Internet TV e operatori telefonici: più convenienza per l’utente?

Di Valerio Guiggi
internet tv

In questi ultimi tempi, gli operatori telefonici, soprattutto quelli che operano su rete fissa, hanno iniziato un vero e proprio bombardamento mediatico che passa per internet, per la televisione e per le telefonate a freddo, che permettono di unire la pay tv (in abbonamento o con la formula pay per view) ad una classica linea internet fissa o mobile di casa.

Le offerte combinate Internet TV+Telefonia

Queste offerte forniscono fondamentalmente del servizio di internet tv, ovvero la possibilità di vedere i contenuti in streaming, senza utilizzare la classica antenna della televisione o parabolica, ma usando, per il download dei contenuti, appunto la linea telefonica fissa che mobile.

Fibra ottica e 4G i fautori di questo nuovo trend

Questa tendenza è sorta da quando in Italia esiste la possibilità di avere linee veloci (fibra ottica e mobile 4G/4G+), che garantiscono un’alta velocità di download dei dati; in questo modo si elimina un problema molto sentito con le ADSL “normali” o le reti 3G, che è quello di dover vedere i film o i contenuti video a scatti o con pause.

Insomma, se con un’ADSL normale utilizzare in contemporanea cellulari, tablet e computer poteva essere un problema, con la Fibra non solo “c’è connessione per tutti”, ma è possibile aggiungere anche un nuovo dispositivo che sfrutta internet che è la televisione, e qui torniamo alle offerte Pay TV.

Partnership tra operatori telefonici e colossi dell’entertainment

Praticamente tutti gli operatori, come Tim, Vodafone, Tiscali o Fastweb, hanno creato delle partnership con servizi come TimVision, NOW TV di Sky, Infinity TV, Netflix, DAZN e cosi via.

La convenienza è per entrambi

Questo conviene praticamente a tutte le parti, infatti:

  • L’operatore telefonico stesso, che fornisce un’offerta allettante per usufruire della sua offerta di rete fissa (solitamente fibra) o di rete mobile (parliamo di pacchetti destinati a chi usa uno smartphone in modo assiduo).
  • L’utente, può utilizzare un servizio di Pay TV senza pagarlo per un determinato tempo (le classiche prove gratuite che solitamente non superano i 6 mesi) oppure pagarlo a prezzo scontato (spesso per un anno).
  • Il fornitore dei servizi Pay TV, che si fa in questo modo pubblicità e fa in modo che, una volta terminati i mesi di prova o di promozione, l’utente continui a usufruire del servizio staccandosi dall’offerta dell’operatore telefonico.

In conclusione, queste tipologie di offerte sono comode naturalmente per chi ha una connessione Fibra o un device con SIM 4G LTE, per i motivi di cui abbiamo parlato prima, e comunque anche se non siamo interessati alla Pay TV vale comunque la pena di iscriversi al servizio, visto che ci viene praticamente regalato; poi, una volta terminata la promozione, saremo liberi sia di continuare ad utilizzarlo, sia di recedere dal contratto considerando altre offerte (che magari ci offriranno lo stesso servizio di Pay TV a fronte di un diverso operatore telefonico) sia, ovviamente, continuare ad utilizzare il solo servizio ADSL lasciando perdere la Pay TV, a nostra scelta.

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata