Energia elettrica: dal 2017 arrivano le offerte “Tutela simile” dell’Autority

Di Valerio Guiggi
Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico

Sono ormai più di 10 anni che il modello per l’energia elettrica e il gas basato sul fornitore unico è scomparso dal nostro paese. Queste due materie prime, infatti, da tempo sono diventate presidio del mercato libero, ovvero di operatori di terze parti che forniscono energia elettrica e gas stabilendo prezzi ed offerte al consumatore.

A fianco del mercato libero, però, per chi non avesse voluto accedervi è sempre rimasto in vigore il servizio di Maggior Tutela, ovvero una tariffazione proposta dall’Autority AAEGSI, solitamente un po’ più alta del mercato libero come prezzo ma che tutelava il consumatore dagli aumenti di prezzo: il ricalcolo del costo della materia prima, infatti, viene effettuato ogni tre mesi in Maggior Tutela, e non ogni mese come avviene nel mercato libero.

Come cambiare tariffa luce e gas senza brutte sorprese?

Tuttavia, il servizio di Maggior Tutela scomparirà nel 2018: al momento la discussione in parlamento è ancora in corso, ma passeranno massimo un paio d’anni prima che le persone siano costrette a passare al mercato libero.

Per avviare così una fase di transizione, l’Autorità Garante per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico propone il servizio Tutela Simile, controllato dall’Autorità ma simile al servizio proposto dal mercato libero.

Tutela Simile: cos’è e come funziona?

Il nome del nuovo servizio si basa proprio sul fatto che la tutela che viene offerta è “Simile” al mercato libero.

Questo significa che chi farà i prezzi, per questa tariffa, sarà ancora AAEGSI (come succede attualmente con il Maggior Tutela) ma questi saranno rivisti ogni mese e all’ingresso nel servizio Tutela Simile ci sarà offerto un bonus, in modo analogo appunto con quanto già succede con i vari operatori di energia elettrica e gas.

L’adesione a Tutela Simile è su base volontaria, e questa tariffa potrà essere stipulata dal Gennaio 2017, fino alla fine del servizio maggior Tutela quando sparirà anch’essa. In pratica, quindi, si tratta di una “prova” visto che poi saremo costretti a cambiare e scegliere un nuovo operatore, uno di quelli già presenti nel mercato libero.

Chi offrirà il servizio Tutela Simile, però, saranno già quegli stessi operatori: infatti ci sono una serie di regole che permettono ad un operatore del settore di entrare all’interno di questo mercato, quindi di proporre il servizio Tutela Simile.

Si tratterà in pratica di un’offerta energia o gas esattamente uguale a quelle che già troviamo nel mercato libero, con la differenza che il prezzo non lo farà l’operatore ma lo farà AAEGSI; l’unica cosa che potrà cambiare è il bonus di benvenuto, che invece è a discrezione dell’operatore stesso.

L’adesione al servizio di Tutela Simile sarà disponibile esclusivamente via Web, se non che potranno essere presenti alcune figure, membri generalmente delle Associazioni dei Consumatori, che avranno il ruolo di “facilitatori”; ovvero che guideranno il cliente nel passaggio dal servizio di Maggior Tutela a quello di Tutela Simile.

Anche perché, visto che in futuro entrambi spariranno, questo significherebbe di essere in balia delle offerte degli operatori, e se qualcuno ha ancora il servizio di Maggior Tutela significa (nella maggior parte dei casi) che non è interessato al Mercato Libero (le persone anziane, ad esempio).

Per adesso, infine, non è chiaro che cosa succederà nel 2018 per i cittadini, sia per quelli che hanno aderito al servizio Tutela Simile che per quelli che sono ancora in maggior Tutela: ci saranno operatori stabiliti per ognuno? Verrà interrotto il servizio elettrico o la fornitura di gas fin quando non sarà stato scelto un operatore del mercato libero?

Per adesso non lo sappiamo, anche se la condizione di Maggior Tutela, in ogni caso, scomparirà e dovremo cambiare. In quel caso, tanto vale capire il funzionamento del Mercato Libero, anche proprio al servizio Tutela Simile se non ce la sentiamo di passare subito ad un operatore privato.

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email, per ricevere gratis aggiornamenti e l'esclusiva guida "Come cambiare fornitore luce e gas senza avere sorprese?"! (condizioni del servizio)

6 commenti su “Energia elettrica: dal 2017 arrivano le offerte “Tutela simile” dell’Autority”

  1. più si va avanti più, in questo schifo di sistema, esistiamo soltanto per pagare, fino all inverosimile, fino all ultima goccia di sangue, beni assolutamente necessari per la vita, nelle mani purtroppo di poteri spregevoli. ma quando sarà colma la misura?ma che cosa stiamo aspettando tutti quanti?

  2. BUONGIORNO SONO CLAUDIA FEDERIGI E VORREI CORTESEMENTE AVERE DELLE INFORMAZIONI RIGUARDO AL SERVIZIO DI ENERGIA ELETTRICA VISTO CHE DAL 2017
    I CONSUMATORI DEL GRUPPO ENEL ENERGIA E ENEL SERVIZIO ELETTRICO PASSANO AUTOMANTICAMENTE AD SEN dal 1° GENNAIO 2017 !!! COSI’ MI E’ STATO DETTO DALL’IMPIEGATO DI PUNTO ENEL…E’ VERO TUTTO QUESTO..
    GRAZIE CLAUDIA

    1. Non mi risulta, finchè continua ad esistere il mercato tutelato nessun passaggio automatico al mercato libero è lecito.

      1. Si confermo, quindi per gli utenti enel servizio elettrico non ci sarà nessun cambio di fatto. SEN sta per Servizio Elettrico Nazionale.

  3. Poi mi spiegheranno per quale ragione sprecano tempo e risorse in una cosa del genere, quando è palese che se a uno del mercato libero un glien’è mai fregato nulla continuerà a non fregargliene nulla finché non gli diranno “o cambi o ti stacco la luce”. Misteri…

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata