Quali sono le componenti di costo della bolletta del gas?

Di Antonino Vento

Leggendo una bolletta di gas naturale ci accorgiamo che il costo di un Smc [?] di gas è dato dall’unione di tanti costi, a volte incomprensibili. In questa pagina cerchiamo di capire a cosa si riferiscono tutte quelle sigle che spesso ci ritroviamo portate nelle offerte del mercato libero.
Il costo di un Smc di metano è composto dalle seguenti aliquote:

Componente di commercializzazione all’ingrosso (CCI)
Questa componente tiene conto del costo di approvvigionamento del gas da parte del fornitore; esso è composto da una quota QE legata al costo del gas all’ingrosso e dalla componente QCI che tiene conto di altri oneri di commercializzazione all’ingrosso.
Componente commercializzazione della vendita al dettaglio (QVD)
Componente legati ai costi di vendita al dettaglio che il fornitore deve sostenere (gestione commerciale, servizi al cliente, ecc.)
Componente trasporto (QT)
Costi legati al trasporto del gas sulla rete nazionale (QTF) ed alla compensazione di perdite dovute al trasporto (QTV).
Componente relativa allo stoccaggio ( QS)
Componente legata ai costi di immagazinamento del gas.
Componenti relative ai servizi di distribuzione, misura e relativa commercializzazione;
Questa componente è legata alla distribuzione finale del gas all’utente, essa comprende a titolo esemplificativo gli oneri di lettura, conguaglio, installazione contatori, ecc.
Componenti relativa ad oneri aggiuntivi (QOA)
La componente relativa agli oneri aggiuntivi (QOA) è costituita dalla somma dei seguenti elementi:
-CVI per la contribuzione al contenimento dei consumi gas;
– CCONR per la compensazione degli oneri non recuperabili sostenuti dalle imprese a seguito dell’eliminazione della soglia di invarianza a gennaio 2009;
– CFGUI a compensazione degli oneri derivanti dall’attività svolta dai fornitori grossisti di ultima istanza nell’inverno 2006 – 2007.
Accisa
Tassa diversificata per macro-regioni e soglie di consumi.
Addizionale regionale
Tassa determinata autonomamente dalle regioni.
IVA
E’ pari al 10% per i primi 480 mc consumati, del 20% su tutti gli altri.

Approfondimenti: Capire la bolletta del gas

Come cambiare tariffa luce e gas senza brutte sorprese?

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email, per ricevere gratis aggiornamenti e l'esclusiva guida "Come cambiare fornitore luce e gas senza avere sorprese?"! (condizioni del servizio)

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata