Climatizzatori  monosplit: quali gli accessori per l’installazione?

Di Antonino Vento
esempio di tubi rame climatizzazione

Di quali accessori c’è bisogno per installare un climatizzatore a parete di tipo mono split?
Per questo tipo di dispositivo, che è costituito da una unità interna e da una unità esterna, è necessario avere a disposizione un kit di accessori e materiali di alta qualità, quindi prima di chiedere i preventivi per i condizionatori è bene conoscere tutti i sistemi disponibili per installare a parete un climatizzatore.

Le staffe per la macchina esterna

Una volta individuato il tipo di climatizzatore a parete per cui si intende optare, il primo aspetto su cui ci si deve concentrare ha a che fare le staffe. La macchina esterna, infatti, deve essere collocata su apposite staffe, ma non tutte le soluzioni in commercio sono uguali tra loro: ecco perché è bene conoscere i diversi sistemi.

In generale si tratta di accessori che costano poche decine di euro (con una ventina di euro si possono trovare soluzioni ottimali): il consiglio è quello di puntare sulle staffe universali, che hanno il pregio di poter essere regolate a seconda delle necessità e in base al tipo di climatizzatore con cui si ha a che fare. Queste staffe, che di solito vengono fornite insieme con un kit di fissaggio, fanno della resistenza il proprio punto di forza, essendo robuste e in grado di contrastare qualsiasi vibrazione, grazie all’acciaio con cui sono realizzate.

I tubi in rame

Non è un costo da poco, poi, quello dei tubi in rame, componenti che fin troppo spesso vengono sottovalutati ma che, in realtà, incidono in modo più che evidente sia sulla resa che sulle spese complessive. Per queste applicazioni, il rame è il materiale che deve essere preferito, in primo luogo perché si tratta di un ottimo conduttore di calore (il suo coefficiente di scambio termico è il più elevato rispetto a quelli di tutti gli altri materiali, a parte l’argento); in più, può essere regolato con grande semplicità, in virtù della sua notevole lavorabilità, il che vuol dire che si può usufruire anche di tubi caratterizzati da raggi di curvatura particolarmente stretti senza correre il rischio di ritrovarsi alle prese con graffi, crepe o altre conseguenze negative. Da non dimenticare, infine, la resistenza alla corrosione del materiale, indispensabile per la climatizzazione, che prevede l’impiego di un gran numero di gas.

Lo scarico delle condense

L’elenco degli accessori indispensabili per installare un climatizzatore a parete include anche un accorgimento da adottare per lo scarico delle condense. La soluzione più facile, ma al tempo stesso più efficace, è quella che prevede di convogliare la condensa all’interno di un recipiente in plastica da svuotare di tanto in tanto: un accorgimento comodo, anche perché il contenitore ci mette molto tempo prima di riempirsi. In alternativa sul mercato si possono trovare dispositivi ad hoc che permettono di nebulizzare la quantità di acqua in eccesso tramite una pompa che fa in modo che l’acqua di scarico sia condotta in una membrana speciale prima di essere compressa e, appunto, nebulizzata.

L’alimentazione elettrica

Infine, ultimo ma non meno importante aspetto è quello che chiama in causa l’impianto elettrico: insomma, è necessario che il climatizzatore sia alimentato da corrente, e tale fattore è in grado di incidere molto sui costi, in modo particolare nel caso in cui non vi sia una predisposizione dedicata. Niente paura, però: per trovare un rimedio è sufficiente dare vita a un interruttore di protezione collegato a una linea dedicata, ma in alternativa si può fare riferimento anche ai sistemi a spina. Sconsigliato, invece, il ricorso al collegamento su una linea privo di protezione dedicata. C’è bisogno, di conseguenza, di cavi – meglio se con colori diversi, in modo tale da renderne più agevole il riconoscimento – per associare l’unità interna con quella esterna senza difficoltà.

Fai da te o installatore autorizzato?

A questo punto, ci si potrebbe chiedere se sia più vantaggioso tentare di procedere a un’installazione del climatizzatore in prima persona o scegliere i servizi di un professionista. Naturalmente, è la seconda opzione quella da preferire, dal momento che solo un personale esperto è in grado di operare e agire in condizioni di massima sicurezza, che si tratti di realizzare dei fori in un muro o di occuparsi dei collegamenti elettrici. In più, è indispensabile la massima competenza per assicurare il miglior risultato possibile ed evitare errori banali o pericolosi: se, per esempio, si verifica un inconveniente in occasione della connessione dei tubi in rame, il rischio è quello che il gas refrigerante possa uscire dal circuito.

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata