Ribaltamento delle prese telefoniche: a cose serve, come funziona e quanto costa

Di Valerio Guiggi
prese telefoniche

Quando attiviamo una linea ADSL o Fibra ci può essere bisogno dell’attivazione di una nuova linea telefonica, che viene fatta (sempre) dal tecnico inviato dall’operatore che viene a casa nostra e attiva la linea; per questo intervento paghiamo il costo di attivazione, che però è speso gratuito quando si sottoscrivono online offerte ADSL o Fibra.

A volte, però, viene proposto anche l’intervento di ribaltamento delle prese telefoniche, che ha un costo non irrisorio: per questo ci chiediamo, in questo articolo, che cos’è questo intervento, a che cosa serve e, soprattutto, se veramente serve farlo.

Quando può essere necessario Il ribaltamento delle prese?

Il ribaltamento delle prese serve a far funzionare tutte le prese telefoniche presenti nell’immobile nel caso in cui l’operatore offra il servizio Voce di tipo Voip, cioè la telefonia che viaggi sulla linea internet e non sulla linea fonia tradizionale. Quindi per inciso il ribaltamento è una cosa che riguarda solamente casa nostra, non l’esterno, quindi non c’entra nel con la tecnologia internet di connessione (fibra FTTC o FTTH, adsl) ne con l’attivazione della linea telefonica.

Solitamente gli impianti telefonici non di nuova generazione sono dotati di una presa telefonica principale nella quale arriva la linea dalla rete telefonica nazionale, poi da li segue la linea in doppino di rame che collega le altre prese distribuite in giro per la casa erano in parallelo, ma seguivano la principale. In altre parole, la prima presa era il “capo”, a cui tutte le altre prese erano sottoposte, anche se tutte uguali tra di loro.

Questo andava bene per la telefonia tradizionale, mentre oggi, con le forniture fibra e telefono o adsl e telefono, il servizio di telefonia offerto può essere di tipo VOIP cioè il segnale voce transita attraverso la linea internet e quindi i telefoni analogici di casa devono essere collegati al modem/router che eseguirà la conversione, quindi permettere di funzionare alle altre prese della casa di funzionare per le telefonate c’è necessità di metterle in parallelo all’uscita telefonica del modem router, ovvero far perdere a quest’ultima la qualifica di “capo” e renderla uguale a tutte le altre.

Per rendere più chiaro il concetto qui sotto puoi vedere un video della Vodafone.

Per questa operazione è necessaria una persona che fisicamente faccia una modifica alla presa telefonica, che si chiama appunto ribaltamento della presa, ed è un’operazione molto semplice… che si può anche evitare.

Perché si può evitare il ribaltamento?

Perché, semplicemente, l’intervento di ribaltamento serve solo a far funzionare i telefoni che vogliamo attaccare alle altre prese della casa, quando non ce ne sarebbe bisogno perché, semplicemente, basterebbe sostituire il vecchio apparecchio telefonico che abbiamo con un economicissimo cordless.

In questo modo, alla prima presa stanno attaccati il modem e il telefono di casa principale, mentre le altre prese rimangono inutilizzate, perché abbiamo il cordless (che necessita di solo una presa elettrica) collegato in wireless al “primo telefono”.

Quanto costa il ribaltamento delle prese?

Il costo del ribaltamento delle prese è variabile. Può essere eseguito da un tecnico dell’operatore telefonico con cui sottoscriviamo una tariffa ADSL o Fibra, ed ha un costo variabile (con Tiscali costa 29 euro, con Vodafone 79 euro, mentre con altri operatori è ancora diverso).

Se non vogliamo il loro tecnico lo può eseguire qualunque elettricista, e visto che il lavoro è davvero banale (si tratta di scollegare la presa, modificare l’ordine dei cavi e rimetterla) ci costerà solo la chiamata, che va sulle 30/40 euro (poi dipende da dove abitiamo).

Se si hanno delle basi di elettronica, il ribaltamento si può fare anche da soli, spendendo zero.

Conviene fare il ribaltamento?

In linea di massima, questa operazione si può evitare, a nostro avviso, salvo necessità particolari come le aziende o le case delle persone anziane (che non vogliono rinunciare al “vecchio telefono della SIP”).

Infatti, quando si attiva l’ADSL o la fibra, il modem collegato alla presa elettrica principale, semplicemente, è valido per tutta la casa, grazie alla Wi-Fi (oppure alla rete Ethernet, a seconda). Il telefono principale collegato alla stessa presa funzionerà mentre:

  • Se non si esegue il ribaltamento, gli altri telefoni di casa collegati alla presa smetteranno di funzionare;
  • Se il ribaltamento si esegue, continueranno a funzionare come hanno sempre fatto.

Ma è più conveniente eseguirlo, questo ribaltamento, oppure non farlo e acquistare dei cordless da collegare al primo telefono ma non alle altre prese telefoniche?

I prezzi, in generale, sono equiparabili. Un trio di cordless costa all’incirca 40/60 euro, mentre l’intervento di ribaltamento, come abbiamo visto, costa 30/80 euro, quindi il margine è maggiore ma in generale la spesa è molto simile; questo senza perdere le possibilità per telefonare da casa.

Per chi, invece, è poco interessato agli altri telefoni, magari perché usa poco il fisso, è consigliabile non eseguire il ribaltamento, né comprare i cordless: se il telefono di casa non si usa, anche l’intervento di ribaltamento diventa inutile.

Hai già scelto la tua offerta internet ultra veloce?

Se la risposta è no è vuoi scoprire le offerte e promozioni di oggi ti invito a visitare la sezione offerte fibra e telefono.

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email per ricevere aggiornamenti, approfondimenti e novità sull'argomento!

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata