Migliori termostati wi-fi

Di Valerio Guiggi
cronotermostato wifi smart

In questo articolo ci occupiamo dei termostati Wi-Fi, una categoria di termostati parzialmente evoluti ma non tanto da poter essere considerati Smart.

Il vantaggio del cronotermostato wi fi è che, rispetto al cronotermostato tradizionale, si può controllare anche senza toccarlo, utilizzando un dispositivo a distanza (uno smartphone, oppure una centralina dedicata per alcuni prodotti); la costante è che si può solo utilizzare nelle mura di casa, perché comunica via Wi-Fi ma non via internet, per cui la distanza di controllo è limitata.

Il termostato wifi è utile per chi si avvicina per la prima volta all’Internet of Things e non vuole spendere troppo per un sistema smart evoluto; può sostituire il termostato per caldaia che già avete senza problemi, e si può considerare un “termostato per smartphone.

Da notare che i modelli non sono tantissimi, perché i sistemi più evoluti, come Nest o Netatmo, hanno preso con forza il posto di questi dispositivi, con il vantaggio principale di poter controllare il termostato anche quando siamo fuori casa. Con i termostati che vi mostriamo qui di seguito ciò non è possibile, per cui dovete prenderli in considerazione solo se cercate termostati smart ad un prezzo molto contenuto.

Se siete interessati alle funzioni più evolute, abbiamo dedicato un intero articolo ai termostati smart per la casa.

Termostato wifi BeSmart

crono termostato wifi besmartIl primo termostato di cui vi parliamo è un cronotermostato Wi-Fi controllabile dall’app associata ma solo quando siamo in casa, connessi alla rete Wi-Fi dell’abitazione.

Il termostato registra automaticamente la temperatura, e accende la caldaia quando viene superata quella impostata; possiamo scegliere tre temperature diverse (T1, T2 e T3, il cui valore lo decidiamo noi) e questo rende particolarmente semplice controllarlo.

Il termostato si può impostare anche direttamente dalla parete, e può essere programmato sia dal dispositivo stesso che in remoto.

Cronotermostato digitale Wireless Lafayette

crono termostato wireless lafayetteAltro termostato interessante e compatibile con il Wi-Fi, quindi controllabile dall’applicazione inclusa e particolarmente economico è questo dispositivo, molto semplice nella struttura e nella realizzazione.

Ha un display molto chiaro, e si può programmare direttamente dalla parete, ma allo stesso tempo si può collegare ad un’app specifica che permette di controllarlo, ma solo mentre siamo in casa; è molto economico, per cui i materiali non sono dei migliori; è un prodotto utile a chi si avvicina per la prima volta ai termostati wireless.

XCDource Wi-Fi smart controller

cronotermostato wifi smartIl terzo prodotto che vi mostriamo è un cronotermostato Wi-Fi controllabile dall’app dedicata ma solamente quando siamo dentro le mura di casa, non fuori, perché si basa per il suo funzionamento sulla rete Wi-Fi.

Anche in questo caso il termostato si può controllare comodamente sia dalla parete che dallo smartphone, con un’app dedicata davvero ben realizzata che consente di programmarlo anche su diversi giorni.

Il termostato a muro ha un grande display che permette di vedere immediatamente la temperatura ambientale.

Cronotermostato digitale programmabile wireless

crono termostato wifi gbcQuesto termostato wi-fi è diverso dagli altri che abbiamo visto prima, perché nonostante sia wireless, cioè controllabile utilizzando la rete Wi-Fi di casa, non è compatibile con un’app per smartphone.

E’ composto da due unità, una che si mette al muro (da cui non si può fare nulla, è un ricevitore solamente) e una da mettere sul tavolo, che è il termostato vero e proprio. Il vantaggio è che si può spostare e misura le temperature nella parte della casa dove lo mettiamo, ed è possibile accendere o spegnere la caldaia anche da remoto.

Tuttavia non è compatibile con gli smartphone, né ha un’app dedicata, e la programmazione va fatta interamente dal dispositivo.

Quale termostato Wi-Fi scegliere?

Riguardo alla scelta dei termostati, purtroppo al momento i prodotti non sono molti, come già abbiamo detto inizialmente.

La maggior parte di questi termostati si controlla via app, ma non tutti come abbiamo visto. Questo significa che la scelta va molto in base alle tecnologie che abbiamo, e anche alle nostre necessità.

I primi tre modelli vanno bene per chi, magari, ha il termostato in un punto lontano della casa (ad esempio al piano terra) e vuole controllarlo a distanza (per esempio, dalla camera da letto che è al primo piano); gli ultimi due sono invece sistemi più particolari, che non implicano le app per smartphone e sono pensati per necessità diverse: uno per chi vuole poter spostare il termostato per la casa, l’altro per chi cerca un sistema di gestione della temperatura intelligente, integrato e differenziato per stanza, ma non è interessato al controllo tramite smartphone.

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email per ricevere aggiornamenti, approfondimenti e novita' sull'argomento!

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata