Controllare il traffico dati con le APP

Di Valerio Guiggi
Ottimizzare il consumo dati mobile

Quando utilizziamo internet in mobilità, le possibilità per navigare non sono mai illimitate, ma gli operatori ci impongono un numero massimo di GB utilizzabili nel corso del mese . Per cui, per evitare di terminarli, dobbiamo fare attenzione a risparmiare traffico dati nell’utilizzo giornaliero dello smartphone.

In questo articolo andiamo a proporvi una serie di app per controllare il traffico dati evitando di rimanere senza più MB da poter utilizzare prima che arrivi la fine del mese o del periodo di promozione.

Le applicazioni che vi proponiamo non sono, di solito, app pensate solo ottimizzare i consumi di internet mobile, ma app che integrano questa interessante funzione che può essere sfruttata.

Le app degli operatori telefonici

Ogni operatore telefonico ha un’app, proposta dall’operatore stesso al momento della stipulazione del contratto, che consente di visualizzare i minuti, gli SMS e i GB rimasti nel periodo di attivazione dell’offerta; possiamo così controllarne l’utilizzo, e se vogliamo possiamo impostare un “allarme” quando stiamo per terminare il traffico a disposizione.

Google Chrome ed Opera

Questi due browser per iOS ed Android consentono di risparmiare traffico dati durante la navigazione tramite un sistema di compressione delle immagini, come vi abbiamo spiegato in questo articolo “Risparmiare traffico dati dal cellulare con Opera e Chrome

Onavo

Onavo, poi, è un’app disponibile sugli store che permette di comprimere tutto il traffico che passa dallo smartphone, consumando nel totale meno dati e visualizzando immagini ad una qualità inferiore.

Attenzione: poiché tutti i dati passano da Onavo per la compressione, le informazioni sul consumo dei dati daranno questa app come “mangia GB” e le altre come “angioletti”: non è così, Onavo di per sé non consuma nulla!

Mappe offline

Here Maps o i navigatori offline come TomTom sono navigatori che, rispetto a Google Maps o le Mappe di Apple, non consumano dati perché le mappe possono essere scaricate in locale quando siamo in casa. Utilizzando queste applicazioni non consumeremo così traffico dati consultando le mappe.

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email per ricevere aggiornamenti, approfondimenti e novità sull'argomento!

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata