Come scegliere un climatizzatore efficiente?

Di Antonino Vento
Climatizzatore inverter

Vuoi acquistare un climatizzatore efficiente e parsimonioso?
Certo, sceglierlo non è così facile come sembra: per semplificarti la vita eccoti una guida che ti spieghi tutto quello che c’è da sapere per l’acquisto dei climatizzatori.

Condizionatore o climatizzatore?

Sebbene nel linguaggio comune questi due termini vengono spesso usati come sinonimi, in realtà non lo sono: se il condizionatore serve solo a raffreddare l’aria, il climatizzatore provvede anche a deumidificare, filtrare e scaldare l’aria.



Scopri le migliori offerte di Amazon.it >>

L’evoluzione tecnologica ha fatto sì che sul mercato oggi ci siano principalmente solo i climatizzatori, ma l’intercambiabilità fra i due termini rimane spesso in uso fra le persone.

Climatizzatore inverter o tradizionale?

Consumi e livello di comfort sono le differenze sostanziali su cui, principalmente, si confrontano questi due tipi di climatizzatore.

A fare la differenza tra le due tecnologie è l’inverter, un dispositivo elettronico che monitora costantemente le condizioni ambientali e adegua automaticamente il regime di rotazione del compressore in modo che la potenza del climatizzatore sia proporzionale alle effettive esigenze di raffreddamento o riscaldamento.

In questo modo, cioè con graduali e piccoli aggiustamenti nelle condizioni climatiche, l’ambiente mantiene costantemente le caratteristiche di comfort desiderate e, allo stesso tempo, non sono richiesti eccessivi sforzi energetici al macchinario per portare a “regime” l’ambiente.

Evidentemente, il climatizzatore inverter è da considerarsi migliore del tradizionale climatizzatore on-off.

BTU, cioè?

La sigla BTU è un acronimo che sta per British Termal Unit, l’unità di misura dell’energia utilizzata nel Regno Unito e negli Stati Uniti, che corrisponde a 252 cal e a 1,055056 kJ.

In maniera molto semplice, i BTU rappresentano la capacità di raffreddare (o scaldare) un ambiente da parte di un climatizzatore: un apparecchio che ha più BTU scalda aree più vaste di uno che ne ha di meno.

Quanti BTU servono per raffrescare o riscaldare una stanza?

Se in teoria le cose sono abbastanza semplici, in pratica non è così facile sapere quale sia il numero ideale di BTU che rispondono alle nostre esigenze, visto che – oltre alla metratura – bisognerà analizzare le esposizioni delle pareti e delle finestre, la presenza di isolanti, etc… pertanto, per evitare di fare un acquisto non idoneo, conviene sempre rivolgersi a un professionista.

Climatizzatore monosplit o multisplit?

Con il termine climatizzatore monosplit s’intende un climatizzatore in cui a una unità esterna del macchinario corrisponde una sola unità interna, viceversa con il multisplit a una unità esterna corrispondono più unità interne.


Scopri le migliori offerte di Amazon.it >>

Evidentemente, chi deve installare un solo climatizzatore non ha dubbi da porsi, dovendo scegliere per forza per il monosplit.

Diversamente, per chi deve refrigerare più locali interni, il problema si pone e ci sono due aspetti principali da tenere in considerazione:

  • l’estetica: con un multisplitt, la macchina esterna è più grande ma si può ubicare in una zona nascosta evitando così di installare più macchine a vista;
  • il costo: un impianto con climatizzatori monosplit comportà un impiego minore di tubazioni in rame e spesso anche di manodopera (legata principalmente alla realizzazione delle dorsali in rame).

In virtù di ciò, la convenienza di questa soluzione va valutata caso per caso.

Filtri e accessori: oltre alla “macchina” c’è di più

Il climatizzatore è un macchinario e, come tale, oltre al costo d’acquisto richiede continui investimenti per un funzionamento ottimale. Infatti, per far sì che il clima non si danneggi e, soprattutto, per avere sempre pulita l’aria che respiriamo occorre periodicamente pulire i filtri (in genere prima dell’estate, stagione in cui il climatizzatore viene usato con maggiore intensità) oppure, se necessario, sostituirli.

Può essere, a tal proposito, utile coprire e riparare il macchinario con delle cappottine da esterno durante i mesi invernali, di modo che il macchinario si usuri di meno; fra gli altri accessori, il telecomando è sicuramente un must have per gestire al meglio e con la massima comodità la temperatura ideale dell’ambiente.

Funzioni per vivere meglio

Un po’ come un automobile, anche il climatizzatore può avere – a seconda del budget che abbiamo a disposizione – una gamma più o meno ampia di funzioni per migliorare le prestazioni di chi lo usa.

Fra queste, ci sono il timer per impostare l’accensione e lo spegnimento del clima a orari prestabiliti (ad esempio, per trovare la casa fresca quando si rientra dal lavoro), il termostato per la rilevazione della temperatura e per impostarne una costante da mantenere; la funzione auto, invece, rileva tutti i parametri ambientali e modifica il funzionamento del climatizzatore per mantenere o raggiungere i livelli ambientali impostati.

Nei climatizzatori top gamma, inoltre, possiamo trovare la simulazione dell’aria frizzante di montagna (ottenuta con ioni negativi) o la funzione di orientamento del flusso d’aria.

Climatizzatori come complemento d’arredo

Infine, può essere interessante sapere che le più moderne tendenze del settore prevedono che i climatizzatori non siano solo degli “scatoloni”, funzionali ma decisamente anti estetici. In questo senso, possono essere delle opere d’arte o raffinate forme geometriche come. Scegliendo un climatizzatore con un design di questo tipo i costi salgono a parità di prestazioni.

Quanto costa un climatizzatore?

In funzione di quanto detto fin ora, il costo di un climatizzatore dipende dalla potenza in BTU, dalla tecnologia (inverter o on-off), dai filtri in dotazioni e dal design.



Scopri le migliori offerte di Amazon.it >>

Nelle tabelle qui sotto, a titolo di esempio, ti riporto il prezzo di un 9000 BTU e 12.000 BTU di diverse marche.



Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email, per ricevere gratis aggiornamenti e l'esclusiva guida "Come cambiare fornitore luce e gas senza avere sorprese?"! (condizioni del servizio)

Un commento su “Come scegliere un climatizzatore efficiente?”

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata