Tariffe luce e gas in calo dal 1° Aprile 2016

Di Valerio Guiggi
costo della bolletta elettrica

Ogni tanto abbiamo, per fortuna, qualche buona notizia, e ce la porta come un Babbo Natale fuori stagione AEEGSI, l’Autorità Garante per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico nel suo comunicato stampa trimestrale.

In particolare la notizia, decisamente importante, è che nei prossimi tre mesi assisteremo ad un considerevole calo delle nostre bollette, che si assesta su un valore del -5% per la bolletta dell’energia elettrica, quasi del -10% (-9,8%) per quella del gas naturale.

Come cambiare tariffa luce e gas senza brutte sorprese?



Scopri le migliori offerte di Amazon.it >>

Il calo del prezzo del gas metano

Iniziamo così proprio dalla seconda componente, il gas naturale, che è quella che determina anche il calo del prezzo dell’energia: un abbassamento così importante sulla bolletta (che significa per la famiglia media un risparmio di circa 60 euro all’anno) è dovuto praticamente solo all’abbassamento del costo della materia prima, anche in relazione ai cambiamenti geopolitici che sono avvenuti in questi mesi.

Il calo del costo della materia prima è stato davvero importante: comprare il gas naturale dai paesi che lo producono costa ben il 27% in meno, che si traduce in un risparmio del 9% sulla bolletta perché, come ben sappiamo, la spesa totale da pagare non è data solo dalla materia prima ma anche dagli oneri per la distrubuzione, da altri oneri statali e ovviamente dalle tasse.

Gli altri punti percentuali in ribasso sono causati da una diminuzione seppur non grandissima del prezzo di trasporto, che cala dell’1,3%, che viene però in parte rimangiato da un aumento dello 0,5% circa per le spese distribuite sulle bollette di tutti per gli oneri di morosità (insomma, quelli necessari a pagare noi le bollette di chi non le paga).

Il risparmio totale sarà così del 9,8% nei prossimi tre mesi, per una tendenza che ci auguriamo continuerà anche nei prossimi trimestri.

Il calo del costo dell’energia elettrica

Per quanto riguarda la componente energia elettrica, il calo è dovuto anche in questo caso all’abbassamento del costo della materia prima gas naturale, visto che parte di essa viene anche utilizzata a scopi energetici.


Scopri le migliori offerte di Amazon.it >>

Chiaramente, visto che non tutta l’energia elettrica deriva da questa fonte, il calo è un po’ ammortizzato (le altre fonti non sono calate così tanto) ma corrisponde ad un -5,6%, che comunque non è male.

0,6 punti percentuali vengono poi ripresi da un leggero aumento dei costi di dispacciamento dell’elettricità, controbilancio che fa arrivare il risparmio ad una quota stabile del -5%, che comunque determinerà un risparmio di circa 25 euro sul costo della bolletta su base annuale, non tantissimo ma comunque qualcosa.

Quindi nei prossimi mesi risparmieremo?

Tendenzialmente, in base al comunicato stampa AEEGSI, la risposta è si, a fine anno avremo risparmiato su entrambe le componenti.

O almeno, risparmieremo se queste variazioni rimarranno stabili nei prossimi mesi; in generale, in questi ultimi trimestri abbiamo assistito ad un progressivo calo del costo delle materie prime, calo di cui ha beneficiato principalmente chi ha deciso di scegliere le offerte del mercato libero più convenienti per la propria situazione (questo è ovvio).

Se il prezzo rimanesse stabile nei prossimi trimestri il risparmio sarà quello che abbiamo indicato nelle due sezioni, ovvero un risparmio annuale medio di 25 euro e 60 euro rispettivamente per la luce e per il gas, per un totale di 85 euro all’anno; a questo però bisogna aggiungere il fatto che con l’entrata nei mesi estivi il consumo delle due componenti, ma in particolare del gas, si riduce, e il risparmio potrebbe essere minimo.



Scopri le migliori offerte di Amazon.it >>

In ogni caso, non possiamo lamentarci al momento perché quelli a cui assistiamo in questo secondo trimestre 2016 sono cali che sono tutt’altro che da sottovalutare, cali che in qualche modo dovrebbero mitigare gli aumenti delle quote fisse scaturenti dalla nuova riforma delle tariffe del mercato elettrico (scopri le novità).

Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?

Inserisci qui sotto nome ed indirizzo email, per ricevere gratis aggiornamenti e l'esclusiva guida "Come cambiare fornitore luce e gas senza avere sorprese?"! (condizioni del servizio)

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata