Risparmio Energetico in Casa: Cos'è e 10 Trucchi che devi sapere

aggiornato il
minuti di lettura
preventivo fotovoltaicopreventivo fotovoltaico

Cerchi informazioni sul fotovoltaico?

Richiedi un preventivo chiavi in mano a Sorgenia!

Risparmio Energetico casa
Cosa significa Risparmio Energetico? 10 Trucchi per applicarlo

Se sei su questa guida probabilmente stai cercando qualche consiglio su come risparmiare energia in casa per tagliare le bollette luce e gas e per essere più ecosostenibile. In questa guida trovi la definizione di risparmio energetico e 10 trucchi per applicarlo.

Definizione di risparmio energetico

L'espressione risparmio energetico indica l'insieme delle azioni e delle tecniche finalizzate a ridurre i consumi di energia in un contesto domestico o industriale. Tali tecniche possono concretizzarsi in modifiche agli impianti o nell'adozione di uno stile di vita finalizzato a ridurre il fabbisogno energetico.

Risparmio energetico: perché? L'obiettivo del risparmio energetico è consumare meno energia attraverso l'adozione di comportamenti virtuosi atti a diminuire il tempo in cui gli impianti termici e di illuminazione sono attivi, salvaguardare l'ambiente e risparmiare attraverso l'eliminazione degli sprechi energetici.

Differenza tra risparmio energetico e efficienza energetica

Risparmio energetico e efficienza energetica sono termini che spesso vengono usati come sinonimi, ma in realtà hanno significati leggermente diversi:

  • Il risparmio energetico indica tutte le strategie e le tecniche attuate all'interno di una casa o industria al fine di diminuire i consumi energetici;
  • L'efficienza energetica si riferisce ad un aumento di produttività o utilità dato da uno stesso quantitativo di consumo energetico.

Di conseguenza il risparmio energetico in casa si tradurrà in una diminuzione dei consumi domestici attraverso lo spegnimento delle luci o allo scollegamento delle prese dei dispositivi elettronici, mentre l'efficientamento energetico comporterà l'acquisto di elettrodomestici e dispositivi elettrici che, a parità di consumo, permettono un tempo di utilizzo maggiore.

È importante notare che l'efficienza energetica e il risparmio energetico sono strettamente correlati. L'efficienza energetica può aumentare il risparmio energetico e, viceversa, il risparmio energetico può essere ottenuto attraverso l'efficienza energetica. Efficienza e risparmio energetico sono quindi due aspetti molto importanti della sostenibilità ambientale al fine di garantire un futuro più sostenibile.

Risparmio energetico in casa: 10 trucchi

Adesso che è chiaro il concetto di risparmio energetico, vediamo come metterlo in pratica all'interno della tua casa per tagliare la tua bolletta luce ed essere più ecosostenibile.

1. Tieni sotto controllo i tuoi consumi

Il primo passo per ottenere un risparmio energetico all'interno della propria casa è quello di conoscere e tenere sotto controllo i consumi. Per scoprire i tuoi consumi e tracciarli puoi acquistare prese elettriche intelligenti che tracciano i consumi dei dispositivi ad esso collegati, oppure puoi utilizzare le app dei principali fornitori energia che ti danno la possibilità ti verificare i tuoi consumi in un determinato periodo di tempo. Questa seconda opzione tuttavia ti fornisce un'indicazione d'insieme sui consumi totali dal momento che vengono registrati direttamente dal contatore luce.

2. Sfrutta gli orari di risparmio energetico

Se hai attivato una tariffa luce divisa in fasce orarie di consumo, potresti decidere di consumare nelle fasce in cui l'energia costa meno, ovvero durante le ore notturne, nel fine settimana e durante i giorni festivi. Un ottima idea potrebbe essere quella di accendere la lavastoviglie e la lavatrice in queste fasce orarie per ottimizzare i consumi, ricordati di non far partire questi due elettrodomestici se non sono a pieno carico.

  • Divisione delle fasce orarie per risparmiare:
  • F1: dalle 8 alle 18 dal lunedì al venerdì;
  • F2: dalle 7 alle 8 e dalle 19 alle 22 dal lunedì al sabato;
  • F3: dalle 20 alle 6 dal lunedì al sabato, tutta la giornata di domenica e nei giorni festivi.

3. Stacca le spine e limita lo standby dei dispositivi elettronici

Anche se non gli stai utilizzando, sappi che i dispositivi elettrici consumano comunque energia, ad esempio il led della televisione che resta acceso quando non la utilizzi comporta comunque consumi energetici che, seppur minimi, nel corso di un'intero anno potrebbe far lievitare il costo della bolletta. Per evitare questo inutile spreco, assicurati di staccare le spine dalle prese o considera l'acquisto di prese multiple con interruttori integrati per limitare il consumo.

4. Installa lampadine a basso consumo

Le lampadine a LED (o a basso consumo) hanno bisogno di molta meno energia rispetto a quelle classiche a incandescenza ed hanno una longevità maggiore, a fronte di un costo leggermente più alto. Infatti, a parità di illuminazione, le lampadine a led consumano il 75% in meno di energia rispetto a quelle a incandescenza.

Oltre ad installare lampadine di questo tipo, ricordati di tenere accesa la luce solamente quando è necessario e di spegnerle nel momento in cui la stanza resta vuota.

5. Utilizza i climatizzatori in modo oculato

I climatizzatori consumano una quantità significativa di energia, per ridurre tale consumo utilizzali solamente se necessario e ricordati di regolare la temperatura in modo efficiente. Inoltre considera l'acquisto di ventilatori o di aprire le finestre durante le notti estive per permettere la circolazione dell'aria fresca evitando così di accendere il condizionatore d'aria.

6. Scegli una caldaia ad alta efficienza energetica

La scelta di una caldaia ad alta efficienza energetica è un passo importante verso un risparmio energetico significativo. Queste caldaie utilizzano meno energia per riscaldare la tua casa, e presentano prestazioni migliori permettendoti di avere un tasso di risparmio fino al 30% rispetto a consumo di una caldaia a gas in un'ora.

Inoltre, le caldaie ad alta efficienza energetica sono progettate per durare più a lungo, il che significa che avrai bisogno di sostituirle con minore frequenza. Quando scegli una caldaia da acquistare, assicurati di considerare le dimensioni della tua casa e le tue esigenze di riscaldamento.

7. Usa bene il frigorifero

Il frigorifero è l'elettrodomestico che non può essere mai spento, dunque per ridurre il consumo energetico assicurati di mantenere il frigo ad una temperatura compresa tra 4°- 5°C e il congelatore a -18°C, evita di tenere lo sportello aperto inutilmente in quanto, per tornare alla temperatura ottimale, il consumo di energia sarà maggiore. Ricordati di sbrinare il congelatore ogni 3 mesi e non mettere piatti caldi al suo interno.

Inoltre se sta sostituendo il tuo frigorifero, valuta l'idea di acquistare un frigo di classe energetica A o B per massimizzare l'efficienza dell'energia consumata e risparmiare sulla bolletta.

8. Sfrutta la luce naturale

Sfruttare la luce naturale può aiutarti a ridurre i consumi di energia. Infatti se tieni le finestre pulite e le tende aperte durante il giorno eviterai di utilizzare l'illuminazione artificiale in casa nelle ore diurne. L'energia elettrica impiegata per illuminare i locali incide tra il 10% ed il 15% del costo totale della bolletta della luce.

9. Valuta l'idea di acquistare una pompa di calore invece di uno scaldabagno

Una pompa di calore permette la produzione di aria calda durante l'inverno, di raffreddare gli ambienti nelle stagioni più calde, di riscaldare l'acqua per i sanitari. Il suo funzionamento funziona in modo inverso rispetto ai frigoriferi prelevando il calore proveniente da fonti di energia rinnovabili, come acqua, aria o suolo e riversandolo negli ambienti che ti interessano.

L'efficienza di una di una pompa di calore e i suoi rendimenti sono superiori rispetto ad uno scaldabagno e può essere utilizzata anche per alimentare i termosifoni.

10. Installa un impianto fotovoltaico

Infine installare un impianto fotovoltaico può essere un'altra opzione per aumentare il risparmio energetico in quanto esso utilizza l'energia solare per produrre l'energia elettrica per la tua casa. Un impianto fotovoltaico unito ad una diminuzione dei consumi potrebbe anche permetterti di andare a credito con il tuo fornitore, inoltre questa scelta è anche ecosostenibile e contribuirà a ridurre l'impatto ambientale dei tuoi consumi.

Certo, questa soluzione richiede un certo investimento, ma grazie agli ecobonus statali attivi fino al 2024 e al superbonus disponibile fino al 2025 puoi contenere questi costi. Scopri di più su:

Detrazioni e bonus statali per il risparmio energetico

La legge di bilancio del 2023 ha confermato i bonus e gli incentivi statali per gli investimenti e i lavori finalizzati al risparmio e efficientamento energetico. In particolare si parla dell'Ecobonus e Superbonus del 50%, 65% e 110% in detrazioni IRPEF per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2024.

Tali detrazioni ti permettono di scalare in percentuale gli importi dalle tasse future dividendoli in 5 o 10 anni, a seconda che si tratti di ecobonus o superbonus. Gli importi massimi detraibili andranno dai 15.000€ ai 100.000€ a seconda dell'intervento che sceglierai di effettuare.

Gli interventi detraibili con eco-bonus e superbonus per il risparmio energetico sono:

  • Acquisto di un cappotto termico;
  • Impianti di centralizzazione del riscaldamento condominiale;
  • Installazione di pompe di calore, impianti geotermici o ibridi;
  • Installazione di impianti fotovoltaici, di microcongenerazione o collettori solari;
  • Interventi per la riduzione del rischio sismico;
  • Dispositivi per il controllo remoto;
  • Interventi di riqualificazione energetica;
  • Acquisto e posa delle finestre.

Questi incentivi inoltre sono disponibili per tutti gli immobili ed edifici (o parti di essi) esistenti con qualsiasi destinazione d'uso. Questo significa che andranno bene negozi, abitazioni private, magazzini, capannoni industriali e capannoni industriali.

Consigli su come risparmiare in bolletta gas

Per risparmiare sulla bolletta del gas bisogna prima conoscere le modalità d'uso della propria utenza gas, essa infatti può essere utilizzata per il riscaldamento degli ambienti, per la cottura dei cibi e per l'acqua calda.

Una volta compresa la modalità d'uso del gas metano nella propria abitazione segui questi consigli per risparmiare in bolletta:

  1. Non impiegare oltre i 10 minuti per fare la doccia;
  2. Riscalda solo le stanze che sfrutti maggiormente in casa;
  3. Utilizza i coperchi per cuocere i cibi in minor tempo;
  4. Utilizza gli elettrodomestici per lavare stoviglie e panni sempre a pieno carico;
  5. Attiva la migliore offerta gas del momento.

🔥Le migliori offerte gas più convenienti del 19 giugno 2024

Special 36 Gas
4,6 / 5  (77 voti)
Scade il 24/06/2024
77,8
€/mese 
4,6 / 5  (77 voti)
Sconto 36€ in bolletta.

Offerta: SPECIAL 36 GAS

Sconto 36€ in bolletta.
Scade il 24/06/2024
  • Offerta fissa
  • Prezzo: 0,49 €/Smc
  • Quota fissa: 5 €/mese
Trend Casa Gas
4 / 5  (81 voti)
Scade il 10/07/2024
85,3
€/mese 
4 / 5  (81 voti)
Sconto 12€ in bolletta con Rid bancario.

Offerta: TREND CASA GAS

Sconto 12€ in bolletta con Rid bancario.
Scade il 10/07/2024
  • Offerta indicizzata
  • Prezzo: PSV + 0,1 €/Smc
  • Quota fissa: 12 €/mese
Sempre Con Te Flex Gas
3,9 / 5  (105 voti)
Scade il 01/07/2024
85,6
€/mese 
3,9 / 5  (105 voti)

Offerta: SEMPRE CON TE FLEX GAS

Scade il 01/07/2024
  • Offerta indicizzata
  • Prezzo: PSV + 0,09 €/Smc
  • Quota fissa: 12 €/mese

La bolletta mensile è calcolata con un consumo di 800 Smc e include eventuali sconti previsti dall'offerta; per le tariffe indicizzate è usata una stima del prezzo del PSV (gas) del prossimo anno pubblicato dall'Autorità.