Elettrodomestici solari: quali i traguardi raggiunti dalla tecnologia?

Di Antonino Vento

L’acutizzarsi del problema energetico e i grandi passi in avanti fatti dalle energie rinnovabili, prima tra tutte dall’energia solare, ha portato, tra le altre cose, al crescente interesse da parte di produttori e consumatori verso elettrodomestici di uso comune alimentati sfruttando proprio l’energia del sole.

In questo senso, un crescente interesse, soprattutto da parte dei grandi produttori, si è dimostrato a partire dalla firma del protocollo di Kyoto quando, la definizione di nuovi parametri e di standard energetici da rispettare, ha sollecitato i governi ad impegnarsi maggiormente sul fronte dell’ottimizzazione energetica.

E’ stato probabilmente da quella data che gli investimenti nel comparto delle energie alternative sono cresciuti in maniera considerevole, portando allo sviluppo di una nuova gamma di prodotti, ovvero elettrodomestici alimentati dall’energia del sole.

A chi di noi, infatti, non è mai capitato di ritrovarsi tra le mani una torcia, una lampada o un caricabatteria completamente alimentato dal sole?

Probabilmente a tutti e questo perché la produzione e la commercializzazione di piccoli elettrodomestici alimentati da energia solare è cresciuta moltissimo nel corso degli ultimi anni.

Navigando in rete è, ad esempio, possibile trovare moltissimi siti che vendono prodotti alimentati dal sole; sveglie, lampade, bilance, ma anche grill, barbecue, prodotti per la pulizia delle piscine, zaini “solari”, apparecchiature per ufficio, portafotografie, lettori ebook funzionanti solo con l’energia del sole, senza più bisogno di cavi per l’alimentazione elettrica o di batterie.

Da quanto detto si evince immediatamente che sul fronte dei piccoli elettrodomestici, il solare ha conosciuto una grande diffusione; e per quanto concerne il comparto dei grandi elettrodomestici?

La possibilità di utilizzare l’energia del sole per alimentare grandi elettrodomestici come lavatrici, condizionatori e forni, presenta maggiore difficoltà rispetto ai dispositivi di piccole dimensioni.

La difficoltà sostanziale di utilizzare il solare anche per questo tipo di prodotti sta essenzialmente nell’immagazzinamento dell’energia che, negli elettrodomestici di grandi dimensioni, necessita di un abbassamento della potenza ad oggi assorbita, in maniera tale da assicurare un corretto funzionamento anche con il solare.

Molte le soluzioni in questi anni proposti ed alcuni prototipi di grandi elettrodomestici alimentari con il sole sono stati realizzati; si pensi, ad esempio, al forno solare portatile recentemente commercializzato e progettato per riscaldare il cibo proprio utilizzando il calore dei raggi solari, o alla centralina per lavatrice alimentata con energia solare, un dispositivo che, una volta installata sulla propria lavatrice permette un risparmio di ben l’80% sui consumi.

Esistono poi una serie di elettrodomestici “ibridi”, ovvero prodotti che sfruttano in parte l’energia solare; ne sono un esempio lavabiancheria e lavastoviglie dotate di doppia gestione di acqua calda e fredda, un sistema grazie al quale è possibile far funzionare gli elettrodomestici anche tramite acqua proveniente dall’impianto solare, per un risparmio energetico di circa il 60%.

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email per ricevere aggiornamenti, approfondimenti e novita' sull'argomento!

Un commento su “Elettrodomestici solari: quali i traguardi raggiunti dalla tecnologia?”

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata