!? è così che funziona? grazie… scusate la domanda banale

  44. grazie antonio ,spero in un conguaglio annuale ,se no’ ho intenzione di non pagare le rate del mio finanziamento fotovoltaico ,mi sono rivolto ha un avvocato saluti e’ grazie ancora!

  45. Buonasera,
    ringrazio Antonino per la pazienza che ci mette nel rispondere… : )

    Vivo a Milano…Ieri abbiamo ricevuto una proposta per un impianto fotovoltaico 3kw…con microinverter..da parte della ditta INVENT ALTERNA…
    è affidabile come azienda?

  46. ciao Antonino in anzi tutto grazie delle risposte che dai ,ti faccio due conti, quinto conto energia in uso dal 2013 incentivi presi E.800 risparmio in bolletta E.300 totale euro 1100 finanziamento 173 euro al mese per 12 mesi sono E.2076,quindo o rimesso dalla mia tasca 970 euro,devo per ammortizzarlo devo aspettare 20 anni, il mio impianto e’ costato 13.000 euro,forse sbaglio il gioco non vale la candela!!.per questo mi domando di quanto sia il conguaglio!mi anno detto una decina di euro, sono molto deluso. a presto cordiali saluti.

    1. @ Giorgio
      chi ti ha venduto l’impianto non è stato corretto nei tuoi confronti, doveva dirti che acquistando con finanziaria non avresti guadagnato nulla. Purtroppo questi signori che devono vendere a tutti i costi mettono in serie difficolta chi acquista e le aziende serie del settore.

  47. grazie antonio ,allora io ho un 3 kwh ,produzione 2013 4000 kwh naturalmente ho il quinto conto energia grazie della risposta!

    1. @ Giorgio,
      l’incentivo è in linea, se pensi sia una fregatura chi ti ha venduto l’impianto forse non ti ha detto che un fotovoltaico si ammortizza in 7-10 anni. Comunque oltre l’incentivo dovresti conteggiare il risparmio per autoconsumo, che è dato dal prodotto dei kwh tariffa premio (la quota produzione che riesci a consumare tu) x il costo finito di un kwh (vedi qui http://taglialabolletta.it/quanto-costa-un-kwh/).

  48. salve ho installato un impianto fotovoltaico gennaio 2013 , mi pare che ho freso un fregatura ,io abito a reggio calabria dal gse ho preso meno di 800 euro di incentivi ,mi sapete dire quanto sara’ il conguaglio? grazie

  49. E’ possibile installare un solo impianto fotovoltaico per fornire energia a tre villette attigue ( a schiera) dello stesso proprietario , ma accatastate separatamente ?
    Grazie

    1. @ Luciano
      semplificando, il fotovoltaico va connesso al contatore della villetta sulla quale è installato, se le altre due villette sono alimentate da questo contatore (quindi un unico contatore per 3 villette) non vedo nessun problema; in caso contrario no perchè si creerebbero problemi di parallelismo con la rete.

  50. HO INSTALLATO UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO DI 3,KW CON UNA RESA DI 3500 KW ANNUI,ci vorrebbe piu serieta e spiegazioni chiare da parte dei vari rappresentanti che ci propongono i loro impianti ,pensando solo a vendere e farti firmare il loro contratto/proposta ,senza tante spiegazioni in merito ,specie relative allo scambio sul posto !!!

  51. Salve, non sto capendo niente, ovviamente, sono lontana da cose tecniche anni luce. Per ora faccio una semplice domanda- Ho un terreno uso agricolo. Ho messo un punto luce per il pozzo. Vorrei avere l’elettricità, mi serve. Ma le bollette facevano svenire e io ho staccato tutto. Se comincio a mettere i pannelli poco a poco (non ho 10.000 euro) avrà senso?
    Ho visto un sito che vende i pannelli, che hanno la potenza e il costo diverso; da 10 euro fino a 200 ca. Se comprare li? Grazie a tutti.

    1. @ Elena
      purtroppo il problema è complicato, per far funzionare il pozzo hai bisogno di una certa potenza P che genera un consumo di energia energia Pxt dove t è il tempo di utilizzo. Per usare il fotovoltaico non puoi usare i pannelli direttamente poichè anche se la loro potenza P potrebbe soddisfare le tue necessita, tale potenza non è sempre disponibile poichè dipende dalla radiazione solare. A questo punto se la potenza del pozzo non è elevate e l’utilizzo sporadico potresti optare per un piccolo gruppo elettrogeno.

  52. Buona sera,
    chiedo cortesemente a chi mi ha preceduto con l’investimento nel fotovoltaico di consigliarmi al meglio secondo la propria esperienza.
    Ho un appartamentino su due livelli,35 e 30 mq alla periferia di Roma.Sto pensando alla soluzione migliore per riscaldarlo dal momento che non c’è un impianto di riscaldamento.
    Chi mi consiglia il classico impianto a metano e chi invece
    l’installazione di 12 pannelli fotovoltaici per un impianto da 3kw per luce e riscaldamento.
    Dibattuto tra due fronti e senza esperienza nel settore mi sento disorientato nel tentativo di scegliere la soluzione migliore.
    Nell’attesa di una vostra risposta e ringraziando per la disponibilità ed il tempo che mi vorrete dedicare auguro una buona serata.
    Giorgio (Roma)

  53. Scusate l’ignoranza, ma mi sono sempre chiesto una cosa:
    Siccome il costo finale all’utente della kWh è costituito solo in minima parte dal costo energetico e in massima parte di tasse, accise, IVA, contributi etc, diventa fondamentale come viene effettuato il conguaglio.
    Mi spiego meglio: se produco 3000kWh e ne consumo 3000kWh, e viene fatto un conguaglio direttamente al contatore “a consumo”, in bolletta non dovrei pagare nulla.
    Se invece mi “vendono” 3000kWh diciamo a 1000 di costo energia, io ne pagherò 5000 con tutto il gravame fiscale, per poi ricevere indietro solo 1000 (costo energia, non di certo restituiscono le tasse!), rendendo sostanzialmente poco appetibile il tutto.
    Qualcuno mi sa dare spiegazioni chiare? Finora ho sentito solo complicatissimi discorsi da burocratese che mi suonano troppo “statali” per non sapere di fregatura ed insospettirmi, e pertanto non ho fatto nulla.
    Grazie

  54. CIAO, STO CAMBIANDO CASA (VILLETTA BIFAMIGLIARE)E METTERO UN’IMPIANTO FOTOVOLTAICO (PREVISTO DA CAPITOLATO 3KW, COSTO STIMATO CIRCA 6500€) L’INSTALLATORE MI CONSIGLIA, AFRONTE DEL FATTO DI AVEERE UNA SUPERFICIE UTILE SUFFICIENTE ANCHE PER INSTALLARE UN’IMPIANTO DA 6KW DI SCEGLIERE QUELLO DA MAGGIORE CHE A MAGGIOR PRODUZIONE HA COSTO IN PERCENTUALE MINORE (CIRCA 9000€). A DETTA DELL’INSTALLATORE, PIU’ SI PRODUCE E MEGLIO E’! MA E’ DAVVERO COSI, ANCHE ALLA LUCE DEL FATTO CHE ORA VIGE LO SCAMBIO SUL POSTO? PREMETTO CHE LEGGENDO LE MIE BOLLETTE ENEL IL MIO CONSUMO (MA IN APPARTAMENTO)NON ARRIVA AI 3KW ANNO.
    GRAZIE.

  55. vorrei installare pannelli solari 6kw e nn avere problemi,a quale ditta posso rivolgermi senza problemi?quali pannelli consigliate?il prezzo per 6 kw?vorrei info ho contattato 1 azienda e mi hanno fatto 1 preventivo di 13500€………

  56. Buongiorno, se possibile vorrei un vostro parere.
    Io abito in (sud)Lombardia e il tetto è verso sud.
    Consumando 5200kWh annui mi hanno fatto un preventivo per un impianto da 4,560KWp con 19 moduli nozomitec e 1 inverter sularege garantiti rispettivamente 25(80%) e 12 anni.
    Il prezzo chiavi in mano (con assicurazione per 1 anno) sarebbe 15’000euro che recupererei in 10 anni.
    Secondo voi è conveniente??
    Grazie mille anticipatamente.
    Saluti, Camilla

    1. @ Camilla,
      non conosco il prodotto quindi non mi pronuncio sul prezzo, mi sembra ottimistico il periodo di rientro: ti hanno fornito qualcosa di scritto (piano di ammortamento) o è stato detto tutto a voce.

  57. @ Enrico

    1- Accedendo alla detrazione fiscale e pagando senza inserire interessi di rateizzazione l’investimento può ritenersi conveniente, ovviamente il tempo di ritorno dell’investimento è legato alla quantità di energia prodotta che riesci a consumare direttamente (abbattimento del 100% del costo del kwh). Fatti fornire l’indicazioni sui tempi di rientro dell’investimento da chi ti fornisce il preventivo (a spanne potrebbero attestarsi sui 9 – 10 anni).

    2 – Si chiama scambio sul posto dell’energia, cioè ricevi un rimborso per ogni kwh immesso in rete a fronte dei costi dei consumi che dovrai affrontare quando il fotovoltaico qui
    ti consiglio di leggere qui http://taglialabolletta.it/cose-lo-scambio-sul-posto/

    3 – Io la vederei così “cerco di stimolare a dotarsi di sistemi efficienti chi ha consumi elevati”. Tieni conto che l’incentivo c’è, ma l’investimento iniziale deve farlo il cliente, che nel tempo recupererà la somma (tempo di rientro del capitale investito).

  58. Buongiorno e grazie in anticipo per la risposta:
    Ho ricevuto un preventivo da Enel Green Power, per l’installazione di un impianto fotovoltaico di produzione europea ( Kit Euro Light 2,88 Kw), di 10.890 € (Iva compresa). Il preventivo denominato “Soluzione Raggio senza pensieri”, comprende la realizzazione chiavi in mano e lo smaltimento a fine vita.
    L’ubicazione è nel Nord-Ovest, a 550 m s.l.m. e la falda del tetto è in pieno Sud, libero da qualsiasi ombreggiamento.
    Attualmente i consumi sono di 2800 Kwh , con tariffa bioraria (30% giorno – 70% notte).
    1 – Considerando di invertire la suddivisione dei consumi (giorno-notte), volevo sapere se la spesa sostenuta per la realizzazione dell’impianto possa considerarsi conveniente.
    2- Mi è stato inoltre detto che in mancanza di sole potrei usufruire dei “crediti” di energia autoprodotta, ma non ho ben chiaro se il credito sia un’alternativa opzionale alla messa in rete di energia autoprodotta in surplus o se le due possibilità possano coesistere.
    3- Infine mi pare di aver capito che che tutta l’operazione sia in controtendenza a quanto il buon senso suggerirebbe, incentivando chi più consuma !?
    Cordialmente, Enrico

  59. Sono ad informare sulla valita dei pannelli solari termici, nel nostro condominio di 14 utenti abbiamo appunto questo sistema da circa 4 anni, una vera stronzata, in quanto il costo e’ stato di circa euro 70.000 senza riduzione in quanto e’ stato installato dal costruttore dai conteggi risulta che con il risparmio lo ammortizzeremo in anni 80, anche non l’agevolazione fiscale avremo circa 50 anni per ammortizzarlo, facendo un calcolo verosimile attuariale.
    Inoltre il risparmio energetico si attesta su circa euro 1.500, 00 ed i costi di manutenzione sono di euro 500, 00 anno fissi, piu’ ogni anno si pendono circa euro 2.000, 00 per la manutenzione straordinaria.
    Ma chi ci guadagna?.
    Pertanto abbiamo deciso di cessare ‘utilizzo e ci guagagnamo abbastanza

  60. Salve,
    ho un impianto fotovoltaico 6kw scambio sul posto ma con contratto ener20 comodato d’uso 20anni, mi rimborsano solo il 70% dei kw consumati fascia bioraria e tutto il testo (la parte più salata) a mio carico……..la mia domanda è: come mai rispetto al vecchio contratto enel ora pago di più e dovrei risparmiare ….inoltre il conteggio arriva sempre con V° e VI° scaglione altissimo pur consumando solo in fascia 2/3. è il caso di disdire??
    grazie per l’attenzione

  61. ho intenzione di installare un impianto fotovoltaico sul mio tetto da 6kw, l’orientamento e’ est-sud, abito a roma. Mi sono state fatte queste proposte:
    sunpower E20, inverter sunpower a 14mila
    Eni, inverter aurora, struttura di fissaggio wurth a 14 mila
    q.cell, inverter aurora, struttura wurth, 11 mila.
    Il sunpower è un monocristallino con percentuale di amorfo è preferibile agli altri? La differenza di prezzo è dovuta a cio? Grazie

  62. @ Paolo,
    se la bolletta non si è abbassata notevolmente vuol dire che il tuo autoconsumo è basso. Puoi verificare ciò calcolando la percentuale di energia prodotta e pagata con tariffa omnicomprensiva rispetto la produzione totale. Più alta è la percentuale minore è il tuo autoconsumo, cioè il risparmio in bolletta.
    Non so se sono stato chiaro, comunque resto a disposizione per altri chiarimenti.

  63. Ciao….
    Ho bisogno di un chiarimento ho installato un’impianto tecnologico innovativo da 4.20 kw
    Entrato in funzione il 31 ottobre 2012 quindi sono rientrato nel quinto conto energia.
    Il mio impianto e situato a sud ovest i annelli sono solarword e l’inverter è un’aurora e produce anche abbastanza con giornate buie riesce a produrre 4.5 kw adesso non riesco a capire perché la bolletta dell’enel non scende!!! Premetto che non ho lo scambio sul posto e la mia tariffa è d3 bioraria ad uso domestico residenziale il consumo annuo è 2228 kw cosa devo fare per abbassare la bolletta??? Grazie

  64. Salve ho avuto una proposta per il fotovoltaico di Enel Green Power con un canone di 117 euro mensili x 10 anni . impianto che dovrebbe produrre 800 km inverte inverte con interfaccia di rete moduli silicon italia domotica e assicurazione. Premesso che abito a Taranto consumo 1500 euro annuo di luce e 900 gas. la proposta è conveniente o da scartare? Ringrazio anticipatamente per la risposta

  65. buongiorno sono matteo un ragazzo della provincia di piacenza.la scorsa settimana in seguito ad una telefonata mi è stato proposto d’installare un impianto fotovoltaico nella casa in cui abito con mia madre.in quanto qui non m’interessa non ho accettato poi però essendo da anni che stò sistemando la casa di mia nonna in campagna ho accettato l’incontro con il consulente dell’azienda.in seguito alla sua visita nella casa mi è stato proposto d’installare un impianto da 4KW con SISTEMA IBRIDO CALDAIA A CONDENSAZIONE E POMPADICALORE
    TALIA GREEN HYBRID.la ditta è Varotto Impianti di padova ed il costo è di 17.500 euro.vorrei avere pareri se qualcuno ha già installato impianti simili con quella ditta se ne vale la pena perchè mi accolo da solo questa responsabilità.augurandovi buone feste e felice anno nuovo vi porgo i miei cordiali saluti a risentirci.
    Matteo Ferrari

  66. Ciao, da quando ho montato fotovoltaico le bollette enel energia sono aumentate. Mi danno rimborsi ma l autoconsumo dove è finito? Ho sempre bollette di 200/220 euro. E cerco di far andare elettrodomestici di giorno. Telefonare a enel energia è impossibile e forse ho sbagliato a non rimanere con enel … Ho cambiato proprio pochi mesi prima del fotvoltaico. Vorrei che qualcuno mi risolvesse l arcano e si occupasse della questione. Qualche incarico è passato ma nulla non è colpa di nessuno e intanto sento vicini che hanno bollette da 50 euro. Di notte ho solo due luci accese in giardino

  67. Mi hanno proposto ho fatto un accordo perchè mi installino un impianto di 6KW sul tetto di casa e già fissato il prezzo. Ho scelto pannelli con tecnologia vetro-vetro (è vero che nell’arco della vita del pannello producono di più rispetto ai tradizionali? Le due case costruttrici effettivamente danno garanzie sulle prestazioni di 30 anni). Devo scegliere (e comunicarlo entro oggi alla ditta con cui ho fatto l’accordo) se installare:
    – S-Class Vision 60 balance della CentroSolar (che dà garanzia lineare di 30 anni sul rendimento da 98 a 87%) e nessun pacchetto assicurativo “all risk”;
    – Solarwatt 60 style che dà garanzia di almeno 97% della potenza minima misurata con un calo max di 0,7% nei 24 anni successivi ma con un pacchetto all-risk assicurativo associato di 5 anni che garantisce contro furti, danni e mancato rendimento (da interruzione di esercizio e cattivo tempo).
    Secondo Voi quale è la scelta migliore? Vi sarei grato se mi rispondeste in giornata….
    Grazie!

  68. Buongiorno
    penso che il sistema fotovoltaico sia molto vantaggioso, non solo in termini economici in quanto permette di risparmiare sulla bolletta e allo stesso tempo permette di godere di incentivi da parte dello Stato ma anche in termini ambientali. Pensare “green” è il meccanismo che permetterà lo sviluppo di questo settore.

  69. Sto pensando di installare un impianto di 6 Kw zona Frosinone, edificio di mia proprietà, non abitato da me e con consumi bassissimi, circa 800 Kw anno. Mi conviene installare con scambio sul posto, considerando anche la detrazione del 50% in dieci anni? aspetto una risposta perché sono un po’ confuso, grazie ciao.

  70. buongiorno a tutti
    sono in procinto di installare impianto da 5 kw con pannelli schuco modello MPE con inverter aurora
    abito a lucca e l’impianto è rivolto a sud con inclinazione di 25° i miei consumi annui sono di circa 4500Kw
    costo impianto 11000 euro chiavi in mano tramite la planet solar(persone squisite)
    volevo sapere se la scelta fatta era azzeccata o meno
    e se mi conveniva,almeno provvisoriamente,installare anche un boiler elettrico con 100lt di accumulo per acs visto che non posso permettermi una pdc per acqua sanitaria al momento

  71. Buongiorno, ho ricevuto un’offerta da Supersolar per un impianto da 6Kwp per 15.000 Euro
    tutto compreso. I pannelli sono prodotti da loro, inverter PowerOne. Zona Vicenza. Scambio sul posto + detrazione Fiscale. Il prezzo è congruo?

    Grazie.

  72. Buongiorno,vorrei sapere quanto é conveniente sovradimensionare un impianto fotovoltaico dal momento che mi è stato proposto di mettere 10kw sul tetto premettendo che siamo un famiglia di 5 persone che sta per ristrutturare una casa in campagna come abitazione estiva e invernale (abitiamo in Sicilia con un ottima esposizione)grazie

  73. Buongiorno , mi è stata fatta un’ offerta dalla Geen pover per un fotovoltaico + una caldaia a condensazione dove non devo dare nessun anticipo e se l’ enel acetta di finanziarmi verrei a spendere 130 euro al mese . Ora tra luce e gas spendo circa 2700 euro l’ anno . E’ una bufala oppure è un affare Grazie . Ciao

  74. Salve mi è stato fatto un preventivo per un impianto fotovoltaico da 10 KW con moduli Jurawatt ed inverter Power one 10.0 tl OUTD S ad un prezzo di € 15800 IVA compresa.
    Secondo voi il preventivo è buono?

  75. @ Vincenzo88
    i margini ci sono, se hai intenzione di installare il fotovoltaico chiedi per iscritto le simulazioni economiche ha chi effettua un preventivo.

    @Cinzia
    Consumerai quando ci sarà disponibilità di energia da parte del fotovoltaico, tutto il resto viene ceduto con lo scambio sul posto. Il contributo che riceverai con lo scambio sul posto ti servirà a pagare buona parte delle bollette (chesaranno più leggere a causa della riduzione della quota che consumi direttamente)

  76. Buonasera,
    sto per mettere il fotovoltaico, ma non ho ancora ben capito se io consumerò l’energia che produco, oppure continuerò a consumare l’energia enel ed io vendo la mia produzione (scambio sul posto).
    Grazie per l’aiuto
    Cinzia

  77. Salve a tutti vorrei acquistqre un fotovoltaico per casa (privato) il mio consumo medio mensile e di 350 kw al mese vorrei capire se con questi consumi acqustando un fv vado ad azzerare la bolletta ma sopratutto riesco a pagarmi il fv con l energia venduta in rete quindi con il compenso del GSE .sono siciliano esattamente di catania.grazie.

  78. Controllate il sito Zenithsolar.COM

    Hanno progettato il Z20 un ibrido tra solare termico e fotovoltaico che con una parabola a specchio autodirezionante che concentra la luce su di un piccolo obbiettivo riducendo i costi.
    Dicono di raggiungere il 72% (15.5 Wp)di efficienza di assorbimento, mostruoso considerando che i vecchi pannelli al silicio arrivano al 20% circa.
    Ecco il video presentazione:
    http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=4izFzVCzx6A

  79. Salve
    trovare qualcuno superpartes nel settore non è semplice…
    vi manifesto la mia gratitudine per la cordialità e la professionalita nelle risposte, spero di ricevere anch’io una risposta, ve ne sarei grato..
    a palermo vorrei realizzato sul tetto piano di casa mia un impianto per la produzione di energia
    il mio unico scopo è quello di vendere l’energia prodotta,
    sono soggetto a spostamenti lavorativi e non sono pertanto interessato ad uno scambio sul posto
    ho uno spazio di circa 120 mq e una cifra di 15000 euro disponibili
    che tipo di impianto potrei realizzare?
    quanto potrebbe rendermi mensilmente negli anni?
    ancora grazie
    cordiali saluti

  80. @ luigia
    un 3kwp a sud dovrebbe rendere approssimativamente circa 700 € annui, ripartiti non uniformemente ma con rate più basse nei mesi di minor produzione. I due accrediti potrebbero essere in acconto.

  81. l’ubicazione dell’impianto è in Campania e precisamente in Montesarchio, provincia di Benevento la potenza dell’impianto è di 3 KWp fornito ed installato da Unit Energy con inverter aurora. Finora ho ricevuto due accrediti dal GSE di circa euro 28,00, ciascuno cosa sono? E’ questo che devo avere per l’energia prodotta? L’inverter ci segnala una produzione di energia giornaliera pari ad euro 10,00 è attendibile?

  82. @ luigia,
    pagherà il GSE (considera circa 3 mesi dal riconoscimento della tariffa, poi regolarmente ogni 2 mesi), sarà pagata con le tariffe incentivanti. Quanto ricaverai non posso determinarlo, ne stimarlo, poichè non ho i dati dell’impianto nonchè l’ubicazione geografica dello stesso.

  83. Salve Antonino Vento, lei mi ha risposto solo in parte, le avevo chiesto chi e come sarò pagata per l’energia prodotta ed immessa in rete. grazie

  84. @ Luigia,
    purtroppo no, se la documentazione si presenta entro 15 gg dall’entrata in esercizio non si perde nulla, se si va oltre i 15 gg gli incentivi partono dalla data di presentazione con decadenza del periodo precedente.

  85. Salve ho un impianto fotovoltaico dal 16 aprile 2013, fatto con enelgreenpower, che mi aveva prospettato una rata di euro 130 recuperata con l’immissione in rete della corrente, questo mese inizierò a pagare la rata ma non ho notizie a riguardo in più il gse mi ha riferito che il suo contributo parte dal 3 giugno perché la documentazione occorrente gli è stata inviata dall’azienda solo in questa data e la corrente prodotta dal 16 aprile mi sarà pagata? grazie mille.

  86. buongiorno,mi è stato proposto un impianto da 3kw schuco con inverter schuco a 8000 euro chiavi in mano.é buono come prezzo?

  87. @ Mario Malaguti,
    non conosco le marche di cui al punto 4, mentre sicuramente Sunpower è superiore alle altre 2. Le differenze di prezzo spesso sono legate a stock e a smaltimenti di prodotti di produttori che hanno chiuso i battenti.

    @ Dario B
    un impianto fotovoltaico va dimensionato sulle reali esigenze del cliente, che nel tuo caso non conosco. In generale per poter ottimizzare l’investimento si deve:
    – fare in modo che l’utente consumi direttamente quanta più energia prodotta (taglio del costo della bolletta)
    – non sovradimensionare poichè potrebbe portare solo ad un aumento dei costi di ammortamento.

    @ Sara
    purtroppo non si può rispondere se non si conoscono molti parametri (prezzo impianto, stile dei consumi, ubicazione), si potrebbe affermare che a sud con una buona esposizioni in 6-7 anni si potrebbe avere il rientro del capitale. Nel caso di finanziamento a causa degli interessi i tempi si allungano di qualche anno.

  88. Quali sono i tempi medi per il rientro del capitale investito per un impianto da 3kw con un consumo medio di 3kw?
    Per il finanziamento quali sono le offerte al momento più vantaggiose?
    Grazie
    Sara

  89. Salve e complimenti sinceri per la competenza e la pazienza. Dopo molto tempo e molti dubbi sull’effettiva utilità economica di un impianto fotovoltaico, ho finalmente deciso di optare per una sua installazione.
    Zona Veneto meridionale, consumo medio annuo variabile fra 8200 e 8500 kw con picchi nei mesi estivi per l’uso di climatizatori (2 da 12000 btu con inverter e 1 da 21000 con inverter per l’impianto a primo piano con canalizzazione).
    Ebbene,dopo varie proposte, la più conveniente è stata di 15500 euro (+IVA 10%) per 7840 Wp con 32 pannelli blue 60P solarwatt 245, inverter Sma 9000 tl bletooth, su 2 falde 2500 Wp a Nord est e 5300 Wp circa a Sud ovest. Nel prezzo è compresa anche la fornitura e posa della Linea vita, obbligatoria nella mia regione.(il tutto con pagamento senza finanziamento)
    Attualmente ho un contratto triorario con Edison di 4.5 kW .
    Mi chiedo e vi chiedo vale veramente la pena di installare un impianto siffatto, è consigliabile aumentarne la potenza o , anche se inferiore al consumo effettivo è sufficiente?
    Ci sarà un buon ritorno economico stante il fatto che attualmente arrivano delle bollette faraoniche di 300-400 euro a bimestre con punte di 600-700 a fine estate e autunno.
    Non vorrei dover pagare nuovamente bollette sostanziose con un rimborso ridicolo visto che gse paga circa 10 cent al kw mentre il gestore elettrico ne prende 22/23 + tasse.
    Grazie
    Dario

  90. Salve. Ho ricevuto diversi preventivi per un impianto 4,5 kw con prezzi molto “variegati” e non riesco a decidermi.
    In particolare:
    1) 4,5 KW pannelli SCHUCO mpe250 ps +inverter schuco €.9.000 ivato (non mi hanno detto il nr. pannelli nel preventivo)
    2) 4,5 KW NR. 14 pannelli SUNPOWER spr-e20+inverter sunpower 13.200 ivato.
    3) 4,9 KW nr.20 pannelli QCELLS G2 245 WP+INVERTER POWER ONE A 11.600 IVATO
    4) 5 KW PANNELLI EURENER + INVERTER SELCO ENERGY 10.500 EURO IVATO.

    Par di capire che SUNPOWER fornisca garanzia maggiori. Certo che ci sono anche più di 4000 euro di differenza con il preventivo più economico.
    Sperando di non andare contro le direttive del Blog qualcuno può darmi qualche parere su quale potrebbe essere il preventivo migliore. Grazie
    Aggiungo domanda di carattere burocratica: ma l’iva pagata sull’impianto fotovoltaico rientra nella detrazione del 50%?

  91. @ Giacomo,
    per quanto mi risulta, in caso di privati con fotovoltaico a servizio della propria abitazione nessun compenso è da tassare.

    Comunque dovendo eventualmente tassare l’omnicomprensivo ( magari rientri in un’altra categorie di utente) se il credito è ceduto e quindi non c’è, non c’è motivo di tassarlo.

  92. Salve!
    Vorrei proporre un argomento per la risoluzione di un quesito a cui non ho trovato risposta, nonostante ricerche in rete e consulti all’Agenzia delle Entrate, e che potrebbe trovare interesse comune.

    Espongo sinteticamente.

    In dicembre 2012 ho installato un piccolo impianto fotovoltaico sul tetto della mia abitazione (5,92 KW), beneficiando così degli incentivi GSE relativi al V conto energia. Considerando gli aspetti fiscali, mi dicono che dovrò dichiarare con il 730, come “Reddito Diverso”, le quote relative alla tariffa omnicomprensiva, cioè l’incentivo ricevuto per l’energia eccedente all’autoconsumo ed immessa in rete (la quota ricevuta per autoconsumo invece è esente da tassazione).

    Fin qui tutto chiaro!

    Mi si presenta adesso, per una serie di impreviste vicende familiari legate ad un trasferimento temporaneo (alcuni anni), la necessità di cedere ad altra persona il credito nei confronti del GSE. In buona sostanza io rimarrei titolare dell’impianto e proprietario dell’immobile su cui è installato, ma una terza persona che rimarrà a curare la mia casa, potrà, per alcuni anni, cioè fino alla eventuale revoca, beneficiare degli incentivi e riceverà sul proprio conto corrente bancario i bonifici periodici.
    Questo è normalmente previsto dalla convenzione con il GSE, al punto che sono scaricabili dal portale gli appositi moduli per formalizzare la pratica e l’operazione è definita come “Cessione del Credito”.
    La mia domanda a cui non ho trovato risposta è la seguente:

    Dopo la cessione del credito, chi sarà tenuto a dichiarare al fisco il reddito della quota omnicomprensiva (cioè quella tassabile)?

    Ancora il titolare dell’impianto (cioè io) pur non ricevendo di fatto alcun introito?

    Oppure il subentrante, nuovo beneficiario degli incentivi che di fatto riceverà sul proprio conto corrente bancario il reddito e cioè ogni bonifico relativo agli incentivi?

    Questo aspetto è abbastanza importante perché determinerà i criteri con cui potrò accordarmi con la persona a cui cederò il credito. Naturalmente non venderò il credito dietro compenso monetario, però devo capire se dovrò continuare a pagare, o meno, le tasse su un reddito che di fatto non percepirò più, almeno per diversi anni.
    Ringrazio vivamente per la considerazione del mio quesito e per la risposta che si vorrà formulare.

    Giacomo

  93. buongiorno a tutti
    chiedo a voi esperti una risposta ad una domanda banale ma che alla quale non trovo risposta
    volendo maontare un fotovoltaico in una zona non servita dall’enel,
    in toscana,l’energia prodotta in eccesso durante il giorno estivo e non, è possibile immagazzinarla per utilizzarla in tempi dove si produce meno o nulla?
    grazie

  94. @ Giuseppe,
    il tecnico ha 15 giorni di tempo per inoltrare la domanda al GSE e non far perdere un giorno di incentivo al cliente.
    Se la domanda di incentivazione viene presentata dopo 15 giorni dall’entrata in esercizio dell’impianto, l’utente riceverà incentivi a partire dalla data di presentazione della suddetta domanda.

    Nel tuo caso l’incentivo marzo-25 maggio è andato perduto.

  95. Salve e complimenti per questo spazio.
    Sig. Antonio,
    nel mese di marzo u.s. con il 5° conto energia, ho istallato sul mio tetto un impianto fv da 3,84 KW, pagato circa 11.000,00 con rate mensili da 135 €. Ad oggi ho prodotto 2454Kw, consumata 1078,acquistata 576, venduta 1952 e autoconsumata 501. Anche sa ad oggi non ho visto un soldo, in precedenza, pagavo una bolletta di circa 130-160 € a bimestre e le ultime due bollette sono state rispettivamente di 30 e 42 €.
    Nella mia ignoranza credo stia andando bene.
    Oggi, mi è pervenuta una lettera dal GSE, il quale, ha scritto che siccome la mia richiesta, per gli incentivi, mi è stata fatta, dal tecnico, dopo 66 giorni e per questo, inizieranno a tener conto degli incendivi dal 25 di maggio e non dal mese di marzo(data in cui è andato in funzione l’impianto). Credo che tutto quello prodotto da marzo a maggio (secondo le stime del control, circa 150 €), grazie alle “capacità” dell’ingegnere che ha seguito la pratica vada perso, giusto?
    Grazie della sua disponibilità.

  96. Salve, ho appena acquistato un immobile molto più grande di quello attuale (200m) e sto studiando una ristrutturazione in bioedilizia. Sistema di riscaldamento a pavimento, impianto elettrico a led, piano cottura a induzione ed elettrodomestici in classe A… Cioè tutto molto diverso dal passato.

    Ovviamente un FV è il punto di partenza, ma vorrei capire i futuri consumi che ad oggi non riesco a valutare, per orientarmi su quale impianto scegliere.

    Come posso fare una stima dei consumi?
    Scusate la domanda se può essere banale…
    Grazie per l’aiuto

  97. Gentile Antonino Vento,
    Ho un impianto di 49 kw. attualmente il GSE mi eroga un incentivo di 0,133 euro/kw come premio autoconsumo sul 60% dell’energia e un premio di 0,215 euro/kw sul 40% dell’energia immessa in rete. Il mio autoconsumo reale è pari al 20% dell’energia prodotta netta. Le chiedo se il 60% di autoconsumo è una soglia prefissata o se verrà fatto sucessivamente un conguaglio. Non ho trovato spiegazione nè sul decreto 5 luglio 2012 neppure nel sito del GSE.
    Grazie dell’eventuale risposta.
    Dante

  98. @ Franca,
    si è possibile installare un impianto fotovoltaico con potenza di picco superiore alla potenza contrattuale.

    Il dimensionamento dell’impianto va fatto in funzione dei consumi in modo da ammortizzare i costi in tempi brevi.

  99. Salve, scusate la mia ignoranza, ma con un contatore da 3 kw è possibile intallare pannelli fv da 4? Se si, conviene installare una potenza maggiore alle condizioni successive al 30 giugno2013? (il mio consumo annuo è circa 3500 kw)
    Altro quesito: un sistema di accumulo che costi avrebbe? conviene?

  100. ciao sono indeciso se montare un impianto fotovoltaico da circa 3kw premetto che abito a frosinone ho bollette medie di 55 /60 euro a bimestre (ho tutti gli elettrodomestici e lampadine a risparmio energetico e penso che conti molto un po di coscienza nell’ usare l’energia elettrica ) secondo voi mi conviene montare un impianto fotovoltaico ? ho vari preventivi intorno ai 7000 euro compresa iva mi conviene fare una spesa del genere per simili bollette ? un altra cosa posso usare l’ energia elettrica che creo di giorno buona giornata

  101. Ho rivevuto la visita di un addetto Enel Green Power che ci ha proposto un impianto fotov. In sintesi:
    impianto da 5 kw € 19.921,00 (iva incl)
    quota ammortamento: 219,00/mese per 12 anni
    Stimano: € 935,00/anno di energia venduta
    996,00/anno incentivo
    750/00/anno risparmio bolletta (consumo attuale)
    Tot.guadagno 2681,00/anno
    tot. ammotam 2628,00/anno
    Quindi per 12 anni avrei un guadagno di € 53.00/anno
    Cosa ne pensate?
    Inoltre, qualcuno sa dirmi ad oggi se ci sono incentivi statali e di che tipo?
    Grazie!

  102. @ Marco,
    con il mio intervento volevo scongiurare il fai da te fotovoltaico. I prodotti date indicati sono validi e sicuramente faranno sviluppare l’uso del fotovoltaico.

    Nella scelta di queste mini soluzioni non essendoci incentivi e valorizzazione dell’energia immessa bisogna calcolare bene la potenza del mini impianto.

  103. Buongiorno e grazie per la risposta.
    Tuttavia in questi giorni ho speso parecchio tempo per documentarmi e penso di aver trovato la risposta al quesito. Rendo partecipe anche Lei e i suoi lettori nel caso in cui fosse interessato.
    Leggendo su piu’ forum la situazione sembra che sia questa: la normativa CEI-021 apre nuove possibilità per installazioni al di sotto di 1 KW di potenza identificando tali tipi di impianti (ovviamente implementati con componenti progettati allo scopo, ossia con micro inverter progettati appositamente per lavorare in grid e installati da un professionista) come impianti “passivi”. Al fine di poter utilizzare tali apparecchi e’ necessario inoltrare regolare domanda all’ENEL. Questo garantisce anche il fatto che venga installato un contatore bidirezionale che, appunto, evita il conteggio dell’energia immessa in rete come se fosse stata “consumata” dall’utente.
    La corrente prodotta verra’ tipicamente consumata in locale. Quella eventuale in eccesso “regalata” alla rete di distribuzione.
    Facendo una ricerca piu’ approfondita ho anche trovato degli apparecchi con una potenza massima di 500/600Watt, gia’ dotati di spina al fine di essere facilmente installati dall’utente finale.
    Sembra, quindi, che la strada a questo genere di applicazioni sia aperta… e l’idea meno strampalata di quello che pensavo.
    Non voglio fare nomi di prodotti per non fare una pubblicita’ gratuita… pero’ si puo’ fare una ricerca su google con “il fotovoltaico a portata di tutti” per avere un’idea di cio’ che sta succedendo.
    Grazie!

  104. @ Marco,
    questo tipo di sistema non essendo interfacciato con la rete può alimentare la stessa quando il distributore sta effettuando delle manutenzioni, creando pericoli per i manutentori. Installare un fotovoltaico così è pericoloso. Data l’esigua potenza penso che con questa cifra o qualche centinaio di euro in più una ditta possa realizzarlo rispettando i criteri di sicurezza.

  105. Buongiorno e complimenti per questo spazio.

    Io ho una domanda un po’ diversa da tutte quelle che ho letto. E’ un’idea che ho in mente da tempo; mi sono documentato, ma non ho mai trovato una risposta adeguata. Magari la sua esperienza puo’ aiutarmi.

    Parto da queste ipotesi: non mi interessa abbattere notevolmente i costi legati alla bolletta ma, piuttosto, rendere piu’ “green” la mia vita con il minimo sforzo economico puntuale.
    A causa di apparecchi elettrici (computer, sistemi di networking, telefoni etc.) presenti nell’ufficio/abitazione e necessariamente accesi, noto che il mio contatore misura costantemente giorno e notte un consumo di “background” di circa 150Watt. Si tratta, facendo i conti, di circa 1315kWh annuali. Una bella cifra, non c’e’ che dire… all’incirca un terzo del mio consumo annuale. La caratteristica importante e’ che e’ costante, 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

    Sarebbe ottimale ridurre tale consumo attraverso l’uso del fotovoltaico. Basterebbe un modulo da 250Watt, e un microinverter, per dimezzare piu’ o meno questi 1300kWh. Quando c’e’ abbastanza sole la corrente proviene dai moduli, quando non c’e’ sole o quando serve piu’ corrente di quella prodotta, allora si ricorre alla rete.
    L’idea piu’ veloce e’: il modulo lo metto sul terrazzo, con l’uscita del microinverter collegata ad una presa a muro dell’ufficio… A VALLE del contatore (!).
    Secondo lei, che cosa succede? Idealmente tutta la corrente che produce l’inverter viene iniettata nell’impianto elettrico… i computer e gli switch la consumano. E quella (poco probabile) in eccesso? Probabilmente tramite il contatore entra nella rete di distribuzione? Il contatore (uno di quelli nuovi elettronici) se ne accorgerebbe? Non mi interessa che la conteggi come “ceduta”; l’importante e’ che non la legga come “utilizzata!” a mio sfavore. La sicurezza elettrica, inoltre, e’ mantenuta: quando occorre eliminare la tensione per un lavoro o per un cortocircuito temporaneo il microinverter si spegne di conseguenza, venendo a mancare la tensione di rete che esso stesso insegue.

    Secondo lei e’ un’idea strampalata? Penso che se fosse fattibile si potrebbe avere un fotovoltaico a costi ridotti (attorno ai 1000EUR, piu’ o meno) con una efficienza massima e senza stare a dover chiedere permessi e/o carte bollate e con opere murarie veramente ridotte.

    Per quanto riguarda il ritorno economico, a parte che si parla di una cifra attorno al migliaio di euro, quindi e’ meno importante che in altri casi, pero’, ipotizzando che il modulo fornisca almeno 150W per 9 ore al giorno si avrebbe:

    9h x 0.15kW x 30gg = 40.5kWh al mese

    Ipotizzando la tariffa bioraria, sarebbero tutti in fascia F1, quindi attorno ai 0.17E/kWh, ossia circa 7EUR/mese + IVA (energia+servizi di rete)
    Non tengo conto del fatto che il minor consumo potrebbe portare a rientrare in uno scaglione inferiore e quindi il reale vantaggio potrebbe essere superiore.
    All’incirca siamo attorno a un ammortamento di 10 anni, come per i sistemi piu’ “grandi”, ma senza alcun contributo statale ne’ conto energia…

    Che ne pensa? E’ ipotizzabile o e’ una soluzione non tecnicamente fattibile?
    Grazie!

  106. @ Franca,
    Il micro inverter si usa quando ci sono problemi di spazio, rende quanto il sistema tradizionale, comporta maggior sicurezza elettrica (la rete sul tetto è a 230V).
    Se hai problemi di pulviscolo dovrai pulire frequentemente i pannelli.

  107. salve, sto prendendo in considerazione l’installazione di pannelli fw. In uno dei preventivi (3kw) 12 moduli INVENT QHP DA 250 ) CON MICROINVERTER PACCHETTO TUTTO COMPRESO(oneri, allacciamneto ecc) per 10190 euro; il secondo preventi vo (l’addetto sostiene che i micrinverter sono inutili) propone moduli SOLSONICA POLI 250 E INVERTER INV POWER ONE 3.0OUTD per 8900 euro (solo materiali, installazione e posa in opera con sicurezza cantier). Premesso che chiederò ulteriori delucidazioni sul secondo, coma mi sai dire per favore delle marche e soprattutto sull’opportunità dei microinverter (non ho zone d’ombra sul tetto che sarebbe a Est) ma c’è un inceneritore a 10 km e i miei davanzali delle finestre sono sempre sporchizzimi). Grazie

  108. Ciao Antonino
    l’ultima proposta Enel Green Power è la seguente:

    -impianto fotovoltaico da 3Kwp (che dicono produrre in media 3,5-3,8) del tipo “Impianto EU Platinum” (Silicio cristallino ed inverter)
    -assicurazione 10 anni
    -pratica paesaggistica, DIA,disegni archittettonici vari e progettazione,
    -smaltimento
    -Termodinamico “Teddy” e solare termico (EasySun TD) per acqua sanitaria (ti scollegano la caldaia se lo vuoi o la tengono in collegamento in linea)
    -sostituzione di tutte le lampadine della casa con lampadine led
    -purificatore d’acqua in omaggio (osmosi)

    Ti dicono che qualsiasi problema lo risolvono loro, tipo … un danno al termodinamico .. qualsiasi cosa ci pensano loro. Il montaggio è velocissimo, entro luglio tutto in produzione.
    Previsto lo scambio sul posto e la documentazione per la detrazione fiscale del 50 o 55% …non ricordo bene.

    Il tutto sarebbe un pacchetto che costerebbe 21.540€. Lo fanno con 140 rate (12 anni) del valore di 231,50€ mensili. Alla fine costa circa 32.400€.

    Cosa ne pensi …. è una bufalata o è in linea?

    grazie mille!

  109. @ Antonio6,
    il fotovoltaico produce con il sole e l’energia dipende dall’energia della radiazione quindi:
    – produce di più nei mesi caldi;
    – produce di più nelle ore più calde della giornata.

    Produce anche quando a casa non ci sei, quindi se non puoi accedere ad uno scambio sul posto, è energia persa per te.

    Quindi, fermo restando che dovrai cambiare mentalità di gestione dei consumi, il risparmio dipenderà anche dalla tua presenza in casa di giorno. Se di giorno non ci sei i tuoi consumi sono tutti in fascia f23 o quasi è impossibile risparmiare il 90% della bolletta.

  110. per Antonino Vento, quale sarebbe la migliore soluzione e condizioni, per un contratto in comodato d uso del tetto? come mai si parla poco di questa possibilita’ ? inoltre il fotovoltaico sino a che ora produce energia? se di notte non produce non ci sarebbe risparmio su condizionatori funzionanti di sera, o sbaglio?

  111. @ Alex (Pordenone)
    il tuo impianto sicuramente renderà meglio delle previsioni che spesso sono cautelative. Nei mesi di luglio-agosto-settembre a causa di un maggior irraggiamento potrai sfruttare la produzione senza prelevare dalla rete. I conti tra ricavi e risparmio in bolletta bisogna farli su un anno completo.

    Col quinto conto energia cambia il criterio della scelta della potenza (fino al 4° conto energia l’utente poteva usufruire dello scambio sul posto),però per valutare se poteva essere meglio bisogna capire quanti kwh si potrebbero autoconsumare con una potenza disponibile maggiore.

    Cerco di fare un esempio: la tua asciugatrice consuma 1500kwh annui dalla rete con 3kw, mentre ne consuma zero co 4,5 kep in questo caso il tuo ricavo in 20 anni sarebbe 1500x20x(0,2+0,13)= 9900 euro di gran lunga maggiore del costo di 1,5 kwp, ma se invece il risparmio fosse solo di 500 kwh ricabveresti 3300 contro un esborso di circa 4500 euro.

    Io ti consiglio di aspettare i mesi estivi per fare i conti, comunque ampliare non comporta il diritto acquisito agli incentivi.

  112. Buon giorno, vorrei che per cortesia mi venisse chiarito un dubbio atroce sulla scelta dei 3KW piuttosto che 4.5KW.
    Ho scelto un impianto da 3 KW su consiglio di Enel Green Power in considerazione del mio consumo annuo di 2850kw.
    A sorpresa scopro che il mio impianto ha prodotto di media 9 kWh al giorno nei primi sei mesi dell’anno in corso. Tutto bene fin quì se non fosse che i 9 KWh ora risultano troppo spalmati nelle prime e nelle ultime ore del giorno. Sono poche le ore in cui il picco arriva a superare l 2KWh disponibili.
    Ora considerando che un programma per lavatrice, lavasciuga o lavastoviglie dura intorno alle due ore, mi trovo continuamente a sfruttare la corrente autoprodotta, ma nello stesso tempo non essendo sufficiente, anche a chiedere energia all’Enel per la parte carente.Ovviamente la conseguenza è che la bolletta non cala e il contributo onnicomprensivo del GSE (vedi primo semestre Quinto conto energia)forse copre appena l’ammortamento della spesa dell’impianto. Molto spesso ricorre il dubbio se convenga più sfruttare la bioraria durante le ore notturne piuttosto che sperare nel sole spendente del giorno che seguirà.La linea di confine è troppo sottile, non c’è timer o buona volontà che tenga, vince lo stress. Temo che il consiglio dei 3KW sia stato sbagliato, cosa ne dite?
    Potrò aumentare la potenza da 3KW a 4.5KW, con quali conseguenze sul contributo GSE? Grazie per le vostre risposte sempre puntuali.
    Alex, Pordenone

  113. @ Mauro, Antonio6
    non ho risposto perchè pagato da Greenpower :-)
    Scherzi a parte mi scuso, ma data la mole di commenti qualcuno scappa.

    La proposta dovrebbe essere un comodato d’uso del tetto in cambio dell’energia elettrica prodotta.

    Solitamente in queste condizioni il proponente si fà carico di tutto, anche dell’eventuale manutenzione del tetto. Dico solitamente poichè tutto dovrà essere esplicitato nel contratto.

    Ovviamente il vs tetto rimarrà vincolato per parecchi anni (suppongo 20, ma dipende sempre dalla società) e suppongo ci siano penali nel caso si voglia rescindere dal contratto in anticipo.

    In merito la bolletta io dubito che si possa arrivare ad un abbattimento del 90%, tutto dipenderà da come saranno ripartiti i consumi giorno/notte e durante i 12 mesi.

    Non conoscendo i dati io penso che un 70% dovrebbe essere un risultato nelle migliori condizioni, a patto che ti venga concesso di poter sfruttare lo scambio sul posto (cioè una compensazione tra l’energia prodotta non consumata immessa in rete e i consumi effettuati quando l’impianto non produce, info qui http://taglialabolletta.it/cose-lo-scambio-sul-posto/)

  114. mauro il 15/06/13 ha scritto:

    Ciao….
    Sto valutando un offerta fattami da enel green power, nella quale io non devo sborsare nulla di tasca mia, devo solo fornire un tetto di proprieta ed i requisiti geografici per un buon funzionamento, dopo di che si occupano tutto loro.
    Promettendomi una riduzione di circa il 90% sulla bolletta della luce, un piccolo tornaconto che non fa mai male , la garanzia totale sull’ impianto( resa buon funzionamento e d eventi atmosferici).
    Ora la mia domanda è… visto che lavoro per vivere proprio come tanti, non vorrei trovarmi con delle rate da dover pagare perchè qualcosa non funziona??!!
    Grazie se qualcuno può aiutarmi ad aprire gli occhi.
    Mauro

    ANCHE A ME è STATA FATTA UNA SIMILE PROPOSTA, AGGIUNGO NELLA PROVINCIA DI NAPOLI. VISTO CHE VIVIAMO IN UN MONDO DI TRUFFE, SI CHIEDE A QUALCHE ESPERTO DELUCIDAZIONE IN MERITO.
    COME MAI ANTONINO VENTO NON HA RISPOSTO AL QUESITO DI MAURO?

  115. Abito in provincia di ferrara, quindi in pianura padana.

    Nei 16000 comprende anche la pompa di calore, si ci ha chiesto il consumo annuo (4500), e anche il ricavo annuo ma il foglio con questi dati non me li ha lasciati. Di tempi di ammortamento non se ne è parlato, ma solamente ha fatto una media di 150 euro bimestrale di energia elettrica (quindi tra estate ed inverno) che ha detto che non pagheremo più.

  116. Suppongo che la tua residenza sia in Nord Italia dalla produzione presunta dell’impianto (è anche dal costo dello stesso).
    Chi ti ha fatto il preventivo:
    – ti ha chiesto il tuo consumo annuo?
    – ha realizzato una scheda le indicazioni del tuo ricavo annuo e quindi dei tempi di ammortamento del tuo investimento?

  117. Grazie per la risposta.

    ti dico che io in materia sono completamente incompetente quindi il GSE non so neanche cosa sia, riporto quello che il tecnico ci ha prospettato. Sul preventivo di 16000 euro parla appunto di 3,93 Kw/h con una produzione di 4500 annui. Inoltre viene specificato solo la marca e il numero dei pannelli (23mq di copertura di pannelli) ed è stata barrata la casella “ritiro dedicato” anzichè l’opzione “scambio sul posto”. Non so se queste altre informazioni ti possono essere di aiuto

  118. @ Giovanni,
    con i dati inseriti non posso rispondere in modo secco, cioè si o no (quanti wp sono i pannelli?).
    Certo con il fotovoltaico i conti vanno fatti con i consumi annui e tenendo cont che ci saranno momenti in cui cedi in rete energia e momenti in cui acquisti (la notte ad esempio, quindi le bollette le pagherai al fornitore (sicuramente più basse) e poi ne recuperai una parte tramite il rimborso del GSE di quanto immesso in rete (scambio sul posto).

  119. Salve,

    volevo chiedere un consiglio, o meglio volevo chiedere se l’opzione che mi è stata prospettata è di reale realizzazione

    Un azienda installatrice di pannelli solari, mi ha detto che installando 16 pannelli solari (della ditta Solon) mi garantirebbe 3,93 Kw/h ogni giorno, abbattendo completamente il costo dell’energia elettrica, vorrei chiedere se è veramente possibile questo?

  120. Ciao….
    Sto valutando un offerta fattami da enel green power, nella quale io non devo sborsare nulla di tasca mia, devo solo fornire un tetto di proprieta ed i requisiti geografici per un buon funzionamento, dopo di che si occupano tutto loro.
    Promettendomi una riduzione di circa il 90% sulla bolletta della luce, un piccolo tornaconto che non fa mai male , la garanzia totale sull’ impianto( resa buon funzionamento e d eventi atmosferici).
    Ora la mia domanda è… visto che lavoro per vivere proprio come tanti, non vorrei trovarmi con delle rate da dover pagare perchè qualcosa non funziona??!!
    Grazie se qualcuno può aiutarmi ad aprire gli occhi.
    Mauro

  121. Il preventivo riporta “Entrate ca 2700 euro/anno (1800€ inc. X20 anni), Uscite ca 1900€/anno X 15 anni). Produz. 4680 Kw/anno.

    Il progetto prevede 4512 KW/anno

    I dati desunti (se non ho sbagliato) dal sito GSE danno per l’anno 2012 4252 kWh.

    La produzione del 2012 ammonterebbe (dati GSE) a 1532,88 euro
    Di mutuo e spese di conto ho pagato circa 2450 euro.

    La bolletta ENEL di marzo-aprile 2011 (prima dell’installazione dell’impianto, avvenuta nel maggio 2011) era di 111,38 euro
    Quella marzo-aprile 2012 di 78,63 euro

    Non ho, purtroppo, altre bollette antecedenti l’installazione dell’impianto. Per il riscaldamento invernale, l’acqua calda e il piano cottura utilizzo gas. L’utilizzo dei fornelli é scarso e limitato alle ore serali.

    In sintesi mi aspettavo di più: almeno nel mio caso non vedo la convenienza: sbaglio forse qualche passaggio?

    Grazie! Marzia

  122. @ Mirio
    per effettuare una valutazione bisognerebbe avere un idea di quanto verrà utilizzato nell’arco dell’anno scalda acqua e piano di cottura.

    @ Marzia,
    di quanto inferiori rispetto la produzione di progetto?
    Se l’installatore non ne vuol sentire prova a mandare una raccomandata A/R.

  123. Buongiorno. Ho installato nel 2011 un impianto fotovoltaico (Electrosistem – Massa). Purtroppo la produzione di energia è alquanto lontana da quanto prospettato sia in sede di preventivo, sia nel progetto; in sintesi sono lontano dal coprire le spese del mutuo. Electrosistem da sei mesi promette telefonicamente una verifica dell’impianto ma ciò non è avvenuto, anzi, ad una richiesta scritta via e.mail non ha neppure risposto. Che cosa posso fare? Grazie

  124. Gent.mo Sig. @Antonino, volevo da Lei un consiglio.
    Ho da un anno installato un IFV da 6.37 kw, con il 4° conto energia ed una fornitura da 3 Kw. Ho appena ricevuto il saldo per lo scambio sul posto su 365 gg di produzione per un totale di € 354. Facendo i conti della serva ho calcolato che ho immesso nella rete ca 3933 kw (€ 354 / € 0,09 quanto pagato da ENEL ogni Kw immesso). Ho quindi una immissione in rete di ca 10,77 kw/gg medi (kw/annui 3933 / gg 365 ) e vorrei meglio sfruttarla in quanto mi sembra poco il recupero economico. Secondo Lei mi conviene sfruttare questi Kw in eccedenza con un piano cottura ad induzione e/o uno scaldabagno elettrico? Da considerare ovviamente i costi di acquisto, esercizio e cambio di potenza cottrattuale. Apprezzerei qualuque suo suggerimento. La ringrazio e la saluto.

  125. PANNELLI SOLARI?
    Ma certo sono un investimento… per chi ve li vende e per l’ENEL che vi ruba la vostra energia ed i soldi del vostro investimento.
    Esempio pratico? 6 mesi di produzione = 35 € di incentivi e 15 € detratti per tasse! Un bel guadagno se hai investito 20000 per comprarli! O no?

  126. Buongiorno,
    sto valutando un impianto fotovoltaico da 4 kw + pompa di calore da 300 lt. Non sò quale marca di moduli scegliere tra Solar Fabrik, Schuco e Conergy, inverter Power One o Sma e pompa Ariston con split esterno o interno…Ps nel tetto non ho molto spazio e all’anno spendo 4000 kw di enel e 1500 € circa di gpl. Siamo in 4 e abitiamo in Friuli. Grazie.

  127. @ Alessandro,
    purtroppo no, anche se suppongo che la vasca da esterno la userai in estate, quindi con c’è il sole ed inoltre, la potenza istantanea del fotovoltaico non è costante. Potresti provarci con un fotovoltaico di maggior potenza, però se l’obiettivo è quello di usare la vasca è più economico fare un aumento di potenza a 4,5kw.

  128. @ Luca,
    non mi risulta nessuna tassazione dei compensi del fotovoltaico in caso di uso privato.
    Il quinto conto energia rispetto le detrazioni fiscali e leggermente più vantaggioso, però visti i tempi incerti per il quinto conto energia (non si sà quando si raggiungerà la soglia) e stretti per la detrazione del 50% (non sappiamo se verrà prorogata oltre il 30/06/2013) probabilmente l’installatore si sente più sicuro a proporti la detrazione.

  129. @ Marco,
    con ‘introduzione del fotovoltaico il consumo annuo si abbassa della percentuale di autoconsumo, che inizialmente è stimata (non conosco le previsioni che avete fatto in fase progettuale) e poi reale (dopo un anno di funzionamento di fotovoltaico.

    La tariffa a taglia non è indicata per te, perchè come ben saprai il consumo massimo è conteggiato su base mensile, quindi se ad esempio consumi 3600 kwh in un anno con una tariffa che ti garantisce 300 kwh mensili può capitare che in alcuni mesi consumi più di 300 kwh e quindi per quel mese paghi un extra.

    Con il fotovoltaico il tuo consumo sarà ancora meno uniforme perchè di quell’X percento di autoconsumo annuo ne usufruirai principalmente nei mesi più caldi (quindi consumi in bolletta più bassi.

    In conclusione per scegliere la nuova tariffa ti consiglio di usare il comparatore http://tariffe.taglialabolletta.it/energia-elettrica/ inserendo il consumo di 3900kwh ridotto dell’autoconsumo presunto.

  130. ciao…vorrei chiederti una cosa, io ho una vasca idromassaggio da esterno che ha una pompa che per riscaldare l’acqua usa 3 kw di potenza perciò di conseguenza, se non stacco tutte le prese di casa, mi fa saltare il contatore. Mettendo un impianto fotovoltaico da 1 kw vado ad incrementare l’energia fino a raggiungere un totale di 4 kw e non dovrò più staccare tutte le prese o il problema rimarrá? Grazie.

  131. Buonasera,
    sto valutando un preventivo per un impianto fotovoltaico ad uso domestico da 5 kw. Siccome non ho lo spazio sul tetto per 6 kw ci consigliano di mettere 20 pannelli con microinverter con una resa maggiore che arriva fino a 5900 kw/annui. Zona nord est Italia, tetto 2 falde a sud/ovest. Ps marca pannelli Lenus Solar di Bolzano, tot. costo € 13500 (inclusi 10 microinverter) + 800 per pompa di calore da 100 litri, ok? E’ un prodotto buono al costo giusto o troppo caro?
    Grazie.
    Serena

  132. Ciao, dopo aver richiesto diversi preventivi per l’installazione del FV a fronte di un consumo medio annuo intorno ai 5000KwH, avrei deciso di optare per un impianto con 10 pannelli SunPower E20 327W che mi dico essere tra i migliori per efficienza (ma non per costo aimè) L’impianto è leggermente sottodimensionato e dovrebbe produrre secondo le stime preventivate intorno ai 4500 KwH annui. Il costo chiavi in mano si aggira intorno ai 10.000 euro. Domande:
    – Il prezzo di mercato è commercialmente congruo ? (nel costo è prevista la manutenzione periodica)
    – Mi è stato consigliato di usufruire dellla detrazione del 50% del costo dell’impianto in detrazione fiscale x 10 anni (500 euro l’anno) perchè piu conveniente del V conto energia dove viene tassato al 27% nel mio caso l’energia riemessa in rete [è così ???].
    grazie fin d’ora delle dritte .
    Luca

  133. Ciao, sto installando un impianto fotovoltaico da 3Kw con enelgreenpower e attualmente ho una bolletta con taglia fissa “Large” con enelenergia. Che tipo di profilo/bolletta mi consigliate ora. Il mio consumo è circa di 3900 Kw annui.

  134. @ Paola,
    i contatori sono di proprietà del gestore di rete (nel tuo caso Enel Distribuzione) e sempre lo saranno se cambi fornitori di energia elettrica.
    In virtù di ciò puoi fare il cambio e stai sicura che nessuno cambierà i contatori.

  135. Ciao, ho l’impianto fotovoltaico con due contatori con enel. ho ricevuto un’offerta da un altro fornitore e mi sembra interessante. è possibile intervenire solo sul contatore dei consumi cambiando fornitore e lasciare il contatore del fotovoltaico con enel?

  136. Grazie, allora avevo capito bene quanto riportato nel sito. Ed ecco perché si consiglia di dimensionare l’impianto in base ai propri consumi.
    Forse alcune ditte per acquisire clienti descrivono le cose in modo non proprio esatto.

  137. Salve,

    vorrei installare un impianto da 3 KW, che dovrebbe produrre circa 4900 KW (in provincia di Catania)a fronte di un consumo annuo stimato in circa 2500 KW. L’installatore mi ha detto che col meccanismo dello scambio sul posto l’energia prodotta in eccesso e non autoconsumata mi verrà pagata dal GSE a circa 0,09 €/KW e in questo modo, insieme alla detrazione fiscale del 50% o 36% potrei recuperare nel tempo il costo dell’investimento, persino se l’abitazione rimanesse vuota per un certo periodo.

    Da quanto ho letto sopra in merito allo scambio sul posto mi è sembrato invece di capire che il GSE mi riconoscerà un credito sui futuri consumi e non un rimborso in contanti. Di conseguenza se il consumo sarà sempre di circa la metà rispetto all’energia prodotta dall’impianto non avrò mai modo di percepire la tariffa prevista sullo scambio sul posto, fatta eccezione per la parte che utilizzerei prelevando energia dalla rete quando la produzione dell’impianto è nulla o insufficiente.

    Ho capito male io oppure ha ragione l’installatore quando sostiene che in ogni caso tutta l’energia immessa nella rete
    mi verrebbe comunque pagata, indipendentemente dal consumo?

  138. @ Giovanni,
    a mio avviso semplifica il tutto con un solo impianto ed un solo contatore.

    La potenza del fotovoltaico non deve essere legata al contratto del contatore ma al consumo annuo, cioè se hai un fotovoltaico da 6 kw PICCO (sottolineo PICCO)questo ti fornirà energia con potenza 6kw solo in alcune ore di determinati periodi dell’anno (mesi con maggiore energia della radiazione).

    @ Antonio
    sul prezzo non posso pronunciarmi in quanto non conosco la zona d’installazione, certo che se si tratta di quinto conto energia e ti troverai a NORD ammortizzerai dopo parecchi anni.

    Non mi risulta che l’architettura renda il 25%, comporta sicuramente semplificazione dell’impianto e maggior sicurezza (l’alta tensione è limitata alla zona pannello).

  139. ciao ho fatto un impianto 3Kw con microinverter enphase e pannelli bosch, mi è costato 11000,00 euro + interessi per 10 anni sono arrivato a 16000 riesco ad ammortizzare il mio impianto? Il prezzo è reale? Il fatto del microinverter è stato dovuto ad un errore di valutazione da parte del tecnico pensava che su due falde i pannelli non ci entravano invece poi ce li hanno messi. comunque mi hanno garantito che nonostante tutto rimango avvantagiato perchè i microinverter producono il 25%in più è vero?

  140. Antonio grazie per i chiarimenti, vista la tua disponibilità vorrei chiederti un parere su quello che vorremmo fare, o meglio le opzioni credo che siano due tra cui scegliere con il tuo aiuto magari la scelta sarà più azzeccata.

    Riepilogo di quanto già detto precedentemente e delle conclusioni a cui siamo giunti.

    Consumo annuo previsto 8000 Kw, di cui 5000 circa per la pompa di calore e 3000 per gli usi domestici.
    Caldaia ibrida Baxi PDC per riscaldamento e raffreddamento con assorbimento massimo 2,2 Kw con solare termico per Acqua sanitaria e preriscaldamento con accumulo acqua riscaldamento a pavimento. Inoltre la caldaia se la PDC non va per le bassissime temperature o per scelta dell’utente funziona a metano a condensazione.
    Possibilità di installare il fotovoltaico sul tetto fino a 5,76 Kw di picco per restare su un impianto monofase perché come ci hanno spiegato per potenze superiori si deve fare il trifase.

    La prima scelta meglio 1 solo contatore magari da 6 Kw o un contatore da 3 per usi domestici e uno da 3 per la Caldaia Con PDC che servirà servirà sia per i riscaldamento che per il raffreddamento a pavimento? Se installo due contatori posso fare due impianti fotovoltaici, sempre se conviene farlo, da 3 Kw uno per i consumi domestici e uno per la Caldaia usufruendo su entrambi degli incentivi 5 conto energia, secondo semestre?

    La seconda scelta meglio installare 1 solo contatore da 3 Kw ed un impianto fotovoltaico da 5,76 Kw di picco su cui si percepiscono gli incentivi per l’autoconsumo più la quota per l’immissione in rete di una parte dell’energia prodotta e non consumata. Eventualmente in seguito se la potenza dei 3 Kw non dovesse essere sufficiente passare direttamente al 6 Kw.
    In questo caso le previsioni dei consumi e della produzione sono le seguenti:
    8000 Kw annui consumi di cui 3000 per uso domestico e 5000 per PDC;
    6500 Kw annui prodotti di cui 4000 in autoconsumo e 2500 ceduti alla rete;
    4500 Kw annui acquistati dalla rete con tariffa bioraria a scaglioni che cambiano in funzione del 3 o del 6 Kw.

    Costi per installazione fotovoltaico circa 2000€ al Kw di picco.
    Costi per doppio contatore?

    Non so quale delle due scelte sia la migliore perché non ho tutte i dati per un’analisi completa sempre che le mie due ipotesi siano valide. Su questo la tua esperienza può dare delle risposte.
    Aspetto un tuo commento ed i tuoi consigli preziosi per capire come meglio orientarci.
    Grazie Giovanni.

  141. vorrei installare un impianto fotovoltaico, i miei consumi di elettricità non sono molto elevati , circa 1900 kw /anno.
    Consumo invece molto per il riscaldamento a gas perchè la casa è grande, con soffitti alti…
    Ho pensato ad un riscaldamento a elettricità, ma una caldaia, se ho capito bene a pompa di calore per un sistema con termosifoni non riesce a raggiungere la temperatura sufficiente per produrre calore sufficiente.
    Avete qualche buon consiglio da darmi ? Grazie Claudia

  142. @ Giovanni,
    1) la tariffa è differenziata per autoconsumo ed energia immessa in rete, quindi il 40% dei kwh ti verranno pagati ad un prezzo ed i 60% ad un altro.
    Il contributo da versare al GSE è di 0,05 c€

    2) Quelli che immetti in rete ti viene pagato con la tariffa incentivante (è superiore allìincentivo autoconsumo per questo motivo) quello che prelevi dalla rete lo paghi al tuo fornitore senza nessun rimborso alcuno (non puoi fare scambio sul posto).

    C’è differenza di costo se acquisti energia con contratto da 3kw o da 4,5 kw: qui puoi trovare le indicazioni http://taglialabolletta.it/quanto-costa-passare-da-3-a-45-o-6-kw-di-potenza/

    Sei stato chiaro, se hai bisogno di altro chiedi pure.

  143. Buongiorno, volevo avere info sulla potenza da scegliere tra i 3, 4,5 e i 6 kw con Enel O altro operatore in considerazione della imminente installazione di un impianto fotovoltaico in piena pianura padana con esposizione Sud, Sud/ovest da 5,76 kw di picco con pannelli poli cristallini.

    Piccola premessa per il calcolo del fabbisogno energetico elettrico.

    Stiamo ristrutturando un’appartamento di circa 120 mq con riscaldamento e raffreddamento a pavimento quindi anche con impianto di de-umidificazione. L’appartamento é adeguatamente coibentato e dovrebbe alla fine essere in classe energetica A.
    La caldaia ibrida scelta é della Baxi, sfrutta il solare termico per preriscaldare l’acqua (sia sanitaria sia per il riscaldamento). Oltre ad usare il metano con caldaia a condensazione la caldaia é provvista di pompa di calore che richiede quindi l’energia elettrica. La nostra idea é quindi quella di sfruttare al massimo l’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico che rientrerà secondo le nostre informazioni nel 5 conto energia, secondo semestre.
    Il fabbisogno energetico da una stima effettuata con il tecnico é di circa 8000 kw annui.
    La quantità di energia che si stima di produrre con il fotovoltaico é di circa 6500 kw annui almeno.

    I dubbi che sono emersi sono i seguenti, spero attraverso il vostro aiuto di riuscire a chiarirli:

    1. Quali sono i reali incentivi che andremo eventualmente a percepire con il V contro, secondo semestre? Come funziona il sistema delle tariffe per l’autoconsumo e per l’energia immessa in rete calcolando che il 60% si presume sarà auto consumata mentre il 40% verra ceduta alla rete? Il contributo per il GSE previsto dal 2013 per ogni Kw ammonta a 0,05 di € o a 0,05 c€?

    2. Le fasce che l’Enel o eventualmente un’altro gestore applicherà nei calcoli quali saranno? Cerco e spero di essere più chiaro. In base ai consumi stimati dovremmo soddisfare il fabbisogno annuo di 8000 Kw utilizzando 4000 Kw auto prodotti con il fotovoltaico (gli altri 2500 verranno immessi in rete) e 400ala quesiti dall’Enel. Considerando che immetterei in rete 2500 Kw l’Enel come calcolerà i miei consumi? Dei 4000 che andrò ad acquistare solo 1500 verranno calcolati in considerazione dei 2500 ceduti oppure saranno calcolati secondo le fasce di consumo? Le fasce di consumo per il 4,5 o i 6 Kw sono le stesse del 3 Kw o sono differenti? In questo caso quali saranno i costi?

    So che le questioni poste sono parecchie, spero di essere stato chiaro e spero che questi quesiti siano utili anche ad altri utenti.

    Grazie. Giovanni da Brescia.

  144. grazie mille. intendevo dire che mettendo il FV producendo 3500kw, autoconsumando 1000kw, immetterei in rete 2500kw.
    i miei consumi attuali sono di 2500 kw…meno i 1000 autoconsumati, pagherei al gestore 1500kw…che mi vengono in parte rimborsati dal gse.
    a questo punto io decido di utilizzare in inverno,anche nelle ore serali,il condizionatore come pompa di calore per non utilizzare il gas del riscaldamento,arrivando cosi a consumare un totale di 3500kw,che meno quelli autoconsumati sarebbero 2500kw(quelli che pago attualmente senza FV al gestore).
    di questi avrei quindi un rimborso dal gse…per poi avere un risparmio non nella bolletta dell’energia elettrica ma in quella del gas per il riscaldamento.
    sbaglio come ragionamento?

  145. Ciao a tutti, io ho fatto un contratto con energia pulita a maggio 2012. (quindi quarto conto energia). Mi hanno promesso mari e monti, che si auto finanziava da solo e che io da casa non avrei cacciato una lira. L´impianto mi é stato fatto e llacciato il 6 novembre 2012, quindi non sono entrato piú nel quarto conto energia, per inadempienza di contratto. Adesso sto andando in via legale contro questa azienda. Qualcuno ha il mio stesso problema? Tenete presente che io ho fatto un ´imopianto da 5,44 kw e avevo un consumo annuo di circa 1200kw.Aspetto qualche risposta, Grazie

  146. @ Matteo,
    se non ho capito male il ragionamento si riferisce allo scambio+detrazione fiscale, in questo caso un aumento dei consumi (se poi è autoconsumo ancor meglio) sarà in tuo favore, infatti un fotovoltaico nel caso domestico va dimensionato sempre in funzione del consumo dell’utente in modo da ottimizzare la convenienza economica.

  147. ciao a tutti.
    sono in procinto di mettere un impianto de 3kw con pannelli solarworld.ho ancora la possibilita’ di scegliere tra 5conto energia e scambio sul posto con detrazioni del 50%dell’impianto.
    volevo solo un chiarimento che mi fa propendere verso quest’ultima scelta:con una stima di produzione di 3500kw/anno e un consumo attuale di 2500kw/anno, stimando un autoconsumo di 1000kw/anno il contributo del gse sarebbe solo sul minore tra consumi ed immissione e quindi consumi che equivalgono a 1500kw/anno per un rimborso di circa200euro.se invece aumentassi i miei consumi di 1000kw/anno utilizzando una pompa di calore per scaldare la casa in inverno risparmiando cosi sul consumo di gas avrei anche un incremento del rimborso del gsein quanto arriverei a circa un pareggio tra quota kw immessi e kw consumati. sbaglio qualcosa?
    grazie mille

  148. @ Mariano,
    gli elementi in mio possesso sono pochini, in linea di massima il ragionamento di base e il seguente:

    – produci energia e quindi risparmi in bolletta

    – per il primo periodo di anni x (dipende da diversi fattori quali autoconsumo, posizione geografica, ecc.)

    – dopo gli x anni tutto quello che produci è risparmio puro.

    Nei ragionamenti riguardanti la cessione entra il gioco il GSE, che ti consente di optare (se non benefici del quinto conto energia) di:
    – Scambio sul posto (dò energia alla rete per poi riprendermela quando mi serve);
    – Ritiro dedicato (produco solo per vendere).

    Nel caso dello scambio sul posto (che penso sia il tuo caso) puoi richiedere il rimborso della quota energia ceduta e non consumata se non sei un privato ( il privato riceverà un creduto da compensare in futuro).

    Quindi dopo un tempo x tu recupererai i soldi investiti: perchè allora non lo fanno tutti?

    Ti rispondo secondo la mia esperienza: ho incontrato persone che avrebbero installato il fotovoltaico solo con un contributo immediato (es. costa 10, 5 li dai tu e 5 il GSE), davanti ad un piano di ammortamento è prevalsa la sfiducia verso il sistema Italia.

    @ Sandro,
    per capire la bontà dell’offerta ti consiglio di chiedere un preventivo ad altra ditta, la stima di produttività è in linea, la marca dei pannelli sono di qualità “Green Power” che vuol dire acquistiamo in stock dal migliore offerente del momento.
    Il contributo del GSE è fisso è invariabile.

  149. Salve,
    volevo anch’io chiedere un’informazione. Un agente Enel Green Power mi ha fatto un preventivo per un impianto FV da 4KWp ad euro 17.750 + un altro impianto per l’acqua calda sanitaria ad euro 6.930 per un totale di 24.680. Sostiene che con finanziamento riesco a pagare tutto in 138 rate (282,70 euro/mese) azzerando i costi. Impianto garantito 10 anni e smaltimento incluso, scambio sul posto.
    Consumo annualmente ora 4.471 KWh e dice che l’impianto produrrà 4600 KWh in 1 anno. Non so la marca dei pannelli.
    Secondo voi l’impianto chiavi in mano con inverter e tutto (conoscete l’offerta EnelGreenPower) è alto? Che garanzie ci sono che io riesca a non rimetterci facendo finanziamento al 100%? In 10 anni le cose cambiano… il GSE mi pagherà sempre la stessa cifra o diminuirà?
    Voi accettereste questa offerta?

    Ah dimenticavo, scusate, la zona è Vicenza.

  150. Ciao a tutti,

    sono in procinto di sottoscrivere un impianto con Enel green power da 6kwt(preventivo per 24000 euro) e mi è stato detto dal funzionario che con l’energia prodotta in più mi pagherò le rate del finanziamento mi sembra strano perche fosse vero lo farebbero tutti mi domando? e vero che enel è obbligata a comprare l’energia prodotta in più a un costo fisso al kwt?

  151. @ Entela,
    la potenza da installare è legata ai tuoi consumi, in quanto suppongo il tuo obiettivo è consumare ciò che produci (direttamente o tramite scambio sul posto), indipendentemente dalla detrazione fiscale del 50%.

    Se i 12000 si riferiscono al 4,5 kwp sono in linea con il mercato.

  152. Buonasera a tutti, avrei una domanda da farvi. Devo mettere un impianto fotovoltaico, posso metterlo da 4,5, 5, 5,5 oppure 6 KW . Secondo voi, con l’opzione della detrazione irpef del 50% quale di queste 4 soluzioni mi conviene scegliere?? E secondo voi il presso di 12000 euro per un impianto SUN POWER con un inverter POWER ONE è un prezzo ragionevole?
    Grazie in anticipo per la risposta.

  153. @ Carlo,
    lo scambio sul posto ti garantisce un conguaglio economico, cioè se metti 100 kwh in rete e poi li riprendi tramite il fornitore (ad esempio di notte), tu paghi i 100 kwh al fornitore e poi il GSE (gestore dei servizi energetica) ti rimborsa quota energia+servizi di rete (tasse e iva no).

  154. Ciao,

    devo scegliere tra due offerte di impianti fotovoltaici a 3 KW.

    Ditta INVENT di Noventa di Piave (VE) con pannelli di sua produzione serie Qhp con silicio policristallino e microinverter . Prezzo 9290 € ivato.

    Ditta De Masi di Tortona (AL) che mi installerebbe dei pannelli SunPower a 9680 € ivato oppure stesso pannello Sunpower con microinverter a 10300 € ivato.

    Il venditore della ditta De Masi mi ha detto di tenere conto della qualità dei pannelli Sunpower dal momento che è produttrice da molti anni sul mercato , mentre le ditte che si auto-producono i pannelli sono destinate a scomparire e quindi se dovessi avere dei problemi con il mio impianto in futuro non potrei usufruire della garanzia nel caso la ditta dovesse scomparire .
    Ora però ho visionato alcuni forum dove si da un parere negativo per quanto riguarda lo scambio sul posto.
    Viene evidenziato il fatto che dovrò comunque pagare la corrente che mi auto produco.
    Questo mi fa un po dubitare se fare o meno l’investimento.

    Grazie per l’attenzione

  155. Rif.to Roberta 10/01/2013: La quantità di Kwh consumati all’anno dal mio contatore è 3750. Di questi circa 1300 nella fascia f1 e il restante nelle altre due fascie. Avrei da chiedere un altro consiglio. Vorrei monitorare la produzione dei miei due impianti fotovoltaicida (2.88e4.32)Il mio installatore mi ha montato il PVIaurora Desktop (Senza BT) ma vorrei visualizzare la produzione e l’incentivo via pc e smarthphon. Come posso fare spenza spendere una fortuna in modo semplice ed intuitivo? Grazie

  156. @ FRANCO,
    non conosco AXITECH, in merito alla detrazione fiscale penso sia scelta obbligata in quanto i fondi del quinto conto energia si stanno per esaurire.

    @ gymon,
    il Solar World a mio avviso oltre ad avere un ottimo prezzo è anche superiore al Bosch.

  157. oggi mi è arrivata un offerta per un impianto 3 kw chiavi in mano
    pannelli solarworld
    inverter aurora powerone
    montati su terrazzo struttura wurth
    euro 6700 euro ivato

    altro preventivo con pannelli bosch sempre chiavi in mano stesso inverter
    8500 piu iva?!?!

  158. ciao volevo chiedere un parere sto valutando di installare un fotovoltaico di 3kw preventivo 6500+iva pannelli axitec +
    inverter power one…mi e’ stato consigliato la detrazione del 50% con scambio sul posto cosa ne pensate…..ciao e grazie

  159. @ Francesco,
    il 5° conto energia ammette tutti gli impianti entrati in esercizio dopo il raggiungimento del cumulo di 6,7 mld di euro di incentivi.
    Oggi siamo a 6,590 milioni, tutto dipende da cosa ti garantisce chi ti installa l’impianto.
    Tieni conto di questi tempi:
    – 20 gg preventivo Enel
    – 20 gg attivazione.
    Se non sei soggetto a vincoli paesaggistici (circa 2 mesi di tempo) un azienda ben organizzata e con familiarità degli uffici di zona potrebbe farti ottenere l’incentivo.

    Ovviamente dovresti scegliere più oggi che domani e farti garantire per contratto (magari con penali) dei tempi quasi immediati per l’installazione e la redazione della documentazione.

  160. Salve vorrei un consiglio,
    Iniziando ora le pratiche per un impianto 3KW sul mio tetto
    riuscirò ad entrare nel 5 conto energia?
    So che non si può dare una risposta precisa ma vorrei ascoltare qualche parere.

  161. Nei calcoli bisogna tener conto di questo:
    – l’impianto deve produrre non più del fabbisogno annuo;
    – quando consumo di notte recupererà quota energia+servizi di rete di quanto consumato, cioè pagherò accise ed iva.
    – quando consumo durante la produzione del mio impianto recupero il 100% del costo del kwh.

    Da qui per poter calcolare la convenienza si deve fare per forza un ipotesi sull’autoconsumo.

    Se ad esempio autoconsumi al 40% il recupero con le tariffe odierne sarebbe:

    – Autoconsumo:€ 0,20 x 1800 = 360
    – Scambio: € 0,13 x 2700 = 351

    Totale € 710 circa annui.

    Se cambi le percentuali cambia il risparmio, ovviamente queste cifre seguiranno il prezzo dell’energia (se il costo del kwh aumenta recuperi di più, se scende di meno).

  162. si infatti all’inizio doveva venire un tecnico dell’ enel per vedere se i pannelli si potevano montare … e poi tutto si è concluso con un rappresentante della FIMI (gruppo Enel Green Power) che sedendosi nella poltrona non sapeva nemmeno la marca dei pannelli … dice : “Enel ci mette la faccia quindi i pannelli sono di qualità” ma che risposta è ? l’unica cosa che mi ha saputo dire è che non rientro nel quinto conto energia e che si farà lo scambio sul posto, l’energia prodotta in più, inmessa sul mercato, la pagano 0.10 centesimi di € a KW … comunque io consumo per adesso di più la notte avendo una tariffa bioraria, dove la notte pago la metà.. quindi la mia domanda adesso è, conviene realmente spendere 7500€? riesco a coprire i costi con l’energia prodotta giornalmente se inizio a consumare di giorno? Oppure arrivata alla fantomatica soglia di 4500 kW annui l’impianto non produce più?

  163. @ Marco 88
    oggi non so se riusciresti a rientrare nel quinto conto energia (specialmente se la tua abitazione è soggetta a vincolo paesaggistico), comunque in generale si l’importante che si hanno le idee chiare sui tempi di ammortamento (nei primi anni il risparmi+incentivo ti servirà a ripagarti l’impianto).

    Per quanto riguarda abbattimento bolletta tutto dipende dal tuo stile di consumi (il fotovoltaico produce di giorno, con i massimi nelle belle giornate) mentre tu consumi ….. (non lo so).

    Il problema e che chi ti propone un fotovoltaico dovrebbe farti un conto economico sul tuo stile di consumo e non basarsi sulla media dei consumi (nella maggior parte dei casi hai a che fare con commerciali che non guardano neanche dove installare l’impianto, per loro è tutto standard).

  164. Vorrei qualche informazione

    Oggi ho fatto un preventivo con Enel Green Power, e per un impianto da 3,3 kw hanno chiesto 7500€ dicendo che produce annualmente circa 4500kw … i consumi annuali nella mia bolletta sono di 4700 – 4600 Kw … secondo voi conviente attivare un impianto fotovoltaico? di quanto posso abbattere i costi della bolletta? … e poi se io installo il fotovoltaico, è normale per me pensare di comprare altri elettrodomestici , come pompe di calore, lavastoviglie ecc.. secondo voi il mio consumuo annuo può salire drasticamente da non produrre più di quanto consumo? mi conviene un impianto da 4 KW? grazie =)

  165. Saluti a tutti, nel mese di ottobre 2012 ho presentato in Comune tutta la documentazione per impianto da 4,5 kw l’installazione e’ slittata nel 2013. A questo punto gli incentivi valgono ancora o no.

  166. @ Roberta,
    come sicuramente ti avrà spiegato chi ti ha installato l’impianto l’azzeramento vero e proprio è impossibile, il forte abbattimento si.
    Per avere un idea sugli effetti in bolletta ho bisogno:
    – della stima dei consumi annui distinti per fascia
    – l’ubicazione (anche solo Provincia) del tuo impianto Fv.

  167. Io ho appena installato su un contatore da 10KW un impianto da 4,32. Secondo voi riuscirò ad azzerare la mia bolletta? Se, per rispondere, avete bisogno di qualche altra informazione chiedete pure. Grazie

  168. Salve ho da questa estate un impianto fotovoltaico di potenza dichiarata di 4,6 Kw,con lettura trimestale delle bollette con enelenergia,ho ricevuto la mia prima bolletta di 168 euro…pensavo di ricevere meno,visto che questa estate l’impianto a lavorato bene tutta l’estate.Come mai,c’e’ qualcosa che non funziona bene?Faccio premessa,la lettura la faccio ogni tre mesi con enel energia,dei valori a1 a2 ed a3 .
    Grazie Mille

  169. @ Francesco
    con l’ SSP viene rimborsata una quota dei servizi di rete pagati, quindi in parte tiene conto del maggior esborso.

  170. Ciao Nino,
    il mio quesito riguarda lo scambio sul posto da impianto fotovoltaico(ssp): il rimborso energia da ssp tiene conto del maggior costo dovuto all’aumento di potenza (da 3 a 4,5), o è fisso e dipende solo dal valore di mercato del Kw?
    grazie per la risposta e un cordiale saluto.

  171. @ Andrea F
    come mi immaginavo c’è un problema legato alla soluzione impiantistica scelta. Cerco di spiegarmi al meglio:
    – prima consumavi 4500 kwh annui con prelievo massimo monofase di 3kw+10%;
    – Oggi hai un impianto FV che nell’arco dei 12 mesi dovrebbe produrre (dimenticavo di chiederti dov’è l’impianto) il triplo del tuo fabbisogno, quindi sfrutterai al 100% gli incentivi del conto energia (ti viene pagata al 100% l’energia prodotta, indipendemente da ciò che ne fai) e sfrutti al max per 1/3 l’energia prodotta per abbattere i costi dei tuoi consumi.
    La soluzione però ha un difetto, cioè quando il fotovoltaico non produce o produce poco tu non hai più a disposizione i 3kw di rete, in quanto oggi i tuoi tre kw sono stati suddivisi per tre fasi, quindi saresti costretto, come visto in precedenza, o a suddividere i tuoi impianti su 3 fasi o aumentare la potenza.
    Tenuto conto che lo scambio sul posto:
    – ti rimborsa la quota energia e i servizi di rete di quanto scambiato;
    – inserisce il valore della quota energia ceduta in esiubero rispetto il consumato dalla rete in un conto che verrà utilizzato nei periode dove il consumo prelevato è maggiore di quello messo in scambio.
    Quindi in conclusione tenuto della tua produzione (fortemente esagerata rispetto i tuoi consumi) tu sui prelievi pagheresti iva e accise (fermo restanto che al fornitore pagi tutto il consumato, mentre GSE ti rimborserà quota energia e servizi di rete).
    Consigli da parte mia:
    – l’installatore o il suo tecnico ha l’obbiglo di spiegarti perchè nonostante abbia messo quell’impiantone ti si stacca il contatore che stacca e tu non riesci ad autoconsumare tutto quando l’energia prodotta è inferiore a quella consumata da te (le risposte che ottieni le possiamo commentare insieme);
    – chiedi come comporta l’impianto in caso di forte squilibrio in immissione (traduco ho una potenza ad es. 9Kw (3+3+3) io assorbo 3kw su una fase alla rete va 3+3+0, il distributore accetta questo squilibrio o mi penalizza imponendomi dei minimi (ad esempio 3+3+1,5).
    – il mio consiglio: suddivi il tuo impianto su 3 fasi in modo che i consumi siano quanto più uniformi, in questo modo autoconsumerai e ridurrai tasse e accise sui prelievi in rete.
    A mio avviso (ne sono sicuro anche se non ho i conti economici in mano) con un 6kwp monofase avresti ottimizzato il endimento % del tuo investimento.
    Spero di averti dato delle risposte utili (purtroppo la problematica è complessa, e di difficile trattazione tramite scambio di commenti ), comunque resto sempre a disposizione.

  172. Il mio consumo esatto era di 4500Kw , ora dopo circa 4 mesi che ho installato l’impianto il consumo che mi accreditano e’ di circa 370 kw mese quindi sempre circa 4500kw.
    Ad oggi l’impianto a prodotto nello stesso tempo circa 4000kw quindi un’esubero enorme a cofronto dell’autoconsumato.
    Il contributo GSE mi e’ appena iniziato ad arrivare non credo pero’ il conguaglio di cui mi hai indicato di andare a vedere e leggere l’articolo.
    Cosa mi consigli di fare? o come informarmi?
    Grazie 1000

  173. @ Andrea F.
    per poterti rispondere con esattezza sul perchè la bolletta non si azzera vorrei chiederti, se non sono indiscreto, il valore del tuo consumo energetico annuo prima dell’installazione del fotovoltaico (cioè quando la tua fornitura era 230V 3kW di potenza).
    Cmq ti anticipo che il contributo dello scambio sul posto ti viene accreditato trimestralmente dal GSE sul tuo conto, per maggiori info ti rimando a quest’articolo http://taglialabolletta.it/cose-lo-scambio-sul-posto/

  174. Perche’ la mia bolletta non si riduce di costo? continuo a pagare la stessa cifra usando il piu’ possibile gli elettrodomestici durante la produzione dell’impianto.
    Ci sara’ un conguaglio a fine anno? Utilizzo la formula di scambio sul posto ….
    Credevo di azzerare la bolletta….ma forse il fisso per il 380 e’ diverso da quello 220 come anche il costo dell’energia ..cosa che non so e che pero’ mi aspetto…

    Grazie

  175. @ Andrea F.
    Quindi da quanto ho capito tu hai montato un impianto che sfruttasse al massimo il tuo tetto, cedendo una bella fetta di energia alla rete. Quando l’impianto funziona bene tu sfrutti solo la potenza associata ad una fase e l’energia la versi in rete.
    A mio avviso è più conveniente separare l’impianto in quanto si creerebbe un controsenso economico, legato al fatto che versi in rete dell’energia che potresti autoconsumare e anche se sei in regime di scambio sul posto il bilancio energetico non è a costo zero.
    Per i costi relativi all’aumento di potenza puoi leggere quest’articolo http://taglialabolletta.it/quanto-costa-passare-da-3-a-45-o-6-kw-di-potenza/
    Resto a disposizione

  176. No non ho aumentato le apparecchiature elettriche,anzi ho solo imparato ad usarle durante il giorno (quindi quando me la produco), ma durante le giornate piovose o nuvolose il mio consumo supera la produzione quindi devo ricorre al prelievo.
    In piu’ quella che produco la divido per 3 (le fasi) quindi credevo di non aver piu’ problemi di distacco corrente invece ho aumentao questa probabilita’.
    Forse era meglio avere un’impianto piu’ piccolo 220 in modo da sfuttarla tutta su una fase.
    Esiste un modo di produrla in trifase ma usarla tutta in una fase unica senza dover dividere l’impianto di casa per fasi (fase1 zona giorno ,fase 2 notte , fase clima)?quindi aver tutta la potenza dell’impianto + i 3kw del prelievo?
    Sarebbe a norma l’impianto?
    Secondo te esiste una soluzione?che possa risolvere il distacco della corrente da esubero potenza e non aumenater i costi della bolletta?
    Gia ad umentare la bolletta da 3 a 6 ci sara’ un bel costo di richiesta piu l’aumento dell’energia.

    Grazie per la condivisione delle tue esperienze.

    Grazie ancora

  177. @ Andrea F.
    Da quanto ho capito ai un carico trifase superiore ai 3kw, quindi quando il fotovoltaico produce poco salta il contatore in quanto la potenza prelevata dalla rete è superiore ai 3Kw + il 10% di tolleranza. A mio avviso c’è poco da fare: devi aumentare la potenza in prelievo in modo da non avere problemi nel caso citato.
    Una semplice curiosità: se prima di installare il fotovoltaico avevi 3kw, dopo l’installazione ai aumentato notevolmente il carico delle apparecchiature elettriche?

  178. @ Andrea F.
    per darti una risposta vorrei sapere se ho capito bene: hai un impianto trifase mentre prelevi in monofase con potenza massima di 3kw?

  179. Ho un’impinato fotovoltaico da 11.22Kw in trifase in immissione e 3 kw in prelievo. Mi hanno detto che il mio impiento e’ diviso per fase quindi al massimo 3.74kw per fase.
    Con le giornate nuvolose quindi quando l’impainto produce al massimo 1.5kw io ne uso solo 0.5 dell’impainto e quella mancate dal prelievo ma anch’essa divisa per fase, quindi mi trovo in queste giornate ad avere al massimo 1.5kw per fase e quindi mi salta il contatore.
    Cosa posso fare? Aumentare i kw in prelievo vuol dire aumentare anche la bolletta, mi potete dare la vostra opinione.
    Grazie per la risposta.

  180. Io sono della provincia di Macerata: un preventivo per 3kwh da mettere sul tetto di casa, con pannelli europei, il preventivo chiavi in mano oscilla tra i 7900 euro ed i 9000 euro. E’ importante la società che fa il preventivo. Personalmente chi mi viene a casa e ci si mette a tavolino senza vedere prima il tetto se c’e’ la possibilità di installarlo non è una cosa corretta. Io sono in procinto di decidere e sto facendo le valutazioni. Un tecnico di una ditta invece, prima di mettersi a tavolino ha prima visionato il tetto ed ha preso le misure per valutare la possibilità e la praticità della messa in posizione dei pannelli.
    Mi sono stati proposti panelli tedeschi (ALEO CENTROSOLAR SCHUCO, mentre per le ditte italiane: BRANDONI.
    E’ una società della provincia di ancona.

  181. Chi conosce la ditta pianese & associati? ho chiesto un preventivo per un impianto fot. di 3kwh ma gli incentivi dopo quanto tempo arrivano

  182. Vorrei realizzare un impianto fotovoltaico da 3.5kW sul mio tetto. Avete
    un’idea su dove posso comprare i pannelli solari? Quale e la migliore
    azienda? Ogni consiglio e ben accettato. Grazie

  183. Certo che in questi mesi si è visto un bel tira-e-molla,tra Governo che vuole tagliare gli incentivi per i nuovi impianti, associazioni di produttori che non voglio perdere il bonus che li protegge dall’invasione dei prodotti cinesi e installatori che con tariffe incentivanti più basse guadagnaranno meno sulle installazioni. Come finirà? Il quinto conto energia, così come concepito nella forma iniziale, stroncherà il mercato del fotovoltaico o continuerà a dae lavoro?
    Bo, …. come cantava qualcuno “lo scopriremio solo vivendo” :-)
    Bye

  184. Chi a una tabella sulla produttivita dei moduli,inclinazione,esposizione,ecc…
    ho necissita di sapere per ottimizzare il rientro investimento.
    grazie

  185. x donatella
    si le bollette arrivano é si paga la corrente che non si produce di sera.
    Il problema é che a distanza di quasi due anni entrata i funzione impianto io ho produtto piu di quanto consumato.
    Aspetto ancora di capire quando? come potro consumare quella prodotta in piu?
    Aspetto ancora il conquaglio SCAMBIO SUL POSTO.
    le bollette ENEL non indicano nulla di cosa a prodottto l impanto
    é consumi,é veramente scandaloso trasparenza zero.
    Comunque, consiglio di fare l impianto comunque,ecologia sempre ,e poi ti senti gratificato per il contribuire a salvare il mondo.

  186. vorrei un commento su chi ha già da qualche anno il fotovoltaico: arrivano ugualmente le bollette enel per la differenza di consumi nella fascia oraria dove non c’è il sole??? a conti fatti esiste un risparmio economico o è solo una questione ecologiaca.

  187. Ho sempre creduto nel fotovoltaico. Circa 6 anni fa ho installato 50 kwp sul tetto della mia azienda. Oggi ho incrementato di altri 290 kwp la potenza. Incasso cieca 4.000 € di incentivo statale tra circa 12 mesi coprirò tutti i costi.

  188. X Mark,
    esistono buoni prodotti Cinesi ma tale qualità si paga ed è penalizzata dal conto energia (bonus UE).
    Ti faccio un esempio:
    Un buon prodotto europeo, con un 3kwp, si compra a € 3.000,00 kwp mentre un Cinese della stessa qualità ti costa € 2600,00; cioè su 3kwp risparmi € 1.200,00 è perdi un bonus che vale circa 2200-2300 €. Ovvio poi ci so i moduli Cinesi scadenti così come esistono i moduli Europei scadenti.

  189. Nella nostra scuola è stata inventata una Convenzione con il Comune di Bologna che, a fronte di una donazione dei genitori della scuola, si vincola il Comune ad acquistare un impianto fotovoltaico di ca. 20 kWp sul tetto della scuola pubblica di proprietà del Comune, e si impone al Comune il trasferimento diretto (senza mediatori) delle tariffe incentivanti nelle casse della Scuola. Il Comune guadagna dal risparmio in bolletta per l’opzione dello scambio sul posto. Il dirigente scolastico ha sottoscritto la convenzione impegnandosi a spendere le somme delle tariffe incentivanti solo per attività didattiche a favore dei bambini (quindi non pulizie e/o manutenzioni e/o altri debiti della scuola). I genitori hanno organizzato la raccolta dei contributi anche ricevuti dalle aziende e banche locali che possono scaricare dalle tasse le somme donate. Insomma siamo riusciti a realizzare un progetto che alcuni ritenevano impossibile. Purtroppo non siamo riusciti a concludere entro il Dicembre 2010 con la tariffa incentivante di 0,462 €/kWh (0,44 + 5% edifici pubblici) a causa di un ritardo causato da problemi autorizzativi, chiuderemo però a Dicembre 2011 con 0,2948 €/kWh (0,268 + 10% pannelli prodotti in CEE).
    Chi è interessato al progetto (magari per copiarlo!) può consultare la pagina web http://www.scuolalonghena.org/sole.
    :)

  190. Nel dicembre 2009 ho attivato un impianto fotovoltaico da 3 Kwp sul tetto di casa mia aderendo ad un gruppo d’acquisto e spendendo 13000 euro tutto compreso.
    A distanza di 2 anni mi considero soddisfatto del rendimento (3650 Kwh/anno a Belluno) e devo dire che è stata una spesa ben fatta.
    Un po’ in ritardo la partenza dell’incentivo dal GSE ma ora i bonifici sono costanti e precisi.
    Non mi è ancora chiaro il funzionamento dello “scambio sul posto” visto che ho prodotto molto di più di quello che ho consumato e non ho ricevuto finora nessun conguaglio.
    ciao

  191. Ho investito circa € 15.000 per un impianto di 3kwp che dovrebbe essere di fascia alta. Sono fiduciosa su questo tipo di impianto che contribuirà a rendere il mondo più ulito.

  192. X Marco
    A mio avviso i prezzi sono congrui con la qualità del prodotto offerto. Solarworld e Kyocera sono pannelli fotovoltaici di fascia alta. Per quanto riguarda le ultime due io mi farei dire le marche. Ottimi anche gli inverter proposti.

  193. Ecco le marche
    – Solarworld: € 14.250,00
    – kyocera: € 13.270,00
    – Bosch: € 12.330,00
    – Solarwatt: € 11.900,00
    – Generico ITA: € 11.500,00
    – Generico extra UE: € 10.980,00
    Tutti montano Inverter SMA o PowerOne.

  194. X Marco
    la differenza ci può essere infatti a parità di installazione il costo di moduli fotovoltaici ed inverter gioca un ruolo. Sul mercato puoi reperire pannelli extra UE a 0,8 wp fino ad arrivare per quelli i fascia alta a 1,4-1,5 wp. Quindi se moltiplichiamo la differenza tra il più basso ed il più alto x3000 scopriremo che già chè la marca di il modulo può incidere per ben 2.000 €.
    Postaci le marche delle offerte che hai.

  195. Tocca a me innaugurare la pagina. Sono in procinto di sfruttare l’opportunità del fotovoltaico ma al momento sono un po’ confuso a causa della diversità dei preventivi, per un impianto fotovoltaico 3kwp ho offerte che partono da € 10.000 ed arrivano a € 15.000 chiavi in mano. Ovviamente tutti a loro dire vendono un prodotto affidabile: ma è possibile che ci sia tutta questa differenza di prezzo?

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata