Climatizzatori portatili Argo

Di Valerio Guiggi
climatizzatori argo

In questo articolo parliamo dei climatizzatori portatili Argo, una delle marche che sta ottenendo maggior successo in questi anni grazie proprio ai suoi condizionatori portatili.

I modelli prodotti da Argo sono 3, tutti caratterizzati da un ottimo design e tutti dalle funzioni interessanti, che ne fanno effettivamente alcuni tra i condizionatori portatili migliori sul mercato, anche in relazione con i (peraltro più costosi) Pinguino.

Vediamo quali sono i modelli messi in commercio da Argo e cerchiamo di capire qual è il migliore.

  • Argo Extreme
  • Argo Dados
  • Argo Ultra
  • Quale climatizzatore Argo scegliere?

Argo Extreme

Se potessimo fare una classifica dei climatizzatori portatili, questo sicuramente vincerebbe il premio di “climatizzatore più strano”, in assoluto. Infatti questo modello offre una serie di funzioni accessorie così strane e, potremmo dire, assurde, da non sembrare nemmeno un climatizzatore portatile, e invece fa il suo lavoro davvero bene.

Come climatizzatore portatile, Extreme si caratterizza per una forma molto compatta, e un bel design squadrato. Ha le classiche tre modalità dei climatizzatori portatili che sono raffreddamento, deumidificazione e ventilazione; il tubo è necessario solamente per il raffreddamento, ed eventualmente per la deumidificazione se ci da fastidio svuotare a mano il serbatoio interno (possiamo sceglierlo noi), perché l’acqua può essere vaporizzata attraverso il tubo. Una funzione che, soprattutto, è comoda.

Argo Extreme ha classe energetica A+++, una cosa molto difficile da trovare nei climatizzatori portatili, motivo per cui superato il costo iniziale permette di risparmiare davvero tanto durante l’utilizzo; dal punto di vista del risparmio energetico è uno dei migliori climatizzatori portatili (non solo prodotti da Argo, ma in generale).

Tra le funzioni strane di cui parlavamo prima abbiamo dei led esterni che si illuminano di colori diversi e conferiscono un’atmosfera “particolare” alla stanza (non fosse per il rumore, che nei climatizzatori portatili disturba un po’ l’atmosfera); inoltre è possibile utilizzare le sue casse bluetooth per usarlo come altoparlante per l’ascolto della musica che abbiamo su smartphone, così da rendere meno fastidioso il rumore. Una funzione a tutti gli effetti inutile, ma anche inaspettata e carina, se comunque del climatizzatore portatile (per motivi impiantistici, per esempio) non si può fare a meno.

La portata non è altissima, ma i 9.000 BTU di potenza bastano per raffreddare una stanza di dimensioni medie.

Argo Dados

Altro climatizzatore portatile interessante per il suo design è Argo Dados, che è diverso da Extreme e non ha le funzioni aggiuntive che abbiamo visto prima; nonostante questo c’è una scelta maggiore nei modelli e nelle potenze, e in alcune varianti c’è la possibilità di produrre anche calore, oltre che aria fresca, come succede per i climatizzatori fissi.

Per quanto riguarda i modelli, abbiamo a disposizione Argo Dados 9, 9 PLUS, 13 e XL. I primi due hanno potenza di 9.000 BTU, mentre gli altri sono più grandi e hanno capacità fino a 13.000 BTU, per cui riescono a coprire metraggi che arrivano anche a 40-45 metri quadrati, non poco. Il modello PLUS e il modello XL sono anche in grado di produrre aria calda, invertendo il circuito del refrigerante, oltre all’aria fredda, per cui sono utili anche durante l’inverno.

Il design del climatizzatore è particolare perché la sua forma è a cubo, invece che essere allungata come di solito accade con i climatizzatori portatili; questo perché il dispositivo è stato pensato per essere quasi un oggetto di arredamento, per cui per essere tenuto in un certo punto della casa sempre; quando lo si usa si collega il tubo e quando non serve si rimuove, ma il climatizzatore in sé rimane lì e non viene spostato.

Questo è utile perché molte persone non vogliono spostare il climatizzatore portatile, e Argo effettivamente offre una soluzione; si può tenere sempre in casa, vicino ad una finestra, ed utilizzarlo come se fosse un piccolo mobile, per appoggiare qualcosa sopra.

Dal punto di vista della classe energetica, Dados è il classe A+++ nel modello 9, A++ negli altri tre modelli; questo significa che comunque, per risparmio energetico, non si differenzia molto da Extreme.

Argo Ultra

Questo modello di climatizzatore portatile è il più “normale” tra quelli messi a disposizione da Argo, perché la forma è simile a quella di Dados, ma più allungata. In realtà anche qui si presta attenzione al design, perché il modello ha linee molto rigide, superfici riflettenti bianca o argentata e lascia poco spazio ai componenti, che non sono a vista. Non ha display e si controlla solamente con il telecomando, perché anche in questo caso è stato pensato per essere tenuto in casa come oggetto d’arredamento anche quando non si utilizza, come in inverno.

Dal punto di vista delle funzioni, abbiamo quelle classiche quindi refrigerazione, deumidificazione e ventilatore; non produce aria calda, e la deumidificazione viene fatta con il tubo per l’aria, per cui non c’è da svuotare il serbatoio ma il tubo va lasciato attaccato anche nella sola modalità di deumidificazione.

La potenza dell’unico modello disponibile è di 9.000 BTU, quindi è adatto a stanze non particolarmente grandi, e la classe energetica è A, per cui è inferiore rispetto agli altri due modelli proposti da Argo per risparmio energetico.

Quale climatizzatore portatile Argo scegliere?

Dal punto di vista economico, i modelli hanno il costo nell’ordine in cui li abbiamo trattati, con Extreme che è più costoso e Ultra che è il modello più economico. All’aumentare del costo aumentano anche le funzioni, per cui se cerchiamo un climatizzatore “normale” possiamo optare per Ultra, mentre se cerchiamo funzioni aggiuntive bisogna necessariamente pensare a uno degli altri due prodotti.

Dados, in particolare, è obbligato se abbiamo necessità di riscaldare l’ambiente oltre che di raffreddarlo, mentre per quanto riguarda Extreme l’acquisto è consigliato solamente se si cerca un prodotto veramente particolare: la migliore alternativa, per design, risparmio energetico e funzioni (oltre che di scelta della potenza) è a nostro avviso Dados, al momento, di cui consigliamo l’acquisto rispetto agli altri prodotti Argo.

Ulteriori informazioni si possono trovare sul sito ufficiale, mentre in questa sezione trovate la descrizione dei climatizzatori portatili delle altre marche.

Concludo questa panoramica sui climatizzatori portatili Argo lasciandoti nel box qui sotto diversi articoli di approfondimento sugli impianti di produzione ad energia solare, ed invitandoti ad inserire i tuoi commenti.

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata