Lettura del contatore trifase elettronico: ecco la guida opertiva

Di Antonino Vento
contatore trifase enel

Ha il nuovo contatore trifase di tipo elettronico e vuoi capire tutti i dati che ti fornisce quando effettui una lettura?
In quest’articolo ti illustrerò il significato di tutti i dati che compaiono sul display del contatore trifase elettronico, oltre a darti una breve descrizione delle parti principali che lo compongono.

Il contatore trifase elettronico: panoramica generale

Il contatore elettrico trifase, così come il monofase, è dotato di uno schermo a cristalli liquidi che visualizza dati ogni volta che si schiaccia il pulsantino posto alla sua destra dello stesso (vedi figura in alto).

Come cambiare tariffa luce e gas senza brutte sorprese?

Sul display, in basso a sinistra, quando è presente il simbolo L1L2L3 si è sicuri del regolare funzionamento del contatore elettrico trifase. Se in mancanza di energia elettrica sul display è presente un triangolo con la punta verso il basso bisogna contattare il servizio guasti.

Sulla sinistra, sempre del display, ci sono due lucine rosse (indicatori di consumo): se lampeggiano vuol dire che c’è consumo di energia elettrica, se sono fisse vuol dire che da almeno 20 minuti non c’è assorbimento di energia elettrica.

Per capire che tipo di modello di contatore di energia elettrica si ha in dotazione, basta leggere l’etichetta che c’è sotto il display, in alto a sinistra viene indicato il nome.

Sotto e a metà strada fra display e pulsantino c’è l’interfaccia ottica che serve solo ai tecnici specializzati per programmare o controllare il misuratore di energia elettrica.

Infine, nei modelli dei contatore trifase degli utenti con potenza contrattuale inferiore a 30kW è presente l’interruttore generale, che serve solo per disconnettersi dalla rete di distribuzione dell’energia elettrica e non come interruttore di protezione del nostro impianto elettrico.

Il contatore trifase elettronico: la lettura dei parametri

Premendo ripetutamente sul tastierino, vedremo sul display, in modo sequenziale, le seguenti informazioni:

Codice cliente che è il numero che identifica il contratto di fornitura di energia elettrica.

Fascia oraria in atto , che in funzione dell’ora e del giorno in cui si effettua la lettura del contatore trifae può essere F1, F2 o F3.

Potenza istantanea in kW Pot.Instant che indica il valore massimo dell’assorbimento in kW dell’impianto del cliente, aggiornato ogni due minuti. Questo dato può essere interessante per capire se la potenza contrattuale scelta (kW) è in linea con l’assorbimento massimo o per esempio se è sovradimensionata o sottodimensionata.

Lettura energia consumata nel periodo di fatturazione corrente, appare la lettura dei consumi di energia elettrica relativa alle fasce orarie; più precisamente con i simboli A1, A2, A3 viene indicata l’energia attiva (kWh) consumata nelle fasce F1,F2,F3 e con R1,R2,R3 l’energia reattiva (kVARh) sempre nelle fasce F1,F2,F3.

Massima potenza assorbita nel periodo di fatturazione corrente, questo dato ci fornisce la massima potenza assorbita per ogni fascia oraria e viene indicato con P1 Pot. max, P2 Pot. max e P3 Pot max. Questi dati possono essere utilizzati per un eventuale scelta di ridistribuzione dei carichi tra le fare fasce in modo da limitare la potenza massima assorbita e ridurre quindi la potenza contrattuale.

Lettura energia e potenza consumata nel periodo di fatturazione precedente, tutte le informazioni si riferiscono al periodo di fatturazione precedente e saranno indicate con le stesse sigle viste in precedenza e più precisamente con A1,A2.A3 l’energia elettrica attiva, con R1,R2,R3 la potenza reattiva e con P1 Pot. max, P2 Pot. max e P3 Pot max la potenza massima assorbita

Data e ora, a chiudere la sequenza le indicazioni sulla data e ora di lettura; pigiando ulteriormente il tasto ricomincerà la sequenza di lettura dal primo dato elencato.

Qualora per errore si tenga premuto il pulsantino per più di 2 secondi sul display del contatore trifase elettronico comparirà “Simboli e Ver. SW”, niente paura: tutto tornerà come prima dopo 15 secondi.

Bene, ora che abbiamo visto come è semplice leggere il contatore trifase elettronico non ci rimane che comunicare, nei casi in cui la telelettura non fosse abilitata, quanto appreso alla Società dell’ENEL; online (http://www.enel.it/it-IT/clienti/enel_servizio_elettrico/il_tuo_contatore/comunica_la_lettura/) o con una app apposita;per maggiori approfondimenti ti invito a leggere l’articolo “Lettura e autolettura del contatore: differenze, perchè e come farle“.

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email, per ricevere gratis aggiornamenti e l'esclusiva guida "Come cambiare fornitore luce e gas senza avere sorprese?"! (condizioni del servizio)

42 commenti su “Lettura del contatore trifase elettronico: ecco la guida opertiva”

  1. Salve io ho un contatore trifase da 4.5kw volevo chiedere se questa potenza la devo considerare spartita sulle tre fasi o posso anche consumarla tutta su una

    1. La potenza è suddivisa su tre fasi, quindi può collegare un carico trifase da 4,5 o 3 carichi monofasi da 1,5 collegati su tre fasi diverse.

  2. Ciao a tutti! ho una domanda riguardo al sistema trifase.
    Mi hanno detto che se ho un carico distribuito su 3 fasi e ho una fase che consuma di più, il calcolo della potenza sulle altre due viene fatto in funzione della prima.
    Ovvero, se la prima fase consuma 10 e le altre 5 e 5, il consumo si calcola 10-10-10.
    è vero?
    grazie

    1. Salve, se parliamo di consumi quindi kWh non ha senso quello che le hanno detto: se in un tempo x si consumano 10kWh sulla fase 1, 5 sulla fase 2 e 5 sulla fase 3; l’energia consumata è 20 e non 30. Discorso diverso per la potenza massima disponibile: se il contratto ad esempio è limitato a 10 kw e su una fase ha un carico da 5 kw nelle altre due può arrivare al massimo in totale ad altri 5. So che è un pò complesso, spero di essere stato chiaro.

  3. Buonasera da due giorni il mio contatore elettronico trifase da 15 kW segna sempre gli stessi valori di lettura in fascia A1……variano solo quelli in A2 e A3…..si è rotto? Il mio gestore è Eni e la tariffa è trioraria

  4. Buongiorno.
    Ho un contatore trifase al quale è allacciata esclusivamente una pompa di calore (anch’essa trifase).
    Come faccio a calcolare il costo giornaliero di consumo?
    Ho fatto le letture dopo 24 ore dei numeri: per A1 , a2 e a3 faccio la differenza dei numeri e lo moltiplico per il costo del kw. Non mi è chiaro invece come devo calcolare la spesa per R1 R2 e R3.

    E’ normale che R1 R2 e R3 siano variati visto che ho solo consumi trifase?
    Grazie

    1. Salve,
      R1, R2 e R3 non non sono legate allo squilibrio di fase, ma ad una potenza che è legata ad un basso valore del fattore di potenza. In questo caso l’utente a parità di energia attiva assorbita (kWh) assorbe più corrente dalla rete, creando maggior perdite nella stessa. R1,R2 ed R3 non sempre si pagano in quanto tutto dipende, come detto in precedenza, dal fattore di potenza. Se in bolletta non ha costi per energia reattiva (kVAR) non deve considerala.

  5. salve, vorrei capire i numeri espressi in un contatore elettronico senza pulsantiche scorre e cambia pagina da solo, è montato in una cabina di un campo sportivo che alimenta solo 4 pali con 5-6 fari per palo. Se lo guardiamo vediamo una sequenza di pagine sul display , come sono da leggere? quale è la sequenza?

  6. Ho un contatore trifase ma sul display a cristalli liquidi non compare nessuna scritta.che significa?

    1. Se non compare nulla e la fornitura è attiva allora il contatore potrebbe essere guasto.

  7. Salve ho un contatore trifase che è diversi anni non attivo non ricordo quanti kw di potenza ha.come faccio a saperlo?non ritrovo nessuna bolletta…

  8. Sei ho i dati della potenza attiva e quelli della potenza reattiva, come faccio a calcolare il Kw consumati?
    Grazie

  9. volevo sapere se x esempio su un contatore di 80 kw la quota di potenza impegnata si paga tutti i mesi oppure solo nei mesi di utilizzo di quella potenza
    grazie?

  10. Nel condominio dove abito abbiamo un contratto Enel trifase con potenza impegnata di 10 kW.
    Tale contatore alimenta un ascensore la cui potenza di targa è di 5,9 kW.
    In diverse occasioni ho provato a leggere nel display del contatore digitale i consumi sia del periodo attuale che di quello precedente, rilevando mediamente : P1 Pot max 1,1 – P2 pot max 1,3 – P3 Pot max 0,8.
    Gradirei capire se tali assorbimenti di potenza siano effettivi ed attendibili e quindi se potrei ridurre l’impegno di potenza da 10 a 3 kW.
    grazie

    1. @ Luigi,
      con 5,9 kw, in quanto distribuito su 3 fasi farebbe circa 1,95.. , nulla vieta che magari il motore o sistema equivalente sia stato dimensionato. Io ti consiglio di fare un test sulla potenza istantanea, cioè ti metti davanti al contatore e fai fare a qualcuno un paio di corse di ascensore, entro 2 minuti dovresti avere un’idea del picco di assorbimento con l’ascensore in funzione.

  11. ho 30 kw in contatore ,accendo un motore trifasi con spunto 15
    kw, dopo stella triangolo 8kw di assorbimento. e fin qua tutto
    ok,dopo accendo un compressore con un motore di tre kw,dopo poco mi salta il magneto del contatore perche supero del 38%,
    cosa posso fare ,ho messo un rifasatore ma niente da fare salta ugualmente il magneto del contatore,un altra cosa inserendo manualmente il rifasatore senza il carico dei motori
    le lucine del contatore si illuminano con molta piu frequenza,
    cio cosa vuol dire che sto consumando energia , i condensatori del rifasatore sono in parallelo. chi puo darmi una risposta,e cosa posso fare per risolvere il mio problema grazie anticipatamente

    1. @ Pino,
      sicuramente un forum di impianti è più adatto. Comunque il rifasamento non incide sulla potenza attiva assorbita, ma corregge lo sfasamento della corrente. Sicuramente se con 8kw+3kw il contatore stacca per carico eccessivo (cioè nel tuo caso 41kw) o c’è un problema al contatore o ci sono un carichi che non stai considerando.

  12. Avendo un impianto di verniciatura e rilevando la lettura A1,A2,A3
    R1,R2,R3 prima e dopo l’infornata come posso calcolare il consumo di corrente effettivo.

    1. @ Antonino
      la potenza è data dal prodotto radice quadrata di tre * V * i* cosfi (scusa ma non riesco ad inserire i simboli correttamente), quindi la corrente si ottiene dividendo la potenza attiva per radice di tre * tensione * cosfi.
      Cosi otterrai la corrente media assordbita, per conoscere la corrente massima di picco calcola il tutto con i dati sulla potenza istantanea massima.

  13. Buonasera abbiamo dei problemi con il consumo di energia, l acea inizialmente ci ha mandato un consumo di 10000 kw a fronte dei 1000 presenti sul contatore
    A 2 anni di distanza dal problema il nostro contatore e arrivato a 3000 kw e l acea ci contesta il dato
    Dicendo che il contatote viene azzerato tutti i mesi da loro (pazzesco e impossibile visto che tutte le letture sono progressive) ultima follia dicono che il kw letti devono essere molt per un coeff di 25
    Questo l acea di roma¡,,

  14. pure io ho un contatore trifase per uso domestico di 10 kwh e pur avendo tutto spento mi ritrovo con dei consumi giornalieri nelle 3 fasce di 20 kwh.
    ho deciso di installare un misuratore di consumi omologato, in modo tale da poter confrontare i consumi del contatore enel, in quanto mi e’ stato detto in confidenza da dipendenti enel che a questi contatori fanno fare quelloc he vogliono.
    con uno strumento del genere, posso in caso di anomalie inoltrare causa per eventuali rimborsi all’enel?

    1. @ Fabrizio,
      se trovi discordanze, devi richiedere un controllo ufficiale del distributore (oneroso se con esito negativo), dopo eventualmente si apromo le strade per un eventuale richiesta di risarcimento.

  15. Antonino, ho studiato le tue istruzioni su come LEGGERE il CONTATORE TRIFASE.
    Per cortesia potresti indicarmi quali dati devo considerare per calcolare il consumo in KWh indicato in bolletta?
    Sono ora cliente ENI e dopo numerosi solleciti è arrivato un grosso conguaglio relativo agli anni precedenti (dall’inizio contratto 1-5-2010 a praticamente ora, ma il consumo esposto in fattura in KWh supera di molto la somma dell’ultima lettura certa sempre evidenziata in bolletta (F1+2+3): 14.960 KWh vs. 10.598 (lettura) o 11.099 (stima).
    I dati del contatore sono espressi in KWh? Il consumo è dato dalla somma F1+2+3? Se necessario posso inviare copia bolletta per e-mail. Grazie.

    1. @ GianpaoloD
      i dati sono in kwh, il consumo totale è F1+F2+F3, che nel caso di bioraria verrà scomposto in F1 e F23.

  16. Ciao a tutti, come fornitore ho Servizio elettrico di Enel, mi sono iscritto sul sito per comunicare le autoletture ma non riesco a farlo pur provandoci nei giorni stabiliti cioè, in base al mio numero cliente, dal 21 al 26 dei mesi pari. Ho provato a inviare una mail, direttamente dal sito, con la quale mi avrebbero ricontattato. Ancora aspetto.
    Premetto che, al momento dell’iscrizione al sito, ho compilato tutti i campi richiesti.
    Ringrazio anticipatamente.

  17. Salve nel dicembre 2013 mi e’ arrivata una bolletta di 1998.00 euro di una normale abitazione indipendente non faccio nessun tipo di attivita nella mia abitazione che possa aver consumato cosi tanto ho chiamato il callcenter e mi hanno risposto dicendo che il contatore non era visibile dall 2011 al 2013 .Per paura mi faci rateizzare il tutto poi pensadoci bene andai alla federconsumatori e feci bloccare tutto come posso fare perche’ l’enel non vuole sentire ragione?

  18. scusatemi…ma non riesco a capire come leggere la potenza istantanea immessa.
    Il mio contatore fornisce solo quella istantanea, crsdo come differenza tra prelevata ed immessa. Inoltre non mi è chiaro se il consumo aggiornato ogni due minuti sia anche così parimenti fatturato…sarebbe grave!
    Grazie a coloro che voranno fornirmi i chiarimenti, luis.

  19. Salve ,sono 3 bollette consecutive in cui l importo supera le 100 euro di bolletta , la cosa forte è che in questa casa tengo collegato solo il frigorifero e basta in quanto non ci abito . Rispetto alla mia abitazione dove il consumo si sa che c’è visti tutti gli elettrodomestici e altre cose pago di meno ….

    Mi aiutate a capire il perchè ?? grazie

  20. @ luciana,
    l’unico modo per capire se il contatore non può sbagliare e collegarne uno a valle. Se i due contatori registrano gli stessi consumi, allora c’è poco da fare.

  21. le mie bollette Enel dell’anno 2013 risultano incrementate del 50% circa – preciso: confronto fatto su consumi in kwh. Siamo una famiglia di due persone (no congelatore, no lavastoviglie, no box elettrico) che nel 2013 ha decisamente diminuito i consumi (frequenti lunghe assenze). Ho testato il contatore elettronico nell’arco delle 24 ore e mi dà un consumo giornaliero di circa 20 kw.

    Una verifica fatta sull’impianto dall’elettricista non ha evidenziato alcuna dispersione né allacciamenti abusivi.

    Il call center Enel mi comunica che dipende dalle mie abitudini e che il contatore non può sbagliare!

    Cosa devo fare???? Grazie per una risposta

  22. salve nel mio contatore trifase in basso a sinistra compare un simbolo mai visto tipo un quarto di cerchio nero puo essere un anomalia devo chiamare i tecnici enel? o e’ noemale? grazie

  23. Ciao, ho installato un contatore elettronico installato in cantina condominiale (con lettura in remoto), ma da un paio di bimestri mi arrivano in fattura consumi presunti. La luce mi arriva regolarmente. Sono andato a controllare per comunicare la lettura vera, ma mi sono accorto che il contatore è del tutto spento, non dà segni di vita, nessuna, ma proprio nessuna lucetta accesa.
    Devo comunicare il guasto ad a2a, ma vorrei sapere come faccio io a controllare i consumi di questi 4 mesi e come fa a2a a ricostruire i miei consumi. Mi potete aiutare?
    Grazie!

  24. Salve. Mi è stato sostituito il contatore vecchio tipo, con uno elettronico usato. i kilovat esistenti mi vengono conteggiati come mio consumo.Devo precisare che ho un box in cui faccio lavoretti di hobby.ho ricevuto una bolletta di 990 euro. Saluti. Ugo Casagrande

  25. @ Massimo,
    hai un contatore bidirezionale (sei un produttore)?

    Al di la della risposta alla mia domanda, nel caso del contatore bidirezionale R1,R2,R3 indica l’energia reattiva di natura induttiva e con R1C, R2C, R3C indica la potenza reattiva di tipo capacitivo.

    Sperando di aver risolto il tuo dubbio resto sempre a disposizione.

  26. sul mio contatore trifase, dopo la serie A1,A2,A3, e dopo R1, R2,R2, compaiono i valori identificati come R1C, R2C, R3C.
    a che cosa si riferiscono questi ultimi tre valori?
    me lo puo’ chiarire?
    grazie

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata