Climatizzatori Hisense: guida all’acquisto

Di Valerio Guiggi

I climatizzatori fissi split sono tra i modelli più richiesti dai clienti, quando si possono installare senza problemi perché si può mettere un’unità esterna fuori dalla casa o comunque dall’edificio. In questa pagina valuteremo l’offerta Hisense, che produce quattro serie di climatizzatori fissi con unità interna e unità esterna.

Valuteremo le loro caratteristiche e cercheremo così di capire qual è il migliore per le vostre esigenze in base alle capacità di ognuno. Ognuna delle famiglie che vedremo comprende alcuni modelli, che differiscono però solamente per potenza e non per caratteristiche, che sono uguali per ogni serie.

Hisense Silentium

Hisense Silentium è la prima famiglia di climatizzatori di cui vi parliamo che trova il suo punto di forza nella silenziosità delle unità interne, e non solo.

Il rumore emesso è infatti di 16 dB, che è minore di quello del fruscio delle foglie degli alberi, per cui quasi non si sente e non disturba, nemmeno nella modalità di raffreddamento massima. Naturalmente, questo vale solo per l’unità interna e non per quella esterna, che invece fa rumore e potrebbe disturbare i vicini, per cui bisogna sempre considerare anche questo aspetto.

Il climatizzatore produce sia aria calda che aria fredda, e nonostante sia ottimo per tutte le stagioni è più improntato all’inverno che non all’estate. Entrambe le funzioni hanno la classe di efficienza energetica A+++, tranne che il riscaldamento nel modello più potente (ci sono due modelli di Silentium, uno da 9.000 e uno da 12.000 BTU), che ha la classe A+++ nel raffreddamento, A++ nel riscaldamento. La potenza assorbita è maggiore per il caldo che non per il freddo, ma non è troppo superiore a quella di raffreddamento perché si basa comunque sulla pompa di calore, e non su una resistenza elettrica. A tal proposito, funzione interessante è quella relativa ai climi rigidi, in cui il climatizzatore si accende automaticamente se la temperatura scende sotto gli otto gradi, così da evitare sempre il freddo più intenso.

Il climatizzatore è completamente controllabile con l’app Hisense per smartphone, in quanto si può collegare alla rete Wi-Fi di casa, per cui c’è una soluzione interessante anche per la domotica; è possibile anche utilizzare una funzione smart che attiva il condizionamento o il deumidificatore a seconda di qual è l’impostazione più urgente, che conosce grazie ai sensori integrati nell’unità interna.

Climatizzatori Hisense Apple Pie

Anche se non è chiaro che cosa c’entrino le torte di mele con questa famiglia di climatizzatori, siamo di fronte ad una macchina meno potente rispetto a quella che abbiamo appena visto, perché le funzioni, e anche l’efficienza, sono minori.

Composta anche in questo caso da una coppia di climatizzatori da 9.000 e 12.000 BTU, Hisense Apple Pie è anch’esso indicato più per l’inverno che per l’estate, per motivi leggermente diversi rispetto a Silentium. Infatti, anche in questo caso è prevista l’accensione sotto gli otto gradi, ma questa versione ha il vantaggio di poter lavorare anche a climi molto rigidi, fino a -15 gradi di temperatura all’esterno: è adatto quindi alle case in montagna, ed è un grosso vantaggio perché dovendo prendere da fuori il calore per riscaldare la stanza sono pochi i climatizzatori che riescono a lavorare a temperature così rigide.

Dal punto di vista dell’efficienza energetica, siamo in classe A++ per il condizionamento, A+ per il raffreddamento, quindi le prestazioni sono inferiori rispetto al modello che abbiamo visto prima, mentre il rumore emesso è più alto di circa un 10%, differenza che comunque si percepisce poco, anche se c’è.

Anche in questo caso abbiamo la possibilità di utilizzare la Wi-Fi per il controllo del condizionatore a distanza, tramite smartphone, mentre mancano alcune modalità avanzate, come la modalità Smart, che erano invece presenti nel modello Silentium. In generale, quindi, lo eguaglia per il freddo, forse è un po’ migliore per l’inverno (anche se non per efficienza energetica) e se si è disposti a fare qualche rinuncia in comodità si può risparmiare qualcosa rispetto all’acquisto di Silentium.


Condizionatori Hisense Mini Apple Pie

Anche se dal nome questo modello potrebbe sembrare inferiore rispetto a quello che abbiamo visto prima, in realtà siamo a livelli più alti perché il “Mini” è riferito solamente alle dimensioni inferiori. Di conseguenza, questo climatizzatore è più ricco di funzioni e ha un prezzo più elevato rispetto ad Apple Pie che ne rappresenta la versione di base.

In questa famiglia troviamo non due, ma quattro modelli diversi, differenti per potenza tra 9.000, 12.000, 18.000 e 24.000 BTU, per cui adatti a stanza di dimensioni molto diverse tra loro, con una scelta maggiore per quanto riguarda questi modelli. Se i precedenti erano, a nostro avviso, più improntati all’utilizzo invernale che non a quello estivo, qui siamo nella situazione opposta, per cui chi acquista un climatizzatore per utilizzarlo prevalentemente in estate troverà dei vantaggi interessanti.

Per il particolare design, le ventole sono messe in modo da far uscire l’aria in varie direzioni, così da rendere la disposizione dell’aria più omogenea (cosa utile quando si vogliono evitare gli sbalzi di temperatura, specialmente in estate); inoltre la ventola ha cinque velocità, e non tre, per cui il rumore e la velocità di raffreddamento sono maggiormente personalizzabili.

La classe energetica è A++ per il freddo, A+ per il caldo, in tutte e quattro le varianti, per cui non ci sono differenze da questo punto di vista; torna la funzione smart, che avevamo visto essere assente nel modello Apple Pie “normale”, e troviamo anche lo ionizzatore, che è utile per l’utilizzo nei soggetti allergici, perché riduce gli allergeni che volano nell’aria. Come gli altri modelli, è compatibile con il sistema domotico Hisense.




Hisense Comfort

Questa ultima serie, composta come la precedente da quattro modelli diversi (i tagli sono gli stessi di Mini Apple Pie), dal punto di vista delle funzioni è inferiore alle serie precedente. Il motivo è che, per quanto sia possibile utilizzarle queste macchine come monosplit (cioè con un’unità interna ed una esterna), è un climatizzatore predisposto per il multisplit (cioè più unità interne ed una sola esterna).

Per questo motivo, va preso in considerazione solo se abbiamo intenzione di mettere in casa più di un’unità, mentre se vogliamo metterne solo una a nostro avviso sono da preferire le famiglie che abbiamo visto prima.

In ogni caso, troviamo tra le funzioni una modalità silenziosa, che abbiamo visto anche in Silentium, la funzione smart che abbiamo visto sia in Silentium che in Apple Pie Mini e il controllo del climatizzatore tramite Wi-Fi. La classe energetica, per tutti e quattro i modelli, è A++ per quanto riguarda la potenza in raffreddamento, A+ per quanto riguarda quella di riscaldamento. Le altre funzioni non sono presenti in questa serie Hisense, anche se la scelta è obbligata nel caso in cui volessimo acquistare un climatizzatore interno a cui poi abbiamo intenzione di aggiungere delle altre unità, in futuro.



Quale climatizzatore Hisense Scegliere?

La scelta che Hisense ci propone è veramente vasta, perché i suoi climatizzatori sono utili in ogni situazione, sia per le caratteristiche, molto varie, che per la differenza di potenza messa a disposizione.

Tutti i climatizzatori fanno sia caldo che freddo, ma per funzioni a nostro avviso è da preferire la serie Apple Pie Mini se l’utilizzo è prettamente estivo, Apple Pie e Silentium se l’utilizzo è prevalentemente invernale. Per quanto riguarda la dimensione della stanza da raffreddare, invece, i modelli da 9.000 BTU vanno bene per stanze fino a 30 metri quadri, quelli da 12.000 arrivano a 50 metri quadri, mentre le unità da 18.000 e 24.000 BTU sono fuori dalla portata domestica, in linea generale, e sono adatti ad ambienti troppo grandi per la capacità dell’impianto elettrico di una situazione.

Se siete interessati a questi modelli e vorreste maggiori informazioni potete trovarne sul sito ufficiale Hisense, mentre se volete valutare anche l’offerta proposta da altre marche di produzione di climatizzatori fissi Monosplit potete consultare la pagina relativa. Ricordiamo infine che, se siete interessati, Hisense produce anche un climatizzatore portatile, che evita di dover fare un impianto apposito per il riscaldamento o il raffreddamento della casa, specie se si ha intenzione di utilizzarlo solamente nei mesi estivi.

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email per ricevere aggiornamenti, approfondimenti e novita' sull'argomento!

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata