Sistemi di ricarica Eneldrive: la centralina di casa e le colonnine pubbliche

Creato il
minuti di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

L'Offerta Luce e Gas più conveniente oggi 22 Luglio 2024?

Chiama ora e Risparmia in Bolletta. Meglio fisso o indicizzato? Confronta gratuitamente e senza impegno con un esperto energia.

confronto luce e gasconfronto luce gas

L'Offerta Luce e Gas più conveniente oggi 22 Luglio 2024?

Confronta e Risparmia! Parla con un esperto prenotando una richiamata gratuita.

In questo articolo parliamo di sistemi di ricarica per le auto elettriche, una delle tante soluzioni che sempre più italiani, specie coloro che abitano nelle città e che sono attenti ai consumi, stanno scegliendo al posto di un’auto tradizionale. In particolare passeremo in dettaglio le soluzioni che Enel Energia ci propone.

Le soluzioni EnelDrive

Enel Energia offre due soluzioni distinte per ricaricare un veicolo elettrico. La prima, per chi ha un box o un garage, è la possibilità di ricaricare comodamente a casa, mentre per chi abita in un condominio o comunque è lontano da casa ci sono delle colonnine pubbliche a cui possiamo collegare l’auto elettrica.

Ricaricare con la box station

La Box Station è la prima possibilità offertaci da Enel Energia, quella che permette di ricaricare da casa: in pratica è un impianto, visivamente simile a quello del contatore “classico” della luce, che viene inserito nella nostra abitazione a carico di Enel Energia e che integra la presa elettrica adatta alla ricarica della nostra auto. Semplicemente, tornando a casa, si parcheggia l’auto e si attacca alla Box Station per ricaricarla. I limiti per chi non ha un garage, ovviamente, sono evidenti.

Colonnine di ricarica pubbliche

Le colonnine pubbliche, che forse qualcuno avrà visto nelle varie città italiane, sono a tutti gli effetti delle piccole colonne con delle prese elettriche a cui attaccare l’auto per ricaricarla. Si raggiungono e ci mettiamo vicino ad esse, proprio come se fossimo al distributore e volessimo rifornirci di carburante. E possiamo andarci senza alcun soldo contante, perché la nostra auto viene riconosciuta e, proprio come la corrente di casa, si paga con la bolletta. Per sapere dove si trovano le colonnine, Enel ha predisposto un apposito sito, raggiungibile da qui [eneldrive.it].

Quanto costa ricaricare l'auto?

Chiaramente, proprio come per la casa, Enel Energia ha disposto una serie di offerte per la ricarica della nostra auto elettrica e più precisamente le offerte si suddividono nelle categorie:

  • Free” con le quali si paga solo l’energia elettrica effettivamente consumata, un po’ come accade con i carburanti;
  • Tutto Compreso” con le quali si paga solamente una quota fissa al mese indipendentemente da quelli che sono i nostri consumi in kWh (come se potessimo pagare 100 euro al mese e non preoccuparci del carburante che consumiamo, se fosse possibile una cosa del genere con le auto tradizionali).

Se lo desideri, approfondisci scoprendo la nostra guida completa a Quanto Costa Ricaricare un'Auto Elettrica.