Kit controllo consumi Enel Energia

Di Antonino Vento
Enel Energia fornitore luce e gas

Uno degli ambiti dell’elettronica che sta maggiormente prendendo piede in questi anni è lo smart home. Con questo termine si intende tutta una serie di sistemi per la domotica, il cui scopo è quello di rendere intelligente la nostra casa.

Sapere in ogni momento, anche quando siamo fuori, che cosa sta succedendo in casa nostra, anche automatizzando certi processi, è la base di questa filosofia, che punta a raggiungere quella che è la “casa del futuro”: in questa pagina vedremo nello specifico alcuni prodotti per la casa domotica proposti da Enel Energia, e contenuti nel Kit Gestione Consumi, che permette di tenere sotto controllo l’utilizzo degli elettrodomestici in casa nostra, e che può essere espanso con aggiunte di vario tipo.

Come cambiare tariffa luce e gas senza brutte sorprese?

Kit Gestione Consumi: cos’è e a cosa serve

Il Kit Gestione Consumi è un insieme di prodotti utili, come dice il nome stesso, per gestire i consumi della nostra abitazione.

Si tratta, di base, di una centralina che permette di sapere in ogni momento quanto stiamo consumando, e che è possibile sia osservare ad occhio (cosa difficile, però, perché va collegata direttamente al contatore) sia, collegandola all’impianto Wi-Fi di casa, di monitorare i consumi tramite una specifica app per smartphone, che invece è molto più immediata.

La centralina non solo riceve le informazioni direttamente dal contatore e le manda in Wi-Fi, ma è in grado anche di controllare numerosi accessori che possiamo acquistare a parte o che sono inclusi nel kit domotica.

Gli accessori inclusi nel kit

Nel kit sono contenuti quattro accessori, di cui uno è la “madre” di tutti gli altri, che è la centralina. Questa non può essere installata per conto proprio, per motivi tecnici, ma deve arrivare appositamente un tecnico incaricato il cui intervento è compreso nel prezzo dell’acquisto del kit. Una volta installata, si ha accesso a tutti gli altri accessori per la domotica wireless.

Oltre alla centralina, nel kit si trovano:

  • Il rilevatore di consumi, che non si vede perché è interno alla centralina che abbiamo appena visto; è però l’accessorio che consente di monitorare quanto stiamo consumando e avere quindi un’idea per poter provare a risparmiare migliorando i nostri consumi energetici.
  • Due prese elettriche smart, che sono adattatori shuko che consentono di monitorare gli elettrodomestici collegati. Si collegano alla centralina, e permettono di sapere sia quanta corrente consuma quell’elettrodomestico, sia quanto sta acceso, ma danno anche la possibilità di accenderlo e spegnerlo in remoto, direttamente dall’applicazione.
  • Un sensore per porte e finestre, che è un sensore di apertura: diviso in due parti, si mettono adiacenti quando la porta è chiusa, mentre quando si apre verremo avvertiti del fatto che la porta è aperta; di fatto, permettono di sapere se qualcuno è entrato in casa o magari nel nostro ufficio, per qualsiasi motivo.

Gli accessori non inclusi nel kit

Il kit è una base essenziale per trasformare la nostra abitazione in una casa domotica, semplicemente perché è la centralina da cui tutto parte e dalla quale partono le informazioni degli elettrodomestici che, tramite rete Wi-Fi, arrivano all’app sul nostro smartphone, eventualmente anche con notifiche specifiche. Senza la base, quindi, gli altri accessori sarebbero inutili.

Si, perché il kit è composto anche da una serie di accessori esterni da acquistare a parte che consentono di migliorare le sue funzioni: alcuni esempi sono i sensori per la sicurezza, come la webcam (che permette in ogni momento, dall’app, di vedere se qualcuno è entrato in casa) oppure il sensore di movimento, che ha lo stesso principio ma senza videocamera.

Questi accessori per la domotica possono essere acquistati insieme al kit oppure anche in momenti successivi, per ampliare la nostra casa domotica con il tempo (anche perché diversi accessori verranno aggiunti sullo shop Enel solo in futuro).

Naturalmente, con un siatema del genere come abbiamo visto si possono controllare tutti gli elettrodomestici di casa, e questo permette di rendere smart televisori, condizionatori, scaldabagno elettrici (volendo), pentole elettriche, forno e tutti gli elettrodomestici che abbiamo in casa: oltre al monitoraggio dei consumi di energia elettrica, la smart home con un kit come questo ha tutte le carte in regola per diventare realtà.

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email, per ricevere gratis aggiornamenti e l'esclusiva guida "Come cambiare fornitore luce e gas senza avere sorprese?"! (condizioni del servizio)

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata