Valvole termostatiche: è l'impianto di riscaldamento consuma meno

aggiornato il
minuti di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

L'Offerta Luce e Gas più conveniente oggi 23 Giugno 2024?

Chiama ora e Risparmia in Bolletta. Meglio fisso o indicizzato? Confronta gratuitamente e senza impegno con un esperto energia.

confronto luce e gasconfronto luce gas

L'Offerta Luce e Gas più conveniente oggi 23 Giugno 2024?

Confronta e Risparmia! Parla con un esperto prenotando una richiamata gratuita.

L'uso di valvole termostatiche ha cambiato enormemente il metodo di approccio alla stagione meno permissiva dell'anno: gli impianti di riscaldamento odierni prevedono spesso l'installazione di questi componenti facoltativi, che migliorano il rendimento complessivo annuo dell'impianto e quindi si riducono i consumi del combustibile usato dall'impianto (GAS, Gasolio, ecc.).

Cos'è una valvola termostatica e come funziona?

Le valvole termostatiche sono una serie degli elementi aggiuntivi da inserire sui radiatori dell'impianto di riscaldamento, al fine di regolare il flusso di acqua calda in funzione della temperatura dell'ambiente. La temperatura ambiente desiderata è impostata direttamente sulla valvola termostatica, che provvederà in automatico a chiudersi o aprirsi fino al raggiungimento della temperatura ambientale prefissata. La regolazione della temperatura può avvenire in modo manuale nei sistemi base, mentre in modo centralizzato nei sistemi con centralina o connessi ad un impianto domotico o di building automation.

Risparmio energetico assicurato

La regolazione della temperatura ambiente per ambiente ha come risultato un abbassamento dei consumi rispetto un impianto regolato esclusivamente da un termostato o cronotermostato ambiente. Si pensi ad esempio ad un abitazione dove vi sono stanze più frequentate e meno frequentate, con la regolazione locale ad esempio si potrebbe impostare la temperatura di 2-3 gradi in meno nelle stanze poco frequentate, risparmiando così sulla bolletta del gas o del gasolio. Ovviamente, quanti più termosifoni siano presenti nell'unità immobiliare, tanto più sarà il risparmio energetico conseguito durante la stagione fredda.

Maggior comfort

Si pensi ad un impianto senza valvole con termostato regolato 20°C: quale sarà la temperatura nei vari ambienti? E' difficile saperlo, poiché visto che l'ambiente monitorato è uno solo (spesso il disimpegno dell'appartamento) ci saranno ambienti a temperatura inferiore e ambienti a temperature superiori. Se avessimo delle valvolve termostatiche regolate a 20°, in tutti gli ambienti, a differenza di qualche decimo di grado, ci sarebbe la stessa temperatura, con conseguente guadagno in termini di comfort ambientale.

Semplicità di utilizzo

Non necessitano di programmazioni complicare o di conoscenze avanzate di termotecnica. Allo stesso tempo non necessitano neanche di interventi di manutenzione e nel caso si vogliano scegliere valvole digitali wireless l'unico onere è quello di sostituire le pile annualmente o più.

I benefici valgono davvero la spesa?

Come abbiamo visto prima, dall'installazione di valvole termostatiche ne consegue un risparmio di tipo economico: ma in quanto tempo si recupera l'investimento legato all'installazione? Il costo d’installazione non è di certo esorbitante, si aggira intorno ai 50-70 euro per singola valvola, in funzione del modello e della marca del dispositivo. Una gestione efficiente dell'impianto, cioè con temperature regolate correttamente ambiente per ambiente, può comportare un risparmio del 10% sui costi di gas o gasolio per il riscaldamento, quindi l'ammortamento delle spese effettuate potrebbe aggirarsi attorno ai 3-5, il tutto in funzione della zona climatica in cui è ubicato l'immobile.

Evitare il fai da te

Installare una valvola termostatica è abbastanza semplice (qualche chiave e tanta passione per il fai da te), evitare danni su alcune componenti dell'impianto lo è meno. Ti dico questo perché l'installazione di valvole a due vie (apri e chiudi) possono alterare il regime idraulico dell'impianto creando funzionamento irregolare di pompe o surriscaldamento dell'acqua: e allora che fare? Affidarsi ad un termotecnico, che una volta esaminato l'impianto saprà se necessario prendere provvedimenti, ad esempio installando regolatori di pressione o altri dispositivi necessari a far funzionare correttamente l'impianto.