Risparmiare acqua: alcune regole d’oro

Di Antonino Vento

L’acqua, fautrice di vita, è il bene più prezioso che abbiamo sulla Terra: grazie ad essa mangiamo, respiriamo, esistiamo. Mediamente, il consumo d’acqua pro capite di ognuno di noi è pari a 250 litri al giorno, risparmiare acqua, ovviamente, non è facile come farlo con l’elettricità, ma qui di seguito riportiamo una serie di utili consigli per ridurre sensibilmente l’impatto idrico nelle nostre case.

Come risparmiare acqua nei lavaggi di lavastoviglie e lavatrici

In tutte le case vi sono lavatrici e lavastoviglie, invenzioni che hanno reso più semplice la nostra vita e più elevato il consumo d’acqua. Per risparmiare su quest’ultima, verificate sempre che la modalità “eco” (non default al momento dell’acquisto) sia impostata; cercate, inoltre, di utilizzare questi elettrodomestici solo quando sono a carico massimo,e disattivate, se presente, la modalità asciugatrice.

Come risparmiare acqua tenendo d’occhio le perdite dell’impianto idrico

A causa della scarsa manutenzione ai rubinetti di casa, si perdono in media 30 litri d’acqua al giorno. È buona norma, dunque, far controllare l’impianto idrico, o leggere il contatore dell’acqua prima di andare a dormire e appena svegli la mattina. Per verificare eventuali perdite del WC, invece, potete versare una boccetta di colorante alimentare nella cassetta. La colorazione delle pareti del water segnalerà un’eventuale perdita.

Assicuratevi di non avere incrostazioni calcaree non solo nelle parti visibili dei rubinetti, ma anche all’interno delle tubature: banalmente, infatti, il calcare crea una barriera fisica al passaggio dell’acqua, la quale potrebbe finire per danneggiare i tubi e causare così delle perdite.

Come risparmiare acqua cambiando abitudini in bagno

Senza accorgervene, quando lasciate scorrere l’acqua consumate circa 30 litri d’acqua. Imparate quindi a chiudere il rubinetto tra un risciacquo e l’altro nel lavare denti e mani. Quando vi radete, riempite il lavandino con 3-4 dita d’acqua e usate quelle per pulire il rasoio. Se non lo fate già, passate alle docce, ma cercate di renderle il più brevi possibile. Inoltre, aspettando che l’acqua della doccia diventi calda, raccogliete quella fredda: potrete riutilizzarla in seguito (per lavare i pavimenti o annaffiare le piante).

Come risparmiare acqua cambiando abitudini in cucina

È semplice, del resto: chiudete l’acqua mentre insaponate i piatti e riapritela quando dovete sciacquarli. Anziché lavare la frutta sotto l’acqua corrente, riempite una bacinella con acqua e bicarbonato, e usate quella.

Come risparmiare acqua cambiando abitudini in giardino

Annaffiare troppo spesso le piante da giardino o in vaso è la causa più comune di dispendio d’acqua (circa 50 litri al mese). Per ridurlo, annaffiate le piante al mattino presto o alla sera: eviterete così che il calore faccia evaporare l’acqua. Potete anche raccogliere l’acqua piovana in appositi collettori (un barile o un secchio collegato alle grondaie) e utilizzare quella per le piante.

Come risparmiare acqua lavando l’auto

Lavare la macchina, la moto o il camper solo quando strettamente necessario e all’autolavaggio: costerà un po’ di più rispetto il lavaggio in giardino, ma eviterà il consumo d’acqua.
Altrimenti, riempite un buon numero di secchi d’acqua e utilizzateli al posto del tubo per sciacquare l’auto, sarà meno comodo è più faticoso, ma più ecosostenibile.

In conclusione ….

Questi alcuni consigli per risparmiare acqua, tu già usi qualcuno di questi metodi?
Se hai altri consigli su come risparmiare acqua postali: saranno utili a chi come te (e me) vuole risparmiare questo bene prezioso!

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email, per ricevere gratis aggiornamenti e l'esclusiva guida "Come cambiare fornitore luce e gas senza avere sorprese?"! (condizioni del servizio)

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata