Cos’è PayPal? Come funziona?

Di Antonino Vento

Aprendo il portafogli, con buona probabilità hai con te più di una carta utilizzabile per i pagamenti, tra carte di debito, di credito e ricaricabili. Eppure di certo l’idea di mettere le tue carte ed i tuoi dati online può farti storcere un po’ il naso. Avrai infatti sentito parlare spesso di carte di credito clonate e di dati rubati da siti internet poco affidabili.

Da diversi anni a questa parte non è più necessario mettere online la tua identità per fare gli acquisti o ricevere dei pagamenti, grazie all’uso del servizio PayPal.

Cos’è PayPal?

homepage paypal
PayPal non è altro che un intermediario elettronico, un sistema di pagamento sicuro e affidabile che ti permette di comprare online in migliaia di store, senza dover comunicare all’esercente i dati della tua carta di credito.

Con la stessa semplicità, PayPal è anche un sistema per ricevere pagamenti.

Come aprire un conto PayPal?

Per aprire un account su PayPal è necessaria una casella di posta elettronica.
Dopodichè devi collegarti al sito www.paypal.it, cliccare su registrati gratis e seguire una veloce procedura. dove ti verrà chiesto di inserire alcuni dati personali e quelli della carta o del conto che vuoi associare all’account.

Fatto ciò ti sarà notificato che procederanno al prelievo di 1 euro dal tuo conto per verificare che i dati inseriti siano giusti. I soldi ti verranno restituiti non appena procederai alla verifica dell’account. A questo punto sei pronto per inviare e ricevere denaro.

Potrai decidere di collegare (a tua scelta) il tuo conto bancario all’account PayPal, oppure una carta di credito già attiva. In questo modo ti sarà possibile trasferire i fondi dal un conto (o dalla carta) all’account e viceversa in modo semplice e veloce e totalmente gratuito. Moltissime banche accettano questo sistema e, a loro volta, non chiedono pagamenti per le transazioni.

Inviare dei soldi ad un altro account PayPal è semplicissimo, basta inserire l’indirizzo di posta elettronica della persona a cui volete fare la donazione, sempre che questo sia stato associato ad un account PayPal. La somma ricevuta verrà detratta di una piccola somma come commissione a carico del ricevente.

Se vuoi fare degli acquisti ma sul conto PayPal non hai abbastanza fondi, il servizio preleverà quanto necessario direttamente dalla carta o dal conto associato al tuo account, senza dover fare alcun passaggio manualmente.

Ricevere soldi su PayPal è altrettanto semplice: chi li invia dovrà semplicemente inserire l’indirizzo del nostro conto PayPal (che coincide di solito con la mail) e noi riceveremo l’importo. Questo lo avremo sul conto PayPal, da cui può essere prelevato direttamente per fare degli acquisti o dal quale, manualmente, può essere inviato alla carta di credito o al conto corrente collegato.

Il sistema di pagamento è tra i più apprezzati e utilizzati al mondo, ma nasconde comunque qualche pecca che i più attenti potrebbero non apprezzare.

Pro sull’utilizzo di PayPal

1) In prima analisi, comparato ad altri sistemi, la creazione di un account su PayPal è davvero semplicissima da portare a termine: niente verifica che l’account corrisponda ad una persona reale, nessun malloppo di fogli da leggere e firmare, i versamenti immediatamente disponibili al prelievo senza controlli specifici sul credito acquisito.

Con i normali sistemi di pagamento, è necessario firmare molti documenti e, spesso e volentieri, bisogna attendere diversi giorni necessari alle opportune verifiche, prima di essere nelle condizioni di poter utilizzare il mezzo.

2) È molto economico. Le percentuali di ritenute ai pagamenti sono nell’ordine del 2% del valore della transazione, più o meno, mentre altri sistemi di pagamento arrivano a fatturare anche il 15%, e non è poco.

3) Paypal funziona attraverso un meccanismo integrato che permette di gestire automaticamente pagamenti e accrediti, e di creare dei bottoni automatici per permettere i pagamenti in modo davvero semplicissimo.

4) PayPal è ormai un sistema molto diffuso, sia tra i negozi online (a parte Amazon, per motivi legali, praticamente tutti gli altri store lo supportano), sia tra le persone, per cui diventa semplicissimo inviare anche piccole somme di denaro agli amici e ai parenti, vicini e lontani.

Contro sull’utilizzo di Paypal

1) La lista di regole e clausole per l’utilizzo del servizio è davvero lunghissima e, se vuoi utilizzare il sistema in modo professionale e specifico, sarebbe necessario leggerle davvero tutte.

2) Un altro aspetto fondamentale riguarda la clausola di tutela del cliente. Infatti, se utilizzi Paypal per vendere online i tuoi prodotti e il cliente affermasse di non aver ricevuto la merce, toccherebbe a te dimostrare di averlo fatto, tramite l’invio dei relativi documenti di spedizione. In caso non fossi in grado di fornire le relative prove, saresti costretti a restituire i soldi al cliente che, a ben vedere, potrebbe anche ricevere la merce dopo qualche giorno o averla già ricevuta e aver mandato la contestazione in cattiva fede.

3) Un’altra pecca di PayPal è che, come gran parte delle compagnie che hanno avuto un grande successo in poco tempo, non offre un servizio affidabilissimo. In caso di emergenza potreste avere delle difficoltà a contattare il centro informazioni, e la cosa potrebbe rivelarsi fondamentale in caso sia necessario un intervento tempestivo.

Ma allora conviene usare PayPal per i pagamenti omline?

Nonostante questi limiti, bisogna riconoscere che i pro sono talmente tanti che si può tranquillamente soprassedere sul resto, specialmente se sei un utente che ha bisogno di un mezzo pratico e veloce per le transazioni in totale sicurezza.

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata