Offerte telefoniche a consumo wind (tariffe base)

Di Valerio Guiggi
Offerte Wind

In questo articolo andremo a parlare di un argomento che in passato, diciamo una decina di anni fa, era molto importante e a cui oggi non pensa quasi più nessuno: la tariffazione a consumo. Si tratta di una possibilità che viene offerta, ancora oggi, con qualsiasi piano e operatore perché è una tariffa di base, che sta sotto i classici “pacchetti” che tutti conosciamo: se abbiamo un pacchetto da 500 minuti e li finiamo inizieremo a pagare con la tariffazione a consumo.

Queste tariffe sono convenienti n rispetto ai pacchetti di telefonia mobile sotto alcune soglie: di seguito valuteremo le tariffe a consumo proposte da Wind, cercando di capire quando sono convenienti.

Indice

Wind 1
Wind Senza Scatto
Quando è utile preferire un piano a consumo rispetto alle opzioni?
Come acquistare una nuova SIM

Wind 1

Wind 1 è una winda consumo, di base, che ha i seguenti costi:

  • 23 centesimi al minuto per le telefonate, con tariffazione al secondo e con scatto alla risposta di 11 centesimi;
  • 7 centesimi per ogni SMS, 24 per ogni MMS;
  • 24 centesimi a MB, con tariffazione a Kb.

I costi, quindi, sono tutt’altro che bassi, anche se vedremo sotto in quali situazioni può convenire utilizzare questa tariffa.

Wind Senza Scatto

L’altra tariffa Wind che prendiamo in considerazione è Wind Senza Scatto, che ha i costi seguenti:

  • 29 centesimi al minuto per le telefonate, con tariffazione al secondo e senza scatto alla risposta;
  • 15 centesimi per SMS, 30/60 per MMS (a seconda che siano verso Wind o verso altri operatori);
  • 4 euro per 500 MB al giorno di internet; superati i 500 MB, la velocità di navigazione verrà ridotta ma non ci saranno costi aggiuntivi;
  • 19 centesimi a settimana per la tariffa. E’ incluso il servizio MyWind, che avverte se abbiamo ricevuto telefonate (e da chi) quando il telefono non è raggiungibile.

Quando è utile preferire un piano a consumo rispetto alle opzioni?

Per capire quando è utile passare ad un piano a consumo rispetto alle classiche opzioni bisogna semplicemente eseguire un conteggio.

Prendiamo, per esempio, la promozione All Inclusive di Wind, che offre a 12 euro al mese 500 minuti, 500 SMS e 2 GB di internet. Se consideriamo, come importanza, 1 minuto = 1 SMS = 1 MB, abbiamo in tutto 3000 “punti base” che, nel complesso, valgono 12 euro al mese; conteggiando quindi 12/3000 abbiamo 4 millesimi, ovvero 0,4 centesimi: ogni SMS, Minuto o MB, con questa tariffa, vale meno di mezzo centesimo. Una bella differenza con i (minimo) 15 centesimi richiesti dai piani a consumo.

Certo è che non tutti hanno le stesse necessità, e qualcuno utilizza pochissimo il telefono. Ad esempio, chi non ha uno smartphone (ma un cellulare a conchiglia) non userà internet, per cui i 12 euro della promozione sarebbero spartiti tra SMS e minuti, che quindi avrebbero un costo di 1,2 centesimi per Minuto o SMS. Comunque conveniente. Se qualcuno non manda nemmeno gli SMS (o ne manda 3/4 al mese) il costo sale a 2,4 centesimi al minuto.

500 minuti in un mese, però, sono tanti: certo, per uno smartphone succede di usarne almeno 300 al mese ma per un cellulare in cui si riceve solamente, o usato solo per poche necessità, o per un cellulare di reperibilità, ci sta di non superare i 50 minuti al mese di chiamate (se principalmente riceviamo): ecco che il costo per minuto si alza a 24 centesimi, simili a quelli richiesti per la tariffa a consumo.

In generale, quindi, possiamo concludere che se non usiamo internet, né gli SMS (o comunque meno di 10/20 al mese), e se effettuiamo chiamate per meno di un’ora al mese, non è conveniente fare un pacchetto, ma spendiamo meno optando per una tariffazione a consumo.

Come acquistare una nuova SIM e passare a wind

Per avere una nuova SIM Wind bisogna recarsi in un negozio Wind, oppure si può richiedere direttamente online attraverso una promozione telefono incluso, che oltre al telefono mette a disposizione una SIM Wind inclusa, con un euro di traffico compreso. In questi casi di solito viene richiesta anche l’attivazione di un pacchetto, mentre la tariffa di base sarà Wind Senza Scatto, che dovremo modificare a parte se preferiamo altre tariffe di base.

Passare a Wind, infine, è una cosa semplicissima: è sufficiente andare in un negozio Wind, portando con sé la SIM ricaricabile, la Carta d’Identità e il Codice Fiscale. In pochi minuti verrà effettuato il passaggio al nuovo operatore, mantenendo il proprio numero di telefono e anche il credito residuo che avevamo precedentemente.

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email per ricevere aggiornamenti, approfondimenti e novità sull'argomento!

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata