Subentro Luce e Gas: Significato, Costi e Tempi, Offerte

aggiornato il
minuti di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

L'Offerta Luce e Gas più conveniente oggi 22 Luglio 2024?

Chiama ora e Risparmia in Bolletta. Meglio fisso o indicizzato? Confronta gratuitamente e senza impegno con un esperto energia.

confronto luce e gasconfronto luce gas

L'Offerta Luce e Gas più conveniente oggi 22 Luglio 2024?

Confronta e Risparmia! Parla con un esperto prenotando una richiamata gratuita.

subentro luce gas
Subentro luce e gas: tutte le informazioni utili, i costi e i tempi necessari e le offerte

Tra le operazioni che puoi richiedere in fase di trasloco c’è senza dubbio il subentro luce e gas. Qui trovi la guida completa dedicata all’argomento, che include le informazioni sulla procedura, i costi, le offerte e i tempi.

Subentro Luce e Gas costi e tempi in breve
OperazioneTempiCosti
Subentro LuceEntro 7 giorni lavorativi23€ + IVA
Subentro GasEntro 12 giorni lavorativi23€ + IVA

Come si fa il subentro delle utenze?

Il subentro luce e gas è un’operazione energetica con la quale richiedi la riattivazione di un contatore che è stato disattivato in passato, ad esempio a causa di una disdetta o di un distacco per morosità.

Puoi richiedere il subentro quando il contatore luce e gas è presente ma non attivo, nonostante lo sia stato in passato. Tramite questa procedura quindi ottieni la sua riattivazione, comunicando direttamente al fornitore, che svolge un ruolo di intermediazione con il distributore locale.

Per ottenere il subentro luce e gas in fase di trasloco, ci sono diversi passaggi da seguire. Eccoli elencati in seguito.

Subentro Luce e Gas online e non solo: la procedura

Verifica lo stato del contatore 🔎

Il primo passaggio è quello di verificare che ci sia il contatore, in quanto nel caso in cui non dovesse essere presente non è il subentro luce e gas l’operazione più adatta, bensì l’allaccio. Se invece il contatore è presenta ma attivo la procedura corretta è la voltura.

Recupera i dati necessari 📋

Per procedere con il subentro energia e gas è fondamentale poi recuperare alcune informazioni (cercate come "subentro luce e gas documenti necessari"). Tra queste ci sono il codice POD luce e/o il codice PDR gas, così come un documento d'identità, l'indirizzo email e il numero di telefono.

Valuta tra più fornitori e offerte 💻

Per riattivare il contatore di casa tua puoi confrontare le diverse offerte luce e gas, attivabili anche tramite il subentro. Nel mercato libero sono tanti i fornitori tra cui puoi scegliere, considerando ad esempio il prezzo al kWh o il costo al Smc, così come la tariffa luce monoraria o bioraria.

Contatta il fornitore che hai scelto 📞

Una volta scelto il fornitore con cui desideri attivare l'offerta per il subentro luce e gas, contatta il servizio clienti dell'azienda e inoltra la richiesta di attivazione. Solitamente le compagnie energetiche mettono a disposizione più canali di contatto, come numeri verdi o procedure online.

La procedura è completata, ora attendi il tempo necessario ⏰

Una volta inoltrata la richiesta di subentro gas e luce e ricevuta la conferma dal fornitore, non devi fare altro che attendere i tempi necessari per il completamento della procedura. Questi sono di solito di 7 giorni lavorativi per le offerte luce e 12 giorni lavorativi per le tariffe del gas.

Cosa serve per fare il subentro luce e gas?

Per poter riattivare i contatori e procedere con il subentro della luce e del gas devi reperire alcune informazioni, in modo da poter sottoscrivere il nuovo contratto e rendere più semplice identificare il contatore e le utenze.

Molti di questi dati possono essere recuperati comodamente da una bolletta recente e sintetizzandoli sono:

  • Nome, cognome e codice fiscale del futuro intestatario del contratto;
  • Indirizzo della fornitura;
  • Numero di telefono e indirizzo email;
  • Codice POD per la luce e/o codice PDR per il gas;
  • Potenza impegnata del contatore per il subentro luce (solitamente di 3kW);
  • Modalità d'uso per il subentro del gas (come cottura, riscaldamento, acqua calda sanitaria);
  • Codice IBAN se scegli la domiciliazione bancaria.

Quando conviene attivare la domiciliazione bancaria? 

L'addebito diretto su conto corrente è un'opzione sempre più gettonata, in quanto rende automatico il pagamento, ti permette di evitare ritardi e di occuparti in prima persona del saldo.

Subentro luce e gas tempi necessari

Conoscere le tempistiche del subentro è un altro dato fondamentale per capire quando procedere e contattare il servizio clienti. I tempi di riattivazione del contatore sono gli stessi per tutti i fornitori del mercato libero, che devono rispettare queste tempistiche:

  • Entro 7 giorni lavorativi per il subentro luce;
  • Entro 12 giorni lavorativi per il subentro gas.

In entrambi i casi i primi 2 giorni sono dedicati al fornitore, che verifica documenti e informazioni ricevuti e prende in carico la richiesta. In seguito inoltra la domanda al distributore locale, che si occupa nel concreto di riattivare il contatore.

Qual è la differenza tra fornitore e distributore locale? 

La differenza tra fornitore e distributore locale è piuttosto semplice: il primo è chi commercializza l'energia elettrica e il gas, sottoscrivendo il contratto con il cliente finale, mentre il secondo è l'azienda che si occupa della gestione e della manutenzione dei contatori e della rete di distribuzione.

Quanto costa un subentro di luce e gas?

Il costo del subentro gas e luce nel mercato libero può cambiare a seconda del fornitore che hai scelto. Tuttavia alcuni aspetti sono comuni tra le aziende e definiti dall'Arera, come:

  1. Oneri amministrativi per il distributore locale pari a 23€;
  2. Eventuale deposito cauzionale, preciso solitamente per le offerte con bollettino postale.

A questi importi può essere aggiunta una somma relativa agli oneri di gestione della pratica, che è l'aspetto personalizzabile da parte del fornitore e che può influire sulla differenza di costo finale.

A quanto può ammontare la quota di servizio del fornitore? 

Di solito la differenza di costo tra gli oneri di gestione dei diversi fornitori può andare dai 20€ ai 60€+IVA.

Subentro luce e gas offerte: quali convengono oggi?

Come anticipato, uno dei primi passaggi per il subentro luce e gas è quello di scegliere un'offerta che sia in grado di soddisfare le tue esigenze e le tue abitudini di consumo. Per aiutarti in questa scelta ecco alcune delle migliori tariffe luce e gas convenienti al momento.

Migliori Offerte Luce e Gas Oggi: la classifica delle tariffe dual fuel più convenienti di 22 Luglio 2024 🔎
🏆 Posizione🔝 Offerta💰 Spesa mensile*
🥇
Prima

Sorgenia Next Energy Sunlight Luce e Gas

sorgenia logo
💡 LUCE: 43 €/mese
🔥 GAS: 76 €/mese

02 8295 1058Attiva onlineAttiva online
🥈
Seconda

NeN Special 48 Luce e Gas

NeN logo
💡 LUCE: 45,7 €/mese
🔥 GAS: 76,5 €/mese

Attiva online
🥉
Terza
Eni Plenitude Trend Casa Luce e Gas
plenitude
💡 LUCE: 49,8 €/mese
🔥 GAS: 80,5 €/mese

02 8295 1058 02 8295 1058 Appuntamento

*La spesa mensile è stata calcolata su un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Subentro luce e gas A2A, Eni, Enel e altri fornitori

Può richiedere la riattivazione del contatore tramite il subentro il nuovo inquilino o il nuovo proprietario dell'immobile. Quindi presenta la domanda al fornitore il nuovo titolare del contratto, che sarà responsabile del pagamento delle bollette.

Oggi per procedere con il subentro puoi scegliere tra tanti fornitori del mercato libero, che propongono più tariffe dedicate a chi deve riattivare il contatore. Se non sai tra chi scegliere ricorda che puoi sempre affidarti al nostro Sportello al numero 02 8295 1058al numero 02 8295 1058prendendo un appuntamento.prendendo un appuntamento., gratuito e senza impegno. Grazie a questo tool puoi parlare con un esperto del settore energetico e confrontare le tante offerte disponibili.

Se ti interessa approfondire invece le singole procedure in base ai fornitori potresti trovare utile queste guide:

Cosa conviene voltura o subentro?

Spesso si confrontano le diverse operazioni luce e gas per capire quale sia la più adatta alle proprie esigenze, ed è frequente non conoscere cosa cambia tra voltura e subentro. Infatti in base allo stato del contatore e delle utenze potresti dover presentare domande differenti. In questa tabella abbiamo sintetizzato la differenza tra queste due.

Subentro o voltura: le differenze tra le procedure
DIFFERENZEVOLTURASUBENTRO
Cos’èCambio di intestazione di un contratto attivo e delle bolletteRiattivazione del contatore e sottoscrizione di un nuovo contratto
Stato del contatoreContatore presente e attivo, che eroga luce e/o gasContatore presente e attivo in passato, ma al momento disattivato
TempisticheDa minimo 4 giorni lavorativi a massimo 7 giorni lavorativi7 giorni lavorativi per la luce e 12 giorni lavorativi per il gas
CostiOneri amministrativi di 23€ + oneri di gestione del fornitoreOneri amministrativi di 23€ + oneri di gestione del fornitore

Oltre a queste due operazioni, è possibile anche richiedere l’allaccio. Questa procedura tuttavia è dedicata principalmente ai nuovi immobili, in quanto può essere richiesta solo quando non è presente il contatore ed è necessario installare un nuovo misuratore. Si tratta dell’operazione più complessa ed è necessario richiedere il sopralluogo del distributore locale per poter ottenere un preventivo di costi e tempi.

Come capire se il contatore è attivo? 

Se la luce del contatore elettrico è rossa o la levetta non resta sollevata il contatore non è attivo. Per sicurezza puoi contattare il distributore locale del tuo Comune e chiedere conferma.

Esiste il subentro per decesso?

A differenza della voltura mortis causa, che può essere completamente gratuita in alcuni casi, non esiste una procedura di subentro per decesso. Quindi nel caso in cui il precedente intestatario fosse deceduto non è previsto un iter dedicato.

Perciò in questo caso non devi fare altro che richiedere il subentro classico per ottenere la riattivazione del contatore e seguire i passaggi sopradescritti.