Cos’è il servizio di “maggior tutela” luce e gas?

Di Antonino Vento
Autorità regolazione per energia, reti e ambiente

Il servizio di maggior tutela garantisce la fornitura dell’energia elettrica e del gas metano, ai clienti domestici che non hanno deciso di passare al mercato libero dell’energia. Al servizio di maggior tutela possono aderire anche imprese ed aziende con certi limiti massimi dimensionali o di consumi.

Le tariffe in regime di maggior tutela (quindi il prezzo di un kWh di energia elettrica ed un Smc di gas metano) sono fissate trimestralmente dall’Autority ARERA.

Gli utenti in regime di maggior tutela continueranno ad avere rapporti commerciali con la società distributrice presente sul territorio locale prima della liberalizzazione del mercato dell’energia (Enel distribuzione in quasi tutto il territorio nazionale, ACEA per Roma, AEM per Milano, ecc), società che nella stragrande maggioranza a seguito di una delibera AEEGSI (oggi ARERA) hanno cambiato nome .

Rientro in regime di maggior tutela

Tutti gli utenti posso abbandonare il mercato di tutela per passare al mercato libero dell’energia elettrica e del gas. Questo passaggio è reversibile, cioè un utente una volta passato al mercato libero può richiedere di tornare ad acquistare in maggior tutela.

Le operazioni di passaggio e rientro sono di tipo commerciale, in quanto la struttura di rete resta invariata, cioè l’utente passando al mercato libero o rientrando a quello di maggior tutele, conserverà sempre lo stesso contatore di energia elettrica e non dovrà fare nessuna modifica sul proprio impianto.

Fornitori che operano su entrambi settori

Molti fornitori che erogano il servizio di maggior tutela, hanno ottenuto l’autorizzazione a vendere su tutto il territorio energia e gas in regime di mercato libero.

Ad esempio Enel è presente in libero mercato con la sua controllata Enel Energia , ACEA con Acea Energia, A2A è stata costituita da più società distributrici per offrire energia in mercato libero, e cosi via

Dal 2018 una nuova normativa proibisce, per evitare confunsione, alle società di usare un nome simile sia per la fornitura in regime di maggior tutela che mercato libero. In virtù di ciò sparisce ad esempio la società Enel Servizio Elettrico cambia nome in Servizio Elettrico Nazionale ed il nome Enel oggi rappresenta solo un gestore in libero mercato.

Fine del mercato di maggior tutela

La fine del mercato di maggior tutela è prevista per il 1° luglio 2019, da quel momento chi non avrà scelto acquisterà energia in uno speciale regime con costi dell’energia fortemente penalizzanti.

Per approfondire …

Per maggiori dettagli e informazioni sul mercato dell’energia italiano, sui sistemi tariffari e sulle opportunità di risparmio del mercato libero ti invito a visitare la sezione offerte gas metano e offerte energia elettrica. Se hai dubbi o curiosità sull’argomento e vuoi porre un quesito, sappi che puoi farlo usando il box qui sotto. Concludo invitandoti a scoprire le opportunità di risparmio non solo sul settore energetico, ma anche sui servizi internet, di telefonia e pay tv: per fare ciò ti basta cliccare qui.

8 commenti su “Cos’è il servizio di “maggior tutela” luce e gas?”

  1. buonasera, vorrei cambiare il mio fornitore di luce e gas attuale “ESTRA”, e tornare con enel. Però vorrei sapere quale conviene scegliere tra enel mercato libero e enel maggior tutela. Potreste darmi un consiglio?
    grazie

  2. Sostituito contatore marzo 2011 con uno elettronico. Dopo vari reclami e con l’intervento dello sportello del consumatore e di un impiegato acea energia maggior tutela alla fine del 2015 mi è arrivato il conguaglio. Ma ancora oggi ad agosto 2017 la lettura presunta viene fatta col vecchio contatore,cosa deve fare un povero cristo per far valere i propri diritti? Come posso mandare la lettura del contatore? Sto pagando le bollette regolarmente, ma non so come pago. Ringrazio chiunque mi saprà rispondere sperando che sia un impiegato dell’Acea.

  3. In risposta ad Antonio. Anche a me è successa la stessa cosa con l’arrivo di una bolletta di oltre 6.000 euro (famiglia) per 5 anni di calcolo solo presunto pagato e per loro non reale. Ho convocato avvocati e smosso il mondo, ma sulle bollette vi era in molto piccolo la dicitura “calcolo presunto” e così sto’ ancora oggi pagando il “conguaglio”. Unica chances ottenuta tramite avvocato, la rateizzazione in due anni.
    Cambiato gestore e tornato in Enel maggior tutela, (anche se non credo cambi molto) ma oramai il danno era fatto. Consiglio vivamente di stare molto attenti.

  4. Buongiorno, circa un anno fa, per una utenza domestica, ho ricevuto da enel energia due bollette per un totale complessivo di 4.700,00 euro circa somma dovuta poichè, a seguito controlli, a loro è risultato, per i 5 anni precedenti, un consumo maggiore rispetto le bollette pagate. Al momento stiamo pagando in forma rateizzata per non far sospendere il servizio elettrico ma vorrei un consiglio su come posso chiedere una revisione della pratica per capire se effettivamente la somma da pagare è corretta.

    1. @ Antonio,
      a mio avviso dovresti rivolgerti ad un’associazione dei consumatori, con esperienza nel settore energetico.

  5. Ditemi cosa devo fare per cambiare l’utenza elettrica per la casa da Enel Energia – mercato libero – a ENEL – Servizio di maggior tutela.
    Preciso che il numero di contratto per la fornitura attuale è : *** omissis – dato sensibile****
    Vorrei anche sapere se il cambiamento ( o ritorno ) al vecchio fornitore comporta delle spese.
    Distinti saluti.

    1. @ Feroleto Francesco
      chiama il numero 80090080, tieni a portta di mano la bolletta elettrica, e chiedi di poter rientrare al servizio di maggior tutela.
      Ci sono costi se il tuo contratto con Enel Energia li prevede, solitamente è tutto a zero spese, però e meglio che controlli.

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata