Tariffa Bioraria: Cos'è, gli Orari, Convenienza e Offerte

aggiornato il
minuti di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

L'Offerta Luce e Gas più conveniente oggi 21 Giugno 2024?

Chiama ora e Risparmia in Bolletta. Meglio fisso o indicizzato? Confronta gratuitamente e senza impegno con un esperto energia.

confronto luce e gasconfronto luce gas

L'Offerta Luce e Gas più conveniente oggi 21 Giugno 2024?

Confronta e Risparmia! Parla con un esperto prenotando una richiamata gratuita.

tariffa bioraria enel
La tariffa bioraria conviene? Cosa sapere e quali sono gli orari di convenienza

Cosa significa tariffa bioraria e qual è la differenza rispetto a una monoraria? Scopri i dettagli sui prezzi, le fasce orarie e le offerte più convenienti.

  • La tariffa bioraria in breve:
  • prevede un costo per l'energia diverso a seconda delle fasce orarie e dei giorni della settimana;
  • le fasce orarie sono definite da ARERA e sono uguali per tutti i fornitori;
  • rispetto alla monoraria, la tariffa bioraria consente di ricevere una bolletta più leggera.

Tariffa bioraria: cosa significa

La tariffa bioraria è una tariffa in cui il prezzo dell'energia è differenziato in base alle fasce orarie, cioè al momento in cui viene consumata l'energia: si può quindi scegliere di sfruttare le fasce orarie più convenienti per accendere gli elettrodomestici (per esempio lavatrice o lavastoviglie) in modo da ricevere una bolletta più leggera e risparmiare energia

Per contenere i costi e pagare un importo più basso sulla bolletta, però, è opportuno scegliere una delle migliori offerte per la luce, che abbiamo riassunto in un approfondimento dedicato.

Le fasce orarie non vengono decise dai singoli fornitori, ma sono fissate da ARERA secondo una tariffa multioraria (F1, F2, F3): in alcuni casi, però, le ultime due fasce sono state accorpate in una unica per la loro lieve differenza di prezzo, fino a formare la tariffa bioraria (F1 e F23).

Tariffa bioraria nel mercato libero e tutelato

A partire dal 1° luglio 2010, la tariffa bioraria è stata resa obbligatoria per i clienti del mercato tutelato, mentre i clienti del mercato libero possono scegliere in autonomia se optare per un'offerta monoraria, bioraria o multioraria.

Come funziona la tariffa bioraria nel Servizio Elettrico Nazionale?

La tariffa bioraria proposta dal Servizio Elettrico Nazionale prevede due fasce orarie: F1 (dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle19) e F23 (applicata a tutte le altre ore). Il prezzo per la prima fascia oraria è più elevato, mentre il prezzo nella seconda fascia è minore perché fuori dalle ore di punta.

Per poter scegliere la miglior alternativa tra tariffa bioraria o monoraria, per i clienti del mercato libero, può tornare utile utilizzare il comparatore delle offerte luce e gas.

Tariffa bioraria Enel: orari e prezzi

Quando parliamo di tariffa bioraria Enel facciamo riferimento a una particolare tariffa che consente di ricevere una bolletta più leggera sfruttando determinate giornate e determinati orari per l'accensione degli elettrodomestici: le fasce, però, non sono decise da Enel, ma vengono fissate da ARERA e sono uguali per tutti i fornitori. 

Possiamo parlare di fascia trioraria (o multioraria) nel momento in cui possiamo distinguere tre diversi momenti della giornata a cui sono associati prezzi diversi per l'utilizzo dell'energia: solitamente il giorno e la sera/notte, i giorni feriali, il weekend e i festivi.

Fascia OrariaGiorni e Orari
F1
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 19
F2
  • dal lunedì al venerdì dalle 7-8 e 19-23;
  • il sabato dalle ore 7 alle 23.
F3
  • dal lunedì al sabato dalle ore 23 alle ore 7;
  • tutte le ore di domeniche e giorni festivi.

Molti fornitori di energia hanno deciso di accorpare le tariffe F2 e F3, creando un'unica fascia (F23), proprio per la minima differenza di prezzo che intercorreva tra le due: è per questo che si parla di tariffa bioraria Enel

Quindi le due fasce orarie Enel diventano:

  • F1 (detta fascia delle "ore piene") - dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 19 - 0,136 €/kWh;
  • F23 (detta fascia delle "ore vuote") - tutti gli altri orari - 0,128 €/kWh.

Il prezzo al kWh dell'energia è generalmente più basso nelle fasce F2 e F3, ovvero la sera, il sabato e i festivi; mentre risulta leggermente più alto nei giorni feriali dal lunedì la venerdì, dalle ore 8 alle ore 19, in corrispondenza di una maggiore domanda da parte dei consumatori. La differenza di prezzo è però minima.

Tariffa luce bioraria e monoraria: la differenza

La principale differenza tra la tariffa bioraria e quella monoraria sta nella diversificazione dei prezzi dell'energia nell'arco della giornata e nell'arco della settimana: mentre nella tariffa bioraria i prezzi cambiano dal lunedì al venerdì rispetto al sabato e alla domenica; nella monoraria il prezzo è sempre lo stesso a prescindere dai diversi momenti della giornata o della settimana.

In altre parole, sfruttando la tariffa bioraria possiamo godere di un prezzo più vantaggioso in determinati momenti della giornata rispetto alla tariffa monoraria, che non prevede differenze di prezzo nell'arco della giornata stessa.

Qual è la soluzione più conveniente tra tariffa bioraria e monoraria?

La convenienza della tariffa bioraria o monoraria dipende dalle esigenze di una famiglia e dalle abitudini: qualcuno potrebbe avere maggior convenienza sfruttando i prezzi diversi per l'utilizzo dell'energia nell'arco della giornata, mentre per altri potrebbe essere più conveniente disporre di un unico prezzo per l'intera giornata.

Abbiamo riassunto i vantaggi dell'una e dell'altra soluzione in una tabella per rendere più facile la scelta tra tariffa bioraria e monoraria in base alle proprie esigenze.

Tariffa bioraria o monoraria? Scopriamo i vantaggi
TariffaPrezzoVantaggi
Monoraria0,131 €/kWh
  • Prezzo dell'energia fisso sempre;
  • Ideale per famiglie numerose;
  • Ideale per chi consuma energia soprattutto durante il giorno.
Bioraria o multioraria0,136 €/kWh (F1); 
0,128 €/kWh (F23)
  • Prezzo dell'energia variabile secondo diverse fasce;
  • Ideale per chi consuma energia la sera o nel weekend;
  • Ideale per chi lavora fuori casa nel corso della giornata.

Oltre alle esigenze e alle abitudini, la convenienza della tariffa luce bioraria dipende anche da altre condizioni che possono entrare in gioco nella scelta dell'una o dell'altra offerta: per esempio il fattore del "rumore", che impedisce a chi vive in un condominio di accendere la lavatrice o la lavastoviglie oltre un certo orario.

Tariffa luce bioraria: qual è l'offerta più conveniente

Scegliendo di accendere i dispositivi elettronici o a consumo energetico nelle fasce serali, nel weekend o nei giorni festivi si riesce a ottenere un piccolo risparmio sulla bolletta, è verissimo! Ma per risparmiare davvero, a prescindere dalle fasce di consumo, l'importante è abbattere i propri consumi e scegliere la tariffa quanto più conveniente possibile. Scopri le migliori qui sotto:

💡Le migliori offerte di energia più convenienti del 21 giugno 2024

Fissa 12M
5 / 5  (5 voti)
Scade il 25/06/2024
45,3
€/mese 
5 / 5  (5 voti)

Offerta: FISSA 12M

Scade il 25/06/2024
Special 36 Luce
4,6 / 5  (77 voti)
Scade il 24/06/2024
47,5
€/mese 
4,6 / 5  (77 voti)
Sconto 36€ in bolletta.

Offerta: SPECIAL 36 LUCE

Sconto 36€ in bolletta.
Scade il 24/06/2024
Next Energy Sunlight Luce
4,5 / 5  (118 voti)
51,3
€/mese 
4,5 / 5  (118 voti)
60€ di sconto se aggiungi anche la fibra o il gas.

Offerta: NEXT ENERGY SUNLIGHT LUCE

60€ di sconto se aggiungi anche la fibra o il gas.

La bolletta mensile è calcolata con un consumo di 1800 kWh e include eventuali sconti previsti dall'offerta; per le tariffe indicizzate è usata una stima del prezzo PUN (luce) del prossimo anno pubblicato dall'Autorità.

FAQ Tariffa bioraria

Quali sono gli orari della fascia bioraria?

La prima fascia (F1) è in vigore dalle 8 del mattino alle 19 della sera dal lunedì al venerdì, mentre la seconda fascia oraria (F23) è in vigore dalle 19 della sera alle 8 del mattino e tutto il giorno nei week end e nei giorni festivi.

Quando è conveniente la tariffa bioraria?

La tariffa bioraria è più conveniente per coloro che trascorrono fuori casa le ore centrali della giornata. Concentrando la maggior parte dei consumi energetici di sera, nel weekend e nei festivi, infatti, è consigliabile optare per una tariffa che ottimizzi i costi nelle suddette fasce.

Cosa cambia tra monorario e biorario?

La tariffa monoraria è omogenea durante le 24 ore, senza alcuna differenza tra il giorno e la notte. La tariffa bioraria, invece, presenta diverse fasce di prezzo: l'energia è più costosa durante il giorno, e meno costosa durante la sera, la notte, i weekend e i festivi.