Accise sull'Energia Elettrica: Significato, Tabella e Calcolo

aggiornato il
minuti di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

L'Offerta Luce e Gas più conveniente oggi 22 Luglio 2024?

Chiama ora e Risparmia in Bolletta. Meglio fisso o indicizzato? Confronta gratuitamente e senza impegno con un esperto energia.

confronto luce e gasconfronto luce gas

L'Offerta Luce e Gas più conveniente oggi 22 Luglio 2024?

Confronta e Risparmia! Parla con un esperto prenotando una richiamata gratuita.

accisa energia elettrica
Accisa sull'energia: chi decide e come sono determinate le aliquote e le tasse nella bolletta elettrica

Hai provato a spesso a capire se Iva e accise sono la stessa cosa e a quanto ammontano nel caso delle bollette luce e gas? Scopri di più sulle imposte pagate in bolletta e sulla differenza tra queste due, attribuite comunque a prescindere dal fornitore che hai scelto per le tue utenze.

Accise Energia Elettrica: Cosa sono e Come sono calcolate?

Le accise sull'energia elettrica, chiamate indifferentemente anche imposte indiretta sul consumo, sono un particolare tipo di imposta che vengono aggiunte in bolletta in modo proporzionale alla quantità di energia elettrica effettivamente consumata (in base ai kilowattora, quindi).

Chi decide le Accise sull'Energia Elettrica?

Le accise energia che gravano sulla bolletta luce sono decise dall'ADM, ovvero dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Come vengono determinate le Imposte sull'Energia Elettrica?

Qualsiasi sia la tua tariffa energia, l'ADM determina due tipologie di accise energia, calcolandole sui consumi e fatturandola in €/kWh: per forniture civili, oppure per uso industriale. Ecco di seguito le aliquote di imposta vigenti per l'energia elettrica in vigore dal 1° gennaio 2024:

TIPO DI FORNITURAAccisa
€/kWh
USO DOMESTICO
Forniture abitazione di residenza ("prima casa")Consumi fino a 150 kWh/mese *-
Consumi oltre 150 kWh/mese *0,0227
Forniture di residenza ("prima casa") con potenza impegnata oltre 3 kW0,0227
Forniture per non residenti ("seconde case")0,0227
USI DIVERSI DA ABITAZIONE
Consumi fino a 200.000 kWh/mese0,0125
Consumi eccedenti 200.000 kWh/mese0,0075

Fonte: dati Agenzia delle Dogane e Dei Monopoli
*Per forniture con potenza fino a 1,5 kW: se si consuma fino a 150 kWh/mese, le imposte non vengono applicate. Con potenza impegnata tra 1,5 kW e 3 kW: se si consuma fino a 220 kW/mese, ossia 2640 kWh/anno, le imposte non vengono applicate sempre ai primi 150 kWh. In entrambi i casi se invece si consuma di più, i kWh esenti da imposte vengono gradualmente ridotti.

A Quanto Ammonta l'Iva sull'Energia Elettrica?

L'imposta sul valore aggiunto, che paghiamo per qualsiasi bene o servizio, è dovuta anche per il costo complessivo del servizio elettrico, con inclusione di ogni corrispettivo riguardante le voci della bolletta, compreso l'accisa.

Oggi l'imposta sul valore aggiunto calcolata per l'energia elettrica prevede attualmente un'aliquota per clienti con forniture ad "uso domestico" pari al 10%. Per i clienti con "usi diversi", l'aliquota iva nella bolletta luce è pari al 22%, con eccezioni per alcune specifiche categorie. Accisa e addizionale enti locali sono addebitate in forma ridotta ai clienti con "uso domestico residenziale" con bassi consumi elettrici.

Imposte Energia Elettrica: Quanto pesano in bolletta?

Secondo i dati rilasciati da Arera, il peso di imposte e tasse per l'utente tipo che si trova nel mercato tutelato (regime maggior tutela), ammonta al 12,3% sul totale.

 

Elaborazione su dati dell'ARERA - Tariffe Maggior Tutela gennaio-marzo 2024

Scopri gli altri approfondimenti correlati:

Gli oneri di sistema - Come leggere la bolletta luce - Il bonus elettrico SGATE