Tariffa luce residenti e tariffe non residenti: quali le differenze?

Di Antonino Vento
Bolletta luce e gas

Quando si stipula un contratto luce per un abitazione bisogna fare distinzione tra abitazione di residenza e non: le differenze sono burocratiche? Entra in gioco la potenza contrattuale?
Be ti anticipo che c’è differenza di prezzo tra residente e non residente, e che dal 1° gennaio 2017 il valore della potenza contrattuale non è più elemento per far passare da una tariffa all’altra.

Ma cosa si intende per utenza domestica?
Nella categoria sono inclusi tutti i clienti finali che consumano energia elettrica per alimentare immobili ad uso abitativo (di residenza e non) con i relativi servizi (ad es. climatizzazione, autoclavi, ecc.), colonnine di ricarica privata veicoli elettrici ed i servizi generali in edifici composti da massimo due unità immobiliari. La fornitura per l’utente domestico avviene solo ed esclusivamente attraverso un unico contatore. Ai fini dell’applicazione di tariffe differenziate gli utenti domestici si suddividono in residenti e non residenti.

Per tutte le altre utenze si ricade nella classificazione Utenze usi diversi.

C’era una volta … overo il sistema tariffario fino al 31/12/2016

Prima del 2017, l’Autorità AEEGSI ha definito per la clientela domestica in regime di maggior tutela due tariffe obbligatorie: D2 e D3.

La tariffa D2 è applicata ai contratti stipulati nelle abitazioni di residenza con impegno di potenza non superiore ai 3 kW.

La tariffa D3 è applicata ai contratti stipulati nelle abitazioni di residenza con impegno di potenza superiore a 3 kW e a quelli stipulati per le abitazioni non di residenza.

Ma quale la differenza sostanziale tra tariffa D2 e D3?
Una fornitura elettrica con tariffa D2 costa di meno di una fornitura con tariffa D3

Il nuovo sistema tariffario

Con il nuovo sistema tariffario non si parla più di tariffa D2 e tariffa D3, ma di tariffa utenti domestici residenti e utenti domestici non residenti: cosa cambia?

Posso riassumerti il tutto così:

  • Se sei utente residente, avrai una tariffa che on dipende dalla potenza contrattuale, cioè se hai 3 kW o 10 kW il prezzo del kWh consumato è lo stesso, cambierà la quota potenza annua funzione dei kw. Prima superati i 3 Kw si saltava nella tariffa dei non residenti.
  • Se sei un utente non residente apparentemente non cambia nulla, infatti prima si applicava la D3 per tutti indipendentemente dalla potenza contrattuale. Dico apparentemente perchè se prima un utente pagava di più l’energia, oggi paga un diritto fisso annuo di gran lunga superiore di quello degli utenti residenti.

Quindi in poche parole oggi non c’è più distinzione di potenza ed i clienti non residenti con bassi consumi sono fortemente penalizzati dai diritti fissi molto più alti che in passato.

Ti andrebbe di risparmiare?

Indipendentemente che tu ricada nella tipologia di utente domestico residente o domestico non residente, c’è la possibilità di risparmiare sul consumo passando al mercato libero dell’energia elettrica: ma quanto si può risparmiare?
Be in molti casi si riesce ad arrivare anche ad un 10% del prezzo della spesa di elettricità compreso di tutto, non do una cifra esatta perchè tutto dipende dall’offerta del fornitore di energia elettrica e dai tuoi consumi annui.

Vuoi scoprire quanto puoi risparmiare?
Clicca sul bottone qui sotto e si aprirà il comparatore offerte luce, metti il tuo consumo ed avrai subito la lista delle migliori offerte di oggi con il relativo risparmio.

53 commenti su “Tariffa luce residenti e tariffe non residenti: quali le differenze?”

  1. se si dichiara all’enel di avere residenza nella seconda casa per pagare di meno cosa puo succedere?

  2. Salve,
    io ho comprato una casa da ristrutturare ma al momento, in attesa della fine dei lavori vivo in comodato d’uso in un’altra abitazione dove ho la residenza ma le utenze sono intestate alla padrona di casa. Nella casa acquistata la fornitura è domestico non residente, posso chiedere la modifica in domestico residente o devo per forza aspettare il cambio di residenza? Grazie

  3. Buonasera, sono cittadino svizzero, ho comprato casa nel 2016 x vacanza ( vivo e lavoro in Svizzera) dopo un guasto alka rete elettrica tre mesi fa ho problemi con ripristino della corrente perché VOGLIONO un permesso di soggiorno per procedere con allacciamento . Assurdo! Io non soggiorno in Italia io ci vado tre volte l’anno in vacanza! C’è un errore o è davvero così??

  4. Buongiorno, ho la residenza in un altro comune e mi devo fare il contratto con Enel da residente, visto che mi trasferisco a breve nella mia nuova casa. Se prima faccio il contratto e sposto la residenza nella casa per cui lo faccio tra 7-10 giorni, è grave?
    Oppure devo stupire un contratto da non residente per questi giorni e poi passare a quello da residente? Grazie in anticipo per la risposta.

  5. Salve,io ho in affitto un magazzino ma le tasse sono di piu rispetto ad una abitazione? Se è si le devo pagare io o il proprietario? e ame tocca solo spese x l energia?.grazie!

  6. Salve, son residente nella mia abitazione da giugno 2006.
    Nel 2013 cambiai fornitore di energia elettrica, ho un contratto da 6KW.
    La prima bolletta mi arrivò con segnalato “Utenza domestica residente”, già dalla seconda cambiò in “non residente”. Quando me ne accorsi chiamai e mi dissero, come avete detto anche voi, che la potenza erogata voleva così.
    Ma da gennaio 2017, cambiate le condizioni, non avrebbero dovuto cambiare il contratto riportandolo a “residente”, dato che io non potevo saperlo se non mi viene comunicato, mentre loro sapevano che ero residente.
    Questo passaggio si è realizzato a luglio 2018.
    Posso chiedere la verifica e l’eventuale rimborso, anche se adesso ho cambiato di nuovo operatore?
    Grazie

  7. Devo fare i lavori di ristrutturazione e devo attaccare luce e gas come non residente visto che non ci vivo ancora ma cmq cambierò residenza appena termjnano i lavori. Facendo il contratto temporaneo come non residente perdo i diritti di prima casa?

  8. Ho la residenza anagrafica in una abitazione priva di utenze domestiche ma vivo di fatto in un altro appartamento. Ho diritto a pagare le bollette come prima casa o no?

    1. La differenza è tra residente e non residente, quindi dov’è residente ha diritto al contratto residente.

  9. Salve una domanda: in bolletta risulto non residente,noto che pago di piu del solito ma non pago il canone rai visto che non lo vedo in bolletta…
    Quindi conviene mofdificare il contratto in residente????
    Grazie

  10. Buonasera, ho scoperto che fin dal 2017, anno in cui è avvenuta la modifica del sistema tariffari la mia tariffa da D3 (residente con potenza superiore a 3kw) è stata modificata in tariffa non residenti pur essendo io sempre stata qui residente e avendo sottoscritto il contratto come tale. Posso fare qualcosa non dipendendo questo errore da me? Grazie

  11. Salve. Risiedo all’estero e ho comprato un appartamento in italia da dare in affitto a studenti. Il contratto dovrà essere necessariamente come seconda casa intestato a me oppure potrei intestarlo a chi vi risiederà per usufruire delle agevolazioni? Grazie.

  12. Salve,ho acquistato prima casa nel 2016 e ho fatto il passaggio delle utenze dal vecchio proprietario. Guardando meglio la bolletta della luce mi accorgo che c’è scritto utente non residente, ma io ho la residenza dal 2016, è un errore? Dovrei essere considerato utente residente? Altra cosa che noto è che non c’è il canone rai in bolletta. Errore sempre dovuto al fatto di essere considerato utente non residente?dovrei far cambiare il contratto in utente residente ?

  13. Salve, vorrei sapere se la tariffazione del consumo di energia elettrica cambia se sono residente o se attivo il contatore come seconda abitazione senza spostarci la residenza? e se si in che misura..

  14. Buonasera,
    Ho appena comprato una casa (1° casa) e dovrò affrontare lavori di ristrutturazione prima di potermi stabilire definitivamente in questa. Attualmente ho la residenza nella casa in cui vivo col mio compagno. Posso già chiedere il cambio di residenza nella nuova casa durante i lavori, o devo per forza attendere la fine dei lavori?

  15. Allora non dipende più se è n1 casa non affittata,ISCRITTO ALL’AIRE E uno schifo….abito all’estero Germania sono in affitto,è un modo vergognoso per fare cassa.

  16. salve mio figlio vive a milano in affitto con contratto registrato
    ha un contratto con A2A come domestico non residente avendo ancora la residenza con me , se sposta la residenza e trasforma il contratto in residente deve poi pagare canone tv ? conviene?

    1. Si deve pagare il canone RAI, se ovviamente dispone di un apparecchio TV. Il risparmio c’è , ma è reso minimo dalla presenza del canome RAI.

  17. Buongiorno,
    mia mamma è deceduta, posso lasciare l’utenza energia elettrica ancora intestata a lei nella casa che ora ho ereditato come seconda casa?.. e se si è più conveniente pagare come residente, a lei intestata, e quindi compreso anche il canone rai oppure togliere il canone e pagare io come non residente?
    grazie mille

  18. Salve,
    sto vendendo e comprando casa, ovviamente ho la residenza nella casa che sto vendendo, ma per agevolare la fase di trasloco, il mio venditore mi ha proposto di entrare nella casa nuova con contratto di affitto. Dovrei quindi attivare il contratto non residente per 1, max 2 mesi, per poi convertirlo non appena traslocheremo e sposteremo la residenza. Potrebbe convenire spostare subito la residenza, ma a quel punto perderei la tariffa residenti nella casa che sto vendendo e in cui vivremo nei prox 2 mesi. Qual’è l’opzione meno onerosa, secondo voi?
    Grazie per chi vorrà rispondermi.

  19. io vivo in un appartamento di una mia amica però pago la bolletta Enel intestata a lei però utente non residente come posso fare a pagare di meno? Dico a lntestataria di pagare le spese di bolletta insieme?

  20. Salve, io e il mio compagno stiamo per affittare casa e abbiamo deciso di cointestare il contratto. Se prende la residenza solo uno dei due, si usufruisce ugualmente della tariffa residenti? Grazie

  21. Salve a tutti. il nostro problema e che il mio padre ha stipulato il contratto con Acea piu di 2 anni fa non essendo ancora residente. Ora sono passati 2 anni della sua residenza, ma lui non ha comunicato l’acea di aver residenza. cioe per anni abbiamo pagato di piu? Come si puo fare in questa situazione? Abbiamo in quel caso il diritto di avere qualche risarcimento se si presenta da loro con il contratto d’affito e la sua residenza fatta prima?

    1. Devi regolarizzare subito. Per il resto penso che ci sia poco da fare visto che l’errore è causato dall’utente.

  22. Ho una domanda da fare

    Mio figlio è la sua fidanzata vivono in un appartamento mio dove
    Ho la residenza io

    Vivono lì gratuitamente senza cambio ne di residenza ne di domicilio

    Ora hanno cambiato un contratto Enel gas senza dirmi nulla
    Possono ?!

    1. In realtà essendo lei l’intestataria, le variazioni contrattuali deve farle lei (c’è una modulistica da firmare).

  23. Vivo da residente in affitto in un appartamento dove le utenze sono a nome del proprietario che risiede altrove. Il contratto è quindi “non residente”. Facendo un rapido calcolo vado a pagare circa 30 euro in più a bimestre, 180 euro annui per questo fatto. E’ possibile rendere il contratto residente anche se intestato al proprietario non residente?

  24. Seppure ci sia un eventuale risparmio come residente ricordatevi che i residenti pagano il canone in bolletta.

  25. Salve sono studente fuori sede ,ho preso una stanza in affitto e a quanto pare l’intestataria del contatore è residente non utente .Domanda è vero che paga il 30%in più ,se è vero devo essere io a pagare oltre la luce che consumo ?

  26. ho un contatore per l’abitazione e un contatore per la cantina per quest’ultima mi hanno fatto un contratto usi diversi e NON residente (non capisco perchè) in questo caso pago di più ? ma è giusto che mi mettano non residente ?

  27. salve volevo chiedere se è corretto pagare gli oneri di gestione sulla fornitura elettrica per un box pertinenziale come non residente trattandosi appunto di una pertinenza alla prima casa. Non dovrebbe essere previsto un tariffario per usi diversi ?

  28. Domanda forse banale: se sono solo domiciliata in un determinato indirizzo, posso usufruire della tariffa residenti? Grazie mille.

  29. Salve io sono residente in un comune dove risiedo in una casa con contratto di affitto a mio nome, dovessi spostare la residenza in una regione (in casa di proprietà del mio compagno con utenza Enel intestata a lui) ma mantenere il domicilio lavorativo nel comune dove ho l’affitto, dovrei comunque cambiare la tariffazione Enel come non residente? Io ho solo questo contatore intestato a me.( una volta ottenuto il trasferimento lavorativo lascerei la casa dove sono attualmente in affitto quindi sarebbe per un tempo limitato)
    Grazie mille

  30. Volevo fare una domanda io devo tornare in una casa però il padrone il contratto non lo fa quindi la domanda è posso attivarla lo stesso

Lascia un commento

La tua Mail non verrà publicata