Dismissione telefonia tradizionale in favore del VOIP: quali i pro e i contro?

Di Valerio Guiggi

Qualche anno fa, nel 2012, milioni di italiani sono stati costretti ad acquistare un decoder per continuare a vedere la televisione, perché le vecchie frequenze televisive sono state progressivamente dismesse.

Oggi, nel 2018, si ripete una situazione simile ma per la telefonia: gli operatori telefonici si stanno infatti preparando a dismettere le vecchie connessioni telefoniche per passare alla più moderna telefonia VoIP, ovvero alla telefonia che viaggia sulle linee dati normalmente utilizzate da internet.

Parlando in termini più semplici da comprendere, le vecchie connessioni che rendevano disponibili la linea fissa del telefono, le connessioni 56k e l’ADSL stanno per essere sostituite da quella che tutti conosciamo come Fibra.Si tratta di un cambiamento importantissimo, considerando soprattutto tutte le famiglie che stanno ancora oggi utilizzando solamente il vecchio telefono fisso.

La notizia è partita da Orange, operatore francese che ha aperto la strada a questa rivoluzione, e nel nostro paese è stata ripresa da Tim, che gestisce la maggior parte delle linee telefoniche, e anche da Wind, che ha inviato comunicazioni ai propri utenti sull’inizio di questo passaggio. Un passaggio graduale, che durerà comunque qualche anno, a partire dal 2018 in cui si è fermata l’installazione di nuove linee tradizionali per proseguire, in seguito, con le sostituzioni.

In questo articolo cercheremo di capire quali sono i pro e i contro di questo cambiamento, cercando di capire anche come possiamo prepararci al meglio.

Passaggi alle linee VoIP: i vantaggi

I vantaggi del passaggio sono diversi.

  • Il primo tra tutti è una maggior velocità delle connessioni. L’ADSL sparirà, sostituita dalla fibra che avrà una velocità minima di 30 Mbps, circa quattro volte rispetto all’ADSL, con un vantaggio per la fruizione dei contenuti che viaggiano via internet: internet TV, i videogiochi in streaming, tutto ciò che riguarda la domotica, le velocità di navigazione anche con più dispositivi saranno migliori con le nuove tecnologie.
  • Un altro vantaggio è la maggior sicurezza di queste linee, che difficilmente vengono violate, a differenza di quanto accadeva in passato quando le minacce informatiche sfruttavano le falle delle vecchie linee telefoniche.

Un dato interessante è che, specialmente nelle città, la maggior parte delle linee sono già Fibra, e il telefono funziona già in VoIP, per cui la maggior parte degli utenti non noterà alcune differenze.

Passaggi alle linee VoIP: gli svantaggi

Riguardo agli svantaggi di queste linee, ce ne sono diversi, che non sono pesanti ma è importante conoscerli per capire ciò a cui possono portare questi cambiamenti:

  • Il funzionamento della linea telefonica non è più diretto, ma indiretto, e deve necessariamente passare da un convertitore di segnale digitale a quello analogico del telefono. In pratica, ci vuole un modem anche se non si naviga su internet;
  • Il modem deve essere sempre acceso, perché se non lo teniamo costantemente in attività non solo perderemo la possibilità di navigare, ma anche quella di telefonare;
  • E’ necessario il ribaltamento delle prese, di cui abbiamo parlato nell’articolo dedicato, un intervento tecnico solitamente svolto a pagamento;
  • Chi non utilizza internet ma solo il telefono rischierà di dover pagare di più per un servizio non necessario, quello della connessione fibra;
  • Infine, il rischio più alto sarà quello del blackout della telefonia: poiché il segnale viaggia sulla linea dati, qualunque problema che riguardi internet riguarderà anche la telefonia, impedendo di chiamare, e questo potrebbe essere pericoloso in caso di necessità di soccorso (forze dell’ordine, ambulanza).

Si tratta di problemi che dovranno essere risolti nei mesi a venire, per minimizzare soprattutto i rischi legati al blackout, mentre per gli altri svantaggi ci saranno probabilmente delle spese da sostenere per continuare ad utilizzare il servizio, spese come quelle che (tornando all’esempio iniziale) abbiamo dovuto sostenere per l’acquisto dei decoder televisivi.

Passaggi alle linee VoIP: i dubbi

Ci sono inoltre delle questioni irrisolte legate al passaggio verso queste linee, e sono dubbi che riguardano soprattutto l’aspetto economico del passaggio, spesso non chiaro:

  • Le offerte saranno mantenute? Sarà possibile utilizzare la telefonia VoIP come facevamo fino ad oggi oppure sarà necessario sottoscrivere abbonamenti più costosi?
  • Il modem da aggiungere alla nostra linea del telefono avrà un costo o verrà consegnato gratuitamente quando verrà effettuato il passaggio? E, con il fatto che ad oggi gli operatori telefonici propongono unicamente i loro modem (senza possibilità di acquistarne di altre marche) per le connessioni in Fibra (in quanto la delibera “modem libero” ancora non è entrata in vigore), saremo vincolati ancora di più?

Domande che, al momento, non hanno risposta ma che è importante porsi proprio per evitare di essere presi alla sprovvista nel momento in cui, nella nostra zona, il cambiamento sarà imminente.

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata