Come produrre energia dalle alghe: nuova scoperta dal Canada

Di Antonino Vento
detrazioni fiscali efficienza energetica

Un team di ricercatori della Concordia University di Montreal (Canada) afferma di aver predisposto una nuova tecnologia già applicabile per poter produrre dell’energia elettrica pulita dalle alghe, grazie a microcelle che possono sfruttare il processo di fotosintesi e la respirazione vegetale per poter produrre energia pulita per l’ambiente.

I microdispositivi messi a punto dai ricercatori canadesi possono così sfruttare con efficacia i processi che le alghe realizzano per poter generare il passaggio di elettroni, catturando gli stessi al fine di generare energia green.

Come cambiare tariffa luce e gas senza brutte sorprese?

Sulla base dei primi esperimenti condotti, e ora formalizzati in un dossier reso disponibile agli interessati, sarebbe emerso che la cella fotosintetica è in grado di produrre un voltaggio di 993mV e conseguire una densità energetica di 36.23W per centimetro quadrato. Gli stessi scienziati sono ora al lavoro per cercare di incrementare ulteriormente le prestazioni della cella energetica, nel tentativo di diminuire gli spazi tra gli elettrodi nella membrana, e migliorare dunque la struttura del dispositivo.

Sempre secondo le intuizioni del team di ricercatori canadesi, la microcella fotosintetica potrebbe essere impiegata con particolare successo nell’applicazione su dispositivi biomedici e militari senza fili. Il “problema” è legato tuttavia alla produzione di anodi e catodi di dimensioni ridotte e, soprattutto, a costi che rendano tale tecnologia realmente competitiva per un’applicazione commerciale.

Ad ogni modo, i risultati della ricerca – pubblicati sulla rivista specializzata Technology – hanno acquisito grande risalto interazionale, rendendo questa innovazione tecnologica una delle più apprezzate delle ultime settimane.

Non rimane ora che attendere ulteriori progressi, nella ferma considerazione che fin d’oggi l’energia solare non può che rappresentare una buona e valida alternativa all’energia prodotta dai combustibili fossili. Il Sole invia sulla Terra una quantità di energia tale da poter essere utilizzata per poter coprire l’intera gamma di esigenze private e industriali. Dunque, riuscire a sfruttare in maniera efficace ed efficienze questa incredibile potenzialità, permetterebbe all’uomo di ridurre l’impatto ambientale nella produzione energetica in maniera significativa e, soprattutto, decisiva per cercare di limitare l’impatto dei cambiamenti climatici attualmente in atto, e che finalmente sembrano essere diventati realmente una delle principali preoccupazioni dei governi.

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email, per ricevere gratis aggiornamenti e l'esclusiva guida "Come cambiare fornitore luce e gas senza avere sorprese?"! (condizioni del servizio)

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata