CAPIRE LA BOLLETTA ELETTRICA

IL CODICE POD DATA DI ATTIVAZIONE TIPOLOGIA DI CONTRATTO
TIPOLOGIA DI TARIFFA TENSIONE FORNITURA TIPO DI CONTATORE
POTENZA IMPEGNATA POTENZA DISPONIBILE LETTURA E AUTOLETTURA
TIPOLOGIA DEI CONSUMI CONSUMI E SCAGLIONI I SERVIZI DI VENDITA
I SERVIZI DI RETE GLI ONERI DI SISTEMA LE IMPOSTE
BONUS ELETTRICO ONERI DIVERSI MAGGIOR TUTELA
MERCATO LIBERO DIRITTI DEL CONSUMATORE IL MERCATO ELETTRICO

Tag principali

AEEGSI Allacci e Contratti Apple iPad Contatore elettrico Diritti del consumatore Edison Energia Efficienza energetica Enel Energia Enel Energia Luce Eni famiglia Impianti fotovoltaici Infostrada Offerte Cloud Offerte energia verde Offerte iPhone compreso Offerte TRE Offerte WIND Quinto conto energia Risparmiare traffico dati Samsung Sky TV Tariffe gas metano Tariffe maggior tutela TIM - Telecom Italia Vodafone Mobile

costo della bolletta elettrica

Tariffe luce 2017: cosa cambia con la nuova riforma?

Il 1° gennaio 2016 inizia riforma dell’energia elettrica (delibera AEEGSI 502/2015), riforma che nel triennio 2016-2018 ridefinirà totalmente il sistema tariffario, rendendolo più equo secondo gli intenti dell’Autority AEEGSI. Quest’anno, 2017, entra in vigore la seconda parte, cioè quella che dovrebbe incidere in modo più radicale sulla nuova struttura tariffaria: vediamone le novità, oltre che capire se è veramente equa. … continua a leggere

costo della bolletta elettrica

Bolletta elettronica: quanto si risparmia?

Da qualche anno gli operatori telefonici mettono a disposizione una nuova modalità per ricevere le nostre bollette: in pratica, invece di riceverle per posta possiamo riceverle online, sia via mail che tramite l’app o il sito del servizio elettrico, ottenendo così due tipi di risparmio … continua a leggere

contatore trifase enel

Cos’è la componente “servizio di vendita” presente in bolletta?

Quando si legge una bolletta dell’energia elettrica, tra le vari voci del dettaglio costi figura la componente servizio di vendita : ma cos’è questa componente?
Come sono determinati i costi in essa presenti?
E’ possibile risparmiare passando al mercato libero?
Scopriamolo in questo breve articolo. … continua a leggere

Casa energeticamente efficiente

Il corrispettivo Cmor

Gli operatori del mercato libero hanno a disposizione uno strumento per cercare di recuperare potenziali crediti pregressi: il coefficiente di morosità o meglio conosciuto come Cmor. Negli ultimi anni il Cmor è stato oggetto di discussioni anche in sede … continua a leggere

Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico

Cos’è il servizio di “maggior tutela”?

Il servizio di maggior tutela garantisce la fornitura dell’energia elettrica ai clienti domestici e piccole imprese che non hanno deciso di passare al mercato libero, o che al seguito del passaggio hanno deciso di tornare al servizio di maggior tutela. … continua a leggere

Come leggere la bolletta della luce

Come leggere la bolletta della luce?
Sembra una domanda banale ma è un documento composto da molte voci, le quali possono essere difficili da interpretare, ma che nell’intento del legislatore … continua a leggere

costo della bolletta elettrica

Le modalità di rateizzazione della bolletta luce

Può capitare, a seguito di un conguaglio, che arrivi una bolletta elettrica molto onerosa: cosa fare?
E’ possibile chiedere la rateizzazione della stessa?
E con quali modalità?
In quest’articolo troverai risposta a queste domande. … continua a leggere

Contatore energia elettrica

Le tariffe d2, d3, monoraria, bioraria e multioraria

Un consumatore di energia elettrica durante la lettura di una bolletta o la stipula di un contratto può imbattersi nei termini d2, d3, monoraria, bioraria e multioraria: cosa significano? Quali le differenze?
Cominciamo a capire la differenza tra tariffa D2 e d3.

Quali le differenze tra le tariffe D2 e D3?

Dal 1° gennaio 2017 queste due tariffe non esistono più in quanto è nata la tariffa per clienti domestici residenti (leggi l’articolo “Tariffe luce 2017: cosa cambia con la nuova riforma?“).

Prima del 2017, l’Autorità AEEGSI ha definito per la clientela domestica in regime di maggior tutela due tariffe obbligatorie: D2 e D3.

La tariffa D2 è applicata ai contratti stipulati nelle abitazioni di residenza con impegno di potenza non superiore ai 3 kW.

La tariffa D3 è applicata ai contratti stipulati nelle abitazioni di residenza con impegno di potenza superiore a 3 kW e a quelli stipulati per le abitazioni non di residenza.

Ma quale la differenza sostanziale tra tariffa D2 e D3?

Una fornitura elettrica con tariffa D2 costa di meno di una fornitura con tariffa D3.

Il divario di prezzo però non è costante ma dipende dai consumi annui: un utente con tariffa D3 e consumo annuo di 1200 kwh annui paga circa il 40% in più rispetto la tariffa D2, un utente con consumi di 4500 kw, sempre in D3, paga circa il 10% in più dell’equivalente in tariffa D2.

Se vuoi avere maggiori dettagli sulla differenza di prezzo tra tariffa D2 e d3 ti consiglio di leggere l’articolo “Quanto costa passare da 3 a 4,5 o 6 kw di potenza?

Monoraria, bioraria e multioraria

La terminologia monoraria, bioraria e multioraria e legata al costo del kwh così come meglio spiegato di seguito.

Tariffa monoraria
Con la tariffa monoraria il costo dell’energia elettrica rimane invariato al variare del giorno e dall’ora in cui si consuma.

Questo tipo di tariffa oggi trova applicazione solo nei contratti di fornitura del mercato libero, indipendentemente che l’utenza sia residente o non.

Tariffa bioraria
Con la tariffa bioraria si pagherà l’elettricità in funzione dell’ora e del giorno in cui si consuma.

Il garante per l’energia ed il gas ha fissato due fasce orarie così definite:

F1 (ore di punta) per i consumi dal lunedi al venerdi tra le ore 8:00 alle ore 19:00 con esclusione dei festivi e F23 (F2 ore alto carico + F3 ore vuote): per i consumi nelle ore notturne, nei weekend, nei festivi e nelle ore non comprese in F1.

Questa tipologia di tariffa è obbligatoria per i clienti finali in regime di maggior tutela indipendentemente che abbiano una tariffa d2 o d3 ed è abbastanza diffusa nei contratti di fornitura del mercato libero.

Multioraria
Con la tariffa multioraria si pagherà l’energia elettrica in modo differenziato per i consumi nelle seguenti facie:
– F1 (ore di punta): per i consumi dal lunedi al venerdi tra le ore 8:00 alle ore 19:00 con esclusione dei festivi;
– F2 (ore alto carico) dal lunedi al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 9:00 e dalle ore 19:00 alle ore 24:00, sabato dalle ore 8:00 alle ore 24:00 ad esclusione dei vestivi;
– F3 ( ore vuote) festivi h24 e feriali pe le ore non comprese in F1 e F2.

Questo tipo di tariffa oggi trova applicazione solo nei contratti di fornitura del mercato libero o per le forniture elettriche a clienti non domestici.

Adesso è il momento di risparmiare

Adesso che hai chiare le differenze tra le diverse tipologie di contratto, non ti resta che trovare la migliore offerta usando il nostro comparatore.
Clicca sul bottone sottostante ed il gioco è fatto!

Comparatore tariffe luce >>

contatore trifase enel

Cos’è il codice POD?

Il POD è un codice alfanumerico che identifica in maniera univoca il punto di prelievo dell’energia elettrica dalla rete nazionale; in genere si trova nel primo foglio della bolletta di fornitura dell’energia elettrica. Solitamente è costituito da 14 caratteri … continua a leggere

Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico

Cosa sono gli scaglioni di prezzo del kWh?

Prima del 1° gennaio 2016 il prezzo di alcune componenti del costo di un kwh di energia elettrica variano in funzione dei consumi annui del cliente finale.
In particolare le tariffe sono fissate per intervalli di consumi, detti scaglioni , che ti riporto in tabella. … continua a leggere

il contatore elettrico

Lettura e autolettura del contatore luce: quali le differenze? Quali i diritti?

Hai sentito parlare di lettura del contatore e di autolettura del contatore: è la stessa cosa o ci sono delle differenze sostanziali?
Chi deve farsi carico della lettura del contatore? Con quale periodicità deve essere fatta la lettura? … continua a leggere

Come ottenere il bonus elettrico 2015?

E’ stato rinnovato anche per il 2015 il bonus elettrico: agevolazione sulla spesa di energia elettrica rivolta a famiglie economicamente disagiate, numerose e con malati gravi che debbano usare macchine … continua a leggere

Tensione di fornitura, livelli di tensione elettrica e range di variazione

Una fornitura di energia elettrica può essere monofase se la fornitura è in bassa tensione (BT), trifase per tutti i livelli di tensione elettrica.
Ma quali sono i livelli di tensione elettrica della rete italiana?
Come sono identificati i livelli di tensione elettrica?
Come posso capire il livello di tensione guardando la bolletta? … continua a leggere

Data di attivazione della fornitura

Nel caso di cambio fornitore di energia elettrica la data di attivazione della fornitura coincide con il primo giorno di fornitura di elettricità alle condizioni economiche del nuovo gestore. … continua a leggere

Le tipologie di contratto

I contratti per la fornitura di energia elettrica si suddividono in “domestici” e “usi diversi”.
… continua a leggere