Da luglio bollette luce e gas più care

Di Valerio Guiggi
Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico

Arriva l’estate, arriva il caldo, e arriva la batosta.
Si, perché nel terzo trimestre dell’anno 2016 tutte le famiglie italiane saranno interessate da un aumento del prezzo dell’energia elettrica e del gas, prezzi che erano stari abbassati negli ultimi due trimestri, peraltro nell’ultimo in modo considerevole. È ciò che ci fa sapere AAEGSI, l’Autorità Garante per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico, nel suo comunicato stampa trimestrale.

In particolare, la spesa per l’energia elettrica è quella che ha il rialzo maggiore, che arriva al +4,3%, mentre quella del gas avrà un innalzamento minore, dell’1,9%, che potrebbe essere ammortizzato in bolletta dal fatto che la materia prima nei mesi estivi è meno utilizzata rispetto a quelli invernali, dove è presente il riscaldamento.

Come cambiare tariffa luce e gas senza brutte sorprese?

Da cosa dipende l’aumento del costo dell’energia elettrica?

Per quanto riguarda l’energia elettrica, abbiamo avuto un aumento dell’1,5% del costo della materia prima, dovuto principalmente ad un aumento del prezzo del petrolio (ce ne siamo accorti tutti, ai distributori).

Il restante aumento, però, che ammonta a ben il 3,3%, è dovuto a costi di dispacciamento, ovvero di distribuzione dell’energia, a causa di condotte anomale di alcuni distributori in alcune aree del paese che hanno danneggiato, essenzialmente, gli impianti.

Per questi distributori sono state previste delle sanzioni dall’autorità, ma intanto la società nazionale che gestisce “fisicamente” gli impianti elettrici (TERNA) ha dovuto sostenere dei costi per riparare i danni, che si riversano sulla bolletta.

Uno 0,5% di calo riguarda invece i costi di approvvigionamento, che portano quindi l’aumento totale per il terzo trimestre 2016 al 4,3%.

Insomma, teniamo un po’ meno accesi i condizionatori con il caldo estivo perché altrimenti, poi, ci sarà da pagare…

l’aumento del gas metano …

Per quanto riguarda invece il gas, l’aumento è dovuto essenzialmente solo alla materia prima, come per la luce (infatti l’aumento è dell’1,6%). Il rimanente 0,3% di aumento è dovuto invece ad alcuni investimenti effettuati nel campo delle energie rinnovabili per il settore gas, che comunque porteranno benefici a lungo termine.

Quanto si pagherà di più nel mercato tutelato?

Questo significa che le bollette dei prossimi mesi le troveremo un po’ gonfiate, nonostante questi aumenti non rimangino i ribassi ottenuti nei mesi scorsi; infatti, negli ultimi quattro trimestri sulla bolletta della luce continuiamo a risparmiare circa 70 euro rispetto ai 12 mesi precedenti.

E nel mercato libero?

Dal punto di vista delle offerte luce e gas, chi ha stipulato nei mesi scorsi un contratto a costo fisso dell’energia ci ha guadagnato, perché risentirà meno degli aumenti; chi è rimasto con la quota variabile o con il servizio di maggior tutela, invece, ci ha inevitabilmente perso.

Per questo, chi avesse intenzione di cambiare operatore per l’energia elettrica o il gas deve necessariamente tenere in considerazione queste non determinanti, ma comunque piuttosto pesanti, variazioni nei prezzi delle componenti materie prime.

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email, per ricevere gratis aggiornamenti e l'esclusiva guida "Come cambiare fornitore luce e gas senza avere sorprese?"! (condizioni del servizio)

Un commento su “Da luglio bollette luce e gas più care”

  1. Buongiorno ,guardo cerco di comparare ho cambiato gestore ma non ce’ modo di capire perché pago cosi tanto di luce a fronte di consumi minimi ,non ho scaldabagno né tantomeno lavastoviglie, sono sempre accorta nel usare la lavatrice in orari serali anche non avendo la cosiddetta fascia 1 2 3 ma 0 ma a fronte di 500 kw pagare 100 euro mi pare onestamente troppo e ho cambiato gestore con Acea sfioravo i 150 euro………. e’ sempre il consumatore a pagare in tutti termini ……..come questa storia del mercato libero a tutti i costi ma con la tutela dell’ autority comunque presente ,o non ci sei piu’ o continui come prima ,buona giornata

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata