Perchè è importante risparmiare acqua?

Di Antonino Vento
acqua

Tutti sappiamo quanto l’acqua sia indispensabile per la vita sulla Terra ma cerchiamo di capire insieme perché è importante un uso più efficiente e sostenibile di questa risorsa.

L’acqua ed in particolare quella dolce è un fondamentale fattore ecologico che determina la sopravvivenza della maggior parte degli organismi terrestri in quanto permette loro di svolgere le proprie funzioni fisiologiche, inoltre l’uomo necessita di acqua dolce non solo per vivere ma anche per uso domestico e per le attività produttive (agricoltura, allevamento, industrie).



Scopri le migliori offerte di Amazon.it >>

Partiamo dal fatto che l’acqua è un bene poco accessibile e che soprattutto quella dolce pulita e potabile, non è una risorsa infinita; infatti anche se le risorse idriche occupano il 71% della superficie terrestre, l’acqua dolce rappresenta solo il 2,5%, il restante 94,5 è salata. Di questo 2,5%, più dei 2/3 si trova nei ghiacciai, mentre il 29,9% è localizzato nelle falde acquifere sotterranee, lo 0,3% nei fiumi e nei laghi ed infine lo 0,4% è contenuto nell’atmosfera.

Un elemento che quindi ci deve indurre a risparmiare acqua è la scarsità della risorsa. A questo aggiungiamo che l’aumento della temperatura fa sciogliere le principali riserve idriche del nostro pianeta: i ghiacciai e la neve. Inoltre i cambiamenti climatici, fanno si che a lunghi periodi di siccità si alternino, brevi periodi di piogge abbondanti e violente, cosi l’acqua che cade in grande quantità e velocemente sul terreno arido ha difficoltà ad essere assorbita e invece di ricaricare le falde tende a defluire verso i fiumi per poi finire in mare dove diventa inutilizzabile; già perché non sempre è possibile istallare dissalatori, i quali hanno un costo ancora elevato, senza contare che un costante prelievo di acqua dal mare crea comunque un disequilibrio nell’ecosistema.


Scopri le migliori offerte di Amazon.it >>

Un problema da non sottovalutare è l’inquinamento idrico prodotto dall’uomo, al quale le acque naturali non riescono a far fronte benché abbiano una spontanea tendenza all’autodepurazione. Inoltre i fiumi hanno portate sempre più ridotte soprattutto nei mesi più aridi, mentre le falde sono sovrasfruttate, ciò nel lungo periodo può causare un abbassamento del suolo e infiltrazioni di acque salate all’interno delle falde stesse, nei punti in cui queste sono più vicine al mare.

Oggi utilizziamo più di quanta ne sia possibile prelevare senza causare danni agli ecosistemi e se continuiamo in questo modo in futuro sarà sempre più complesso ed oneroso garantire a tutti queste bene indispensabile, con un danno per noi, per il nostro pianeta e per tutti gli ecosistemi che esso comprende.



Scopri le migliori offerte di Amazon.it >>

Infine ogni volta che apriamo un rubinetto e sprechiamo acqua preziosa, dobbiamo ricordarci del principio dello “Sviluppo sostenibile” il quale impone di consegnare ai nostri figli un pianeta sano e di soddisfare i bisogni delle attuali generazioni, senza compromettere la capacità delle future di soddisfare i propri.

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email, per ricevere gratis aggiornamenti e l'esclusiva guida "Come cambiare fornitore luce e gas senza avere sorprese?"! (condizioni del servizio)

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata