Le tipologie di contratto

Di Antonino Vento

I contratti per la fornitura di energia elettrica si suddividono in “domestici” e “usi diversi”.

Utenza domestica
Nella categoria sono inclusi tutti i clienti finali che consumano energia elettrica per alimentare immobili ad uso abitativo (di residenza e non) con i relativi servizi (ad es. climatizzazione, autoclavi, ecc.), colonnine di ricarica privata veicoli elettrici ed i servizi generali in edifici composti da massimo due unità immobiliari. La fornitura per l’utente domestico avviene solo ed esclusivamente attraverso un unico contatore. Ai fini dell’applicazione di tariffe differenziate gli utenti domestici si suddividono in residenti e non residenti.

Utenze usi diversi
La categoria annovera i clienti finali che usano l’energia elettrica per usi diversi da quelli elencati al punto precedenti (negozi, uffici, industrie, pubblica illuminazione, ecc.).

Come cambiare tariffa luce e gas senza brutte sorprese?

<< La data di attivazione I Capire la bolletta I Tipologie di tariffa >>

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email, per ricevere gratis aggiornamenti e l'esclusiva guida "Come cambiare fornitore luce e gas senza avere sorprese?"! (condizioni del servizio)

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata