Climatizzatori Samsung Maldives: recensione e offerte

Di Antonino Vento
Samsung Maldives

In questo articolo ci occupiamo dei climatizzatori Samsung inverter a pompa di calore della serie Maldives. Si tratta di una serie di climatizzatori molto interessanti soprattutto dal punto di vista dell’efficienza energetica.

Faremo quindi una recensione di questi climatizzatori, cercando di capire quali siano i loro punti di forza e di debolezza; valuteremo poi le caratteristiche tecniche e le migliori offerte per l’acquisto direttamente online, che fa risparmiare rispetto all’acquisto in negozio.

Se siete interessati all’acquisto di un climatizzatore Samsung Maldives, ma anche se volete solo farvi un’idea di ciò che offrono, qui troverete tutte le risposte.

Quanto costano i climatizzatori Samsung Maldives?

Il prezzo dei climatizzatori dipende essenzialmente dalla capacità di azione nella stanza in cui si trovano, quindi dal valore in BTU: nelle tabelle seguenti potete trovare le migliori offerte di oggi dei Samsung Maldives mono split nei vari negozi online, che permettono di conoscere in ogni momento quelle che sono le offerte migliori per i singoli climatizzatori.



In linea di massima i climatizzatori Samsung Maldives sono di buona qualità, e anche se mancano delle funzioni più avanzate, come quelle relative alla domotica, il prezzo è del tutto onesto.

Indice

Il design
Durante l’utilizzo
Sicurezza e qualità dell’aria
Quanto consumano i climatizzatori Samsung Maldives?
I climatizzatori Maldives sono facili da usare?
Manutenzione, riparazione e garanzia
Quindi in conclusione …

Il design

Unità interna Samsung Maldives

Cominciamo occupandoci del design di questi climatizzatori e nello specifico del loro stile. I climatizzatori Samsung sono composti da una parte che vediamo all’interno dell’abitazione e una parte, che consente lo scambio di calore, che si trova all’esterno.

La parte esterna è sempre piuttosto brutta da vedere (obiettivamente, ed è per questo che si mette di solito su un terrazzo o sul retro della casa) mentre quella da mettere in casa ha un design molto minimal, e non sfigura con il resto dell’arredamento, anche se ovviamente può stonare se abbiamo un appartamento in stile rustico (un problema comunque piuttosto diffuso).

Di colore bianco, la larghezza è di un metro e l’altezza è di 30 centimetri, con circa 20 di profondità. Tutto sommato delle dimensioni discrete che non tolgono assolutamente spazio in casa.

I materiali dei Samsung Maldives, infine, sono ottimi e garantiscono molta resistenza nel corso degli anni, per evitare i problemi strutturali che potrebbero riguardare il condizionatore.

Durante l’utilizzo

Dal punto di vista dell’utilizzo, si prendono in considerazione parametri come la rumorosità e la velocità di raffreddamento dell’ambiente.

I climatizzatori Samsung Maldives hanno una rumorosità massimo di circa 62 dB, che è il volume raggiunto (per fare un esempio) da una persona che parla ad alta voce. Un rumore che quindi può essere fastidioso in casa o nel lavoro, ma non esagerato (perché nessuno parla, effettivamente).

Inoltre bisogna considerare che questo volume si raggiunge unicamente quando il condizionatore è a piena attività. I climatizzatori Samsung Maldives, infatti, non sono di tipo on/off (cioè, o sono accesi o sono spenti e sempre allo stesso livello) ma sono climatizzatori inverter, che lavorano con più o meno potenza (quindi rumore) a seconda della temperatura dell’aria. Questo significa che il rumore massimo è emesso all’inizio, nei primi 10-15 minuti (considerando un periodo di molte ore di unattività) per poi abbassare il volume quando la temperatura si abbassa, e i dB diminuiscono. Quando devono non raffreddare, ma solo mantenere fresca la stanza, la rumorosità si fa quasi impercettibile.

La velocità di raffreddamento dipende invece da molti fattori, ed è impossibile da calcolare: va in base alla temperatura della stanza, alla sua dimensione e alla temperatura desiderata da parte del climatizzatore; di solito, però, con un climatizzatore adatto alla stanza da raffreddare (lo vedremo meglio dopo, parlando dei consumi) il tempo massimo impiegato per il raffreddamento è di 30-40 minuti; se ci mette di più stiamo sprecando energia inutilmente.

Sicurezza e qualità dell’aria

I filtri dei climatizzatori Samsung Maldives sono di ottima qualità, e lasciano una buona qualità dell’aria da respirare.

La purificazione dell’aria avviene grazie al filtro, una rete a maglie microscopiche che intrappola la polvere e i batteri prima di far uscire nuovamente l’aria dal climatizzatore, e a questo punto l’aria è pulita. Il filtro dei climatizzatori Samsung è in grado di trattenere i batteri ma non i virus, molto più piccoli (generalmente i climatizzatori domestici non trattengono i virus, lo fanno solo quelli da laboratorio).

Samsung nei suoi Maldives aggiunge però una funzione interessante che è quella di tenere una ventola accesa anche quando il climatizzatore è spento, consumando quindi pochissimo, per continuare ad assorbire aria: così facendo si evita che i batteri che sono nel filtro possano uscire per processo inverso e rendere l’aria nuovamente pericolosa (in particolare per la Legionella pneumophila).

Ovviamente, i filtri vanno puliti periodicamente, rimuovendo l’accumulo di sporco che, se presente, tra l’altro intacca l’efficienza del climatizzatore.

Quanto consumano i climatizzatori Samsung Maldives?

I climatizzatori Samsung Maldives sono ottimi per risparmio energetico, e anche dal punto di vista del rapporto prezzo/prestazioni si assestano ad un buon livello, come vedremo meglio parlando del prezzo.

Samsung Maldives si trova disponibile in quattro modelli differenti, diversi dal punto di vista dell’energia con cui sono in grado di lavorare; i climatizzatori misurano la loro potenza in BTU, e i modelli disponibili sono quelli da 9.000, 12.000, 18.000 e 24.000 BTU, con differenze di prezzo.

In generale, bisogna scegliere il modello giusto relativamente ai metri quadri che dobbiamo riscaldare o raffreddare, per cui 9.000 BTU vanno bene per un ambiente fino a 30 metri quadri, 12.000 per un ambiente da 25 a 35 metri quadri, 18.000 per un ambiente da 40 a 60 metri quadri, 24.000 per 65-80 metri quadri; scegliere un climatizzatore poco potente in una stanza grande rischia di tenerlo sempre in attività senza riuscire a raffreddare/scaldare la stanza (con conseguente aumento sulla bolletta elettrica), mentre un climatizzatore troppo potente in stanze piccole oltre ad essere una spesa inutile fa consumare più energia del necessario.

Per cui è importante scegliere il climatizzatore giusto dal punto di vista dei BTU, prima che da quello dell’efficienza energetica (che sbagliando verrebbe meno); da quest’ultimo punto di vista i Samsung Maldives rientrano nella classe A++ (molto efficienti) per il raffreddamento, A (di buona efficienza) per il riscaldamento, quindi è consigliabile utilizzarli in estate rispetto all’inverno, almeno dal punto di vista del risparmio energetico.

Ovviamente, bisogna sempre considerare che il consumo elettrico del riscaldamento è molto maggiore rispetto a quello del raffreddamento: scaldare una stanza costa cinque volte tanto il raffreddarla, considerando la stessa differenza di temperatura.

A livello di efficienza energetica, quindi, siamo su un prodotto di fascia alta, anche se le migliori prestazioni si hanno in estate rispetto all’inverno; a parità di prezzo, comunque, è difficile trovare qualcosa di meglio perché se cerchiamo ancora più efficienza (classe A+++) dobbiamo necessariamente spendere di più, almeno all’inizio; il risparmio, poi, lo rivedremo nel corso degli anni d’utilizzo, e tanto prima quanto più usiamo il climatizzatore per riscaldare e non per raffreddare.

I climatizzatori sono facili da usare?

Il funzionamento del climatizzatore è molto semplice, ed è necessario poco tempo per imparare ad usare le tre modalità disponibili: il climatizzatore per il freddo, il deumidificatore e il riscaldamento.

Semplicemente, si imposta la temperatura desiderata e si aspetta che questa venga raggiunta dal climatizzatore, che provvederà a mantenerla.

I climatizzatori Maldives, però, basano il loro utilizzo solamente sul telecomando incluso, perché non sono compatibili con sistemi Wi-Fi o con sistemi per la domotica. Lo scopo sarebbe quello di poter controllare il climatizzatore via internet, anche a distanza da un’app per cellulare (ad esempio per accenderlo prima di arrivare a casa, o se ci siamo dimenticati di spegnerlo) ma in questo caso non è presente questa funzione.

Manutenzione, riparazione e garanzia

Come per tutti i prodotti elettronici di consumo, la garanzia Samsung è di due anni dal momento dell’acquisto; fa fede lo scontrino fiscale. In certi casi, la copertura può essere maggiore ma così non è per i climatizzatori Maldives (salvo offerte speciali).

La consegna è a carico del cliente presso il punto di acquisto del climatizzatore; se questo è stato acquistato direttamente dal sito Samsung o in un negozio Samsung (insomma, se Samsung ha emesso lo scontrino) è compreso l’intervento a domicilio per la garanzia. Negli altri casi invece bisogna seguire le regole messe a disposizione dal venditore.

Quindi in conclusione …

Si possono trovare climatizzatori a muro di pari capacità anche ad un prezzo inferiore volendo, ma di solito si intacca l’efficienza energetica, per cui i soldi (100-150 euro) risparmiati con l’acquisto li spenderemo poi nell’utilizzo; per contro, a parità di potenza è possibile trovare climatizzatori ancora più efficienti, per cui i Samsung Maldives sono un prodotto buono in senso assoluto, ottimo per rapporto qualità/prezzo (Vedi le offerte >>).

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email per ricevere aggiornamenti, approfondimenti e novita' sull'argomento!

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata