Climatizzatori portatili Pinguino De Longhi

Di Valerio Guiggi
pinguino delonghi

Una delle marche di climatizzatori portatili più famose nel nostro paese è il Pinguino DeLonghi. Lo conoscono praticamente tutti, e come tutti sanno è una gamma di climatizzatori portatili, dispositivi che raffreddano l’aria (come si intuisce dal nome) senza però aver bisogno di installazione.

In questa pagina cercheremo di capire quali sono i condizionatori Pinguino, quali le famiglie e come si utilizzano in casa: per chi ha necessità di un climatizzatore portatile e vuole valutare l’offerta Pinguino, questo articolo vi aiuterà a scegliere il migliore per le vostre esigenze.

Le famiglie Pinguino

confronto condizionatori portatili pinguino de longh
Pinguino offre la possibilità di acquistare più di 10 modelli diversi nella sua offerta, e le differenze sono sia in base alle caratteristiche che hanno, sia in base alla loro portata, ovvero a quanto riescono a coprire in termini di superficie.

Prima di iniziare, facciamo presente che in un altro articolo abbiamo parlato del funzionamento di un condizionatore portatile, e quali sono le differenze dal fisso; per maggiori informazioni potete consultare le differenze tra climatizzatore fisso e portatile; specifichiamo inoltre che i modelli Pinguino non sono condizionatori portatili senza tubo, per cui anche se non si vede dalle immagini il tubo è sempre presente dietro al dispositivo perché indispensabile per il suo funzionamento.

DeLonghi ci mette a disposizione le seguenti categorie di climatizzatori Pinguino; da notare che alcuni climatizzatori, come vedremo meglio dopo, possono far parte anche di più categorie.

  • Pinguino Silent: è una tecnologia che permette la riduzione del rumore emesso dal condizionatore portatile. Di solito sono infatti piuttosto rumorosi, e se non vengono silenziati con questa tecnologia il rumore emesso è comunque inferiore rispetto a quello degli altri modelli.
  • Real Feel: è una tecnologia che analizza costantemente la temperatura e l’umidità dell’aria. Visto che a volte sentiamo caldo non per l’alta temperatura ma per l’alta umidità che c’è nell’aria, Real Feel permette di analizzare queste due componenti e attivarsi di conseguenza nel modo migliore per riportare il miglior benessere possibile, inteso come combinazione delle due componenti.
  • Superfreddo: alcuni climatizzatori Pinguino usano l’acqua, anziché l’aria, come sistema di raffreddamento della pompa di calore. Questo sistema, che si chiama aria-acqua, permette di ottenere temperature più basse rispetto a normali sistemi aria-aria, anche se l’acqua deve essere cambiata spesso; se non la cambiamo, il climatizzatore non produce più il superfreddo ma diventa un normale condizionatore portatile aria-aria.

Le caratteristiche specifiche dei modelli sono queste, unite alla superficie che sono in grado di coprire che può essere piccola (fino a 85 mq di superficie, che di fatto sono meno), o grande (fino a 110, almeno sulla carta). Se abbiamo bisogno di raffreddare una stanza o una casa più grande, e se abbiamo bisogno di un sistema più efficiente e meno ingombrante, comunque conviene passare ad un climatizzatore fisso; in caso contrario, di seguito vi proponiamo i modelli più interessanti presenti nella gamma Pinguino.

I modelli Pinguino

Ecco quindi i modelli più interessanti proposti da Pinguino, con le tecnologie a cui abbiamo accennato.

Pinguino PAC AN97

Il primo modello di cui vi parliamo è Pinguino PAC AN97 Real Feel, che sfrutta la tecnologia di cui abbiamo parlato prima, per combinare le informazioni ambientali relative a temperatura ed umidità.

Si tratta di un climatizzatore portatile comodo da utilizzare, senza possibilità di creare il superfreddo (quindi è un modello aria-aria), che copre un metraggio piuttosto grande in casa per cui ha una buona potenza, e facile da controllare grazie alla presenza del display led.

Pinguino Pac N87 Silent

Questo modello Pinguino, che è uno dei prodotti medi (non troppo economici ma nemmeno troppo costosi) non comprende la tecnologia Real Feel e nemmeno il “superfreddo”, ma ha comunque la tecnologia di riduzione del rumore, che consente di ridurre il rumore nella stanza mentre sta lavorando.

Questo, per chi lo usa nel corso del lavoro, è una cosa sicuramente buona perché la riduzione del rumore è sensibile; non si può utilizzare durante la notte, perché comunque il rumore rimane, ma non disturba particolarmente mentre lo usiamo durante il giorno e stiamo svegli: nel complesso, un buon climatizzatore per rapporto qualità/prezzo.

Pinguino PAC AN112 Silent

Questo è in assoluto uno dei modelli Pinguino migliori tra quelli proposti dall’azienda. Combina infatti le due tecnologie che abbiamo visto nei due condizionatori precedenti, ovvero Real Feel e Silent, per cui offre il massimo comfort, la presenza della tecnologia che riduce il rumore oltre all’efficienza energetica, perché è stato inserito in classe A+ e questo indica anche un risparmio sulla bolletta dell’energia elettrica.

E’ un climatizzatore portatile aria-aria, per cui non è presente il “superfreddo”, ma il costo iniziale più alto rispetto agli altri modelli si ripaga sicuramente con l”efficienza e con la comodità che porta: nel complesso, uno dei migliori climatizzatori portatili pinguino.

Pinguino PAC WE112ECO

Questo condizionatore Pinguino, a differenza dei precedenti, non integra le tecnologie Real Feel e Silent, ma ha il vantaggio del Superfreddo, in quanto mette a disposizione il sistema aria-acqua e non solo il sistema aria-aria.

E’ adatto quindi alle persone che vogliono avere un rapido abbassamento della temperatura (magari in un ufficio in cui si arriva e non vogliamo aspettare troppo tempo per il raffreddamento della stanza), e il serbatoio interno dell’acqua, grande dieci litri, garantisce una temperatura molto bassa e anche consumi energetici ridotti grazie alla classe A+, come per il modello che abbiamo visto prima: un ottimo condizionatore per chi cerca una temperatura particolarmente bassa.

Pinguino PAC WE128ECO Silent

Quest’ultimo modello Pinguino è uno dei più potenti in assoluto, sia dal punto di vista del metraggio che copre, sia dal punto di vista della differenza di temperatura con l’esterno che riesce a creare.

Integra infatti la tecnologia Silent con lo scambio aria-acqua, che permette di avere una temperatura molto bassa in relativamente poco tempo, e di mantenerla per sei ore con 10 litri d’acqua fredda. Si tratta di un modello molto interessante, per chi cerca temperature particolarmente basse e allo stesso tempo non sopporta il rumore emesso dall’apparecchio, per cui è un modello top-gamma; meglio di questo ci sono solamente gli apparecchi fissi.

Gli altri modelli Pinguino

Questi non sono, però, tutti i modelli che Pinguino mette in commercio, ma i più interessanti per le varie funzionalità: la gamma completa si può comunque vedere sul sito ufficiale Pinguino, dove possiamo comparare i vari modelli.

Inoltre vogliamo far notare che Pinguino, sebbene sia la marca più famosa, non è l’unica che produce condizionatori portatili: ce ne sono diverse, alcune delle quali anche migliori da certi punti di vista, che abbiamo recensito e potete trovare nella sezione dedicata ai climatizzatori portatili.

Concludo questa panoramica sui climatizzatori portatili DeLonghi lasciandoti nel box qui sotto diversi articoli di approfondimento sugli impianti di produzione ad energia solare, ed invitandoti ad inserire i tuoi commenti.

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata