Se cambio fornitore di gas devo cambiare il contatore?

Se si opta per il passaggio ad altro fornitore di gas non verrà cambiato il contatore e l’impianto non subirà modifiche. Il cambio venditore di gas naturale è solo un operazione commerciale, in quanto la rete di distribuzione locale è unica per tutti i venditori sia che essi operino in regime di tutela che in libero mercato. … continua a leggere

Che differenza c’è tra Consumi rilevati, fatturati e stimati?

I consumi rilevati indicano l’energia consumata tra due letture o autoletture consecuitive.
I consumi fatturati indicano l’energia elettrica fatturata in bolletta.
I consumi stimati sono consumi presunti determinati in funzioni di fatturazioni … continua a leggere

Cosa sono i “servizi di vendita” presenti in bolletta?

La componente servizio di vendita è pari ai costi che il venditore deve sostenere per acquistare e rivendere il gas metano al cliente finale.

Per i clienti finali del mercato libero il costo della suddetta componente è fissato dal singolo venditore, mentre per i clienti finali … continua a leggere

Cosa indica la tipologia dell’offerta?

La tipologia di offerta indica solitamente il nome del piano tariffario scelto con il fornitore in essere.

Tra le tipologie di tariffe più diffuse ci sono quelle a prezzo fisso, che bloccano il prezzo di una parte del costo del gas e quelle indicizzate che applicano un determinato sconto al prezzo fissato trimestralmente … continua a leggere

Cos’ è la data di attivazione riportata in bolletta?

La data di attivazione della fornitura, riportata nella bolletta del gas, coincide con: il primo giorno di fornitura di metano alle condizioni economiche del nuovo gestore, qualora sia stato cambiato fornitore; la data da cui decorre un subentro o voltura; data di rinnovo del contratto in essere con il forniture.

Nel caso di passaggio … continua a leggere

Cosa vuol dire “uso del gas” per un cliente domestico?

Nelle forniture di gas metano a clienti domestici viene specificato anche la tipologia di utilizzo dello stesso, che per la normativa vigente in materia del gas può essere: cottura, acqua calda e riscaldamento individuale. L’uso può essere esclusivo (ad. es. solo cottura) o pure combinato (ad. es. cottura e riscaldamento). … continua a leggere

Bolletta del GAS: cosa sono gli scaglioni di prezzo?

Il prezzo di alcune componenti del costo di un Smc di gas naturale varia in funzione del consumo annuo dell’utente; in particolare le tariffe sono fissate per intervalli di consumi detti scaglioni.

Per i clienti finali che acquistano in regime di tutela (mercato regolato) sono previsti i seguenti scaglioni: 0-120, 121-480, 481-1.560, 1.561-5.000, 5.001-80.000, 80.001-200.000. 200.001 – 1.000.000 e maggiore di 1.000.000. … continua a leggere

Cosa sono i servizi di rete?

Gli oneri per Servizi di rete presenti in bolletta servono a sopperire le spese necessarie al trasporto del gas dal punto di disponibilità al punto di riconsegna PDR, questi servono a coprire costi di manutenzione, stoccaggio, misura, manutenzione, ecc.
Questi costi, stabiliti periodicamente … continua a leggere

Cos’è il servizio di tutela del gas?

Con il servizio di tutela si garantisce la fornitura del gas metano agli utenti che non hanno scelto un fornitore del mercato libero.
Le tariffe del gas metano applicate agli utenti che acquistano in servizio di tutela sono fissati trimestralmente dall’Autority dell’energia elettrica e gas. … continua a leggere

Cos’è il PDR (punto di riconsegna gas)?

PDR vuol dire “punto di riconsegna del gas” ed è un codice composto da 14 numeri che identifica il punto fisico sulla rete in cui il gas naturale viene consegnato dal fornitore al cliente finale.
Il codice PDR non cambia anche se si cambia fornitore del gas oppure nei casi si effettuino … continua a leggere

Cos’è il coefficiente di conversione C della bolletta del gas?

Il coefficiente C serve a convertire i metri cubi di gas misurati dal contatore in standard metro cubo (Smc), unità di misura di fatturazione del metano in bolletta.
Il suo valore, determinato tramite formula matematica, dipende dal’ubicazione geografica del punto di prelievo del gas (PDR) ed è calcolato in funzione di alcuni … continua a leggere

Cos’è il potere calorifico superiore P?

Il parametro P, potere calorifico superiore, indica la quantità di energia termica che si ottiene bruciando uno Standard metro cubo (Smc ) di gas metano.
Il potere calorifico è espresso in Mj/mc ed è variabile in funzione della provenienza (giacimenti) del gas metano, comunque per evitare … continua a leggere

Che imposte gravano sulla bolletta del gas?

Sul consumo del gas metano gravano delle imposte, variabili in funzione della regione di appartenenza del PDR, e l’iva di seguito elencati:
Accisa diversificata per macro-regioni e soglie di consumi;
Addizionale regionale, determinata autonomamente dalle regioni; … continua a leggere

Quali sono le componenti di costo della bolletta del gas?

Leggendo una bolletta di gas naturale ci accorgiamo che il costo di un Smc [?] di gas è dato dall’unione di tanti costi, a volte incomprensibili. In questa pagina cerchiamo di capire a cosa si riferiscono tutte quelle sigle che spesso ci ritroviamo portate nelle offerte del mercato libero.
Il costo di un Smc … continua a leggere