Offerta ENI caldaia gas casa: scopriamo pro e contro

Di Valerio Guiggi
offeta eni caldaia nuova

La caldaia è uno degli oggetti più importanti per le nostre abitazioni, ed è anche uno dei prodotti che necessita di maggiore manutenzione, e di essere cambiata di tanto in tanto. Oggi andiamo a valutare la proposta di Eni e Assistenza casa, due società specializzate rispettivamente in energia e assistenza per le caldaie, che propongono il servizio Caldaia Nuova.

In cosa consiste la proposta di sostituzione caldaia?

La proposta consiste in pratica nel sostituire la caldaia tradizionale con una caldaia a condensazione, che può garantire una maggiore efficienza energetica in relazione al fatto che il calore che, nelle caldaie tradizionali, viene emesso all’esterno in questo tipo di caldaie di nuova generazione viene recuperato, garantendo così un risparmio energetico (scopri il funzionamento delle caldaie a condensazione.

Come funziona CaldaiaNuova?

La proposta, che fa parte delle tante offerte Eni Famiglia, si basa su un pacchetto chiamato “chiavi in mano” caldaia, consulenza e assistenza tecnica.

In pratica recandosi presso un ENI Store, si prende appuntamento con il tecnico di Assistenza Casa che farà un sopralluogo e stilerà un preventivo per l’installazione.

A questo punto, se siamo d’accordo, si procede con l’acquisto del pacchetto che comprende la nuova caldaia, quindi l’installazione della stessa, l’accensione ed il primo collaudo: compresa nel prezzo avremo quindi la sicurezza che il tutto funziona senza problematiche particolari.

Se vogliamo, poi, possiamo acquistare il pacchetto premium, che oltre a questi vantaggi offre anche la manutenzione inclusa ed estende la garanzia della caldaia a cinque anni.

Le marche delle caldaie Eni

Le marche delle caldaie che avremo a disposizione sono molteplici, e si tratta di aziende di tutto rispetto: tra quelle disponibili fin da subito ci sono Baxi, Biasi, Chaffoteaux ed Energas, aziende magari non conosciutissime dal grande pubblico ma che comunque rappresentano dei leader nella produzione di questo tipo di prodotto. L’intenzione di Eni è quella di aumentare le marche disponibili.

Per avere un’idea delle differenze tra i vari tipi di caldaia che si possono avere con l’offerta, ecco la descrizione delle singole marche, e di quali si adattano maggiormente alla situazione.

Baxi

La prima marca che Eni mette a disposizione è Baxi, che propone sette caldaie diverse che possono essere installate sia all’interno che all’esterno dell’abitazione, e sono tutte compatibili sia con il gas metano che con il GPS.

La variabilità tra i vari modelli è data essenzialmente dalla potenza e dal rendimento: si va dai 24 ai 29 kW di potenza, e il rendimento (come stabilito per legge) va dalle due stelle, per due modelli (Luna3 e Eco5 Compact) alle quattro stelle di tutti gli altri modelli messi a disposizione.

Da notare la presenza nei vari modelli di un display LCD per la lettura delle informazioni.

Dal punto di vista economico, le caldaie (o, meglio, i pacchetti) vanno da circa 1000 euro di base per arrivare a punte di quasi 2000 euro di costo, offrendo una buona variabilità interna.

Biasi

Le caldaie Biasi proposte da Eni sono sei modelli diversi, di cui quattro pensate per gli impianti tradizionali, due per gli impianti di nuova generazione con il riscaldamento a pavimento, invece che per i termosifoni.

Le varianti tradizionali sono piuttosto economiche, e non hanno il display LCD, a differenza delle caldaie Inovia (che sono le più avanzate) che invece hanno prestazioni migliori e anche il display elettronico.

Le sei caldaie si suddividono in tre famiglie che sono Basica, con un rendimento e un costo minore, Parva, caldaia tradizionale con un rendimento migliore rispetto alle Basica, e Inovia, che sono le caldaie pensate per gli impianti di nuova generazione. Dal punto di vista della potenza, si va dai 24 kW (per la versione Basica meno potente) fino a 36 kW (per la versione Inovia più potente).

Il rendimento è di due stelle per i modelli Basica, quattro per tutti gli altri.

Le caldaie Inovia si possono installare sia dentro che fuori casa, mentre le altre quattro sono solamente da interno.

Chaffoteaux

La caratteristica che contraddistingue questa marca è il fatto di proporre delle caldaie che, nei limiti del possibile, sono molto piccole, e adatte quindi a chi ha poco spazio. Infatti, la maggior parte di queste caldaie sono pensate per l’interno, e non per l’esterno.

Anche in questo caso, le caldaie si distinguono in tre famiglie che sono Pigma, Pigma Evo e Inoa Green. La potenza è variabile, ma in generale è piuttosto bassa (da 22 kW a 31, nella variante Pigma Evo migliore).

Pigma è la famiglia più economica, che ha un rendimento di tre stelle (migliore comunque delle varianti economiche delle famiglie che abbiamo visto prima), seguita da Inoa Green, che ha prestazioni migliori (ma ha il limite che può essere alimentata solo a metano e non a GPL), e poi da Pigma Evo, che è la migliore famiglia offerta da Chaffoteaux. Queste ultime caldaie sono compatte, ma si possono installare sia all’interno che all’esterno dell’appartamento.

Energas

Infine, l’ultima marca proposta da Eni è Energas, che propone cinque caldaie suddivise in due famiglie, che sono Damona e Brigit. Tutte le caldaie Energas sono alimentate soltanto a metano, non a GPL.

Le caldaie Damona sono caldaie tradizionali, caratterizzate dal fatto di essere ultracompatte e non particolarmente potenti (hanno anche un rendimento piuttosto basso). Sono caldaie economiche, anche se si possono installare sia all’esterno che all’interno dell’edificio.

Le caldaie Brigit sono invece migliori da tutti i punti di vista, e sono anche più costose; si caratterizzano per le basse emissioni, quindi per il rispetto dell’ambiente, e per il buon rendimento termico, che si traduce nel risparmio energetico. Hanno il display LCD (a differenza delle Damona) e l’unico limite è che sono solamente caldaie da interno, e non si possono mettere fuori casa. La caldaia Brigit migliore è la più potente proposta da Eni, anche rispetto alle altre marche.

Chi può aderire all’offerta?

Possono aderire a questa promozione, tutti coloro che sono interessati al cambio della caldaia, indipendentemente dal fatto di essere clienti Eni (a differenza di quanto accadeva in passato).

L’offerta infatti è un’esclusiva degli Energy Store ENI: possiamo scoprire la posizione di questi negozi dal sito ufficiale, e possiamo inserire i nostri dati per essere poi ricontattati da un addetto dello store più vicino a noi. Nel caso siamo interessati all’acquisto del pacchetto, dopo aver pagato il tecnico provvederà alla consegna e all’installazione della nuova caldaia.

La proposta ENI Caldaia è conveniente?

Purtroppo, a questa domanda non è possibile dare una risposta precisa, perché dipende anche dal modello di caldaia scelta e anche dal tipo di offerta presente al momento dell’installazione.

Per esempio al momento della redazione dell’articolo una caldaia Biasi Basica E 24a costa circa 600€ in sola fornitura, contro l’offerta chiavi (cioè tutto compreso) in mano di ENi di circa 1100€ , quindi la differenza per l’installazione della nuova caldaia, la rimozione e smaltimento della vecchia e delle pratiche burocratiche pesa circa 500€, prezzo che nella maggior parte dei casi può considerarsi in linea con il mercato. Con il modello Biasi Parva recupera (caldaia con rendimento maggiore) la differenza è circa 600€ (costo caldaia circa 1000€ contro 1600€ chiavi in mano).

Concludendo l’offerta non è fuori mercato, ma una volta scelto il modello di caldaia non è male confrontare i prezzi di questa caldaia sola fornitura (per differenza arrivi all’installazione) o un preventivo chiavi in mano di altra società, sempre con lo stesso modello di caldaia.

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email per ricevere aggiornamenti, approfondimenti e novita' sull'argomento!

5 commenti su “Offerta ENI caldaia gas casa: scopriamo pro e contro”

  1. Avrei voluto chiedere dettagli ad eni per una nuova caldaia. Credo che non ne farò di nulla……

  2. Abbiamo stipulato un contratto d’acquisto con un intermediario di Eni per una caldaia a condensazione ibrida Chaffoteaux. Eni ha affidato tutto alla ditta ****** che abbiamo regolarmente pagato e che ha subappaltato il lavoro alla ditta ********. Risultato: installazione di caldaia diversa da quella indicata nel contratto, non fatto collegamento caldaia pompa di calore, posizionato termostato in locale caldaia invece che in casa, non è stata rilasciata la documentazione obbligatoria (libretto di impianto e dichiaazione di conformità impianto). A distanza di quattro mesi, nonostante solleciti e raccomandate, non abbiamo ancora ottenuto nessun risultato e l’impianto è fermo.
    Eni non ha mai risposto alle numerose mail e neppure alla raccomandata RR così come non hanno risposto le altre ditte.
    Siamo in questa situazione da giugno e tra poco dovremo accendere i caloriferi.
    L’investimento per questa caldaia è stato notevole e se Eni non fosse una ditta a carattere nazionale, per il suo silenzio potremmo pensare tranquillamente a una azienda fantasma, che dopo avere incassato sparisce.
    Di sicuro posso dire che Eni ha a cuore solo il profitto e non la soddisfazione del cliente.
    Logicamente ora cambieremo gestore.

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata