Quinto conto energia – Il bonus “Prodotto europeo” ed il bonus “Amianto”

Di Antonino Vento

Di tutti i premi alle tariffe incentivanti previsti in passato, il Quinto conto energia risparmia solamente il bonus “Prodotto europeo” ed il bonus “Amianto”, seppur modificando il meccanismo che determina il loro ammontare.
I suddetti bonus si applicano alle tariffe incentivanti previste per gli impianti fotovoltaici tradizionali e per gi impianti fotovoltaici integraticon caratteristiche innovative, rimane escluso il fotovoltaico a concentrazione.

Premio o bonus impianto con componenti UE/SEE
Godranno del suddetto bonus gli impianti aventi le seguenti caratteristiche (Quinto conto energia, articolo 2, comma 1, lettera V):

impianti con componenti principali realizzati unicamente all’interno di un Paese che risulti membro dell’UE/SEE»: a prescindere dall’origine delle materie prime impiegate, sono gli impianti fotovoltaici e gli impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative che utilizzano moduli fotovoltaici e gruppi di conversione realizzati unicamente all’interno di un Paese che risulti membro dell’Unione Europea o che sia parte dell’Accordo sullo Spazio Economico Europeo – SEE (Islanda, Liechtenstein e Norvegia), nel rispetto dei seguenti requisiti:

1. per i moduli fotovoltaici è stato rilasciato l’attestato di controllo del processo produttivo in fabbrica (Factory Inspection Attestation, come indicata nella Guida CEI 82-25 e successivi aggiornamenti) ai fini dell’identificazione dell’origine del prodotto, a dimostrazione che almeno le seguenti lavorazioni sono state eseguite all’interno dei predetti Paesi:
a) moduli in silicio cristallino: stringatura celle, assemblaggio/laminazione e test elettrici;
b) moduli fotovoltaici in film sottile (thin film): processo di deposizione, assemblaggio/laminazione e test elettrici;
c) moduli in film sottile su supporto flessibile: stringatura celle, assemblaggio/laminazione e test elettrici;
d) moduli non convenzionali e componenti speciali: oltre alle fasi di lavorazione previste
per i punti a), b) e c), a seconda della tipologia di modulo, anche le fasi di processo che determinano la non convenzionalità e/o la specialità; in questo caso, all’interno del Factory Inspection Attestation va resa esplicita anche la tipologia di non convenzionalità e/o la specialità, con riferimento all’Allegato 4.

2. Per i gruppi di conversione è stato rilasciato, da un ente di certificazione accreditato EN 45011 per le prove su tali componenti, l’attestato di controllo del processo produttivo in fabbrica ai fini dell’identificazione dell’origine del prodotto, a dimostrazione che almeno le seguenti lavorazioni sono state eseguite all’interno dei predetti Paesi: progettazione, assemblaggio, misure/collaudo.

Il bonus si applica alla tariffa omnicomprensiva ed alla tariffa premio sull’energia consumata in sitoo, il suo importo non dipende dalla taglia dell’impianto fotovoltaico, bensì dalla data di entrata in esercizio dello stesso.
La tabella sottostante riporta il valore del bonus “Prodotto europeo”.

Bonus prodotto europeo
Impianto in esercizio entro il 31 dicembre 2013 0,02 €/kWh
Impianto in esercizio entro il 31 dicembre 2014 0,01 €/kWh
Impianto in esercizio dopo il 31 dicembre 2014 0,005 €/kWh

Scegliere un impianto con prodotti europei sarà tanto più vantaggioso quanto più grande la potenza dell’impianto, essendo lo stesso fisso e le tariffe incentivanti decrescenti all’aumentare della potenza: in tabela ti riporto degli esempi per fissare il concetto.

Il peso del bonus prodotto europeo sulla tariffa incentivante
Impianto Incentivo Incentivo + bonus Differenza %
Impianto fotovoltaico da 3kWp, installato a sud ed in esercizio entro il 31 dicembre 2012 € 13.658,00 € 15.226,00 + 11,4%
Impianto fotovoltaico da 30kWp, installato a sud ed in esercizio entro il 31 dicembre 2012 € 114.768,00 € 130.457,00 + 13,7%
Impianto fotovoltaico da 300kWp, installato a sud ed in esercizio entro il 31 dicembre 2012 € 888.803,00 € 1.095.696,00 + 17,65%
Impianto fotovoltaico da 3000kWp, installato a sud ed in esercizio entro il 31 dicembre 2012 € 7.632.881,00 € 9.201.811,00 + 20,55%

Il bonus amianto
Il bonus amianto è dovuto agli impianti fotovoltaici su edifici con moduli installati in sostituzione di coperture con totale rimozione dell’eternit o dell’amianto: il suo valore dipende dalla potenza dell’impianto e dalla data di entrata di esercizio dello stesso.

La tabella sottostante riporta il valore del bonus “Amianto”.

Bonus prodotto amianto
Entrata in esercizio P < 20 kWp P => 20 kWp
entro il 31 dicembre 2013 0,03 €/kWh 0,02 €/kWh
entro il 31 dicembre 2014 0,02 €/kWh 0,01 €/kWh
dopo il 31 dicembre 2014 0,01 €/kWh 0,005 €/kWh

Guida al “Quinto conto energia”
Requisiti per accedere agli incentivi statali per il fotovoltaico;
Impianti fotovoltaici su edifici e “altri impianti fotovoltaici”;
Il bonus “Prodotto europeo” ed il bonus “Amianto”;
Tariffe incentivanti per il fotovoltaico su edifici e “altri impianti fotovoltaici”;
Tariffe incentivanti per pergole, serre, barriere acustiche, tettoie e pensiline;
Tariffe incentivanti per impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative;
Tariffe incentivanti per il fotovoltaico a concentrazione;
Il fotovoltaico conviene ancora o no?

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata