Disdetta Wind Infostrada: i consigli dell’esperto per evitare sorprese

Di Antonino Vento
Disdetta wind infostrada

L’Avv. Michele Vitale, Presidente dell’Associazione a tutela dei Consumatori Bastabollette, ci parla della disdetta Infostrada Wind. In particolare in quest’articolo trovi, tutti i consigli e gli accorgimenti dell’esperto per tenersi al riparo da eventuali costi di disattivazione aggiuntivi che la compagnia telefonica impone nella fattura di chiusura.

La disdetta contrattuale è una possibilità che Wind Infostrada – come tutti gli altri provider di telefonia – inserisce nelle proprie Condizioni Generali di Contratto. Il modulo di disdetta è fornito direttamente sul sito ufficiale della Società e va inoltrato tramite raccomandata A/R o PEC all’indirizzo indicato sul sito.

Tuttavia, questo modulo sembra tutelare più l’operatore che l’utente (clicca qui per saperne di più sull’argomento). Per questo motivo, Bastabollette ha realizzato un nuovo modulo di disdetta che aiuta a tutelarsi in caso di addebito dei costi di disattivazione.

La disdetta è un’operazione piuttosto semplice, da compiere con l’unica accortezza dei trenta giorni di preavviso, ma che spesso porta con sé numerose insidie e cifre piuttosto salate da sborsare. Tutte le disdette contrattuali di Wind Infostrada, infatti, sono gravate dei costi di disattivazione, nonostante questi siano vietati dal Decreto Bersani.

Come evitare di pagare i costi di disattivazione?

Per evitare l’esborso di queste somme, che per alcuni contratti possono arrivare fino a 65 €, occorre agire d’anticipo e seguire una procedura ben precisa. Come vi abbiamo anticipato, l’Associazione Bastabollette ha predisposto un modulo speciale di disdetta ( cliccando qui troverai il modulo da scaricare), da inoltrare a Wind Infostrada secondo le modalità indicate. Ecco, in pochi e semplici passi, come inoltrare la disdetta per evitare di pagare i costi di disattivazione:

1) Scarica e stampa il modulo di disdetta;
2) Compila il modulo in tutte le sue parti, seguendo tutte le indicazioni riportate nel file;
3) Allega una copia dell’ultima fattura ricevuta;
4) Allega un documento d’identità in corso di validità;
5) Invia la disdetta all’indirizzo indicato nel modulo, via raccomandata A/R o PEC;
6) Conserva con cura l’avviso di ricevimento (c.d. ricevuta di ritorno);
7) Una volta ricevuta la fattura nella quale ti saranno addebitati i costi, invia un reclamo scritto, in cui contesti i costi, tramite questo modulo (scarica il modello cliccando qui) e invialo a Wind tramite raccomandata A/R (all’indirizzo al quale hai inviato la disdetta), PEC (all’indirizzo windtelecomunicazionispa@mailcert.it), via fax o email ai recapiti riportati nell’area cliente presente su www.infostrada.it;
8) Conserva tutte le ricevute d’invio.

Alcuni consigli per la compilazione del modulo di disdetta Wind Infostrada:
a) Non è importante riportare il codice cliente, ma è fondamentale allegare l’ultima fattura. La copia della bolletta evita infatti errori di trascrizione o casi di omonimia che potrebbero rendere equivoca l’identificazione del rapporto.
b) Non è fondamentale indicare la data precisa d’inizio contratto, basta riportare l’anno (es. a partire dal XXXX);
c) Apparecchi in comodato: occorre tenere presente che Infostrada cercherà di farci pagare l’apparecchio che noi consideriamo in comodato, quindi è importante che il modulo indichi espressamente la volontà di restituire tutti gli apparecchi.

Se Wind Infostrada continua a pretendere i costi di disattivazione e spinge per l’acquisto forzoso degli apparecchi, puoi chiedere il nostro aiuto inviando una mail ad aiuto@bastabollette.it, oppure visita il nostro sito bastabollette.it e richiedi assistenza gratuita tramite l’apposito modulo presente in alto a destra in Home Page.

Tariffe ADSL e telefono >>

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email per ricevere aggiornamenti, approfondimenti e novità sull'argomento!

30 commenti su “Disdetta Wind Infostrada: i consigli dell’esperto per evitare sorprese”

  1. Dal 1° giorno Modem ha sempre dato problemi, devo accenderlo e spegnerlo 2 volte al giorno. Il negozio Wind si è rifiutato di sostituirlo e sono in mano al servizio 155 che, a parole, ogni 3gg mi conferma che mia richiesta “è in gestione”. Son passati quasi 2 mesi e ancora niente. E pensare che il modem lo pago pure! E’ un muro di gomma. Tristezza…

  2. Non riesco a parlare con un operatore wind da tre giorni come devo fare ,voglio reclamare ogni bolletta ce un rincaro anche se ho un offerta

  3. Sto cercando di mettermi in contatto con il 155 ma non è possibile comunicare e non conosco un indirizzo email.
    Vorrei dire che la fibra nella mia linea *************è debole e deve essere potenziata; come devo fare per vedere il numero di telefono di chi mi chiama; devo avere il rimborso di €20 pagati il 16.8.2017 su un numero non più attivo ******************

  4. Disdetto contratto con modulo Wind Infostrada inviato con raccomandata A.R., cambiato linea telefonica (ora ho Telecom con un nuovo numero dal 25 marzo 2017). Continuano ad arrivare le fatture (che non ho più pagato) e ieri anche un “avviso di mancato pagamento”. Al 155 mi dicono che per loro il numero è ancora attivo! Siamo alla follia: dovrei pagare per un numero inesistente!

    1. buonasera Dario, sono nella stessa identica situazione con Wind Infostrada. È riuscito a concludere qualcosa per la chiusura del contratto? se si, può darmi indicazioni?
      Grazie e cordiali saluti.
      Alessandra Gallina

  5. Recesso effettuato con infostrada a seguito di variazione unilaterale contrattuale, pertanto senza costi di disattivazione.
    Ultima bolletta comprensiva di costo apparato modem (in racc. Di recesso avevo chiesto dove spedirlo perché non lo volevo e mai hanno risposto) pago solo l’ultima quota dovuta decurtando il costo modem (chiedendo ancora come restituirlo). Dopo mesi mi giunge una telefonata dove dicono che c’è da pagare il modem ma quando capiscono che avevo scritto in raccomandata che non lo volevo dicono che è tutto ok. Dopo un anno e mezzo mi giunge intimazione al pagamento da parte di una agenzia recupero crediti..
    Cosa fare? Io ancora non ho avuto indicazioni su come restituirlo e loro hanno la mia mail, il mio indirizzo e il mio telefono ma mai nulla è stato a me inviato se non le richieste di acquisto modem.
    Scorretti al massimo.. Poi per telefono han sempre detto che andava bene così..

  6. Salve, avrei bisogno di suggerimenti per vicenda che descrivo brevemente: Qualche mese fa, per conto di mia madre (ormai non vedente) ho notato un cambio tariffario da parte di Infostrada (circa il doppio) ed ho appreso dal call center che lo scorso anno vi è stata una variazione contrattuale unilaterale la quale avrebbe permesso eventualmente il cambio operatore senza addebito di costi od eventualmente un cambio tariffario più conforme alle esigenze. Avendo spiegato all’operatore l’impossibilità da parte dell’utente (non vedente) di aver provveduto a ciò mi è stato detto di inviare una mail descrivendo i fatti per un’eventuale cambio tariffario, ora per allora. Non ricevendo risposta ho provveduto ad accettare una proposta da parte di Vodafone assicurandomi che non vi era piu’ contemplato, per legge, nessun costo di disattivazione ma bensì solo di attivazione e che avrebbero pensato ad ottemperare a tutte le pratiche necessarie. Qualche giorno fa purtroppo ho ricevuto invece l’addebito di € 65,00 per cessazione del servizio ed il call center mi ha detto che i costi sono del tutto legittimi e contemplati nelle condizioni generali del contratto. Avendo posto obiezione a ciò, sia in virtù della mancata giustificazione dei costi relativa al decreto Bersani sia al fatto che il contratto è stato sottoscritto al tempo della lira ho chiesto che mi venisse recapitato appunto il famigerato contratto sottoscritto e che nel frattempo avrei provveduto al blocco del pagamento rid in attesa di chiarimenti, al momento disposto al solo pagamento legittimamente dovuto, circa € 15,00. Leggo, tra l’altro, che ad altri utenti è stato addebitato solo l’importo di € 35,00. Come dovrei comportarmi? Grazie mille

  7. buongiorno,
    devo disdire il contratto con wind infostrada per la adsl, quando devo riconsegnare il modem in comodato d’uso?
    io ho l’addebito sul conto dell’abbonamento e vorrei invece ricevere il bollettino per il pagamento finale,,,altrimenti mi addebiteranno anche i costi. come devo muovermi?
    grazie in anticipo

  8. salve ho un problema con wind e’ stata fatta una disdetta da parte di mio fratello io sono subentrata a questo numero automaticamente il nuovo gestore mi chiedeva l ultima fattura nel mentre la linea e internet era ancora operante finche dopo un mese mi e’ stata staccata la linea per internet continua andare causando problemiperche’ ho un negozio ma e’ possibile tutto questo aspetto un vostro consiglio grazie

  9. Salve,
    inviata richiesta disdetta il 30/09/2016, appellandomi alle variazioni contrattuali, come da loro comunicazione, non dovrei pagare i costi di recesso. Ovviamente nell’ultima bolletta i costi di 65 euro erano addebitati. Al che ho inviato una raccomandata con ricevuta di ritorno, facendo presente che a causa delle variazioni contrattuali, ed il recesso richiesto prima del termine del 30 settembre 2016(prorogato al 31 ottobre 2016) non potevano addebitarmi tali costi. Ho ricevuto una risposta, per posta elettronica, con una breve risposta: a noi i costi sembrano addebitati correttamente.. queste compagnie telefoniche hanno una serietà pari a 0!

  10. Spedita raccomandata 1 con prova di consegna il 26 10 2016 per non pagare la disdetta (tempo fino al 31 10 16)in quanto c’era stato una modifica del contratto a 8 settimane invece che bimestrale, ebbene la raccomandata è stata consegnata come verificato da tracciabilita delle poste ma manca la firma sulla ricevuta di ritorno che non mi è stata recapitata e la wind si nasconde dicendo che non hanno ricevuto nulla (la disdetta va inviata tra l’altro ad un numero di casella postale e sicuramente li qualcuno che doveva firmare non lo ha fatto) ho innoltrato reclamo alle poste ma la condotta di entrambe le societa è deprecabile , possibile che in italia non siamo mai tutelati ? che schifo

  11. Buonasera,
    Ho richiesto ed ottenuto la cessazione della linea ad ottobre 2016 appellandomi alla variazione delle condizioni contrattuali per non pagare i costi di disattivazione, eppure tale importo mi è stato lo stesso addebitato nell’ultima fattura. L’operatore dell’assistenza clienti ha detto che devo pagare per forza tutto l’importo in fattura e poi Infostrada provvederà a fare lo storno del contributo non dovuto inviandomi un assegno di risarcimento (il mio metodo di pagamento è bollettino postale). Alla domanda perché non inviarmi direttamente un bollettino corretto mi è stato detto che non era fattibile.
    Potrei gentilmente avere qualche chiarimento su cosa fare, grazie. Non ho mai sentito di compagnie che inviano assegni per posta.
    Saluti.

  12. Buongiorno
    ho dato disdetta fisso+ADSL a Infostrada il 1 giugno 2016 per decesso di mio padre. Ora mi chiedono il pagamento dei costi di disattivazione (65 euro)+ 20 Euro per abbonamento dall’11/6 al 5/7 + 32 Euro vendita apparato.
    E’ corretto che io debba pagare tutto ?
    grazie in anticipo
    Carlo

  13. Buonasera,
    ho un contratto con Infostrada e sto per cambiare casa. Ho chiamatto il 155 e l’operatore ha verificato che al nuovo indirizzo non c’è copertura e quindi l’unica possibilità è quella di chiedere la disdetta immediata e senza costi. Lui stesso mi ha dettato al telefono il testo della disdetta da inviare. A distanza di qualche giorno dall’invio della raccomandata sono stato contattato da un altro operatore che mi ha informato che la chiusura del contratto avverrà dopo 30 giorni dal ricevimento e soprattutto con un costo di 65 euro. Poiché la disdetta è dovuta ad una loro incapacità di mantenere il contratto al nuovo indirizzo, posso insistere per non pagare?

  14. Ho parlato con un operatore Wind addetto alle info sulla disattivazio-ne del contratto (stipulato con loro 3 anni fa) e mi e’ stato detto che bisogna poi pagare il costo di 65.00euro xche e’senza rientro in Telecom, dicendo che passero’ ad altro operatore. Del suddetto costo lo sapevo gia’ da un negozio Wind.Allora mi domando se sta legge Bersani esiste ancora o no, e xche’ impongono questo pagamento, ovvero che per loro e’ giusto che se uno stacca debba pagare questi costi di disattivazione, e se e’ sempre in vigore la legge, fanno i sornioni?.Inoltre ho chiesto x il modem ricevuto in comodato d’uso devo restituirlo o no, mi ha detto no dato che sn passati 2 anni e che non pago nulla…speriamo sia vero…Grazie e attendo risposta prima possibile.

  15. Buongiorno,

    vorrei comprendere se è necessario che io paghi €65 per disattivare il servizio Infostrada. Sono costretto o c’è un modo per non farlo? Il contratto è stato fatto il 31/03/2014. Grazie Fabrizio

  16. Ciao, dopo gli ultimi aumenti Wind ho deciso di disdire senza costi di disattivazione come da loro stessi indicatomi in fattura.
    Ho scritto lettera a mano(strano vero nel 2016?) allegando copia doc.id. e copia ultima fattura, spedito con racc.A.R. Scrivevo chiaramente che chiedevo il distacco con effetto immediato di linea e ADSL.
    Adesso mi scrivono che non hanno distaccato la linea telefonica perché non ho indicato se volevo rientrare in Telecom o meno. Come posso tutelarmi da questa vessazione?
    Grazie, ciao.

      1. …mah…quando uno scrive distacco immediato di linea e ADSL in italiano cosa significa? Se volevo passare ad altro operatore mi rivolgevo ad esso, che gestiva tutta la pratica … qui è un fare orecchie da mercante ! Tra l’altro, dopo aver inviato raccomandata ho pure contattato la loro assistenza in chat e mi avevano detto che era tutto a posto.
        Sperano non vengano avanti con bollette non dovute come ho sentito di altri casi!

  17. Buongiorno, qualcuno sa dirmi se esiste il vincolo dei 2anni ? Dopo 14 mesi in infostrada vorrei recedere. Sapete anche dirmi se le fatture arretrate di quasi 1 anno e arrivate da 1 mese sono costretta a pagarle? Spiego: in agosto 2015 ho attivato infostrada all inclusive, non mi sono mai arrivate le fatture. Diverse volte mi sono rivolta al centro Wind e anche telefonicamente, gli operatori hanno sempre risposto che i pagamenti erano regolari. Ora dopo 1 anno mi ritrovo che infostrada si scusa per il disguido e ogni mese di addebita il costo delle fatture vecchie.
    Che fare? Devo pagare le fatture arrivate con un anno di ritardo?
    Grazie

  18. Buongiorno a tutti, volevo esporre il mio problema.
    Ho disdetto il contratto con la wind tramite un modulo che mi ha fornito il negozio dove ho attivato la linea stessa, inviandolo alla wind con raccomandata e ricevuta di ritorno.
    Tutto ciò è successo nel GENNAIO 2016 ( con un mese di anticipo come mi diceva espressamente l’operatore del nwegozio ).
    Ad OGGI la wind continua a mandarmi bollette da pagare ogni due mesi ( come sottoscriveva il contrato ).
    Ogni volta che chiamo un operatore cade sempre la linea ( non se se questo venga fatto apposta o meno ).
    non so più cosa fare, le bollette non le ho mai pagate dato che ho chiuso il contratto a gennaio pagando la somma di 100 euro ( modem e tutte le spese per chiudere il contratto ).
    Aiutatemi, per favore!!

  19. Buongiorno,
    Wind Infostrada si è inventata un nuovo pretesto per rigettare o differire le richieste di disdetta.

    Viene infatti considerato conforme solo il loro modulo di disdetta ufficiale, qualunque altro modulo _potrà_ essere considerato non conforme e quindi respinto (dipende dall’operatore che segue la pratica).

    Nel mio caso il modulo da voi indicato è stato ritenuto non conforme e nel migliore dei casi il distacco verrà differito a loro discrezione.

    Ma è legale tutto ciò?
    Stefano C.

    1. ciao Stefano, quanto riferito da Wind è privo di qualsiasi fondamento.
      La disdetta può essere fatta in qualsiasi forma scritta, purchè correttamente recapitata attraverso un sistema con tracciatura verificabile, fax, raccomandata, pec.
      Se vuoi la mi associazione è a tua disposizione per assisterti gratuitamente nel far valere le tue ragioni contro Wind.
      Scrivi una mail a info@bastabollette.it e un assistente ti risponderà quanto prima.

  20. Io ho solo fatto un contratto con “registrazione” del colloquio telefonico con operatore Infostrada. Mi sono arrivati i moduli che dovrei firmare e restituire via fax per attivare la procedura del cambio di operatore (da Tim a Info). Però ho cambiato idea e non voglio più passare a Info.
    Adesso che cosa dovrei fare?.
    Grazie

    1. Puoi chiamare il call center Infostrada dicendo che non vuoi più cambiare, se vuoi avere maggior sicurezza puoi fare una raccomandata A/R citando il diritto di ripensamento.

  21. da questo sio non riesco a scaricare il modulo di disdetta mi potete mandare un file alla mia mail?
    Grazie
    Giorgio

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata