Luce: come sono ripartite le spese in bolletta per l’utente tipo in maggior tutela?

Di Antonino Vento
Autorità per l'energia ed il gas

L’autorità per l’energia elettrica ed il gas AEEG ha recentemente diramato un comunicato stampa dal titolo “Elettricità: la bolletta trasparente” che analizza la ripartizione dell’importo della luce nelle varie componenti che costituiscono il costo del kWh.
Ma quanto e cosa paga un utente domestico tipo?
Stralciando la parte pertinente alla domanda che ci siamo posti dal comunicato stampa:

…. In particolare, con i valori aggiornati per il II trimestre 2012, la spesa totale su base annua di un ‘utente domestico tipo’ (famiglia residente con consumi pari a 2700 kWh/anno e
potenza pari a 3 kW), risulta di 494 euro/anno così ripartiti:
1. servizi di vendita, ovvero il prezzo dell’energia elettrica ‘consegnata’ al cliente finale; rappresenta il
59,5% circa della spesa totale per la bolletta ed è pari a circa 294 euro/anno;
2. servizi di rete, ovvero le tariffe di trasporto, distribuzione e misura dell’energia elettrica, pari a
circa il 14,0% della spesa totale per la bolletta, pari a circa 69 euro/anno;
3. oneri di sistema, previsti per legge sono pari a circa il 13,0% della spesa totale, pari a circa 64
euro/anno;
4. imposte nazionali, pari al 13,5% della spesa totale, per circa 67 euro/anno;

Inoltre dal comunicato si evince che tale situazione può variare a fine aprile a seguito dell’aggiornamento della componente A3 (finanziamento alle fonti rinnovabili ed assimilate).

Il testo integrale del comunicato stampa è scaricabile dal sito ufficiale dell’autorità al link http://www.autorita.energia.it/allegati/consumatori/bolletta_trasparente.pdf

Fonte: AEEG

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata