Cosa sono i servizi di rete della bolletta elettrica?

Di Antonino Vento
rete_elettrica

Gli oneri per Servizi di rete presenti in bolletta sono pari al costo del trasporto, distribuzione e misura dell’energia elettrica.
Questi costi non sono negoziabili in quanto, per il trasporto e la distribuzione dell’energia elettrica, tutti i venditori usano la rete elettrica nazionale e quindi obbligati a pagarli. L’ammontare del costo dei servizi di rete è stabilito periodicamente dall’autorità AEEG.

Come vengono fatturati i servizi di rete se si acquista in regime di maggior tutela?

Gli acquirenti in regime di maggior tutela troveranno in bolletta la componente servizi di rete suddivisa in quota fissa, quota potenza e quota variabile.

Servizi di rete – Quota fissa
Comprende degli oneri a costo fisso, cioè da pagare indipendentemente dal volume dei consumi. L’unità di misura è €/cliente/mese.

Servizi di rete – Quota potenza
La quota potenza viene addebitato in bolletta in funzione della potenza contrattuale. L’unità di misura è €/kW/mese.

Sevizi di rete – Quota variabile
E’ proporzionale all’energia elettrica consumata dall’utente. Il costo è espresso in €/kwh ed il corrispettivo per ogni kwh varia in funzione di scaglioni di consumi (Leggi l’articolo su come funziona la fatturazione a scaglioni).

Per i clienti domestici in maggior tutela i “servizi di rete” includono gli oneri generali di sistema.

Come vengono fatturati i servizi di rete se si acquista in libero mercato?

I venditori del mercato libero possono fatturare i servizi di rete in bolletta in modo diverso purchè esplicitato in contratto.

Facciamo qualche esempio per fissare meglio il concetto prendendo in esame qualche offerta del mercato libero:

Enel Energia Semplice Luce: il fornitore ha accorpato tutte le componenti in un unico prezzo, il costo del kwh è di 0,31 +iva, salvo sconti e promozioni;

Edison zero sorprese web luce: l’operatore accorpa quota energia e servizi di rete fissando un un unico prezzo;

ENI Link Luce: il gestore fissa solo la quota energia, facendo pagare i servizi di rete secondo le tariffe e modalità stabilite dall’ autorità AEEG.

Quindi da questi semplici esempi, puoi la grande flessibilità dell’operatore nel fatturare la componente servizio di rete in bolletta, spalmandola nel modo più opportuno per rendere, a suo giudizio, l’offerta di fornitura elettrica accattivante.

Questo è tutto, per qualsiasi dubbio, domanda o commento sulla componente servizio di rete non esitare a lasciare un commento.

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Lascia il tuo indirizzo email qui!
cliccando su invia accetti i termini e le condizioni sulla privacy


95 commenti su “Cosa sono i servizi di rete della bolletta elettrica?”

  1. Antonino Vento il 16/12/14 ha scritto:

    @ Chris,
    i costi dei servizi di rete vengono aggiornati trimestralmente, qui http://www.autorita.energia.it/it/prezzi.htm puoi trovare le tariffe delle singole componenti



  2. Chris il 14/12/14 ha scritto:

    Qualcuno puo dirmi qual’e la in euro la quota fissa dei servizi di rete in enel servizio elettr. maggior tutela per un contrat non uso abitativo ma negozio fino a 3 kw???? Gli operatori nn sanno neanche di che parlo



  3. Antonino Vento il 06/10/14 ha scritto:

    @ Ale
    dipende tutto dai consumi, purtroppo non è possibile fare una stima.



  4. Ale il 03/10/14 ha scritto:

    Ciao,vorrei sapere,se è possibile,più o meno a quanto ammonta in euro una quota mensile,in particolare del mese di agosto?



  5. Antonino Vento il 27/09/14 ha scritto:

    @ Mauro,
    se te lo mettono per iscritto nel contratto si, in caso contrario stai attento.



  6. mauro il 22/09/14 ha scritto:

    buongiorno sono stato contattato da una compagnia elettrica a nome “Flyenergia” che mi ha comunicato che dal gennaio 2014, a seguito di una delibera dell’Autority, il costo del servizio totale di rete , x chi risulta nel libero mercato , puo essere eliminato dalla bolletta ……. sarà vero?????



  7. Antonino Vento il 25/08/14 ha scritto:

    @ Davide,
    sul blog prendiamo in esame solo le tariffe per uso domestico.



  8. Davide il 23/08/14 ha scritto:

    Cos’è sta novità che Enel energia offre alle P.IVA uno sconto pari al 50% sui servizi di rete se non si superano circa 60mila kWh/anno?



  9. Antonino Vento il 23/07/14 ha scritto:

    @ Alessandro,
    riducendo la quota potenza risparmieresti poco, però se 1,5 kw ti sono sufficienti allora fallo. Per i servizi di rete c’è poco da fare: trovi qui http://www.autorita.energia.it/it/dati/condec.htm i valori fissati dall’autorità



  10. Alessandro il 15/07/14 ha scritto:

    Gentile Sig. Vento,
    ho un piccolo ufficio servito da AGSM Energia. Vedo che in fattura c’è alla voce TOTALE SERVIZI DI RETE (B)
    QUOTA FISSA Dal 01/06/2014 al 30/06/2014 €/cliente/mese 13,70200000 mesi 1 = 13,70 Vorrei abbassare questo importo. E’ possibile secondo lei abbassare questo valore in quanto non so chi lo definisce e dove recuperare la tabella aggiornata per i clienti diversi da usi domestici in libero mercato ed inoltre (sul sito dell’autorità per l’energia è un vero dedal) non so se diminuendo la quota potenza portandola da 3 a 1,5kw. Grazie per la cortese attenzione. Ale



  11. valeria il 19/06/14 ha scritto:

    la bolletta Enel di giugno : servizi di vendita 78, servizi di rete 90…(più iva). e il 63% di consumo è in F2. E ribadisco che pur avendo il contatore elettronico le bollette non le so proprio decifrare…gli scaglioni…ecc. Giusto le fasce orarie sono comprensibili.



  12. Antonino Vento il 17/06/14 ha scritto:

    @ Valentino,
    bisogna fare come per la telefonia: cambiare gestore quando scade la promozione.



  13. valentino il 17/06/14 ha scritto:

    Grazie, ma era capire se mi conveniva restare sulle mie tariffe attuali, rispetto a passare al mercato libero, con offerte che durano max 1 anno…



  14. Antonino Vento il 14/06/14 ha scritto:

    @ Valentino
    non sbagli, i prezzi calcolati sul ns comparatore sono con le tariffe attuali, più basse (strano ma vero) rispetto il 2013.



  15. valentino il 12/06/14 ha scritto:

    Salve, sto tornando in possesso della mia casa a roma, e volevo fare un check sui miei contratti di luce e gas, in base a tt i pagamenti fatti dal precedente inquilino in questi anni e volevo un vs parere:

    Acea Energia, contratto del 2000, potenza impegnata 3kw su 3,3kw disponbile, fascia triorario F1-2-3, tariffa applicata Domestico D2.
    Spese dal 1 settembre 2009 al 1 giugno 2014, 900€ totale quindi in media 31€ a bimestre. Mi sembra ottimo, considerando il solo uso di tv e frigo. Vorrei risalire al Consumo medio annuo, dove lo estraggo? mi basta solo vedere il consumo fatturato di tutte le bollette (ultima 230 kwh) mediarlo e moltiplicarlo per 6?
    C’è modo di risparmiare tra le offerte, sulla voce servizi di rete?

    Gas Eni
    contratto del 2000, Prodotto: Regolata_GMM, per ACQUA CALDA + COTTURA CIBI + RISCALDAMENTO. Spese: ha avuto punte invernali di 300€ e minime di 30€, accendendo il contatore alle ore 18.00 di ogni sera ed uso week-end. Ho fatto un calcolo su quanto speso dal 1 settembre 2009 e 1 giugno 2014, in media 97€ a bimestre, non male.
    Il consumo medio annuo è 610 smc, quindi 101 smc a bimestre/ bolletta

    A prima vista, il totale luce e gas, danno in media all’anno 800€:
    prezzo forse ottimo, per un single vero?
    Allora la mia domanda è: lascio tutto come trovo?
    Come giocare sulle offerte per far scender tali prezzi, in quanto avrei voglia di fare un unico contratto luce e gas (alternativa proposta sul sito sia di acea che eni)? risparmierei qlcs?

    Andando sul sito
    http://tariffe.taglialabolletta.it/
    ed inserendo quei pochi dati a disposizione (sopra menzionati), mi escono offerte per un totale di 210€ per luce e 520€ per il gas, quindi come vedete il totale torna..
    c’è qualcuno disposto a farmi capire dove sbaglio?



Commenta questo post