Climatizzatori split Argo

Di Valerio Guiggi
climatizzatori argo

Una delle aziende produttrici di climatizzatori, sia fissi che mobili, meno conosciuta al grande pubblico ma dai prodotti caratterizzati da un ottimo rapporto qualità/prezzo è Argo, azienda produttrice di impianti per la climatizzazione che sta avendo sempre più successo nel nostro paese.

Argo produce sia climatizzatori fissi che climatizzatori portatili, ed è sui primi che ci concentriamo oggi: in particolare, i modelli messi a disposizione non sono molti perché sono solamente due, Argo Sthyle e Argo Juno, con caratteristiche differenti. Di seguito vedremo quindi che cosa offrono questi modelli, e perché preferirli anche alla concorrenza di produttori più conosciuti.

  • Argo Sthyle
  • Argo Juno
  • Quale climatizzatore Argo scegliere?

Argo Sthyle

Il primo climatizzatore messo a disposizione da Argo è un prodotto non dotato di particolari funzioni avanzate, ma che vale la pena di essere preso in considerazione soprattutto a causa del suo costo, davvero contenuto.

Si tratta di un climatizzatore a parete di dimensioni standard, che permette di raffreddare o riscaldare l’ambiente a seconda delle necessità; dal punto di vista delle caratteristiche, il riscaldamento è migliore rispetto al raffreddamento. O, quantomeno, è stato costruito per dare entrambi i servizi, ma è ottimizzato per le zone fredde in inverno più che calde in estate. Va bene, quindi, per ambienti montani o comunque dagli inverni molto rigidi.

Le funzioni che ha sono le tre classiche di condizionamento, refrigerazione e riscaldamento, e tutte funzionano tramite pompa di calore. La classe energetica non è alta in nessuna delle modalità, perché sia per il raffreddamento che per il riscaldamento siamo in classe A, e sicuramente si trova di meglio riguardo ai climatizzatori fissi.

Le funzioni, invece, sono utili: abbiamo ad esempio la modalità sleep, che permette di modulare in automatico la temperatura quando si dorme, e poi un sistema che favorisce il silenzio per evitare l’eccessivo disturbo durante l’utilizzo.

Abbiamo poi delle impostazioni specifiche per il riscaldamento: tra queste, lo sbrinamento dell’unità esterna, che in pratica scioglie il ghiaccio evitando malfunzionamenti quando le temperature sono rigide, e il blocco del funzionamento fin quando l’aria non è riscaldata: si va ad evitare in questo modo il fastidioso fenomeno dell’emissione di aria fredda prima di quella calda, presente in altri condizionatori.

La potenza che viene coperta è solamente di 12.000 BTU, quindi una copertura media, adatta a stanze fino a 40 metri quadri di dimensioni: va bene, quindi, per un’abitazione normale anche se nel caso non c’è possibilità di scegliere una potenza differente per stanze più piccole o più grandi rispetto a quelle coperte.

Argo Juno

L’altro modello proposto da Argo, Argo Juno, ha alcune caratteristiche superiori rispetto al modello Sthyle.

Alcune delle caratteristiche, come la modalità sleep e l’ottimizzazione per il silenzio, sono comunque presenti nel climatizzatore, motivo per cui da questo punto di vista di base i due modelli sono molto simili.

Vanno ad aggiungersi la modalità turbo, che serve a raffreddare la stanza più velocemente rispetto al normale, e anche la modalità soft, che è esattamente il contrario: raffredda la stanza lentamente, e in questo modo assorbe meno potenza elettrica così da evitare che possa scattare il salvavita a causa del superamento della potenza.

Oltre a questo, sono presenti le due modalità specifiche per il riscaldamento, che sbrinano l’unità esterna ed impediscono l’entrata di aria fredda all’interno della stanza prima di quella calda.

La classe energetica è A+ sia in raffreddamento che in riscaldamento, per un modello superiore rispetto a Sthyle anche da questo punto di vista.

Le potenze disponibili in questo caso sono due, ovvero 12.000 e 9.000 BTU, per stanze di dimensione media e stanze di dimensione piccole. Le caratteristiche di entrambi i modelli sono le stesse, cambia solamente la potenza e quindi la capacità di raffreddamento che hanno.

Quale climatizzatore Argo scegliere?

Se vogliamo scegliere un climatizzatore di questa marca, lo facciamo sicuramente per il loro prezzo molto economico, non per le loro funzionalità. Infatti la concorrenza offre modelli più ricchi di funzioni, è vero, ma allo stesso tempo anche più costosi, con prezzi che potrebbero essere al di fuori della portata di tutti.

Tra i due Argo, sicuramente Juno è migliore rispetto a Sthyle, perché offre modalità in più. Sthyle è da preferire in particolare quando si cerca un climatizzatore con l’obiettivo primario di riscaldare, più che di raffreddare, perché sebbene siano disponibili entrambe la modalità il climatizzatore è ottimizzato per essere usato più in inverno che in estate.

Per quanto riguarda invece Juno, è più una macchina “quattro stagioni”, ed è anche più personalizzabile perché sono disponibili due potenze, e non una sola: per completezza, quindi, Juno è da preferire rispetto all’altro modello, mentre nessuno dei due va bene per la climatizzazione di ambienti più grandi, per cui servono unità ben più potenti rispetto a quelle fisse proposte da Argo.

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata