Climatizzatori Beko: recensione e migliori offerte

Di Valerio Guiggi
logo beko elettrodomestici

In questa recensione scoprirai i climatizzatori Beko fissi, climatizzatori che occupano la fascia concorrenziale del mercato delle macchine mono split, cioè costituite da due unità: lo split interno e l’unità esterna che contiene il compressore e tutti gli elementi utili allo scambio termico.

Non esiste una classificazione unitaria dei climatizzatori proposti da questa azienda, ma li abbiamo distinti in due serie: la serie BDI, climatizzatori che hanno un sistema al plasma per purificare l’aria (vedremo meglio dopo il funzionamento) e la serie BXEU, che non ha questo sistema.

Per ogni modello di climatizzatore (vedi la differenza tra climatizzatore e condizionatore) troverai le indicazioni sulla superficie massima coperta, queste indicazioni sono puramente indicative in quanto la potenza necessaria al corretto raffrescamento/raffreddamento di un ambiente a parità di superficie è legato alla zona geografica in cui è ubicato l’immobile e ad altri fattori legati alla geometria dell’immobile stesso.
climatizzatori beko

Indice

Climatizzatori Beko serie BDI: caratteristiche e prezzi
Climatizzatori Beko serie BXEU: caratteristiche e prezzi
Quale climatizzatore Beko scegliere?

Climatizzatori Beko serie BDI

I climatizzatori Beko della serie BDI sono quattro, e si distinguono essenzialmente per potenza e quindi per superficie che riescono a raffreddare e a riscaldare. Le funzioni di cui sono dotati, invece, sono uguali per tutti i modelli e pertanto le tratteremo come se fosse uno solo climatizzatore.

Le quattro varianti sono elencate di seguito.

BDI090/BDI091

Tra i due non c’è praticamente alcuna differenza, e sono in grado di fornire 8000 BTU di potenza, adatti quindi a stanze non troppo grandi che non superino i 20-22 metri quadrati di estensione. Qui di seguio trovi le migliori offerte.

BDI120/BDI121

Anche questi due modelli sono praticamente uguali, e garantiscono una copertura di 11000 BTU, per cui riescono a coprire stanze grandi al massimo 30-35 metri quadrati.

BDI180/BDI181

Il terzo modello di cui vi parliamo è fuori dalla portata domestica, per energia assorbita (salterebbe troppo spesso la corrente, in un appartamento normale) e la potenza è di 16.000 BTU, per cui è adatta a stanze che arrivano a 50-60 metri quadrati di superficie da riscaldare o da raffreddare: qui sotto trovi le promozioni di oggi.

BDI240/BDI241

L’ultimo modello di climatizzatore appartenente alla serie BDI è assolutamente fuori dalla portata domestica; riesce a coprire 21.000 BTU ed è adatto a stanze che vanno da 90 a 100 metri quadrati, ma l’assorbimento di corrente elettrica è così alto che non può essere utilizzato in una casa con un contatore “normale” da 3 kW. E’ più rumoroso degli altri modelli.

Caratteristiche di questa serie di climatizzatori

Le caratteristiche di questa famiglia di climatizzatori non sono tantissime, ma sono comunque utili quando si cerca un sistema che raffreddi e che riscaldi.

Troviamo infatti le funzioni di freddo e di caldo, e per entrambe si può usare la funzione Jet, che permette di raggiungere più velocemente la temperatura desiderata.

E’ poi presente il sistema al plasma di purificazione, che abbiamo menzionato prima: con questo sistema, in pratica, il filtro (che blocca la reimmissione nell’ambiente della polvere) non è solamente una rete molto fitta (quindi un filtro meccanico). All’interno delle maglie c’è una carica elettrica che non si limita a non far passare il pulviscolo ma anzi lo attira a sé, trattenendolo: questo è utile per migliorare la qualità dell’aria, ed è una funzione molto importante per chi soffre di allergie di tipo respiratorio.

Abbiamo poi a disposizione il timer, che permette di accendere e spegnere il climatizzatore a certi orari, e la funzione sleep, che modula la temperatura in automatico per le 24 ore. Presente inoltre la funzione iFeel, che modifica la temperatura in base a quella che c’è nell’ambiente (quindi cerca sempre di mantenere una temperatura e un’umidità ottimale).

La classe energetica è nella media, perché in tutti e quattro i modelli abbiamo la classe A+ per il riscaldamento e la classe A++ in raffreddamento dell’aria (scopri come leggere l’etichetta energetica dei climatizzatori split).

Climatizzatori Beko serie BXEU

Questa famiglia di climatizzatori è molto simile alla precedente dal punto di vista delle funzioni, e le differenze sono solamente in termini di potenza e per la già citata mancanza della funzione di filtraggio al plasma.

Le due famiglie disponibili sono descritte di seguito.

BXEU090/BXEU091

La prima coppia di modelli ha una copertura di 7.000 BTU, quindi come abbiamo visto prima è adatta solamente a stanze piuttosto piccole. Sono modelli più silenziosi rispetto all’intera gamma BDI, per la mancanza del filtro al plasma che emette un minimo di rumorisità.

qui di seguito trovi le migliori offerte di oggi.

BXEU120/BXEU121

Aumenta la potenza, che rimane comunque abbastanza limitata: questi climatizzatori coprono una superficie di 9.500 BTU, per cui vanno bene per stanze di massimo 25-30 metri quadri. Il rumore emesso è uguale a quello del modello da 7.000 BTU, mentre il costo rimane comunque inferiore rispetto alla gamma BDI.

Caratteristiche di questa serie di climatizzatori

Tra le caratteristiche messe a disposizione da questi due modelli, vediamo che in questo caso abbiamo una versione depotenziata di quello che viene proposto dalla serie BDI.

Manca, come abbiamo visto, il filtro al plasma, mentre rimangono tutte le altre funzioni come la modalità Sleep, la modalità JET sia in riscaldamento che in raffreddamento, e poi è presente il Timer per la programmazione dell’attivazione o dello spegnimento del climatizzatore.

Anche in questo caso sono presenti aria calda e aria fredda.

La classe energetica è identica a quella della serie BDI, ovvero classe A++ in raffreddamento e classe A+ in riscaldamento (scopri come leggere l’etichetta energetica dei climatizzatori split).

Quale climatizzatore Beko scegliere?

Scegliere uno dei modelli proposti da Beko non è difficile, perché la scelta è molto variabile in potenza, più che in funzioni.

Prima di tutto bisogna prendere in considerazione le dimensioni della stanza che si va a climatizzare, quindi a quel punto la scelta rimarrà tra due modelli: uno della serie BDI e uno della serie BXEU, perché gli altri vengono esclusi automaticamente proprio dalla superficie supportata.

Tra questi modelli bisogna considerare che con la serie BDI abbiamo più rumore ma anche il filtro al plasma, che purifica l’aria, mentre con la serie BXEU abbiamo meno rumorosità ma viene meno il sistema di purificazione dell’aria.

Se siamo soggetti allergici è sicuramente da preferire la serie BDI, mentre se non lo siamo basta farsi un’idea di quello che cerchiamo: con funzioni molto simili tra loro, scegliere non è complesso.

Concludo con una serie di offerte, ordinate per prezzo crescente, di climatizzatori Beko da 9000 BTU.

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email per ricevere aggiornamenti, approfondimenti e novita' sull'argomento!

Un commento su “Climatizzatori Beko: recensione e migliori offerte”

  1. Salve,
    soltanto per informazione, ho acquistato un condizionatore BEKO 1200 inverter con prolungamento garanzia, ha funzionato soltanto 1 mese e 10 giorni. ho chiamo l’assistenza e mi ha preteso che chi ha istallato il condizionatore doveva avere oltre il patentino anche la P. IVA è veramente assurdo.

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata