Risparmiare traffico dati dal cellulare con Opera e Chrome

Di Valerio Guiggi
offerte telefono adsl e cellulari

Fino a qualche anno fa, avere internet da dispositivi mobili era praticamente impossibile. Tuttavia oggi le cose sono cambiate, e basta un cellulare da nemmeno 100 euro per avere il web a portata di mano ovunque siamo. Solo che connetterci ad internet ovunque qualcosa ci costa: come fare allora a risparmiare traffico dati quando navighiamo con i browser Opera e Chrome?

Purtroppo le pagine web sono pesanti, e gli operatori lo sanno molto bene, è per questo che ci offrono con le offerte mobile “bricole” di MB da poter utilizzare. Fortuna che per chi ha problemi di traffico che termina troppo spesso ci siamo noi, che in quest’articolo vi spieghiamo come risparmiare traffico dati usando, a nostra scelta, sia da iOS che da Android, i browser Opera o Google Chrome.

Come funziona il meccanismo di risparmio traffico dati?

In entrambi i casi, la tecnologia di risparmio si basa sul seguente meccanismo: quando visito un sito il telefonino si mette in contatto con il server e vedo le pagine del sito.

Usando la tecnologia di risparmio dati, invece, sarà un computer di Google o di Opera a collegarsi al sito, che riduce un po’ le dimensioni delle immagini che appariranno un po’ sgranate ma molto più leggere, e le pagine così compresse verranno inviate al nostro dispositivo che, di fatto, si collega quindi al computer di Google o di Opera e non direttamente al server del sito in questione. Ma non ce ne renderemo nemmeno conto.

Le istruzioni per risparmiare con Google Chrome

Google Chrome, in generale, è un browser migliore di Opera. Le pagine web si vedono meglio, e supporta il javascript.

Permette di risparmiare il 50% del traffico dati, e per farlo bisogna entrare in Impostazioni (dall’app Chrome, non dall’app Impostazioni) quindi Larghezza di Banda e attivare l’interruttore chiamato “Data Saver”.

Se avessimo consumato 100 MB per una navigazione, con l’interruttore attivo ne consumeremo 50. La compressione non funziona per le pagine criptate, il cui indirizzo comincia per “Https”.

Risparmiare traffico dati con Opera

Opera è un po’ più limitato rispetto a Chrome come browser, ma io l’ho sempre preferito perché più veloce e perché, nella sua funzionalità di risparmio dati, consente di personalizzare il risparmio.

Entrando nella sezione delle impostazioni dell’app potremo scegliere di risparmiare il 20% dei dati con immagini simili alle originali, il 50% dei dati come con Chrome, il 70% dei dati con immagini molto sgranate e addirittura il 90% senza mostrare affatto le immagini.

Quando ci interessano i contenuti, quest’ultima è la scelta migliore, anche perché avremo comunque la possibilità di scegliere le immagini da visualizzare, una per una, se vogliamo, consumando pochissimo.

In questo modo, con una navigazione che di normale avrebbe impiegato 100 MB, ne spenderemo solamente 10. Una funzione veramente ottima per navigare –per davvero- illimitatamente.

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email per ricevere aggiornamenti, approfondimenti e novità sull'argomento!

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata