“Enel Servizio Elettrico” diventa “Servizio elettrico Nazionale”: cosa cambia?

Di Valerio Guiggi
Servizio elettrico Nazionale

Dal 1 Gennaio 2017, tutti gli utenti che non hanno mai cambiato operatore e che hanno come distributore locale la società Enel Servizio Elettrico vedranno arrivare una bolletta che riporta il nome di Servizio Elettrico Nazionale, anziché Enel come avviene da molti anni a questa parte. Che cosa è cambiato?
È cambiato molto poco, in realtà.

Alcuni mesi fa, l’Autorità garante per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI) ha emesso una delibera nella quale si chiedeva a tutte le società che operano sia nel mercato libero che nella maggior tutela di avere due marchi differenti e distinti per evitare confusione.

Come cambiare tariffa luce e gas senza brutte sorprese?



Scopri le migliori offerte di Amazon.it >>

Enel, nelle zone in cui è il distributore, aveva fino ad oggi un servizio di Maggior Tutela (cioè interamente regolamentato dall’Autorità) che si chiamava Enel Servizio Elettrico, mentre il corrispettivo che fa parte del mercato libero si chiama, ancora oggi, Enel Energia.

Nomi troppo simili che rischiavano di creare confusione: per questo, come annunciato nelle bollette Enel (in quelle scrittine che non legge mai nessuno) dal mese di Ottobre, tutti gli utenti di Enel Servizio Elettrico vedranno arrivare delle bollette da Servizio Elettrico Nazionale.

In pratica quindi Enel Servizio Elettrico cambia nome in Servizio Elettrico Nazionale, mentre Enel Enel Energia rimane Enel Energia.

Cambia qualcosa per chi si trova le bollette di Servizio Elettrico Nazionale?

Assolutamente no.

Le bollette arriveranno esattamente come prima, con le stesse condizioni economiche, mentre le sedi fisiche e gli uffici di Enel rimangono gli stessi, non cambia nulla.

Cambiano gli estremi per i pagamenti delle bollette, ma niente paura: sul bollettino sono già riportati quelli corretti, mentre il passaggio sarà completamente automatico per chi si serve della domiciliazione, senza alcuna differenza. Insomma, non dovete preoccuparvi di nulla in questo senso.



Scopri le migliori offerte di Amazon.it >>

L’unica differenza concreta, quindi, è solamente il cambiamento del nome della società, e di conseguenza il suo sito internet: per qualsiasi informazione, infatti, da Gennaio (quindi già ora) bisogna consultare il sito www.servizioelettriconazionale.it.

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email, per ricevere gratis aggiornamenti e l'esclusiva guida "Come cambiare fornitore luce e gas senza avere sorprese?"! (condizioni del servizio)

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata