Cosa sono gli scaglioni di prezzo del kWh?

Di Antonino Vento
Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico

Prima del 1° gennaio 2016 il prezzo di alcune componenti del costo di un kwh di energia elettrica variano in funzione dei consumi annui del cliente finale.
In particolare le tariffe sono fissate per intervalli di consumi, detti scaglioni , che ti riporto in tabella.

Scaglioni relativi ai consumi annui in kwh
0-1800
1801-2640
2641-4440
oltre 4441

Cosa cambia dal 1° Gennaio 2016?

Dal 1° gennaio 2016 è entrata in vigore una nuova riforma, che nell’arco di un biennio azzererà gli scaglioni, cosicchè il costo delle varie componenti del prezzo del kwh non varino in funzione del consumo annuo del cliente finale.

Come cambiare tariffa luce e gas senza brutte sorprese?



Scopri le migliori offerte di Amazon.it >>

Attualmente gli scaglioni per utenti domestici con tariffa D3 (non residenti o residenti con potenza superiore a 3kw) sono stati ridotti a 3 (1800kw, 1801-2640, oltre 2640), mente per i residenti con tariffa D2 a due (fino a 1800 e oltre 1800).

Come vengono ripartiti i consumi effettuati nei vari scaglioni?

Di seguito si riporta l’esempio di calcolo fatto con il vecchio sistema a 4 scaglioni, in quanto la logica applicata è la stessa anche se gli scaglioni sono ridotti.

In ogni bolletta i kWh fatturati vengono ripartiti nei vari scaglioni di consumo, tenendo conto delle previsioni del consumo annuo: di seguito ti faccio un esempio per farti capire il meccanismo.

Se ad esempio in un bimestre di 60 giorni si consumano 600 kwh, il consumo medio giornaliero è di 10 kWh ed il consumo presunto annuo è di 10x 365= 3650 kWh, in questo caso i 600 kwh verranno fatturati in bolletta così:

4,93×60 sono i kWh nel 1° scaglione ( sono 1800 da ripartire su 365 giorni);

2,30×60 sono i kWh nel 2° scaglione ( sono 840 da ripartire su 365 giorni);


Scopri le migliori offerte di Amazon.it >>

2,77×60 sono i kWh nel 3° scaglione ( sono 1800 da ripartire su 365 giorni).

Sfruttando l’esempio si può affermare che:

– se il consumo presunto annuo è inferiore o uguale a 1800 kwh, tutto viene fatturato nel primo scaglione;

– se il consumo presunto annuo è compreso tra i 1880 e i 2640 kwh, troveremo solo due scaglioni in bolletta;

– i kwh saranno ripartiti in bolletta su tre scaglioni di prezzo, per consumi annui tra 2640 e 440 kwh;

– gli scaglioni saranno quattro solo se si superano, o si presume di farlo, i 4441 kwh annui.

Perchè nella stessa bolletta gli stessi scaglioni hanno prezzo diverso?

Se hai una fornitura elettrica in regime di maggior tutela, o in libero mercato ma con componenti di prezzo legate al mercato tutelato, non hai nulla di cui preoccuparti, perchè i prezzi dell’energia elettrica vengono aggiornati a gennaio, aprile, luglio e ottobre di ogni anno; quindi se ad esempio ricevi una bolletta con consumi effettuati a cavallo di due trimestri, per lo stesso scaglione il prezzo sarà diverso.



Scopri le migliori offerte di Amazon.it >>

Se hai dubbi, o vuoi pormi un quesito in merito, puoi usare il modulo che trovi a fine pagina; mentre se vuoi scoprire quanto si può risparmiare passando al mercato libero o cambiando fornitore, qualora ci fossi già passato, usa il nostro comparatore offerte.

Confronta le tariffe elettriche >>

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email, per ricevere gratis aggiornamenti e l'esclusiva guida "Come cambiare fornitore luce e gas senza avere sorprese?"! (condizioni del servizio)

135 commenti su “Cosa sono gli scaglioni di prezzo del kWh?”

  1. Secondo me gli scaglioni che sono esistiti ed anche questi nella nuova riforma sono illegittimi. Si stanno favorendo i ricchi e si sta punendo i poveri. Si dovrebbe invece pagare un costo extra e molto più salato se si consuma oltre i 12000 Kw annui o forse 15000 kw. I ricchi non hanno alcun problema di ridurre i consumi elettrici perché i nostri scaglioni gli fanno un baffo. Il fatto di favorire i ricchi e di forzare i poveri a vivere una vita risicata e persino penalizzata è un chiaro segno di corruzione da parte di chi fornisce servizi elettrici. Devono dare rimborsi a tutti. Non ci facciamo fregare.

  2. Buonasera, ho avuto un contatto con vivigas che mi propone l’offerta telefonica a prezzo fisso, mentre via web c’è un’offerta più conveniente (viviweb). La consulente sostiene che la proposta telefonica è senza scaglioni, mentre quella web li comporta. Mi potete aiutare a capire se sia possibile? Grazie

    1. Non conosco le offerte, per avere certezza basta chiedere all’operatrice di inviare il contratto prima di sottoscrivere l’offerta: dalla risposta si intuirà qual’è la verità.

  3. Salve nel leggere i vari commenti con risposte esaudienti le scrivo il mio problema :
    è possibile che mi arrivi una bolletta di enel energia su una rifornitura durata appena 9 mesi e cessata circa 3 anni fa, con un importo di 510 € quando all’ epoca avevo pagato circa 435 € ??

    contattando il num. Verde mi dicono che in 9 mesi (sett 2012-magg 2013)
    sono stati consumati 3356 kw e le bollette pagate ammontano a un totale di 1965 kw

    La mia domanda è: come è possibile che su 1965 kw ho pagato 435€ e ora la rimanenza 1391kw su 3300 ammonta a 510€ ??

    1. Così senza vedere la bolletta sembra strano, deve vedere se nel conteggio finale ci sono stati dei ricalcoli delle voci addebitate in quanto può capitare che ci siano degli aggiustamenti legati agli scaglioni.

  4. Buongiorno, sono il titolare di un’azienda, parliamo di Gas. Una ditta di consulenza energetica, visionando le bollette del mio abituale fornitore, mi ha riferito di aver subito un errore di fatturazione per anni, riguardo gli scaglioni di consumo che mi hanno attribuito in bolletta. Succede di frequente? Si puo’ recuperare il credito eventualmente?

    1. Se c’è l’errore suppongo che si possa procedere una richiesta di rimborso, ovviamente tutto deve essere documentato e ricostruito.

  5. Vorrei un chiarimento relativo all’esempio, per altro molto chiaro, di come vengono ripartiti i consumi effettuati nei vari scaglioni.
    Il calcolo da Voi esposto si applica su ogni periodo preso a sé stante o si deve tener conto dei consumi precedenti. Mi spiego: se a metà anno ho già superato il limite del 1° scaglione, i kWh dei nuovi consumi vanno distribuiti in proporzione tra il 2° e 3° scaglione?
    Grazie

  6. Complimenti per l’articolo!!

    Sono un utente A2A e ho ricevuto la bolletta della luce per gli ultimi due mesi del 2015. Il consumo è stato di 990kWh per il bimestre (casa da 6 persone). I costi dell’energia sono sui 100€ e per i servizi di rete ammontano però a 170€ con un totale della bolletta sui 320€ aggiungendo iva e accise.

    È normale avere dei servizi di rete così alti? Anche altri fornitori hanno prezzi uguali o c’è un’eccessiva maggiorazione dei costi della quota variabile nel mio caso?

    Grazie

    1. I servizi di rete hanno un costo uguale per tutti i gestori, il problema può essere legato, come lei suggerisce, da alti consumi e quindi all’effetto scaglioni.

  7. BUON GIORNO. DALL’ULTIMA BOLLETTA DELL’ANNO 2015 (PERIODO 3/11-31/12) RISULTA UN CONSUMO DI 1786 KWH (826+960). DA UN CONTEGGIO HO VERIFICATO DI AVER CONSUMATO 5422 KWH NELL’ANNO 2015. NON ESSENDOMI MOLTO CHIARO L’ESEMPIO, GRADIREI COMPRENDERE MEGLIO PER QUALE MOTIVO MI SONO STATI CONTEGGIATI 498 KWH NEL PRIMO MESE E 583 KWH NEL SECONDO, ENTRAMBI NEL QUARTO SCAGLIONE. SE POSSIBILE GRADIREI VENISSE ESPLICITATO RIPORTANDO L’ESEMPIO AL CASO ESPOSTO. GRAZIE.

    1. Giovanni, non c’è niente da capire perchè hanno fatto abusi. Il consumo di 4400 kw per anno è irrisorio e lo raggiunge facilmente una famiglia che utilizza un paio di stufe elettriche per scaldare casa o anche una lavapiatti. In una bolletta era chiaramente scritto “Consumo annuo: 800 kw” ma la ragazza dell’ENEL al telefono insisteva che il calcolo della fattura è una cosa complicata e si inventava che il calcolo era fatto cumulativo. In pratica ci hanno fatto pagare per lo scaglione di oltre 4400 kw annui. Domandati perchè non ci sono scaglioni per punire i ricchi che consumano molto di più. Hanno fatto vincere i ricchi che puniscono le basse classi. Non vedi che sono tutti ciechi o impotenti e nessuno se ne accorge?

    2. Scusi se le rispondo io :

      prima di tutto prima di esporre dei numeri sarebbe meglio sapere quali sono le sue abitudini energetiche, perché se scrive che in 58 giorni Lei ha consumato quasi 1800 kwh di luce la prima domanda che mi sorgerebbe è se c’è una qualche dispersione di corrente; nello specifico :
      1786/58 = 30,79
      significa che lei ogni giorno consumava quasi 31 kwh di energia…
      Seconda cosa : il conto dei 5422 kwh nell’anno 2015 lo ha fatto lei con le bollette alla mano? Scusi se le faccio questa domanda, ma giusto per fare un paragone io ho avuto un consumo reale di 2102 kwh, consumo reale calcolato con le bollette alla mano. Se conferma questo consumo allora le chiedo se ha aumentato la potenza del contatore o utilizza pompe di calore. Sicuramente questi consumi sono impossibili con una potenza di 3,3 kw come posso avere io.
      Gli 826 e i 960 sono così ripartiti? :
      3/11 – 30/11 = 826
      01/12 – 31/12 = 960

      questi consumi in che scaglioni sono?

      Le ricordo che non sono due mesi esatti (cioè 60 giorni, ma 58);
      se ho capito bene i 498 sono nel 4° scaglione nei 27 giorni di novembre, mentre i 583 sono nel 4° scaglione per i 31 giorni di dicembre, giusto?
      E il consumo degli altri scaglioni?

      Se cortesemente può fornirmi questi ragguagli posso forse darle una mano

  8. Buonasera.
    Sono con Enel servizo elettrico con una tariffa D2 bioraria.
    Ho un consumo annuo di 2356kwh.
    La bolletta del mese di dicembre da pagare è di 281,43 euro di cui: 87.06 di servizi di vendita, 140.04 di servizi di rete e il resto imposte.
    Nei servizi di rete mi viene evidenziato anche il 4 scaglione e nel riepilogo letture mi dicono che nella bollette precedenti mi hanno addebitato n1 acconti per un totale di 134kwh che trovo detratti nella bolletta di dicembre.
    La media delle mie bollette bimestrali É di 75 euro. Cosa è cambiato in questo ultimo mese?

  9. Prima di tutto ringrazio per la chiarezza su un argomento molto fumoso…vorrei, se possibile, due informazioni: 1) con il nuovo decreto del governo in tema d’energia mi sembra di aver capito che verranno aboliti questi fastidiosi scaglioni, ne ha notizia? 2) io ho un contratto 10kw trifase ad uso domestico, naturalmente l’abitazione funziona tutta ad energia elettrica. Con un consumo annuo di 9/10.000 kw saprebbe indicarmi su quale offerta mi conviene andare? Il contratto inziale mi è stato fatto con Enel energia, energia pura se non sbaglio, Grazie per l’attenzione.

  10. buongiorno,
    Sono in affitto dal 30 ottobre in una casa, la precedente inquilina
    non ha disdetto il contratto con il gestore che aveva . Subito abbiamo chiesto la voltura della fornitura ,comunicando i numero di lettura del contattore nelle rispettive fasce F1-F2-F3
    La voltura si è ritardato più del dovuto , per questo l’ultima fattura e ancora intestata
    alla precedente inquilina. Io vorrei sapere come fare per restituire il consumo vero dei KWh
    Fino a oggi, ma non riesco a fare un calcolo , cè un modo di semplificare?
    Il gestore è ENI fornitura luce mercato libero
    Grazie

    1. Purtroppo non è possibile farlo al centesimo. Dalla bolletta si può calcolare per differenza il vostro consumo, poi si divide l’importo della bolletta per i kwh consumati (ottengo all’incirca il costo del kwh) e poi infine si moltiplica questo prezzo unitario per la vostra quota di consumi.

  11. Salve, io ho una fornitura 10Kw trifase che alimenta 3 appartamenti, con il contratto ENEL (ma anche con altri) mi vengono conteggiati gli scaglioni come se fosse una semplice fornitura da 3Kw e secondo me non è giusto. I 3 appartamenti consumano mediamente 6500Kw insieme, e quindi oltre 2200 Kw mi vanno subito nello scaglione più caro, il 4°. E’ normale che con una fornitura di 10 Kw impegnati io consumi di più, dovrebbero fare gli scaglioni in rapporto ai Kw impegnati. Si può fare qualcosa? Grazie.

  12. Possono accedere a qualsiasi gestore di energia elettrica, cioè passare da un gestore ad un altro, coloro che utilizzano il fotovoltaico, oppure no?
    Nel corso di 12 mesi (da novembre 2014 a ottobre 2015) ho utilizzato 2250 Kw con una fatturazione di 548 euro: Gestore ENEL ‘energia pura’.
    Le offerte in TAGLIA LA BOLLETTA dànno (sotto la voce di ENEL ‘energia pura’ con 2250 Kw) una spesa di euro 398.53.- Ci sarà qualche motivo per questa differenza in più con lo stesso gestore?

    Ancora: in TAGLIA LA BOLLETTA, sotto la voce di ENEL ‘e-light bioraria’ (sempre per 2250 Kw) viene calcolata una spesa di euro 337.08. Sono di nuovo 60 euro in meno.
    Se fosse possibile converrebbe proprio cambiare ‘asino’ e prendere un asino che, lavorando come il precedente, mangia di meno?
    Grazie per qualche buona risposta.

    1. Rispondo ai 3 quesiti:
      1) Chi ha il fotovoltaico può cambiare gestore.

      2) Il comparatore simula la bolletta con le tariffe in vigore il giorno della simulazione, da ciò ne segue che l’importo può essere dello stesso ordine di grandezza qualora il costo della quota energia di oggi fosse uguale a quello della data di stipula del tuo contratto (suppongo nel 2014). Da tener conto che nell’ultimo anno i prezzi di mercato dell’energia, nonostante il rialzo di ottobre, sono scesi. Inoltre, nella simulazione bisogna impostare correttamente la percentuale di distribuzione dei consumi tra giorno e notte.

      3) A due offerte diverse corrispondono sistemi di tariffazione diversi: e-light è riservata solo a nuovi clienti, ha prezzo bloccato per 12 mesi e deve essere gestita esclusivamente online. Queste condizioni la rendono più economica di Energia pura, almeno per i primi 12 mesi di fornitura.

  13. Buonasera.
    In questo articolo esplicativo, che ho trovato molto utile e per il quale mi complimento con Lei, ho visto che Lei indica che dovrebbero esistere solo 4 scaglioni:
    0-1800
    1801-2640
    2641-4440
    oltre 4441

    Nella mia bolletta di Enel Energia ve ne sono invece 6:
    0-900
    900-1800
    1800-2640
    2640-3540
    3540-4440
    oltre 4440

    A parte il fatto di riuscire a capire quale sia la ratio e/o il criterio con cui vengono determinati questi scaglioni, mi chiedevo se si potesse sapere il perché dei 6 scaglioni, sull’ultimo dei quali si arriva addirittura a 0,212€/kwH!!

    Grazie. Cordiali saluti.

    F. Galeani

    1. Tutto dipende da cosa c’è scritto nel contratto, poichè in libero mercato il fornitore può decidere come far pagare l’energia. Se nel contratto si rimanda al metodo dell’autority allora richieda per iscritto al fornitore il perchè di questa fatturazione. Decorsi 40 giorni senza aver ricevuto risposta si può far ricorso gratuito allo Sportello del Consumatore di Energia.

  14. si dice che gli scaglioni sono al massimo 4 e sesi supera 4441 kw annui.
    Nella bolletta edison , bimestre giugno-luglio 2015, nei servizi di rete figurano 6 scaglioni:
    scaglione 1 c€0.048 Kwh 76;
    scaglione 2 c€0.048 kwh 77;
    scaglione 3 c€0.104 kwh 71;
    scaglione 4 c€0.1693kwh 77;
    scaglione 5 c€0.1693kwk 76;
    scaglione 6 c€0.2120kwh 62 , su un consumo bimestrale di 635KW e stima annuale di 3600kw. Tutti dati estratti dalla fattura. Ma gli scaglioni non erano al max 4? anche gli altri fornitori adottato questo sistema?

    1. Nel mercato libero il fornitore di energia può decidere di cambiarli, purchè sia esplicitato nel contratto. In caso contrario effettua un reclamo per chiedere spiegazioni.

  15. Scusate Acea sulla mia bolletta bimestrale mi ha addebitato 912 kwh. sulla stessa il consumo annuo presunto è 3446 kwh. E’ giusto che mi abbia applicato addirittura lo scaglione 5? con un costo complessivo di imposte di oltre 248 euro, gli scaglioni vanno calcolati sul consumo annuo o sul consumo del periodo fatturato? Grazie

    1. Sul consumo presunto annuo, poi applicato al consumo del bimestre (vedi esempio nell’articolo).

  16. Buongiorno,ho ricevuto proposta da Eni per l’energia elettrica. l’operatore asserisce che non ci saranno scaglioni in bolletta e che i loro servizi di rete sono pari a 5 euro ogni cento kwh consumati. Mi riesce difficile crederlo. È possibile questa cosa? La tariffa che mi offRino è monoraria a 0,07 €/kwh
    Grazie

  17. @ Simone
    per il bimestre giugno – luglio ho quasi il tuo stesso consumo in kwh. Ho inoltre lo stesso tuo contratto con Edison e mi è stata applicata la stessa tariffazione con i medesimi scaglioni che hanno applicato a te. Ho notato però, rivedendo tutte le mie bollette, che Edison applica gli scaglioni o SULL’INTERA BOLLETTA (consumo totale bimestrale) o SINGOLARMENTE sui consumi distinti dei due mesi. Fatti i conti, ma non vorrei sbagliare, applicano la metodologia che maggiormente conviene a loro e la differenza mediamente è di 1,5 euro + IVA.

  18. attualmente ho la tariffa e-light di enel mercato libero prezzo bloccato 0.062 monoraria. Ho ricevuto un’offerta da ESTRA ELETTRCITA’ molto conveniente in quanto anche se l’energia monoraria costa 0.0729 €/kwh vantano un costo dei servizi di rete molto molto contenuto adducendo che la loro energia proviene solo da energia alternativa può essere vero o è una bufala? grazie

  19. @ Alessandro
    la tabella di esempio si riferisce ad ulteriore sotto componenti, ma gli scaglioni per il mercato di maggior tutela sono 4. Concordo con te che sull’argomento c’è molta confusione.

    @ Serena
    grazie della segnalazione, infatti piuttosto che moltiplicar per 60 nell’esempio si moltiplicava per 600, distrattamente è stato messo uno zero in più.

  20. @ Simone

    ed inoltre gli scaglioni sono annui,mentre la bolletta è menisle, quindi il gestore fa una stima mensile e solo a fine anno può fare un conguaglio. Non so se l ‘autorità ha stabilito delle “metodologie” per le stime degli scaglioni in corso d’anno, se non lo ha fatto forse dovrebbe farlo.

    Inoltre i servizi di rete gli scaglioni sono 6:

    http://www.autorita.energia.it/allegati/dati_documenti/prezzi//655-
    14tab1011.pdf

  21. Innanzitutto grazie mille perchè l’esempio mi ha aiutata a capire il concetto degli scaglioni che vengono definiti “annuali” ma in realtà vengono calcolati al mese! Finalmente ho capito i motivi dell’ultimo salasso di bolletta!!!!
    Solo vorrei far notare alcuni problemini nell’esempio…
    1800/3650= 4,93 credo che vada poi moltiplicato per il numero di giorni del mese, non per i kwh consumati. E lo stesso dovrebbe valere per gli altri scaglioni. In questo modo si ottengono le soglie mensili dei diversi scaglioni.
    Inoltre il terzo scaglione non è di 1010 ma di 1800 (4440-2640=1800).
    Spero possano essere utili queste precisazioni e grazie ancora davvero!!!!

  22. Buongiorno, ho un contratto con edison denominato Luce Prezzo Fisso. Non ho mai avuto problemi ma nell’ultima bolletta riguardante il bimestre giugno-luglio 2015 ho visto aumentare la quota variabile dei servizi di rete del 30%. Ho consumato 457KWh che sono stati così ripartiti. In giugno 74 KWh scaglione 1, 65 KWh scaglione 2. In luglio 76 KWh scaglione 1, 77 KWh scaglione 2, 71 KWh scaglione 3, 77 KWh scaglione 4 e 17 KWh scaglione 5. Lo strano è che in altre bollette col medesimo consumo di KWh nel bimestre tutti i KWh venivano fatti rientrare nei primi 2 o massimo 3 scaglioni. Chi decide quanti KWh devono rientrare in ogni scaglione, in gestore o l’autority? Grazie.

    1. @ Simone
      ogni fornitore deve usare lo stesso metodo, non vorrei che nel tuo caso ci siano motivi legati a stime e conguagli.

  23. Antonino….scusa se non sono stato preciso.
    Ho un contratto residenziale da 10 kW perché ho una pompa di calore.
    Il contratto Edison è su fascia minor aria s 0.070€
    Per favore dammi informazioni utili. Grazie

    1. @ Antonio Nuzzo,
      purtroppo non conosco questo piano tariffario: mi dispiace non poterti aiutare.

  24. Scusate…ho un contratto residenziale (anche se da 10 kW)
    La tariffa Edison è minor aria da 0.070€ a kW.

  25. Salve, ho bisogno del vostro aiuto. Bolletta bimestrale 61 GG.
    Consumo effettivo 2573kw. Impianto da 10kw. Come dovrebbero essere i costi dei 6 scaglioni dei servizi di rete applicati da Edison. Sono in difficoltà.

  26. Sto per passare ad ENI SOTTO CONTROLLO
    Mi è stato detto che il costo totale dell’energia (quindi servizi di vendita +servizi di rete) sarà di 0,11 € e quindi mi hanno fatto moltiplicare i miei kwh consumati per questo prezzo ed effettivamente avrei un grosso risparmio.
    E cosi ? o ci sono altri prezzi aggiuntivi che non mi sono stati detti ? e se si , come sono calcolati questi 0,11 € oltre alla quota fissa di 0,069?

    Grazie in anticipo della risposta

  27. Ciao,

    Sto per subentrare in un’utenza elettrica Enel Energia per la nuova casa acquistata. Ho guardato una bolletta (dei vecchi proprietari) ed è allucinante con tipo quasi 6.000 kwh presunti in un anno!

    Loro consumavano l’impossibile, cosa che ovviamente non ho intenzione di fare io. Ma ora che subentro potrò richiedere l’azzeramento dei kwh presunti annui, per evitare di pagare molto di più a kwh consumato?

    Insomma per far sì che i kwh/annui presunti li calcolino sui miei reali consumi, non su quelli (folli) dei proprietari precedenti?

    Grazie mille!

  28. Ciao Antonio

    Sono su libero mercato, la compagnia è Trenta!

    Gli scaglioni di febbraio tra l’altro sono cambiati, quindi non sono sempre uguali nei mesi…?

    adesso:

    0 > 138
    138 > 203
    203 > 341
    oltre 341

    Grazie!

    1. @ Gaetano,
      ho letto le condizioni di fornitura di Trenta e in merito al colcolo dei costi rimanda semplicemente alle tariffe dell’autorità, quindi non ho idea del perchè vengano calcolati in quel modo.

  29. Ciao Antonio grazie per la risposta…!

    Volevo un chiarimento se puoi darmelo.

    Io come compagnia luce ho Trenta.

    Guardando la bolletta ho notato sotto la voce “SERVIZI DI RETE” la “QUOTA VARIABILE” ma sono diversi gli scaglioni e cioè sono così distribuiti

    0 > 153
    153 > 224
    224 > 337
    oltre 337

    Come mai sono diversi da quelli segnalati da te? Non dovrebbero essere uguali per tutte le compagnie?

    Magari è perché a me arriva la fattura mensile e non bimestrale?

    Grazie per le delucidazioni!

  30. Salve

    Mi ha contattato una compagnia di energia elettrica proponendomi una tariffa…!

    Abbiamo fatto i calcoli paragonando con la mia bolletta e il risparmio è pari quasi al 50%…! La cosa mi è parsa strana…!

    L’operatore mi ha detto che loro non adottano la politica dello scaglionamento, ecco perché il costo si abbatte.

    Questa cosa è reale, lo possono fare?

    Grazie per le eventuali risposte!

    1. @ Gaetano,
      potremmo scrivere un libro con le cose che inventano, che lo mettano per iscritto.

  31. Ho chiesto a ENI la riduzione dei KW da 6 a 3. Infatti in bolletta ora risulta : Potenza impegnata kw 6 – Potenza disponibile kw 3,3 ma i prezzi esposti sono sempre gli stessi di quando c’erano i 6 kw.
    E’ giusto questo? Grazie.

    1. @ Natale
      A) sei un utente domestico residente: tutto cambia ad eccezione della quota energia, per le componenti regolate dal sistema tariffario AEEGSI passerai dalla tariffa d3 alla tariffa d2;
      b) sei un utente domestico non residente: i prezzi sono uguali e risparmierai sul diritto fisso annuo (circa 25€)

  32. 1° Domanda: perchè Edison applica 6 scaglioni quando la norma prevede n. 4 scaglioni? Il 4° è attivo dopo i 4440 kwh, a cosa servono gli altri due fino al 6°. E’ legale?

    2° Domanda: Mi pare una GROSSA TRUFFA l’applicazione degli scaglioni fatta nel modo attuale dalle compagnie fornitrici. Infatti se per esempio nei primi due mesi di fornitura il ns. consumo fosse di…. poniamo 1700kWh, la tariffa da applicare sarebbe quella del primo scaglione (non avendo superato i 1800kWh) invece le az. fornitrici dividono il consumo del primo bimestre per i giorni – 1700/60 = 28.3kWh e moltiplicano la quota energia/giorno di 28,3kWh per i giorni dell’anno. Il numero risultante è stratosferico pari a 23,3×365=10.341kWh di consumo PRESUNTO. Attenzione, noi siamo ancora nel 1° scaglione, non avendo oltrepassato i 1800kWh. Invece le az. fornitrici applicano SUBITO il massimo degli scaglioni sul CONSUMO PRESUNTO. QUESTA E’ UNA TRUFFA!!!! Se ad esempio si interrompesse il consumo (un lungo viaggio) ed il consumo effettivo dellanno non superasse il primo scaglione, si pagherebbe l’energia al massimo del suo prezzo solo perchè nei primi due mesi la quota di consumo giornalliero, riparametrata all’anno supera il 4° scaglione. Ma i Rappresentanti dei consumatori dove sono??? siamo alle solite…. Cornuti e Mazziati!!!

    1. @ Marco A.
      Risposta alla prima domanda: vedi il contratto, se rimanda al sistema tariffario di maggior tutela fai reclamo scritto. Se entro 40 giorni non ottieni risposta o la stessa non risolve il problema fai reclamo all’autority (c’è una procedura già predisposta).

      Risposta alla seconda domanda: il sistema di calcolo è stato stabilito dall’Autority AEEGSI.

  33. Buonasera, qualcuno mi potrebbe far capire come vengono
    Sviluppati i calcoli della quota variabile dei servizi
    di rete se ho un consumo bimestrale di 4391 kW? Grazie.

  34. Mi e’ arrivata la bolletta 73Euro servizi di vendita e 168 euro servizi di rete !!!! pago sei scaglioni del cuale l’ultimo e’ quello con maggior fatturazione 102 KW a 0.205
    Ma possibile sti ladri!!!
    Cosa posso fare?

  35. Buongiorno,
    per evitare che saltasse il contatore ad Agosto sono passato da 3 a 4,5Kw (D3).
    Consumo annuo 3000Kw circa.
    L’operatore (Edison) mi aveva assicurato nussun aumento quota energia (così è stato) e circa 20€ in quota servizi (manco per sogno)

    Ultima bolletta:
    39,50 servizi vendita
    89,02 servizi rete (5 scaglioni)
    13,08 imposte
    14,16 iva

    i servizi rete sono schizzati: si può fare qualcosa?

  36. Grazie per le celeri risposte. Ma devo considerare il consumo annuo stimato da me col misuratore (4700) o quello stimato da Enel (8349).L’abitazione ha due residenti di prima casa pertanto potrei intestare i contatori da 3 Kw ad ognuno dei due e considerarli come residenti. Giusto ? Grazie ancora.

    1. @ Giorgio,
      qual’è quello più attendibile? Se il tuo rispecchia un nuovo stile di consumo si. Devi considerare 2 contratti residenti.

    1. @ Giorgio,
      usa il consumo stimato. Con lo stesso comparatore troverai la risposta al quesito se conviene usare 1 o 2 contatori. In quest’ultimo caso suddividi i consumi e tieni conto che il secondo contatore non sarà più uso residente.

  37. grazie per la risposta…….però mi chiedo: se per caso nei mesi successivi il mio consumo cala, abbassando quindi anche la quota di consumo annuo, il consumo precedentemente fatturatomi secondo lo scaglione 2 o 3 mi verranno poi restituiti? Spero di essere stato chiaro. grazie

  38. Buongiorno e complimenti per l’ottimo sito web.
    Ho contratto Enel in maggior tutela. Potenza 4,5Kw. Consumo annuo 8349 KwH. Ho installato un misuratore e, in media, consumo 13 KwH al giorno, quindi 4700 KwH annui. Le ultime bollette sono da 550 euro a bimestre ! A che operatore mi consiglia di passare ? Grazie mille.

  39. Ciao, io da settembre sono ritornato in Enel servizio elettrico ( servizio di maggior tutela)ma noto che le fatture mi arrivano sproporzionatamente alte in confronto al precedente gestore del mercato libero. Nel particolare ciò che mi fanno lievitare la fattura, noto, sono questi famosi scaglioni nella quota variabile, dove arrivo addirittura a pagare fino allo scaglione 3. Seguendo la vostra tabella sul consumo annuo, però, noto anche che il mio consumo annuale in fattura è indicato in 1250 kwh….come è possibile, quindi, che mi venga fatturato sempre il terzo scaglione che comprende consumi annui tra 2641 e 4440? grazie mille per le delucidazioni

    1. @ Antonio
      il calcolo viene fatto sui consumi del bimestre, ad esempio se in un bimestre fai 750 kwh la previsione annua supera i 4400, mentre in bollette con consumi inferiori gli scaglioni impegnati non dovrebbero essere 4. Quindi se i tuoi 1250 kwh annui sono ben distribuiti sicuramente c’è qualche problema.

  40. Io ho un contratto mercato libero con Acea. Utenza domestica non residente D3 – 3,000 kw.
    Pago molto di serzivi di rete, circa il 120% dei servizi di vendita.
    Il consumo medio bimestrale è molto simile all’esempio, sui 650 kwh, quindi quello medio giornalerio di 10,2. Arrivando così a 3700 kwh in un anno.
    Però nel riepilogo dei servizi di rete sono riporati e incidono sul totale anche gli scaglioni 4 e 5?
    Perchè?
    grazie

    1. @ Luigi,
      gli scaglioni sono 4, non vorrei che per contratto (se sei nel mercato libero) ACEA li determini con soglie diverse.

  41. La mia utenza ha un unico contatore da 10 km/h 380 volt sfruttato nelle tre fasi per tre utenze diverse.I consumi nei mesi invernali sono elevati circa 1075 km/h/mese con bollette di conseguenza molto onerose.Quello che pero’noto nel cacolo della bolletta e’ che la quota riguardante i servizi di vendita sono di circa 3,5 volte piu’ bassi di quelli dei servizi di rete.Cosa posso fare per abbassare i costi della bolletta?Mettere 3 contatori da 3 km/h?
    P.S. L’immobile ha un impianto fotovoltaico da 10kw

    1. @ Sandro,
      l’unica soluzione possibile è cambiare fornitore di energia elettrica periodicamente in modo da avere sempre la migliore offerta.

    1. @ freddy,
      si purtroppo il sistema tariffario è molto complicato, potevano farci pagare il gas un tot per kwh lasciando questi conti a fornitore e gestore di retre.

  42. salve, io nell’ ultmo mese e mezzo da hera ho ricevuto due bollette per un importo pari a 35000.00euro da quello che capisco io la quota variabile e la parte della bolletta che ci porta la spesa alle stelle, mi reco presso hera chiedo cosa è la quota variabile mi rispondono che sono spese del distributore ed è imposta dalle autorità inoltre sostiene che tutte le società che vendono energia hanno la quota variabile. Io credo chi mi abbia detto una cavolata ma al di la di questo vorrei capire come si possono interpretar le bollette e analizzare se ci sono degli importi che non sono dovuti oppure no.
    Come posso fare?
    Avrei bisogno di qualcuno che mi da dei chiarimenti sulla bolletta tutta.
    Ringrazio, attendo notizie.

    1. @ Rosario Sarra
      sei un utente domestico? Acquisti in maggior tutela o nel mercato libero? Mi servono queste due risposte per poter valutare meglio il problema.

  43. Gent.mo Sig Vento, ho finalmente individuato il calcolo che l’Enel fa relativamente agli scaglioni, ma ho notato un procedimento diverso da quello dell’es. citato. Infatti il consumo annuo presunto l’Enel non lo individua sul bimestre ossia consumo totale in 60 gg, ma per ogni singolo periodo per cui l’utente ha una variazione del presunto per ogni mese o sua frazione, per cui è facile scivolare in ulteriori scaglioni. La ringrazio ugualmente e la saluto
    Maria Grazia Toppi

    1. @ Maria Grazia Toppi
      mi scuso per non averti potuto dare il mio aiuto, ma purtroppo sono stato lontano dal pc.

  44. Salve
    vorrei chiedere alcune informazioni:
    ho un impianto fotovoltaico da 15,5 kW e contatore da 16 kw per abitazione privata con installate pompe di calore per riscaldamento, consumo annuo che supera i 22000 kw
    esiste un comparatore di tariffe per consumi elevati dove cercare miglior tariffa? in quelle che ho trovato si fermano ai 6 kw
    Ha qualche consiglio su operatore o tariffa da adottare per risparmio in bolletta?

    vorrei inoltre chiedere un chiarimento sulla quota variabile che troviamo in bolletta
    ESEMPIO:
    sino ad alcuni mesi fa ero con Heracomm e avevo un unico scaglione nella quota variabile in bolletta poi sono passato ad altro operatore pensando di risparmiare ed invece se divido importo per i kw consumati il prezzo risulta maggiore
    in particolare il prezzo della quota energia è più basso di prima
    ma la voce quota variabile viene ripartita su 4 fascie con percentuale maggiore (quasi tutta) su quarta fascia che costa quasi il doppio rispetto alla prima fascia.

    Non riesco a capire e le chiedo un chiarimento in merito.
    per quanto riguarda la quota variabile (che ho letto dovrebbe riguardare il trasporto della corrente al cliente finale ?)
    Ci sono regole fisse dall’authority oppure ogni operatore decide per la propria azienda cosa far pagare per quota variabile?

    1. @ Ivano,
      l’autority fissa prezzi e scaglioni per il mercato regolato, il fornitore del mercato libero può tariffarli come vuole a patto che lo specifichi in contratto.

  45. è vero che E.ON applica una tariffa unica indipendentemente dal consumo, quindi elimina gli scaglioni?

    1. @ Gabriella
      Il gestore in libero mercato può decidere di farti pagare un prezzo unico, ma questo non vuol dire che la sua tariffa sia più competitiva di chi applica gli scaglioni.

  46. Gent.mo Sig Vento,
    Le pongo direttamente il problema specifico. Dal 31/01/11 ho installato un impianto fotovoltaico da 9 Kw nella mia abitazione e per questo l’Enel mi ha installato un contatore da 6 Kw. Nel bimestre settembre-ottobre ho consumato 725 Kw he mi danno un consumo giornaliero pari a 12KW e un consumo annuo presunto pari a 4380 Kw contro quello prefissato da Enel di 4651Kw. Di conseguenza in bolletta oltre a pagare prezzi più alti data la potenza di cui dispongo, mi ritrovo la suddivisione in 4 scaglioni: perché? Facendo i conti come da art. ho considerato 1800, 840 e 1740 nel 3° scaglione, ma i conti non tornano. Posso avere qualche chiarimento in merito?
    Grazie mille.

  47. buon giorno
    vorrei chiedere se ogni fascia F1,F2 e F3 ha i suoi scaglioni o meglio se gli scaglioni hanno un prezzo diverso?

  48. Salve e complimenti per il sito.

    Una domanda: consumo circa 3000 Kw/anno, per una spesa di circa 600 euro/anno in tariffa residente D2, di cui solo il 30% consumo in fascia F1.

    Non riesco a trovare gli scaglioni di prezzo, intendo non quelli per fascia (F1/F2/F3), ma gli altri scaglioni per quantita’ (che immagino esistano, ma sulla bolletta non li trovo o non li vedo io).

    Grazie mille.

  49. Gentile Antonino

    sul primo mese di bolletta e-on 247kWh (8.2 kW al giorno -3kW di potenza)
    la quota variabile dei servizi di rete è stata divisa in 3 scaglioni con le seguenti quantità e prezzi:
    144×0,042431 69×0,096086 30×0,158666
    E’ come se e-on avvesse accorpato i primi due scaglioni e ne avesse aggiunto un 4° molto costoso.
    Nella bolletta precedente di Edison con 199kWh consumati avevo:
    76×0,040072 77×0,040072 46×0,092802
    Saprebbe farmi luce su queste differenze?
    In effetti con consumo sotto i 10kWh al giorno dovrei avere solo 3 scaglioni ma per e-on ce ne sono 4, e ciò appare anche nella componente dispacciamento dei servizi di vendita.
    Grazie e Saluti!
    Federico

    1. @ Federico Mora,
      tutto dipende dalle condizioni contrattuali, se i servizi di rete sono contabilizzate come previsto per il mercato regolato il fornitore non può accorpare o modificare, in caso contrario si.

  50. Salve non riesco a capire su cosa si basano gli scaglioni
    mi spiego meglio nella mia bolletta vengono indicati 4 scaglioni per un periodo che va dal 01/05/14 al 31/05-14 con i seguenti valori 153-1 71-2 153-3 153-4 su quale criterio fanno questa suddivisione???

  51. salve ho un’utenza domestica d2 e se ho capito bene gli scaglioni sono differenti(0-900,901-1800,…) come mai?
    grazie

  52. Sign. Antonio Vento, volevo capire se il prezzo che riguarda gli scaglioni sono differenti a seconda se è un contratto domestico o business? e se esiste un Link dove poter confrontare questi prezzi.
    Grazie

  53. Buon giorno e complimenti per la competenza dimostrata sul sito.

    Sono su un’abitazione uso residenziale e la bolletta invernale per far funzionare la PDC ad uso riscaldamento ed acqua sanitaria è molto elevata. Io mi trovo a pagare un’abbondante quota fissa per un contratto da 10kW e non sono riuscito a trovare un programma che mi faccia un confronto per tali consumi ed impegni di potenza, leggendo sui vari siti faccio fatica a capire se lasciando Enel in maggior tutela risparmierei qualcosina o qualcosa di sostanziale.

    Esempio di consumi e costi sostenuti per il mese di dicembre 2013:

    Consumi solo DICEMBRE: F1 209 kWh F2e3 627 kWh Totale 836 kWh

    Per la bolletta nel totale (che comprende parte di novembre e gennaio) un consumo di 1571 kWh
    Costi vendita: 147 Euro
    Costi servizi di rete: 279 Euro
    più le tasse, morale della favola 509,11 Euro di bolletta.

    Grazie se mi aiutate a capire come è meglio muoversi in questa giungla.

    PAOLO

    1. @ Paolo,
      purtroppo anche il ns comparatore si ferma a 6kw, comunque puoi usare quello dell’autorità dell’energia che va oltre i 6kw.

  54. vorrei capire a chi rivolgermi visto che gli operatori enel nessuno dice la stessa cosa.
    io pago 200 euro di corrente e 450 euro di competenze,cosa c’e che non va, a chi mi devo rivolgere?

  55. Ciao,
    sono un venditore di energia elettrica, volevo chiederti una cosa per poter essere più efficiente nel mio lavoro.
    Ma quando trovo la voce scaglioni nelle bollette faccio bene a consigliargli di aumentare la potenza di kw/h disponibile?
    Mi spiego meglio, cioè mi rendo conto che ci sono dei clienti che concentrano molto frequentemente l’utilizzo degli elettrodomestici la sera, e questo rende un assorbimento maggiore della corrente anziché dilazionato in tutto il giorno, quindi di conseguenza il contatore non riesce a supportare tutto insieme e scatta. Allora la mia domanda è, ma quando trovo “SCAGLIONI” faccio bene a consigliargli di aumentare la potenza del contatore cosi da non avere più lo stacco di potenza e così il contatore riesce a supportare tutto?
    Attendo una tua risposta.
    Cordiali Saluti
    Franco

  56. Servizi di rete:

    io (ENI) : Totale rete: euro 75,89 – totale vendita euro 50,10 – consumo 557 KW – Sacrofano (RM)

    Mio Amico (ENEL) : Totale rete euro 58,53 – totale vendita euro 68,73 – consumo 642 KW – La Spezia

    Unica differenza io impegno 4,5 KW e lui 3,0.

    Qualcuno ruba e non so da dove iniziare. semmai, le posso inviare copia fatture?

  57. Volevo porre una domanda. La divisione viene decisa in base al consumo annuo o giornaliero?…Nel senso che se per ipotesi in un anno consumo 4500 kwh la divisione in scaglioni sarà basata su questo consumo? oppure sarà fatta in base al consumo giornaliero? per esempio un giorno consumo 13 kwh e sono nel 4 scaglione un altro consumo 1 kwh e sono nel primo scaglione?

    1. @ Salvo Esposito
      si parte dal consumo medio giornaliero nel bimestre di riferimento, da questo si calcola il consumo presunto annuo in modo da associare ad ogni scaglione una percentuale di consumo. Come riferimento puoi prendere il calcolo fatto nell’articolo.

  58. Salve,
    Voglio raccontarvi la stranezza del mio caso.
    Il 28/12/2012 ho installato un impianto fotovoltaico riducendo così il prelievo di energia dalla rete.Dal 1° Aprile 2013 sono passato a Enel Servizio di Maggior Tutela. A partire da Aprile fino al 31/12/2013 il prelievo di energia è stato di 1590 kWh mentre, per completezza, il consumo relativo all’intero 2013 è stato 2353 kWh. Il consumo elettrico annuo stimato dall’Enel sulla bolletta relativa al bimestre Gennaio-Febbraio 2014 è di 1925 kWh, quindi ho una media giornaliera stimata di 5,27 kWh. Tuttavia ho notato che mi è stata fatturata una quota di energia nel 2° scaglione, relativamente ai consumi del 2013, maggiore di quella che in realtà avrei dovuto pagare, e che addirittura sulla bolletta sopraccitata mi è stata fatturata anche una quota di energia nel 3° scaglione (62 Kwh dal 4/12 al 31/12), che voglio ricordare parte da una quota di energia pari a 2641 kWh.
    Inoltre, perfino per i consumi relativi al nuovo anno sono stati fatturati kWh sia nel 2° che addirittura nel 3° scaglione. Per concludere, l’energia fatturatami dall’Enel per l’anno 2013 è stata così ripartita:

    1273 kWh nel 1° scaglione;
    196 kWh nel 2° scaglione;
    121 kWh nel 3° scaglione, per un ammontare di 25,28€ che ho dovuto pagare IN PIU’ relativamente al 2013 a causa di questo errato frazionamento in scaglioni da parte dell’Enel.
    Come posso farmi restituire questo disavanzo dall’Enel?
    Come mai già a Gennaio 2014 mi hanno fatturato dell’energia nel 2° e 3° scaglione? Grazie

  59. Buona sera a tutti.
    Ho installato a inizio novembre un impianto fotovoltaico da 5.76 kwp e ho sostituito la caldaia a gas per il riscaldamento con un sistema a pompa di calore. Capirete bene che in questo modo avrò elevati consumi concentrati nei mesi invernali (visto che abito in sicilia diciamo da metà ottobre a metà marzo) e bassissimi consumi nei mesi restanti.
    Questo tipo di ripartizione nel calcolo del costo per kwh farà si che nei mesi più freddi pagherò un certo numero di kwh in fascia alta (3° o addirittura 4°) che poi nel computo annuale probabilmente saranno di meno. La mia domanda allora è: come si comportera l’enel?

    Spero di essere stato abbastanza chiaro nell’esporre il mio pensiero.

    Cordiali saluti.

    Sergio Camarda.

  60. @ Antonio
    Grazie della risposta.
    Ad ogni modo il costo del mio kWh sara’ molto alto, in una utenza domestica piu consumo piu mi costa
    Se un consumo identico, con stessa potenza di contatore, fosse intestato ad uno studio professionale, la cosa cambierebbe?
    Altrimenti penso che l’unica vera soluzione sia impianto PV con accumulo…. A 0,30€/kWh ancora il tempo di rientro non e’ accettabile, MA CI SIAMO VICINO!

    1. @ Emanuele M
      nel caso di studio professionale si avrà una tariffazione trioraria leggermente inferiore del domestico ma quota fissa annua di circa 200€ in più rispetto il domestico.

  61. Ho rivolto alcune domande in merito al mio problema, che ho ampiamente descritto, in data 13/02/2014 ma non ho ricevuto alcuna risposta. Come mai? Ho sbagliato qualcosa nel porre la mia problematica?
    In attesa di un Vs riscontro, cordiali saluti
    Maria Grazia Toppi

  62. @ Emanuela M
    non avendo i dati sui consumi ho ipotizzato un consumo di 4000 kwh:
    Sol. 1 – con unico contatore da 4,5 kw la bolletta è di circa € 1.160
    Sol. 2 – con 2 contatori da 3kw con consumo di 2000 kwh cad. la spesa totale è di circa € 930
    Tenuto conto dei costi di attivazione di un nuovo contatore (dipendono dal sito di installazione) il risparmio è nullo per un periodo che tra 1 e 2 anni.

    Cambiando valore dei consumi e ripartizione degli stessi la conclusione può essere diversa: come fare?
    Collegati qui: http://tariffe.taglialabolletta.it/energia-elettrica/ e fai tre simulazioni
    1 – consumo tot e contratto da 4,5 kw
    2a – consumo solo pompe di calore e contratto 3 kw (seleziona non residente in quanto simile ad altri usi)
    2b – consumo residuo con contratto 3kw residente.

    Alla fine confronta e decidi, l’indicazioni sui costi di un nuovo allaccio li trovi qui http://taglialabolletta.it/allacciamento-luce-costi-tempi-e-modalita-di-attivazione/

    @ Marco Pirna
    nell’esempio l’utente non arriva a 4440, ma il suo consumo annuo si ferma a 3600 kwh

  63. non ho capito la ripartizione:
    nel 3° scaglione ( sono 1010 da ripartire su 365 giorni)
    invece sono 1800 kWh (4440-2640).
    però allo stesso tempo se sono 4.93 kWh nel 3° scaglione
    sommando non torna 10 kWh

  64. Anche nel mio caso la quota “servizi di rete” (265€) supera di gran lunga la quota “servizi di vendita” (145€). Anche nel mio caso ho sforato il terzo scaglione. Il motivo principlale e’ che ho un sistema di riscaldamento a pompa di calore ed un unico contatore da 4,5kW. La soluzione potrebbe essere quella di chiedere un secondo contatore per usi diversi? O il gioco non varrebbe la candela consoderando i costi fissi per il secondo contatore?
    Grazie per la disponibilita’

  65. @ Giuseppe,
    abbassando la potenza ridurrai i consumi solo per disservizio in quanto staccherà spesso il contatore. Quindi l’unica soluzione è un consumo più efficiente, anche se ha un costo iniziale legato alla sostituzione delle apparecchiature obsolete.

  66. Buonasera sig. Vento, io noto che nella mia bolletta aziendale (potenza 6 kW) da circa 300 € mensili “sforo” tantissime volte i vari scaglioni, soprattutto nelle fasce alte. Ed infatti su 300 € di media (970 kW mensili) ho il 50% esatto di servizi di rete e l’altro 50% sono vendita, imposte ed IVA. Mi chiedevo come ridurre i servizi di rete, e quindi le volte in cui “sforo” gli ultimi scaglioni. L’unico modo suppongo sia quello più banale, e cioè consumare meno kWh abbassando il consumo medio giornaliero, ma secondo Lei anche riducendo la potenza ridurrei il consumo giornaliero, oppure otterrei solo il fatto di far scattare in continuazione il contatore?

  67. Bungiorno a tutti, io ho una domanda da fare…. è normale
    avere una spesa di:
    Totale servizi di vendita € 61,20
    totale servizi di rete € 92,87
    totale imposte € 15,05

    io non capisco spendo di più di servizi di rete che di servizi di vendita???
    AIUTO non ci capisco più niente…

  68. @ Filippo,
    dalla struttura tariffaria molto complicata. Bastava accorpare tutto in un prezzo, facendo in modo che tutte le altre voci diventassero contabilità interna tra fornitori e gestori di rete. Troppo semplice no?

  69. Qui non mi tornano molti conti. Sul sito enel ti dicono che hanno solo due scaglioni, ti danno i prezzi tanto per la mono che la bi. Ma non si capisce qual’è il prezzo finale (iva e imposte..l’iva al 10, ma le imposte?). Nonostante questo sono i “più chiari”. Se si va su edison i prezzi non li trovi neanche a morire, su Hera invece leggi, facendola semplice con la monoraria: 8centesimi circa. Qui le cose non quadrano affatto. Non parlano di scaglioni, perché da vecchio cliente hera tutti mi parlavano di una sola cifra, ma facendo a fine una semplice divisione (senza imposte, ma solo il loro guadagno per non essere da meno) altro che 8 centesimi….non si capiva la ragione. Io sono un utente da 5600Kwh l’anno. Vorrei capire a chi passare. Chi parla di prezzo e fasce ma fa orecchio da mercante sugli scaglioni nonostante io dichiari il mio consumo, chi piu’ o meno la spara come enel, per poi farmi i conti al centesimo per capire quanto spendo, chi invece edison, non ti dice assolutamente nulla, ma ti dice solo: per 6MWh/anno spendi questo tot all’anno, ma senza capire il perché e il percome. Quindi assodati che questi fantomatici prezzi da 8 centesimi sono specchietti per le allodole, ergo facendo un calcolo per chi non supera la famosa fascia oraria di 8KWh/gioranlieri. Ma il resto? Nessuno dice nulla. Perché non vi è trasparenza nei loro calcoli? Giusto per capire se passare dalla mono alla bi e viceversa, giusto per capire se posso adeguare i miei consumi la notta, per capire tutto quello che penso dovrei capire. Chi mi svela il segreto di pulcinella? Perché quando parli di scaglioni sembra parlare arabo? Poi vedi le fasce: chiami edison e non sanno il prezzo per fascia. È un delirio. Attualmente io ho Luce Soprese Zero con Edison e me la cavo egregiamente perché la luce rateizza fa comodo e nei prezzi sto nella media. Ma mi piacerebbe tanto poter capire come sta gente fa i calcoli per poter calcolare anche io a modo mio. E soprattutto io ho la possiblità di installare un secondo contatore e mettere un bilanciatore elettronica a monte per avere due fasce sociali visto che il consumo giornaliero è 16. Ho calcolato che col bilanciatore io arrivo a risparmiare almeno il 40% per avere la medesima elettricità. In un anno ammortizzerei il costo dell’installazione e del bilanciatore. Ma questo mi pare assurdo, dover ricorrere a degli espedienti perché oltre gli 8kwh giorno non aprono bocca, a parte Enel, e diventa un macello calcolare le imposte. Detto questo, fatto l’esempio estremo che ci sta, come si fa ad “estorcere” la totale verità da queste persone? La rigirano come mille ragionamenti, nessuno parla chiaro. Ormai le stime sono empiriche: io pago 0,29€ finiti facendo la semplice divisione tra spesa totale e kwh consumati. Da dove spuntano questi 30cents?

  70. Salve, la ringrazio per il suo articolo chiaro, ma ho un dubbio: gli scaglioni utilizzata per la quota variabile indicati sopra sono validi indipendentemente dalla potenza impegnata? Esempio: se io possiedo una fornitura con 4,5 kW di potenza impegnata gli scaglioni per la quota variabile sono uguali ad una fornitura di 3kW?
    Cordiali saluti
    Andrea

  71. scusate ma ho una domanda,i prezzi unitari scritti nella bolletta sono da 0,08 e rotti e in un contratto per sconti mi fanno una fascia oraria da 0.36,ora vorrei sapere è il contratto scritto sbagliato( cioè dovrebbe essere 0.036 centesimi) oppure e sono i prezzi unitari che si leggono 0.08 intesi come 8 centesimi ??

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata